Fertilità ed esami per una corretta valutazione

Introduzione

Affinché una donna rimanga incinta:

  • il rapporto sessuale deve avvenire più o meno al momento del rilascio di un ovocita dalle ovaie o qualche giorno prima,
  • i sistemi che producono ovociti e spermatozoi devono essere a livelli ottimali di funzionamento,
  • le tube di Falloppio devono essere aperte e sane.

Ricordiamo poi che:

  • Gli ovociti vivono (e possono essere fecondati) per 12-24 ore dopo essere stati rilasciati;
  • lo sperma può rimanere vivo e attivo nel corpo fino a 5 giorni (in condizioni ideali) dopo l’eiaculazione.

Per queste ragioni non è quindi necessario avere un rapporto sessuale esattamente al momento dell’ovulazione per rimanere incinta.

È sufficiente che uno spermatozoo fecondi l’ovocita per diventare gravida. Durante l’eiaculazione, vengono secreti milioni di spermatozoi, ma solo pochi sopravvivono al viaggio attraverso la cervice, l’utero e le tube di Falloppio.

Se la fecondazione non avviene, o se l’ovocita fecondato non si impianta nel rivestimento endometriale dell’utero, l’ovocita si degrada, l’endometrio si stacca e si verificano le mestruazioni.

Esami

Nell’80% delle coppie con rapporti sessuali regolari (ossia, ogni 2 o 3 giorni) in assenza di anticoncezionali, una gravidanza inizierà entro un anno. La maggioranza del restante 20% avrà una gravidanza in due anni di tentativi.

Si stima che una coppia su sette abbia problemi nel concepimento e ci sono parecchi possibili motivi per spiegare tali difficoltà.

Negli uomini i problemi di fertilità sono solitamente legati alla produzione di sperma con pochi spermatozoi o di scarsa qualità.

Le donne diventano meno fertili con l’aumentare dell’età:

  • a 35 anni, circa il 95% delle donne che hanno rapporti sessuali senza anticoncezionali rimane incinta in tre anni di tentativi;
  • dai 38 anni, solo il 75% delle donne inizia una gravidanza.

Negli uomini, il rapporto tra l’età e la fertilità è meno chiaro.

Lo stile di vita può influenzare le probabilità di concepire, in particolare il fumo e un sovrappeso/sottopeso importanti.

Per le donne, i problemi originano da

  • tube di Falloppio non integre,
  • endometriosi,
  • ovulazione assente o irregolare.

Talvolta i problemi di infertilità possono essere dovuti a una combinazione di fattori ed in un terzo dei casi non viene identificata una causa inequivocabile.

Se non si verificano gravidanze dopo due anni di rapporti sessuali regolari non protetti, la donna o l’uomo hanno potenzialmente problemi di fertilità, ma non è necessario aspettare così tanto per chiedere aiuto.

In caso di preoccupazioni per l’assenza di gravidanze, consultare il proprio medico di base, che può redigere la storia medica, eseguire un esame fisico ed eventualmente raccomandare alcuni esami o variazioni dello stile di vita.

Dopo tentativi di concepimento protratti per oltre un anno (6 mesi in caso di età della donna superiore ai 35 anni) il medico dovrà anche suggerire un test per controllare che l’ovulazione avvenga, così come il proprio partner dovrà far controllare la qualità dello sperma.

Se queste analisi non evidenziano problemi, sarà consigliabile controllare che le tube di Falloppio non siano bloccate.

In caso di condizioni, interessanti uno o ambedue i componenti della coppia, che incidono sulla fertilità, questi test possono essere consigliabili prima.

Di solito, ciò sarà seguito da alcuni semplici esami, tra cui:

Test di fertilità per le donne:

  • Tampone vaginale, in assenza di un risultato recente.
  • Esame dell’urina, con ricerca della clamidia, che può ostruire le tube di Falloppio impedendo il concepimento.
  • Esame del sangue per verificare l’ovulazione. Questo esame consiste nel misurare il progesterone in un campione di sangue prelevato sette giorni prima della data prevista di mestruazione.
  • Esame del sangue per la rosolia che, se contratta durante i primi tre mesi di gravidanza, può causare danni ad un eventuale embrione.
  • Esame del sangue durante le mestruazioni per identificare eventuali squilibri ormonali; in particolare, vengono misurati gli ormoni
    • FSH (dall’inglese follicle stimulating hormone, ormone follicolo-stimolante),
    • AMH (ormone antimulleriano),
    • LH (dall’inglese luteinising hormone, ormone luteinizzante),
    • estradiolo,
    • prolattina,
    • nel caso di ovaio policistico anche testosterone e DHEA.

