Colesterolo ed esami del sangue

Il profilo lipidico rientra nella valutazione del rischio cardiaco come ausilio per stabilire le probabilità che un soggetto ha di sviluppare una malattia cardiaca (cardiopatia) e per decidere quale possa  essere il miglior approccio terapeutico nel caso di individui al limite o ad alto rischio.

I risultati del profilo lipidico (ossia tutti i valori del colesterolo) vengono ponderati insieme ad altri fattori di rischio di cardiopatia noti per definire un piano di trattamento e controllo. Secondo i risultati e altri fattori di rischio, le opzioni di trattamento possono consistere in

  • cambiamenti dello stile di vita, come la dieta e l’esercizio fisico,
  • in trattamenti con farmaci che abbassano i lipidi come le statine.

Adulti

Si raccomanda un profilo lipidico a digiuno ogni cinque anni negli adulti sani senza altri fattori di rischio per cardiopatia. Lo screening iniziale può consistere nel semplice test del colesterolo totale senza eseguire un profilo lipidico completo. Comunque, se il valore di colesterolo misurato con il test di screening è elevato, sarà verosimilmente seguito dal dosaggio del profilo lipidico.

In presenza di altri fattori di rischio o se test precedenti avevano rilevato livelli di colesterolo elevati, si raccomanda una maggior frequenza di controlli del profilo lipidico completo.

Oltre a valori elevati di colesterolo LDL (dall’inglese “low-density lipoprotein”, lipoproteine a bassa densità), tra gli altri fattori di rischio ci sono:

  • Fumo di sigaretta,
  • Età (più di 45 anni negli uomini, 50-55 anni o più nelle donne),
  • Basso colesterolo HDL (dall’inglese “high-density lipoprotein”, lipoproteine ad alta densità), ossia meno di 40 mg/gL (1,04 mmol/L),
  • Ipertensione (pressione arteriosa 140/90 o maggiore o assunzione di farmaci anti-ipertensivi),
  • Storia famigliare di cardiopatia ad insorgenza prematura (sotto i 55 anni in un parente maschio di primo grado o sotto i 65 anni in una parente di primo grado),
  • Diabete.

Nota: un valore alto di colesterolo HDL (60 mg/dL o più) è considerato un “fattore di rischio negativo” (cioè, un fattore protettivo) e il suo riscontro permette quindi di rimuovere dal totale un fattore di rischio.

Utile infine la valutazione dei trigliceridi.

Giovani

Nei bambini e negli adolescenti, l’American Academy of Pediatrics (AAP, la Società Pediatrica Americana) raccomanda di eseguire un unico test lipidico di routine tra i 9 e gli 11 anni e quindi un controllo tra i 17 e i 21 anni. Uno screening più frequente del profilo lipidico è suggerito nei bambini e nei giovani con un rischio particolare di sviluppare una cardiopatia da adulti.

Alcuni dei fattori di rischio sono simili a quelli degli adulti, in particolare la famigliarità per cardiopatie o problemi di salute come diabete, ipertensione arteriosa o sovrappeso. Secondo l’AAP, i bambini ad alto rischio devono essere studiati tra i 2 e gli 8 anni. Prima dei 2 anni, i bambini sono troppo piccoli per essere sottoposti al test.

Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Salve, sono una donna di 53 anni, alta 1,60 e peso 50 kg circa. Ho ritirato oggi le mie analisi del sangue ed é tutto nella norma tranne i valori del colesterolo sballati.. Premetto che sono sempre stata in salute per fortuna ed anche abbastanza magra di costituzione, pur mangiando senza stare molto attenta ad un’alimentazione equilibrata.. Non fumo, non ho il diabete nè la pressione alta, né precedenti in famiglia.. Il colesterolo totale é 278, il colesterolo LDL 172, il colesterolo HDL 73 e i TRIGLICERIDI 63.. Ho giá preso appuntamento per parlarne col mio medico ma intanto volevo un parere.. Grazie mille :)

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, probabilmente ha un’ipercolesterolemia su base costituzionale, è molto comune, dipende da difetti intrinseci di metabolismo del colesterolo; ne parli col medico, potrebbe consigliarle una terapia.

    2. Anonimo scrive il

      Mi scusi per l’ignoranza.. Ma cosa intende esattamente per “ipercolesterolemia costituzionale”? In pratica diciamo che é una cosa genetica? Secondo lei dovrò prendere delle pastiglie? Grazie per la gentilezza! :)

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Buongiorno, si ,si intende un eccesso di produzione di colesterolo su base genetica. Probabilmente il suo medico le suggerirà di seguire una dieta a basso contenuto di grassi per qualche mese, e se dopo questo periodo, i risultati delle analisi saranno simili allora probabilmente sarà il caso di iniziare una terapia. Saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Risponderemo appena possibile, sicuramente al massimo in serata, purtroppo non è sempre possibile farlo in tempi rapidi.

