Link sponsorizzati

Valori Normali

  • Neonati 0 - 1 mese : 70 - 190 battiti al minuto
  • Neonati 1 - 11 mesi: 80 - 160 battiti al minuto
  • Bambini 1 - 2 anni: 80 - 130 battiti al minuto
  • Bambini 3 - 4 anni: 80 - 120 battiti al minuto
  • Bambini 5 - 6 anni: 75 - 115 battiti al minuto
  • Bambini 7 - 9 anni: 70 - 110 battiti al minuto
  • Bambini dai 10 anni in su ed adulti: 60 - 100 battiti al minuto
  • Sportivi: 40 - 60 battiti al minuto

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La frequenza cardiaca è il numero di battiti del cuore al minuto.

Il battito cardiaco può essere misurato in diverse zone del corpo:

  • retro delle ginocchia,
  • inguine,
  • collo,
  • tempia,
  • collo del piede o caviglia,
  • polso.

Il battito viene misurato in queste zone perché le arterie si trovano più vicine alla superficie.

Per misurare il battito sul polso, mettete l’indice e il medio appena sotto la base del pollice dell’altra mano, dalla parte interna del polso. Premete le dita tenendole piatte, finché non riuscite a sentire il battito.

Per misurare il battito sul collo, mettete l’indice e il medio appena a lato del pomo d’Adamo, nella zona morbida sotto l’angolo della mandibola. Premete leggermente finché non riuscite a individuare il battito; è consigliabile almeno le prime volte farlo da sdraiati, in alcune persone le arterie del collo sono sensibili alla pressione e quindi misurando il battito potreste avere un mancamento o il battito potrebbe rallentare. Misurate il battito da un lato solo: se lo misurate da entrambi i lati contemporaneamente, il flusso di sangue diretto alla testa potrebbe rallentare, e potreste svenire.

Una volta identificato il battito, contate i battiti per un minuto, oppure contateli per 30 secondi e poi moltiplicate per due.

Interpretazione

La frequenza cardiaca a riposo viene misurata mentre il paziente non fa esercizio fisico, quindi il cuore pompa la minima quantità di sangue necessaria. Se siete sdraiati o seduti, e siete rilassati e sani, il valore normale della frequenza cardiaca a riposo è compreso tra 60 e 100 battiti al minuto.

Una ricerca australiana condotta su pazienti affetti da patologie cardiovascolari ha scoperto che la frequenza cardiaca è un indicatore fondamentale del rischio di infarto. Questa ricerca, pubblicata su The Lancet nel settembre 2008 è stata condotta su 11.000 pazienti di 33 paesi, in terapia per problemi cardiaci. I pazienti la cui frequenza cardiaca era superiore ai 70 battiti al minuto presentavano un rischio significativamente maggiore di infarto, ricovero in ospedale e intervento chirurgico.

Viceversa la frequenza inferiore ai 60 battiti al minuto di solito non è sintomo di problemi. Può essere causata dall’assunzione di farmaci come i betabloccanti. La frequenza cardiaca bassa (bradicardia) è anche diffusa tra le persone molto atletiche o che fanno molta attività fisica. Le persone attive spesso hanno una frequenza cardiaca inferiore perché il cuore è in condizioni migliori e non deve lavorare troppo per mantenere costante il battito.

L’attività fisica di intensità moderata di solito non altera la frequenza cardiaca a riposo; se siete molto in forma il battito può scendere anche fino a 40 battiti al minuto. Nelle persone meno attive, invece, il battito si mantiene tra le 60 e 100 pulsazioni al minuto, perché il cuore deve lavorare di più per far funzionare bene l’organismo.

Se la frequenza a riposo è sempre alta (tachicardia), può esserci un problema ed è necessario consultare il medico. Lo stesso discorso vale per la bradicardia, cioè per la situazione in cui la frequenza è sempre inferiore ai valori normali.

Se il battito è troppo forte e continua ad essere tale per diversi minuti, vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico. Anche il battito irregolare può essere sintomo di problemi.

Se il battito è debole e difficile da individuare può indicare un’ostruzione dell’arteria. Questa situazione è frequente nei pazienti diabetici o che soffrono di aterosclerosi dovuta al colesterolo alto. Il medico può prescrivervi un esame (ecoDoppler) per individuare le eventuali ostruzioni.