Test di fertilità per gli uomini:

  • Esame dello sperma per identificarne anomalie.
  • Esame dell’urina con ricerca della clamidia che, oltre ad essere una causa nota di infertilità nelle donne, può ripercuotersi sulla funzionalità dello sperma e sulla fertilità maschile.

Il passo successivo dipende dai risultati degli esami:

  • Se i risultati sono normali e il tentativo di concepimento dura da meno di 18 mesi, il medico curante può suggerire di mettere in atto alcuni adattamenti dello stile di vita e di continuare a provare a rimanere incinta.
  • Se i risultati mostrano un possibile problema di fertilità, specialmente in donne di 35 o più anni, è possibile che venga fissato un appuntamento con uno specialista per ulteriori indagini ed eventuali terapie nel proprio ospedale o centro per la fertilità.

Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Buongiorno sono una ragazza di 26 anni. Sono fidanzata da 10 anni ma ancora non sentiamo il desiderio di avere un bambino.
    Un mese fa ho fatto un controllo dalla ginecologa che mi ha detto che, avendo sempre avuto le mestruazioni irregolari con ritardo di una settimana, ci sarà la probabilità che faticherò ad avere un figlio. Questo mese mi ha ritardato il ciclo di due settimana e dopo aver parlato con la ginecologa sono preoccupata. C’e’ il rischio che non possa avere bambini? Da una parte preferirei saperlo ora che non sento il bisogno di averli piuttosto che nel momento che li vorrò. Credo che il dolore sarebbe minore, grazie infinite. Cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      C’è mai stata una diagnosi esatta per spiegare questi ritardi? Ovaio policistico?

    2. Anonimo scrive il

      No non ho mai fatto diagnosi, inoltre ho sempre avuto ciclo scarso fin da adoloscente. Per 10 anni ho usato l’anello come metodo contraccettivo, adesso l’ ho interrotto perché mi creava sofferenza emotiva e dolore al seno.
      E’ possibile fare qualche esame?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, vale la pena sottoporsi a una visita ginecologica dove probabilmente verranno prescritti alcuni esami.

    4. Anonimo scrive il

      Lei intende che il ritardo di ciclo che non è mai stato abbondante non è comune?

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il ciclo ci si aspetta che sia ragionevolmente regolare, quando non è così è utile capire la causa.

    6. Anonimo scrive il

      Salve dottore! Io ho problemi di prolattina alta.l anno scorso sono stata dall endocrinologo ho fatto i prelievi ed è risultata alta a 406 senza ciclo..quest’anno invece ho fatto il prelievo al 3giorno di ciclo il risultato è stato di 275..calcolando che ho perso nel corso dell anno 25kg ..può essere che perdendo peso si è andata ad abbassare la prolattina?! Nel senso che avrò fatto progressi? Aspetto la sua risposta

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il fatto che sia diminuita è sicuramente un bene, ma è ancora troppo alta; sono state approfondite le cause?

    8. Anonimo scrive il

      Oggi devo fare la risonanza magnetica con contrasto e quindi saprò più o meno di cosa si tratta!

    9. Anonimo scrive il

      Dottore risonanza magnetica fatta…risultato micro adenoma da 6mm… spero che non sia grave..e che possa risolvere e magari avereun bel bimbo :)

    10. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, no nulla di grave, del tutto curabile; le auguro una gravidanza quanto prima! in bocca al lupo!

  2. Anonimo scrive il

    Sono sposata da quasi 2 anni ,ho 37 anni mio marito 39 abbiamo provato ma non riesco a rimanere incinta!abbiamo fatto vari esami, io sto bene,mio marito invece ha fsh a 9,25 e ci hanno consigliato di rinunciare alla possibilità di un figlio ! La mia domanda è ,È davvero impossibile che io rimanga incinta?ho abbiamo qualche possibilità? Premetto che io ho già una figlia di 11 anni! E invece per mio marito sarebbe il primo! Grazie!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’esame del FSH è stato richiesto a seguito di un esame dello sperma con dei problemi?