  2. Anonimo scrive il

    Buongiorno… volevo un consiglio, ho il colesterolo totale a 145 e le trigliceridi a 283

  3. Anonimo scrive il

    Salve,
    negli ultimi 3 esami del sangue mi risulta il colesterolo totale a 287 quindi sempre sopra il max consentito che è 250 mentre il colesterolo hdl 57 .
    Premetto che non faccio nessuna cura e nessuna dieta particolare ,volevo sapere se potrebbero essere dei valori dovuti al mio metabolismo o devo preoccuparmi?
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Veramente il limite ottimale è circa 200… Vengono tollerati valori leggermente superiori in completa assenza di fattori di rischio, ma 287 mi sembra un po’ eccessivo e raccomando di fare il punto con il medico, che le consiglierà interventi sullo stile di vita ed eventualmente integratori/farmaci.

  4. Anonimo scrive il

    Ho 63 anni ho fatto gli esami ed ho trigliceridi 85 glicemia 95 colesterolo totale 262 colesterolo LDL 177. Cosa mi consiglia?grazie.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, serve abbassare i valori del colesterolo totale ed LDL, senta il suo medico, sicuramente serve una dieta adeguata e un po’ di movimento fisico; se non dovesse bastare serve una terapia mirata. Saluti.

  5. Anonimo scrive il

    Salve, sono un uomo di 62 anni ho subito due interventi di liposarcoma al piede sx e gamba sx, ho sofferto per circa dieci anni di ipertrofia prostatica con tre blocchi urinari , finalmente a marzo 2016 ho subito la EMBOLIZZAZIONE alla prostata (anziché la turp avendo una prostata abbastanza grossa di oltre 140 gr.) da subito ho avvertito netti miglioramenti . A causa di questa ipertrofia prostatica che mi causava tantissimi problemi , minzioni continue ,ogni 10 minuti giorno e notte, NON DORMIRE LA NOTTE, poca vita regolare e sociale, PER DUE ANNI NON HO AVUTO RAPPORTI SESSUALI , ANCHE PER MANCANZA DI LIBIDINE, DOPO LA EMBOLIZZAZIONE AVVENUTA A MARZO 2016, HO RIPRESO CON L’AIUTINO CIALIS DA 5 MG. AD AVERE RAPPORTI SESSUALI CHE ALCUNI SI SONO CONCLUSI FELICEMENTE ALTRI SENZA ORGASMO , AVVERTENTO ANCORA OGGI DOPO DIVERSI MESI UNA CERTA DEBOLEZZA ORGANICA,
    HO EFFETUATO ESAMI CLINICI , ECO TESTICOLARE TUTTO OK., MA HO SCOPERTO CHE ILTESTOSTERONE LIBERO E’ BASSO 7,5 MINIMO 9 , MENTRE IL TOTALE OK.
    AVVERTO MANCANZA DI LIBIDINE, EREZIONE SCARSA E DEBOLEZZA FISICA.
    SONO ANDATO A VISITA DALLO SPECIALISTA ANDROLOGO-UROLOGO PER DUE VOLTE CON MEDICI DIVERSI , MA NON HANNO RISOLTO IL MIO PROBLEMA , COSA POTREI FARE ?
    IN ATTESA , CORDIALI SALUTI

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il mio consiglio è di continuare a collaborare con l’andrologo (potrebbe non essere possibile risolvere alla prima visita) per trovare un equilibrio soddisfacente.

  6. Anonimo scrive il

    Buongiorno, ho 50 anni e questi sono i valori riscontrati, vorrei un parere grazie.
    (non ho mai fumato e faccio molto sport)

    Colesterolo totale 230
    Hdl 70
    Ldl 125
    Trigliceridi 163

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In assenza di fattori di rischio importanti probabilmente il medico li considererà accettabili, ma spetta a lui l’ultima parola.

  7. Anonimo scrive il

    buongiorno, ho 56 anni e i seguenti valori: colesterolo totale 281, HDL 100, LDH 170, trigliceridi 57, emoglobina nelle urine 0.10. desidererei un parere, grazie mille

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Bene l’HDL alto, ma l’LDL (colesterolo cattivo) va a mio avviso abbassato; il medico sarà comunque più preciso in merito.