Valori Bassi
(Bradicardia)

  • Cardiopatia ischemica
  • Danno epatico
  • Infarto
  • Iperkaliemia
  • Ipotiroidismo
  • Ittero

Valori Alti
(Tachicardia)

  • Abuso di Alcool
  • Abuso di Caffè
  • Ansia
  • Arteriosclerosi
  • Eccitazione
  • Ernia iatale
  • Febbre
  • Gravidanza
  • Insufficienza coronarica
  • Ipertiroidismo
  • Ipotensione ortostatica
  • Reflusso Gastroesofageo

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

La frequenza cardiaca può essere influenzata da diversi fattori, tra cui ricordiamo:

  • Livello di attività fisica,
  • Livello di benessere fisico,
  • Temperatura ambientale (Quando la temperatura e l’umidità aumentano, il cuore pompa un po’ meno sangue, quindi il cuore può battere più in fretta, accelerando di solito di 10 battiti al minuto al massimo),
  • Posizione  (La frequenza non cambia stando in piedi o seduti. A volte, quando ci si alza in piedi, per i primi 15, 20 secondi il battito può aumentare leggermente, ma dopo qualche minuto di solito si stabilizza),
  • Emozioni (Se il paziente è stressato, ansioso, molto felice o molto triste, il battito può accelerare),
  • Peso  (Di solito non influisce sulla frequenza cardiaca, ma se si è obesi la frequenza a riposo può essere superiore al normale, pur non superando di solito i 100 battiti al minuto),
  • Terapie farmacologiche.

Quando viene richiesto l'esame

La misurazione della frequenza cardiaca dà informazioni importanti sullo stato di salute del paziente. Qualsiasi alterazione della frequenza normale può essere sintomo di una patologia. Il battito più veloce del normale può indicare un’infezione in corso o uno stato di disidratazione. Nelle situazioni di emergenza, la misurazione del battito serve per capire se il cuore batte oppure no.

La misurazione della frequenza cardiaca ha anche altri usi. Durante o subito dopo l’esercizio fisico, il battito dà informazioni sullo stato di salute e di benessere fisico del paziente.

Preparazione richiesta

Prima di misurare la frequenza a riposo bisogna rimanere a riposo per almeno 10 minuti. Il battito può anche essere misurato durante l’esercizio fisico, anche se ovviamente i valori che ci aspettiamo saranno in quel caso diversi.

Altre informazioni

Tachicardia

La tachicardia è la situazione in cui la frequenza cardiaca è superiore al normale. Il cuore di un adulto sano di solito batte da 60 a 100 volte al minuto, se la persona è a riposo. Se soffrite di tachicardia, gli atri e/o i ventricoli battono anche molto più veloce del normale.

Il battito cardiaco è controllato dagli impulsi elettrici che attraversano i tessuti del cuore. La tachicardia si verifica quando il cuore non funziona bene e i segnali elettrici sono troppo rapidi.

In alcuni casi può essere asintomatica e non provocare complicazioni. In altri, invece, può alterare gravemente la normale funzionalità cardiaca, aumentare il rischio di ictus o causare l’arresto cardiaco e il decesso del paziente.

Le terapie sono in grado di tenere sotto controllo la tachicardia o i disturbi a monte.

Se il cuore batte troppo in fretta, c’è il rischio che non riesca a pompare bene il sangue nel resto dell’organismo, e quindi gli organi e i tessuti non ricevano una quantità adeguata di ossigeno. Il paziente può quindi soffrire dei seguenti sintomi:

  • vertigini,
  • fiato corto,
  • capogiro,
  • battito cardiaco accelerato,
  • palpitazioni (battito troppo rapido, che dà fastidio o è irregolare; sensazione di perdere un battito),
  • dolore al torace,
  • svenimento (sincope).

In alcuni pazienti la tachicardia rimane asintomatica e viene scoperta soltanto durante le visite o l’elettrocardiogramma, uno degli esami di controllo del cuore.

Bradicardia

La bradicardia è la situazione in cui la frequenza cardiaca è inferiore al normale. In un adulto sano a riposo il cuore di solito batte tra le 60 e le 100 volte al minuto. Nei pazienti che soffrono di bradicardia, il cuore batte meno di 60 volte al minuto.

La bradicardia può essere un problema grave se il cuore non riesce a pompare la giusta quantità di sangue ossigenato all’organismo, in questo caso il paziente può soffrire di questi sintomi:

  • capogiro, svenimento (sincope),
  • vertigini,
  • debolezza,
  • affaticamento,
  • fiato corto,
  • dolore al torace,
  • stato confusionale o problemi di memoria,
  • eccessivo affaticamento durante l’attività fisica.

In molti pazienti, tuttavia, la bradicardia non provoca sintomi né complicazioni.