    2. Anonimo scrive il

      Buongiorno! Vorrei sapere i giorni del ciclo o comunque il periodo più adatto in cui poter effettuare i seguenti esami ematici: FSH, LH, estradiolo, progesterone, prolattina (T 0′, T 15′, T 30′)…inoltre non mi sono stati richiesti gli esami della tiroide…conviene farli ugualmente?grazie

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, solitamente viene richiesto di farli nei primi giorni del ciclo, ma può sempre sentire il ginecologo per sicurezza. Se la funzionalità tiroidea non è mai stata valutata, potrebbe essere utile fare almeno un tsh. saluti

    4. Anonimo scrive il

      Si infatti, mi è stato richiesto di effettuarli dal 3 al 5 giorno del ciclo, ma mi chiedevo se per il progesterone va bene lo stesso…allora gli ormoni tiroidei mi sa tocca controllarli perché mai eseguito un prelievo.

    5. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Si va bene ugualmente. Credo che almeno un tsh convenga farlo. saluti

    6. Anonimo scrive il

      buona sera, espongo il dubbio: sono fidanzata da 13 anni e non ho mai usato contraccettivi! il dubbio sorge spontaneo; ho problemi ad avere figli? è pur vero che non ho mai avuto un rapporto completo ma sempre con coito interrotto, ma il dubbio c’è! spero qualcuno possa darmi qualche spiegazione! grazie mille

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il coito interrotto è un metodo a rischio, ma se praticato con attenzione il rischio non è particolarmente elevato, quindi non salterei assolutamente a conclusioni di questo tipo.

    8. Anonimo scrive il

      ok grazie mille, quindi non dovrei sottopormi ad esami specifici? sa com’è vedo coppie che dopo poco subito escono incinte non volendo, io si è vero che non li voglio per ora però dopo 13 anni mi è semplicemente sorto il dubbio. comunque la ringrazio della disponibilità

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, mi sembra assolutamente prematuro fare approfondimenti data la sua situazione.

  3. Anonimo scrive il

    È da un anno che con il mio ragazzo abbiamo rapporti non protetti ma ancora niente non riesco a rimanere incinta.
    Che esami posso fare?.
    Quali solo i più sicuri?
    Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, io in questa sede posso suggerire gli esami ormonali di base come fsh. lh, prl, funzionalità tiroidea, ma per uno studio mirato d’insieme deve parlarne con il ginecologo. saluti

  4. Anonimo scrive il

    dopo quanto tempo che si prova bisogna iniziare a fare delle analisi più approfondite

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se la donna ha meno di 35 anni non prima di 12-18 mesi, diversamente dopo 6.

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Buongiorno, se ha iniziato a provare a febbraio , potrebbe iniziare a pensarci tra 1 -2 mesi. Ma ne parli con il suo ginecologo/a di fiducia. saluti

  5. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore,
    ho 22 anni e ho assunto la pillola per 4 anni, interrotta a settembre 2015. Da allora il ciclo ha durata variabile da 33 a 50 giorni.
    Ho eseguito i dosaggi ormonali al 3° giorno di ciclo:

    FSH 6,39 U/L
    LH 4,73
    E2 60,00 pg/mL
    PROGESTERONE 0,91 ng/mL
    S-Prolattina 11,16 ng/mL (3,34 – 26,72)
    S-Testosterone 0,56 ng/mL (0,06 – 0,82)
    S-Delta-4-Androstenedione 1,8 ng/mL (0,75-3,59)
    S-Testosterone Libero 2,7 pg/mL (0.0 – 9.0)

    Sg-Emoglobina Glicata 5,0 % (4,3 – 6,0)
    Sg-Emoglobina Glicata 32 mmol/mol (20.0-42.0)
    S-Glucosio 88 mg/dL (60-110)
    S-Insulina 4,03 (2.60 – 24,90)
    S-Cortisolo 15,3 (6,2 – 19,4)
    S-Colesterolo totale 122 mg/dL (90-200)
    S-Colesterolo HDL 43mg/dL (40-100)
    S-Ferro Totale 84 (45-170)
    FT3 6,51 pmol/l (3,10-6,80)
    FT4 14,10 pmol/L (7.00-15,35)
    TSH 1,126 (0,40-4,20)

    Cosa ne pensa? A cosa possono essere dovuti i ritardi del ciclo? I valori possono attestare la sindrome PCOs?
    La ringrazio e buona giornata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Direi che non emerge nulla di particolare (non sembra PCOS).

    2. Anonimo scrive il

      Grazie Dottore. Quindi secondo lei in cosa dovrei ricercare la causa dei ritardi?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente le difficoltà sono legate all’assunzione della pillola; non è comune, ma può succedere.