  8. Anonimo scrive il

    BUONASERA O DEI VALORE DELLA TIROIDE UN PO ALTA MI POTREDE INDICARE IL MOTIVO:
    FT3 2,8
    FT4 8,3
    TSH 5,426
    TIREOGLOBULINA 102,6
    PEROSSIDASI602,1. GRAZIE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La causa potrebbe essere autoimmune, a giudicare dagli ultimi due valori.

  9. Anonimo scrive il

    Ho il colesterolo totale a 220; HDL 50,4 e trigliceridi 100 ho 61 anni, in questo mio referto non c’è il valore del colesterolo LDL come devo fare ? questi risultati vanno bene ? grazie attendo risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’LDL è circa 150, quindi troppo alto, raccomando di fare il punto con il medico e impegnarsi fin da oggi per migliorare lo stile di vita.

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio per la Sua Cortese e sollecita risposta, seguirò il Suo consiglio da subito, grazie ancora Giovanni

  10. Anonimo scrive il

    buonasera dottore,
    46 anni
    colesterolo totale 177
    hdl 26
    ldl 105
    trigliceridi 326

    che ne pensa?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, che dieta segue? dai valori sembrerebbe un pò ricca in grassi, i trigliceridi sono alti, l’HDL troppo basso e l’LDL ai limiti alti, dovrebbe stare sotto i 100. Consiglio anche un pò di movimento fisico, oltre appunto ad una dieta più equilibrata.

  11. Anonimo scrive il

    /ho 68 anni e colisterolo totale 188 mg/dl e HDL 59mg/dl , come devo ritenere questi valori visto che sono in terapia sempre con atorvastatina 10mg

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembrano valori buoni, ma raccomando di fare il punto con il medico che conosce i suoi fattori di rischio.

  12. Anonimo scrive il

    avrei questa domanda da esporre: quando il valore del colesteolo ritorna alla normalita’ la compressa va sempre presa? io ho 56 anni e da tre prendo la compressa per la pressione ed un anno a questa parte prendo la compressa per il colesterolo, ogni tanto ho delle forti palpitazione succedute da freddo alla schiena

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, va continuata, altrimenti i valori salirebbero immediatamente.

  13. Anonimo scrive il

    Buonasera, sono un uomo di 58 anni, alta 1,65e peso 62 kg. Ho ritirato oggi le mie analisi del sangue ed é tutto nella norma tranne i valori del Bilirubina diretta 0.49 Bilirubina totale 1.66 e AHV-Ab igG che e negativo. Premetto che sono sempre stata in salute ,non fumo, bevo durente i pasti quanto basta e faccio abbastanza sport, corsa, escursioni in montagna e sci. Mi devo preoccupare grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Immagino che siano HAV (e non AHV) e il fatto che siano positivi SOLO gli IgG non è un problema, significa che ha contratto e superato in passato l’epatite A.

      Le chiedo invece gentilmente i valori di riferimento della bilirubina?

  14. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dr.ssa, chiedo sul colesterolo. Allora il 28/12/2015 ho effettuato gli esami per il controllo del colesterolo rilevando i seguenti valori 274 totale, 39 hdl, 194,4 ldl, 203 trigliceridi, su consiglio del mio medico ho iniziato un’ora al giorno di camminata veloce e assunzione di integratore ATEROSTA FORTE. Il 21/03/2016 ho ripetuto gli esami e i risultati sono stati i seguenti 175 totale 56 hdl 107,5 ldl e 100 trigliceridi. Per circa quattro mesi ho smesso di prendere l’integratore ma nel frattempo ho intrapreso un po di ciclismo circa 3 ore al giorno, il 30/08/2106 ripetendo gli esami i valori sono stati i seguenti: 218 totale, 55 hdl, 146 ldl, 86 trigliceridi. Dal 10 settembre ho ripreso l’integratore ed oggi approfittando di un controllo gratuito da parte della croce rossa ho provato il colesterolo (non prelievo venoso) e i risultati sono: 223 totale e 207 trigliceridi (non è stato possibile avere altri dati). Mi preoccupa un pò la discrepanza dei trigliceridi. Secondo Lei i prelievi effettuati tramite goccia di sangue come avviene anche nelle farmacie sono attendibili o possono essere alquanto fuorvianti? Mi scusi se mi sono divulgato un po troppo. La ringrazione della cortese attenzione. Distinti saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Fuorvianti no, ma sicuramente bisogna prendere in considerazione una maggior tolleranza.

La sezione commenti è attualmente chiusa.