Si può guarire dalla bradicardia con un pacemaker o con terapie di altro genere: la frequenza cardiaca ritornerà ai valori normali.

Frequenza massima stimata e frequenza ottimale

Uno dei modi per tarare l’intensità dell’attività fisica è quello di capire se la frequenza rimane all’interno di un intervallo ottimale prestabilito.

Per l’attività fisica di intensità moderata, la frequenza cardiaca dovrebbe rimanere tra il 50 e il 70% di quella massima. La frequenza massima è calcolata a partire dall’età, si può ottenere una stima della frequenza massima facendo il seguente calcolo:

220 - anni di età.

Ad esempio per un cinquantenne la frequenza massima è pari a 170 battiti al minuto e quindi la frequenza cardiaca durante un’attività fisica di intensità moderata dovrebbe essere compresa tra:

  • soglia del 50%: 170 x 0,5 = 85 battiti/minuto

e

  • soglia del 70% = 170 x0,7 = 119 battiti/minuto

Per l’attività fisica intensa la frequenza cardiaca dovrebbe rimanere tra il 70 e l’85% di quella massima. Per calcolarla potete basarvi sull’esempio precedente. Ad esempio, per un trentacinquenne, la frequenza massima è pari a 185 battiti/minuto e quindi:

  • soglia del 70% = 185 x 0,7 = 130 battiti/minuto

e

  • soglia dell’85% = 185 x 0,85 = 157 battiti/minuto

Per un trentacinquenne durante un’attività fisica intensa la frequenza dovrebbe rimanere tra i 130 e i 157 battiti/minuto.

Età Zona 50-85% Frequenza cardiaca massima
20 anni 100-170 200
30 anni 95-162 190
35 anni 93-157 185
40 anni 90-153 180
45 anni 88-149 175
50 anni 85-145 170
55 anni 83-140 165
60 anni 80-136 160
65 anni 78-132 155
70 anni 75-128 150

Se la frequenza è superiore a quella degli intervalli calcolati, vi state sforzando troppo, quindi vi consigliamo di andare con più calma. Se invece è più lenta potete sforzarvi un po’ di più.

Nelle prime settimane di allenamento, puntate a raggiungere la metà inferiore dell’intervallo (50%) e poi aumentate gradualmente fino a raggiungere l’85% della frequenza massima. Dopo sei o più mesi, con ogni probabilità sarete in grado di allenarvi senza problemi all’85% della frequenza massima. Per rimanere in forma, tuttavia, non è indispensabile raggiungere questo risultato.

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Quintino scrive il

    Buongiorno dottore , ho 37 anni adesso peso 77 kg e sono alto 185 più o meno ho sempre avuto questo peso per via del fumo ,poi ho smesso per 5 anni ed ero diventato 98kg ,dopo ho ripreso a fumare(molto meno) e correre e riuscito a calare adesso ho avuto un episodio di fibrillazione atriale parossistica con battiti a 130 , al pronto soccorso mi hanno dato un digitale ,perchè ero in panico ed il battito non si abbassava ,ho ansia quasi sempre i mi hanno consigliato lo xanax 25 ,Dal cardiologo l’esame è andato bene ,nel senso che tutto è nella norma. Ma i battiti(che io controllo con un cardiofrequenzimetro) vanno dai 70 +- al risveglio ,ai 90 in pedi 100 105 camminata, se fumo e bevo alcolici mi schizza a 120 -125 e per un oretta sale e scende dai 100 ai 125 a seconda se mi muovo o mi metto coricato. non sto più correndo e vorrei ricominciare ,ma da quella sera del pronto soccorso percepisco maggiormente i battiti del cuore ,cioè li sento in maniera più intensa .(sono andato al P.S. perchè percepivo i battiti irregolari e mancanti e molto intensi rispetto al mio normale “sentire”) sono un pò spaventato di questa situazione, e non so se è normale , nonostante non ho più percepito irregolarità nel battito come quella sera,però l’intensità dei battiti è la stessa ,io credo che sia l’ansia , anche perchè quando sono ansioso, sbadiglio parecchio e mi manca un po il fiato ma lo xanax non dovrebbe metterla a tacere? non so dottore lei cosa mi consiglia? grazie mille Cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, l’ansia incide sicuramente moltissimo e c’è margine di manovra oltre ai 0.25 mg di Xanax (aumento del dosaggio, psicoterapia, associazione di altri farmaci, …).

      Il cardiologo non ha prescritto nulla?