    4. Anonimo scrive il

      Tra i 15 e i 16 anni, prima di assumere la pillola, il ciclo era sempre regolare di 30 giorni. Dopo l’interruzione ho iniziato ad avere problemi di irregolarità. Le ovaie risultano entrambe ecograficamente multifullicolari e questo ha portato i medici ha parlare di PCOS, ma dalle analisi la patologia non sembra essere confermata. Faccio inoltre molta fatica ad individuare l’ovulazione, se questa avviene, e questa situazione mi fa venire il dubbio di poter incontrare difficoltà in un eventuale futuro concepimento.

    5. Anonimo scrive il

      Sì dottore, mi è stato suggerito di assumere l’inositolo ma ancora non ho iniziato il trattamento. Quanto tempo dovrebbe durare la cura? A tal proposito mi chiedevo se i benefici si protraggono anche dopo la fine del trattamento.

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. In genere qualche mese.
      2. Nel suo caso ho fiducia che possa essere sufficiente a superare questa fase di impasse.

    1. Anonimo scrive il

      CEO 33 ANI NU RIESCO A RIMANERE INCINTA O FATO TUTI ESAMI NULOSO PERCHE NU RIESCO GRASIE DOTORE

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Anche il suo partner ha fatto l’esame dello sperma?

  6. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dottore, in seguito ad una stimolazione fatta con CLOMID, questa mattina ho eseguito il monitoraggio dal mio ginecologo (mi trovo in 12° giornata del ciclo) in previsione dell’iniezione di GONASI 5000. E’ stato rilevato un follicolo dominante di 20mm: mi ha consigliato di fare la puntura o domani o lunedì mattina, ma non sarà troppo tardi? fino a quanti mm si può fare il Gonasi? Grazie per la sua attenzione.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Serve ancora 1-2 giorni per lo scoppio del follicolo, i tempi sembrano quindi perfetti.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Su questo per motivi di responsabilità non posso esprimermi, mi dispiace.

  7. Anonimo scrive il

    Salve a tutti io ho 19 anni non ho intenzione di avere un figlio ma tra un po’ di anni mi piacerebbe solo che ho alcuni problemi da quando sono diventata signorina cioè a 12 anni e mezzo il ciclo lo visto si è no 6 volte naturale fino ad oggi ho fatto alcuni controlli ed è uscito fuori che sofro di insulino resistente e ovaio policistico prendo gli anticoncezionali per farmi venire il ciclo nel momento in cui li stacco non arriva mai il ciclo naturale la mia paura è un domani potrò avere figli ?? O che percentuale ho che non sono più fertile alla mia età ??

  8. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore,

    questo mese ciclo di 45 giorni, ovulazione individuata tramite TB attorno al 34°giorno.
    Ho effettuato i dosaggi ormonali post-ovulazione in 41° giornata ( 7 po):

    S-Estradiolo (E2) 226,00 pg/mL
    S-Progesterone (PG) 20,47 ng/mL
    LH 7,67
    FSH 2,92

    Cosa ne pensa dei risultati? L’ovulazione è stata “buona”? La durata della fase luteale è stata sufficiente? Il valore di LH è corretto? I dosaggi fatti in 3° giornata di questo stesso ciclo riportano:
    FSH 6,39
    LH 4,73

    La ringrazio e buona serata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì, l’ovulazione è stata “buona”.
      2. Qualche dubbio sulla fase luteale, se davvero fosse di soli 11 giorni sarebbe un po’ al limite.
      3. LH e FSH in terza giornata (conta soprattutto in terza) mi sembrano ottimi.

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio dottore.
      A cosa può essere dovuta una fase luteale “al limite”? Come dovrei muovermi? Fare ulteriori accertamenti?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Farei semplicemente il punto con il ginecologo che le ha prescritto gli esami.

  9. Anonimo scrive il

    Buon giorno dottore le spiego la mia situazione in breve. E’ da più di un anno ormai che io e mio marito cerchiamo di avere un figlio ma ancora niente! Mio marito ha fatto lo spermiogramma ed è tutto OK io ho fatto vari controlli tra cui l’isterosalpigrografia dove risulta che le tube sono libere. A marzo ho fatto l’isteroscopia per togliere un polipo di 3 mm e avevo anche anche il liquido tutto tolto. Ho fatto anche gli esami per valutare gli ormoni della tiroide glicemia e insulina ed è tutto a posto. A questo punto ora sono al secondo ciclo di clomid il ginecologo mi dice che ho le ovaie un pò pigre ma già con il clomid si stanno svegliando solo che ancora non riesco a rimanere incinta per quale motivo?? Sono fiduciosa ma a lungo andare ci sto perdendo le speranze. Ho 29 anni e mio marito 28

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il motivo è probabilmente quello individuato dal ginecologo, ossia qualche difficoltà di ovulazione.

      Sono fiducioso, Clomid dà spesso ottimi risultati.

  10. Anonimo scrive il

    Buongiorno,da 6 mesi stiamo cercando un figlio (ho 37 anni). Nei primi mesi abbiamo forse effettuato alcune inesattezze nell’individuazione dei gg.di ovulazione, poi abbiamo iniziato ad usare i test di ovulazione della Clearblue e il 20/8 abbiamo avuto un test di ovulazione positivo (faccina sorridente),ma ad oggi non sono ancora rimasta incinta.La mia ginecologa mi ha rilevato da ecografia 2D un utero lievemente subsetto. Ho speranze per rimanere incinta ? Ho un po’di sconforto. A settembre dovremo fare entrambi ulteriori esami di accertamento. Grazie.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, mi sembra un pò presto per trarre conclusioni negative, a quanto pare avete fatto solo 3 tentativi correttamente. Ma questo mese le è già venuto il ciclo?

    2. Anonimo scrive il

      Mi dovrebbe venire il 31/8,ma da ieri ho piccole perdite marroncine. Ho avuto rapporti il 17-20-21/8 .(test ovulazione positivo il 20/8)

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Non sono anomalie che impediscono il concepimento comunque, non mi sconforterei.

    4. Anonimo scrive il

      La cosa che piu’mi fa pensare e’l’utero subsetto…posso avere problemi di annidamento ? Non vorrei dover fare l’intervento per la sistemazione dello stesso. Grazie.

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente verrà aspettato ancora qualche mese prima di procedere eventualmente all’intervento.

  11. Anonimo scrive il

    Salve dott. Da un anno io e mio marito abbiano iniziato la ricerca di un bambino. Il mio ginecologo per regolarizzare il mio ciclo ( che non è mai stato molto regolare) mi ha dato chirofol per 3 mesi. Non abbiamo ottenuto il risultato sperato. Nel frattempo anche mio marito si è sottoposto agli esami di routine( spermiogramma), tutto nella norma. A giugno ho fatto gli esami per conoscere i livelli ormonali. Tra questi è risultata leggermente più elevata la prolattina: 31.90 ( Val. Nor. 4.79 – 23.30) e il ginecologo mi ha dato dostinex, 1 compressa per 2 giorni a settimana. Il mio medico sospetta che i livelli di prolattina siano da ostacolo al processo di ovulazione e che questa non avvenga tutti i mesi.Adesso ho ripetuto la analisi, al 22esimo giorno dall’inizio dell’ultimo ciclo, questi sono i risultati:
    Estradiolo 103.3
    Fsh 1.61
    Lh 1.94
    Progesterone 3.14
    Prolattina 1.05 ( val norm. 4.79-23.30)
    Secondo lei con questi valori questo mese ho avuto l’ovulazione?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Sono tutti valori nella norma, ma non ci dicono se il ciclo sia stato o meno ovulatorio, potrebbe essere utile un monitoraggio a questo punto, il ginecologo saprà come procedere. In bocca al lupo!

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio intanto per l’attenzione. Secondo Lei il valore della prolattina non è troppo basso? Potrebbe essere dovuto alle compresse di dostinex? Secondo Lei questo farmaco può aiutarmi a rimanere incinta? La ringrazio ancora

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, certamente il dostinex si prescrive apposta per ridurre i valori di prolattina quando troppo elevati; se effettivamente il problema fosse quello sicuramente aiuterà nel concepimento.

    4. Anonimo scrive il

      Salve dott., come Lei aveva previsto, il mio ginecologo ha effettuato altri monitoraggi e all’ennesimo ciclo anovulatorio mi ha prescritto Clomid compresse per 5 giorni dal terzo giorno dall’inizio del ciclo. Giovedì ho effettuato un altro monitoraggio ed è stato riscontrato un follicolo di 16mm. Sabato mattina ( cioè ieri)ho fatto la puntura di Gonasi 5000 sulla pancia. Ho subito avvertito dei doloretti al basso ventre, però pensavo che dopo qualche ora avrei riscontrato qualche segno di un’ovulazione in corso, tipo perdite di muco o cose del genere e invece ancora adesso che sono passate 36 ore nulla… Sono preoccupata…ho paura che nonostante questa cura io non riesca ad avere l’ovulazione… Secondo Lei può avvenire anche senza che si manifesti con le perdite di muco o dopo un periodo di tempo più lungo? Grazie ancora per la Sua disponibilità

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, sì i sintomi non sono del tutto necessari, e i tempi possono essere diversi, poi ha appena iniziato la cura per cui c’è ancora tempo per valutare. In bocca al lupo!