    2. Quintino scrive il

      No 2 cardiologi mi hanno confermato che io sto benissimo ,e non mi hanno prescritto nulla ,fuorchè sana alimentazione e movimento aerobico(corsa leggera,nuoto,bici) e calmare l’ansia, dicendomi che se avessi avuto altri problemi di tornare per maggiori esami..

    Rispondi
    Rispondi
  2. Mauro scrive il

    Vorrei sottoporle il mio caso. Ho 64 anni, sono alto 190 cm, sono parecchio sovrappeso ( 134 Kg) , sono iperteso, diabetico di tipo 2 ( senza insulina, solo due pastiglie al giorno, e fino a qualche tempo fa soffrivo di extrasistole. Ho consultato un cardiologo che mi ha chiaramente raccomandato di dimagrire almeno 20 Kg, ma non ha dato molto peso al discorso delle extrasistole. Tuttavia avevo delle pulsazioni intorno ai 65-75 battiti al minuto. Ora invece da qualche tempo ho delle pulsazioni alla ” Coppi” del tipo di 38-40 al minuto , ma la pressione e’ sempre alta 160-170 la massima e 75-85 la minima. Devo considerarmi in pericolo, soprattutto per queste pulsazioni così basse?? La ringrazio dell’attenzione che mi vorrà concedere.

    Rispondi
  3. Mauro scrive il

    A maggiore precisazione di quanto sopra vorrei informarLa che , oltre alle pastiglie per il diabete, assumo anche una compressa di Coverlam 10/10 al mattino ed una compressa di aloneb 5/12,5 alla sera. Sono anche purtroppo un fumatore ( una ventina al giorno) e non pratico nessun tipo di attività fisica perchè, oltre ad essere molto pigro, ho le protesi alle anche ed un ginocchio molto malandato.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Raccomando senza dubbio di fare il punto con il cardiologo, serve rivalutare la cura antipertensiva; 160-170 è decisamente troppo ed è possibile che verrà ridotto il betabloccante per aumentare leggermente i battiti cardiaci.

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ritengo improbabile che siano davvero a 37, ma non posso che consigliarle una visita medica di verifica.

    2. anna scrive il

      Ho un app sul mio cellulare.Per due volte mi ha segnato 37..La terza 42..
      Non supera i 45 comunque..

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è l’app a non essere precisa, se riesci prova a fartela misurare da qualcuno al polso od al collo.

    Rispondi
  4. Manuel scrive il

    Salve dottore mi chiamo manuel ho 30 anni e sono alto 194 cm x 105 di peso. Non bevo non prendo caffe’ e fumo la sigaretta elettronica. Gioco a pallavvolo tutti i giorni a livello amatoriale ed a riposo i miei battiti sono sui 50 al minuto. È una cosa positiva?

    Rispondi
  5. Nino scrive il

    Salve io ho avuto un accelleramento del battiti cardiaco sudore dolori al petto formicolio pressione 195/130 mentre ero al lavoro ho chiamato il pronto intervento mi hanno portato in cardiologia ekg sonografia ultraschall ed esami di sangue tutto bene solo colesterolo a 260 a premettere che ho 42 anni e peso 104kg sono alto 1,75 dopo 2 giorni ho avuto lo stesso problema essendo molto preoccupato che mi veniva un infarto o un ictus ho chiamato di nuovo mi portano in ospedale tutti gli acertamenti di nuovo positivi dalla sonografia tutto bene la pompa sinistra come sempre legermente 3 mm piu grande il cardiologo a detto che normale essendo abbastanta largo sul torace mi hanno mandato da un psicoterapeuta tutti questi sintomi sono causati perche la mia psiche e il corpo non sono in sintonia causa attacchi di panico acuti dovuto alla paura di morire stati ansia paura sono stato in cura in una clinica per disturbi psichomatici per 6 settimane mi hanno dato da prendere cipralex 10 mg anche per ancora 6 mesi dopo il rilascio adesso sono tornato a lavorare e prendo il cipralex ogni mattina 10 mg da alcuni giorni quando non lavoro che la mattina il battito cardiaco scende fino a 52 53 battiti mi devo preoccupare controllo ogni mattina con un misuratore 125/79 battiti 53 dopo alcuni minuti 120/81 battiti 59 pero in movimento ritorna normale con massimo 92 battiti anche quando lavoro a premettere che il mio lavoro richiede sforzo fisico mi preoccupa questi battiti che a riposo senza fare nulla scendino a 53 56 e normale ho forse e dovuto ak cipralex o ha disturbi panici e ansie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ultima parola ovviamente al medico, ma attorno ai 60 a riposo va benissimo.