    6. Anonimo scrive il

      Salve dott.ssa, La ringrazio per la disponibilità.per non ripetere di nuovo tutto, spero vorrà fare riferimenti alle nostre precedenti conversazioni. Ho quasi finito il primo ciclo di stimolazione dell’ovulazione con Clomid/Gonasi 5000. Stasera assumerò l’ultimo ovulo di progeffik 200( il mio ginecologo me li ha prescritti per 15 giorni). Nelle ultime settimane e specialmente negli ultimi giorni ho dei dolori alle ovaie, una sensazione di calore sempre nella stessa zona ed è come se sentissi colare qualcosa da dentro… Per il resto non ho particolari sintomi. Però Se sto in piedi per un po’ sento la necessità di sedermi perché inizio ad avere dolori e la stessa cosa succede se sto seduta. Secondo Lei questo potrebbe essere un sintomo di gravidanza? La ringrazio ancora

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non diamo alcun peso ai sintomi, conterà solo il test se il flusso non dovesse presentarsi.

    8. Anonimo scrive il

      Salve, sono al secondo ciclo di Clomid/Gonasi 5000/progeffik. Parlando con delle amiche sono venuta a conoscenza dell’esistenza di un aiuto Naturale/omeopatico alla fertilità. Si tratta di gocce di fiori australiani chiamate “she oak” . Secondo Lei, sarebbe il caso di provare? Potrei farlo anche durante il percorso di cura o può influire negativamente? Grazie ancora per la disponibilità

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non credo a questo rimedio, non esiste alcuna prova scientifica che possa avere un qualche effetto.

  12. Anonimo scrive il

    Salve dottore
    Avrò 40 anni a dicembre, da ormai un anno ci stiamo provando ad avere figli. Ultimamente avevo cicli irregolari e casualmente a febbraio dopo l’esame alle tube, resto incinta, ma purtroppo lo perdo alla sesta settimana. Ma la ginecologa mi avevav già prescritto a febbraio il clomid, e inizio la cura ad aprile. Ma purtroppo ci sono stati eventi negativi a partire da marzo (, la perdita feto, mio marito seriamente malato, e mio padre ricoverato e essendo lontana,vivo in america, sono stati mesi molto stressanti…) per cui penso sia questoo il motivo per cui ancora nn son rimasta incinta… Ora che è un periodo sereno la ginecologa mi propone comunque un esame chirurgico per vedere la situazione utero e ovaie . In caso stia perdendo la fertilità mi propone la fecondazione in vitro.
    Ora io vorrei sapere se ci fosse una minima possibilità di rimanere incinta naturalmente… Aspetterebbe ancora qualche altro ciclo di clomid?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La possibilità esiste, lo dimostra la gravidanza di febbraio, ma ovviamente non possiamo averne la certezza e l’età non ci permette grandissimo margine di tempo.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie mille per la risposta…
      Speriamo bene, c’è qualcuna qui che ha avuto esperienze in merito?? Sulla fecondazione in vitro.

  13. Anonimo scrive il

    Salve dottore,
    Volevo chiederle qualche consiglio,
    Io e mio marito da circa mezzo anno stiamo provando ad avere un bimbo,
    Io 22 anni e lui 26 anni … Non so se è il caso di preoccuparmi .. Volevo chiederle se ci consiglia di fare qualche esame o di aspettare ancora un pó, per un paio di mesi abbiamo provato con i test per l ovulazione ma senza nessun successo… Ho cicli su per giu regolari …. Se mi consiglia qualche visita ha qualche centro a milano a qui consigliarmi? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Aspetti almeno 12-18 mesi prima di iniziare le verifiche (con il suo ginecologo).