    2. Nino scrive il

      Si ma da quando ho ripreso il lavoro il battito a riposo scende anche a 52 mi devo preoccupare il medico di guardia dice che a riposo fino a 50 e buono pero e un medico di guardia

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È una leggera bradicardia, non sembra nulla di preoccupante.

    Rispondi
  6. Gio scrive il

    Buona sera, ho 41 anni, alto 1.78 e peso 68kg. Corro un paio di volte a settimana, circa 9km per volta. La mia frequenza cardiaca a riposo o intorno ai 65. Quando corro, il cardio frequenzimetro sale subito a 140 e poi rimane sempre tra 150 e 160. Mi devo preoccupare? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi sembrano valori accettabili, ma senta ovviamente anche e soprattutto il parere del medico.

    Rispondi
  7. Nino scrive il

    Grazie dottore sono stato dal medico curante ieri mi ha fatto un elettrocardiogramma tutto ok 64bpm
    Dopo 10 minuti 55bpm essendo stato straiato tutto il tempo nessuna anomalia mi ha detto che tutto normale anche essendo un po sopra il peso della norma facendo un lavoro che richiede molto sforzo fisico e normale che a riposo il battito puo arrivare anche a 50 ha detto che non mi devo preoccupare anche perche soffrendo di stati d’ansia e attacchi di panico e prendo il cipralex e pure a causa della pastiglia che quando il corpo avverte lo stato di stress ecco che entra il cipralex che ti porta di nuovo in uno stato di rilassamento speriamo che sia cosi come dicono

    Rispondi
  8. Nino scrive il

    Allora perche avverto un dolore al petto all’altezza della spalla sinistra e stati d’ansia e paura

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il problema potrebbe essere proprio l’ansia, che somatizza sotto forma di dolore.

    Rispondi
  9. francesca scrive il

    Buongiorno dottore,

    mia mamma ha 92 anni ; è stato operata 2 anni fa per un aneurisma all’aorta addominale e conseguentemente a questo ha avuto un problema ai reni con grave insufficienza renale; è stata m,essa in dialisi trisettimanale (era quasi orta) ma poi è guarita; adesso sta abbastanza bene (creatinina 1,9 . emocromo 11,9 – sodio e potassio nella norma. Dall’ultima visita cardiologica (settembre 2014)cuore ok ; tra un mese dovrebbe tornare, solitamente la frequenza cardiaca si aggira tra gli 85 e i 95 battiti ma ultimamente (forse per il caldo) arriva a 105 a riposo
    Mi devo preoccupare? Devo anticipare la visita di controllo?
    La prego, mi risponda

    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi limiterei a segnalarlo telefonicamente al medico di base.

    Rispondi
  10. Gio2 scrive il

    Buongiorno dottore , ho 47 anni peso 86 kg e sono alto 181. Pratico durante l’inverno pallavolo a livello amatoriale 2 volte alla settimana. Da un paio di mesi faccio corsa di circa 30 minuti in palestra a 8,5 Km/h. Il mio battito cardiaco a riposo è intorno a 55. Ho notato che quando corro in palestra il mio battito sale da 76 a 147 subito (entro 5 minuti) per poi crescere fino ad arrivare a 165 dopo circa 17 minuti per poi arrivare ad un picco di 169 alla fine dei 30 minuti. La media è di 152 b/m. Premetto che non avverto particolare affaticamento o dolore. Sento un normale affaticamento alla fine della corsa. Alla fine dell’allenamento il battito scende normalmente. Per motivi indipendenti ho fatto recentemente un check-up con prova sotto sforzo (prima misurazione a riposo e poi camminata veloce di 10 minuti ca): non mi è stato segnalato nessun problema (non ho visto però i valori). Secondo quanto letto il battito non dovrebbe superare il 70% del massimo battito che stante l’età è di 173 (220-47). Secondo Lei i valori riscontrati sono normali? Grazie

    1. Gio2 scrive il

      Grazie della risposta. Quindi se vado oltre 85% del massimo (147) non ci sono problemi? fino a quanto mi posso spingere? Ovvero qual’è il valore che non devo superare e per quanto tempo?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Queste sono valutazioni che spettano al cardiologo, ma la mia sensazione è che si faccia troppi problemi.

    Rispondi
  11. Rispondi
  12. davide scrive il

    buonasera dottore volevo solo dirle che ho vissuto un periodo di stress e ansia…ma quando sono tranquillo addirittura una mattina appena sveglio avevo 49 bpm ho fatto in passato attivita’ agonistica ma ora non piu’ quindi volevo capire se fosse normale…
    grazie e buon lavoro

    ps sono un ragazzo di 27 anni

    Rispondi
  13. Dome scrive il

    Ho 19 anni e pratico calcio ! Il mio battito e di 60 al minuto però ogni tanto mentre gioco di colpo mi si alza tantissimo oppure quando mi arriva una forte botta o una spallata . E non mi passa devo per forza sdraiarmi per farlo passare ! Ho provato a misurarlo oggi ed è di circa 170 se non di più al minuto è normale? Questo mi succede da ormai qualche anno! Ma le visite mediche non anno mai rilevato niente . Mi dica lei la sua opinione grazie

    1. Dome scrive il

      Dopo una botta oppure anche uno scatto ! Altre volte invece neanche mi viene. Perché se vado a fare una corsa sento il battito che si alza ma è normale invece ogni tanto mi parte con sti scatti improvvisi che mi batte a 180 circa se non di più al minuto ! E se non mi sdraio può andare avanti anche un ora o di più .

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Descriva al suo medico quanto ha descritto a me e valuterà se fargliele fare (viene verificata l’attività del cuore durante uno sforzo fisico).

    Rispondi
  14. giorgio scrive il

    dopo una passeggiata in montagna mi sono provato la pressione e misura 123 – 83 – 93 i battiti mi devo preoccupare? è la tachicardia elevata?
    Grazie per la risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Passeggiare richiede uno sforzo, è normale che i battiti aumentino.

    Rispondi
  15. tu scrive il

    Salve dottore io o sempre.avuto il battito cardiaco accellerato per me.ce.una cura? sono preoccupata e questo peggiora la mia situazione. O solo 18 anni e sto vivendo un periodo bruttissimo sn disperata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      80 non mi sembra un valore drammatico, soprattutto se alla base c’è una forte ansia/stress; ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

    Rispondi
  16. Domenico scrive il

    Salve dottore circa 7/8 mesi fa ho avuto 2 episodi di fibrillazione atriale , dopo questi episodi mi sono sottoposto ad un studio elettrofisiologico dove non e stato riscontrato nessun problema , da allora vivo in preda al panico soffro di attacchi di panico continui , premetto che da tempo che mi sento ansioso , ho fatto anche esami dal gastroenterologo . Lei mi conferma che si tratta solo di ansia graZie mille dottore

    1. franco scrive il

      ma tutte queste domande e risposte, non hanno alcun senso. Non deve rispondere un farmacista, ma un cardiologo !!

    Rispondi
  17. elena scrive il

    Buonasera dottore, scusandomi per l’orario vorrei chiederle consiglio.46 anni 75 kg.. Sono molto ansiosa fumatrice e da un paio di giorni ho dolori leggeri al petto (parte sx) non continui. Ho misurato i battiti e sono 57 al minuto. Grazie

    Rispondi
  18. francesco scrive il

    Buonasera Dott. Da un po’ di tempo soffro di dolori alle braccia e al petto e battito accelerato. Sono andato due volte a pronto soccorso e mi hanno detto che non o nulla. Ho 32 anni fumo ho la colite ulcerosa e psoriasi. Datemi una dritta. Grazie.

    Rispondi
  19. Alessandro scrive il

    Buongiorno Dott.,ho 47 anni e peso 75 kg per 178cm di altezza faccio sport regolarmente 4 volte alla settimana,tutti gli anni faccio la visita medico sportiva,vorrei chiederle se è normale che durante uno sforzo ,come una salita particolarmente impegnativa percorsa con la bicicletta da corsa, raggiunga i 180-185 battiti al minuto,senza avvertire un grosso affanno.Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, può essere normale, raccomando comunque anche il parere del medico che potrà valutarlo in relazione alla sua storia clinica.

    Rispondi
  20. rossella scrive il

    Salve dott ho 32 anni e sn stata operata all’eta di 28 anni di tiroide x morbo di basedow e da allora mi capita ogni tanto ke mi aumenta il battito Anke a 120 mi e arrivato mentre ero incinta ;e poi mi sento Anke il battito nell’ addome mi sudano le mani e a volte mi tremano le mani ho fatto elettro eco ed e tt apposto dicono ke e ansia ok pero io snt disturbi fisici lei cosa pensa ke ho grz

    Rispondi
  21. Enzo scrive il

    Pressione seduto 127 86 sdraiato 105 73 a volte quando mi si gonfia pancia soffro di meteorismo si alza fino 135 90 dopo se riesco a fare eruttazioni mi sento bene ciò mi comporta ansia e panico cosa posso prendere per la pancia.prendo xanax 0,25 al mattina a volte anche durante la giornata per allietare questi sintomi.faccio corsa ogni giorno pressione dopo corso 135 86 battiti110.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci.
      2. Non sembrano valori preoccupanti, certamente l’ansia incide molto.