  14. Anonimo scrive il

    Posso chiedere un informazione …
    La mia compagna e’ incinta , l’unico rapporto completo che ho avuto con le risale ad un mese fa . Il rapporto è stato avuto il giorno dopo la fine del suo ciclo mestruale . Io ho 45 anni lei 32 … Sarebbe possibile tecnicamente , visto che dopo aver fatto lo spermiogramma i risultati sono stati molto deludenti ???

  15. Anonimo scrive il

    salve dottore,ho 24 anni e due anni fa ebbi un extra uterina avanzata la causa potrebbe essere perché mi avevano trovato la clamydia ora mi ritrovo con una sola tuba e non riesco più a rimanere incinta lei cosa mi consiglia ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, se l’infezione ha causato un’alterazione anatomica sì, è possibile che questo favorisca un impianto extrauterino. Non è impossibile una gravidanza con una sola tuba se tutto funziona comunque, certo è più difficile, è una situazione da tenere monitorata con l’aiuto del ginecologo. Saluti.

  16. Anonimo scrive il

    S-Fsh 4.76 in fase luteinica a 43 anni vi è ancora ovulazione ? Il valore di riferimento è 1.11/13.99Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In linea di massima sì, ma in genere è un valore che si interpreta più facilmente al terzo giorno del ciclo.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Possiamo ragionevolmente sperare che possa ancora rimanere incinta, ma come detto è in genere preferibile verificarlo al terzo giorno.

      A costo di essere un po’ antipatico, in questi casi mi preme molto sottolineare l’importanza di una visita ginecologica PRIMA di iniziare la ricerca, per la prescrizione degli esami preconcezionali, la scelta dell’acido folico e per valutare i possibili rischi legati a una gravidanza dopo i 40 anni.

  17. Anonimo scrive il

    Buongiorno l anno scorso ho fatto gli esami ormonali ed erano ok ora ho 44 anni potrei a ora concepire?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’anno scorso che valore di FSH è stato trovato?
      Il ciclo è ancora regolare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se la mamma è andata in menopausa precoce questo è un fattore di rischio per la figlia, ma non è detto che succederà necessariamente lo stesso.

  18. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore ho 35 anni e da due anni stiamo cercando il secondo, ho appena fatto l’esame delle tube e a parte una piccola ostruzione all inizio la ginecologa mi ha detto che ho le tube libere… pero mi ha detto che ho sono piena di follicoli e ho un ovaio pigro… che vuol dire secondo lei? Grazie molte

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il fatto che il ciclo sia regolare è un ottimo segno.
      Siamo molto vicini al peso forma, perdere i pochi chili che mancano potrebbe aiutare, ma sono fiducioso che già ora possa ragionevolmente sperare di rimanere incinta.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      E’ possibile, ma la ginecologa lo avrebbe sospettato dalla visita e/o da eventuali analisi e avrebbe consigliato il da farsi del caso…i motivi possono essere diversi comunque, seguite i consigli dello specialista. In bocca al lupo!

  19. Anonimo scrive il

    Salve ho 42 anni e sono un uomo
    ho appena fatto le analisi e i risultati sono :
    fsh 13,44
    lh 7,39
    prolattina 15,92
    testosterone 2,47
    testosterone libero 17,20
    psa 1,51

    l’analisi dello sperma risulta che non vi sono spermatozzoi ..
    si può trovare qualche rimendio?

  20. Anonimo scrive il

    FSH DOVEVA ESSERE TRA 1,70 – 12,00
    LH DOVEVA ESSERE TRA 1,1 – 7,0
    PROLATTINA DOVEVA ESSERE TRA 3-25
    TESTOSTERONE DOVEVA ESSERE TRA 3,0 – 10,6
    TESTOSTERONE LIBERO DOVEVA ESSERE TRA 20.8 – 64.00
    PSA DOVEVA ESSERE INFERIORE A 2.5

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo l’FSH più alto della norma non permette di essere ottimisti; è possibile che si provi una cura per qualche mese e poi si cerchi qualche spermatozoo con biopsia testicolare, ma è ovviamente solo un’ipotesi, l’andrologo sarà molto più preciso.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma non capisco a che discussione faccia riferimento.

    2. Anonimo scrive il

      Scusami ché non mi sono spiegata bene sono 25 anni e da 3 ani ché chiedo la gravidanza..ho fatto gli esami amh e i risultati sono quelli che ho perscrito

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’FSH è buono, anche se forse un po’ alto per la sua età.

    4. Anonimo scrive il

      Io mi sono preoccupata x sull foglio hanno messo il * e vuol dire che non vano bene no?

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per la sua età è appunto un po’ più alto di quanto ci saremmo aspettati.