    Rispondi
  22. Giorgia scrive il

    buongiorno,ho 44 anni la pressione e mediamente sui 107 75/80 e le pulsazioni quasi sempre 90/100 . Non faccio sport e sono un po ansiosa.non assumo farmaci di nessun genere se non qualche volta un moment o una tachipirina quando ho mal di testa e non capita spessissimo. La mia domanda è : le pulsazioni sono normali così alte ?!.. Premetto che ho fatto la visita cardiologica ed è tutto nella norma . Ringrazio anticipatamente. Giorgia

    1. Giorgia scrive il

      complimenti per la velocità di risposta dottore!
      Poco prima ho rivisto la tabellina con i valori normali. Adulti 60 100 battiti al minuto ,quindi nella norma se così vogliamo interpretarlo. Se è così gentile ,cosa mi consiglierebbe visto che non amo molto assumere farmaci per come le dicevo nel post precedente?!.. Sia per i battiti che per questi stati d’ansia che ogni tanto mi fanno visita..?
      Grazie.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Attività sportiva e tecniche di rilassamento e/o psicoterapia per l’ansia.

    3. Anonimo scrive il

      Grazie dottore!..esattamente quello che ho iniziato a fare. A livello psicoanalisi visto che riesco a controllare abbastanza bene secondo lei è proprio necessario fare delle vere e proprie sedute ?!.
      Invece a livello di movimento fisico ,che tipo di sport mi coverebbe fare per iniziare?.. Grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Questo deve valutarlo lei.
      2. Qualsiasi, basta che le piaccia e che sia invogliata a praticarlo.

    5. Giorgia scrive il

      Scusi ero io con l’anonimo volevo ringraziare per i suoi consigli.
      Io vivo a Torino,mi sa consigliare un bravo psicologo?!..

    Rispondi
  23. Lupin 3° scrive il

    Buonasera Dottore,
    ho 49 anni ed ho fumato per +/- 30 anni, questo nonostante avessi praticato sport (calcio) anche a livello agonistico fino a 40 anni circa.
    Un mese fa, spinto da consigli di amici e da qualche paura personale, ho deciso di smettere.
    Possibile che il mio battito cardiaco da 60/65 (quando fumavo) sia passato ora a 50/55 in un così breve lasso di tempo ??
    Rientra nella normalità ?
    Grazie per una cortese risposta.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Possibile e, per certi versi, meraviglioso. Meraviglioso perchè ci dà l’idea di quanto il fumo (la nicotina, in questo caso) agisca sulla nostra salute anche sotto punti di vista inaspettati.

      Senta comunque il parere del medico, ma mi aspetto che le confermi che si tratta solo di un vantaggio in termini di prevenzione cardiovascolare.

    Rispondi
  24. Giacomo scrive il

    Salve dottore ho 24 anni non nascondo k sono un ragazzo ansioso … i miei battiti arrivano in riposo e senza fare a 130 battiti al minuto con pressione 100 mi è 160 la max … vorrei precisare non faccio uso di sostanze stupefacenti gRazio dottore

    1. Giacomo scrive il

      Sono due volte k faccio l elettrogramma xo nn esce mai nulla di negativo fino a ieri sera. Solo con gocce rilassative si stabiliscono i battiti e pressione … anke se ci mettono un po’ a fare effetto xk ogni volta k mi prendono questi battiti mi agito sempre… l ansia non può portare i battiti fino a 130 al minuto?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, può essere causa di aumenti anche importanti del battito.

    Rispondi
  25. Angela scrive il

    Buongiorno,la mia preoccupazione è dovuta al battito accelerato,a riposo di solito sono sui 80 ,ma alcune volte arrivano a 105,senza fare sforzo alcuno.Soffro di Ipotiroidismo,e prendo Eutirox da 50mg da lun.. ven. E. Da 25 il sab.e la dom.Soffro di ansia prendo Loranzepam 1mg mattina e sera.Il cardiologo dice che è tutto ok…
    Sono sovrappeso kg.75 x 1,68 di altezza.Vorrei fare sport…camminate ma l’ansia mi blocca.Grazie aspetto un suo parere….Dimenticavosoffro pure di un fischio acufeni da anni…l’otorino Ha anche riscontrato una deviazione del setto nasale dx.