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento sono ancora buone, almeno in base a questo valore.

  21. Anonimo scrive il

    Salve Dottore,
    ho 37 anni e da quasi 2 sto provando ad avere un bambino col mio compagno, che è mio coetaneo.
    Abbiamo fatto varie analisi, e lui ha una percentuale bassa di spermatozoi in forma normale (i due test fatti a Marzo e a Settembre hanno riportato i valori di 1% e 2% rispettivamente). Nel frattempo io ho effettuato un’isterosalpingografia, questo il 3 Agosto. Prima, io avevo quasi sempre avuto cicli di 29 giorni circa (giorno più giorno meno), mentre quello di Agosto, e anche quello di Settembre, sono durati 33 giorni. Ora sto facendo il test di ovulazione tutti i giorni, e sembra che anche questo ciclo sarà ritardato, perché sono a giorno 15 ma nessuna traccia del picco LH. Sia questo mese che lo scorso ho riscontrato spotting con muco filamentoso, e lo spotting si presenta in giorni a caso durante il ciclo. Per il resto, sia i test ormonali, che l’ISG non hanno evidenziato alcun problema. Le mie domande sono: 1- è normale che il ciclo si sfasi con l’ISG? 2- quante probabilità ci sono di concepire con il Clamid? e con la FIVET? Siamo normopeso, non fumatori.
    Grazie per il suo aiuto!
    Claire

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Probabilmente solo un caso.
      2. Difficile dirlo, servirebbe avere più dettagli sulla situazione, ma tra Clomid e Fivet non scarterei l’ipotesi di una IUI.

  22. Anonimo scrive il

    Salve. 2 mesi fa il ciclo mi e durato 2 giorni ma proprio scarso. Ho avuto più perdite scurissime. Ultimamente normale 3 giorni da sempre.ma ho paura non poter aver bambini. Come posso fa per vedere se rimarrò incinta?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non c’è motivo di pensare a questa ipotesi, ma ne parli anche con il ginecologo, che valuterà eventualmente se fare esami ormonali.

  23. Anonimo scrive il

    Salve,
    ho 39 anni appena compiuti e non ho un compagno al momento. Questi sono i risultati delle mie analisi
    ormonali al 4gg di ciclo:
    Tireotropina (TSH) 1.54 mU/L
    17Beta – Estradiolo (E2) 0.11 nmol/L
    Follicotropina (FSH) 5.5 U/L
    Luteotropina (LH) 5.2 U/L
    Prolattina 184 mU/L
    Ormone Anti-Mulleriano (AMH) 0.67 ng/mL
    Il mio medico sostiene che la mia situazione non sia disperata e che dall’ecografia interna risulta che
    io abbia una normale ovulazione e che ci siano diversi follicoli. Lui sostiene che nella mai situazione
    avrei molte piu’ chances di concepimento con normali rapporti sessuali che tentando un’inseminazione
    artificiale all’estero con seme da donatore, lei cosa ne pensa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Andrebbe chiarito cosa si intende per “inseminazione” (IUI, FIVET, ICSI), ma da un punto di vista statistico credo che le probabilità siano comunque più alte con l’inseminazione, certamente vanno in questo senso pesati lo stress, i costi, …

  24. Anonimo scrive il

    salve ho 35 anni e sono 4 mesi che provo a rimanere incinta, abbiamo rapporti ogni 2-3 giorni. io ho un ciclo regolare e mi dura 6-7 giorni. qualche anno fa il ginecologo mi disse che il mio ciclo dura cosi’ tanto perche ho le ovaie sempre in movimento. forse e’ per questo che non rimango incinta?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento è ancora presto per preoccuparsi e la mestruazione prolungata non dovrebbe essere un grosso problema.

  25. Anonimo scrive il

    Salve dottore,io soffro di microciste alle ovaie.questo fatto puo impedire ad rimanere incinta visto che stiamo provando già a un bel po’ ed non succede niente?
    Puo ridurre la fertilità?
    Ho fatto anche la terapia con il fortilase..
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Età?
      Da quanto cerca una gravidanza?
      Quanti rapporti ha mediamente alla settimana?

  26. Anonimo scrive il

    Io 30 anni…da un anno piu o meno stiamo provando..
    Dipende,a volte 3,a volte4 ,a volte 5…

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Dopo un anno di ricerca è ora di iniziare qualche approfondimento per entrambi.

La sezione commenti è attualmente chiusa.