    1. Anonimo scrive il

      Esame eseguito ad aprile 2015 ..TSH 1,99. FT4 1,14FT34,75 la dottoressa mi ha detto un controllo dopo 6 mesi.

    2. Anonimo scrive il

      Esame eseguito ad aprile 2015 ..TSH 1,99. FT4 1,14FT34,75 la dottoressa mi ha detto un controllo dopo 6 mesi.
      Dimenticavo il colesterolo non va bene HDL 38.

    3. Angela scrive il

      X colesterolo ogni sera una capsula diSeacor è una pastiglia di Provisacor.Da circa 2 anni.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Deve sforzarsi di combattere l’ansia, è probabilmente quello il suo problema più grosso.

    Rispondi
  26. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, ho 39 anni, e sono una persona molto ansiosa. Ho sempre sofferto di tachicardia, soprattutto notturna e quando mu sveglio! Sono mamma e ho avuto tre cesarei, e gli unici controlli che ho fatto sono stati gli elettrocardiogrammi in occasione di questi! L’ultimo tre anni fa! Ultimamente gli episodi di tachicardia sono sempre più frequenti accompagnati da sudirazione, e in qualsiasi momento della giornata! Di solito riesci a gestirli e mi calmo da sola, ma l’altra notte ho avuto un attacco di panico e mi sembrava di morire! La tachicardia non si è fermata neanche addormentandomi, al risveglio si è calmata dopo un paio d’ore! Ho paura di avere qualcosa al cuore!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È decisamente ora di parlarne con il medico e, se venisse confermata la salute del cuore, impostare una seria terapia per l’ansia.

    Rispondi
  27. lory scrive il

    Buongiorno dottor Le scrivo per mia mamma 75 anni ipertesa prende la pastiglia per la pressione da molti anni ultimamente il battito cardiaco a riposo è circa a 50, secondo lei è un valore troppo basso?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, è questo farmaco che abbassa il battito (oltre alla pressione); lo segnali al medico, ma se la pressione è a posto non credo che verrà cambiato/ridotta la dose.

    2. Anonimo scrive il

      Mi scusi dimenticavo, allora mia mamma prende una pastiglia di Tenormin la sera e una pastiglia di Micardis plus alla mattina…La sua pressione e tendente al basso ma sono i battiti a 50 quelli che ci preoccupano!

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Confermo quanto sopra, lo segnali al medico, ma non necessariamente verrà considerato un problema.

    Rispondi
  28. Rispondi
  29. francesco scrive il

    salve ho 31 anni sono alto 176 cm x 59 kg e ho perso circa 6 kg per ansia e tropo nervosismo ma quello che mi preoccupa è nonostante non pratico attività fisica fisica da circa 2 anni per una tendinite acuta la mia frequenza cardiaca e di ci circa 52 57 battiti minuto ammetto di muovermi poco ma secondo il parere del mio medico essendo quasi sempre sdraiato dice di temere nulla ma io vorrei chiedere un parere diverso sono anche ansioso non fumo non bevo alcolici ho pensato non potrebbe essere una vena otturata visto che delle volte ho dolori al torace come simili a dolori muscolari ho pure pensato dipenda dal torace ad imbuto malformazione congenita profondità circa 2,8 vorrei sapere se c’è il rischio che comprima polmoni e cuore ho l’esofago grazie anticipatamente a buon lavoro spero mi sia spiegato bene del problema che vorrei provare a superare ma non avendo un medico tropo in gamba mi sono riferito a voi spero potiate aiutarmi grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non c’è alcun motivo di dubitare della valutazione del medico, che appare assolutamente plausibile.

    Rispondi
  30. Elisabetta scrive il

    Buonasera dottore. Ho 20 anni, poca attività fisica e battiti, da stamane, 54 al minuto.. di solito sono sui 70-75.. perché si sono abbassati improvvisamente? Comunque ho la pressione “bassa” 90mx e 63min.. devo preoccuparmi?? Grazie!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere i valori bassi, soprattutto nei giovani, non sono un grosso problema, ma senta comunque anche il parere del medico.

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio per la tempestiva risposta! Sono molto agitata per via di alcune cose lette su internet, pensavo al peggio! Ho misurato i battiti e sono “saliti” a 60.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non legga troppo su Internet, l’unico referente della salute a cui dare credito è il proprio medico.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.