Gli esami per i reni

Introduzione

 

I reni sono organi delle dimensioni approssimativamente pari un pugno e si trovano ai lati della spina dorsale, più o meno all’altezza della vita.

Sono organi preziosi, la cui funzione è quella di filtrare e ripulire il sangue dai prodotti di scarto, che verranno poi eliminati attraverso le urine.

Eventuali malattie renali non manifestano sintomi fino ad arrivare nelle fasi più avanzate, l’unico modo per evidenziare eventuali problemi in soggetti a rischio è quindi quello di sottoporsi a specifici esami e indagini strumentali.

I due esami di riferimento sono il dosaggio dell’eGFR nel sangue e dell’albumina nelle urine, ma è altrettanto importante tenere monitorata anche la pressione del sangue.

Quanto più è precoce la diagnosi, tanto maggiori saranno i margini di intervento per migliorare o quantomeno rallentare la progressione della malattia renale.

Quando farli

I soggetti più a rischio di sviluppare disturbi come l’insufficienza renali sono quelli che soffrono di:

  • diabete,
  • pressione alta,

o che hanno famigliari con problemi ai reni.

Le probabilità di svilupparla aumentano con l’età e sono più comuni negli uomini, rispetto alle donne.

Il medico riterrà opportuno prescrivere esami di controllo anche ai pazienti a cui è stata diagnosticata

  • la presenza di sangue e/o proteine nelle urine,
  • una patologia cardiovascolare,
  • insufficienza cardiaca,
  • calcoli renali,
  • ipetrofia prostatica,
  • una patologia che richiede la somministrazione cronica di farmaci in grado di causare problemi renali, come antinfiammatori e litio.

Si raccomanda inoltre di prestare attenzione ai seguenti sintomi:

  • cambiamento della quantità di urina prodotta (in più o in meno),
  • stanchezza inspiegabile,
  • perdita di appetito,
  • mancanza di fiato,
  • sensazione di malessere che dura nel tempo.

Esami del sangue

Creatinina sierica

La creatinina è un prodotto di scarto che deriva da una normale usura dei muscoli del corpo. I livelli di creatinina nel sangue possono variare in funzione di età, etnia e dimensioni corporee. Un livello di creatinina maggiore di 1,2 nelle donne e di 1,4 negli uomini può essere un segno precoce che i reni non stanno funzionando correttamente. Il livello di creatinina nel sangue cresce via via che lo stato dei reni peggiora.

Velocità di filtrazione glomerulare (eGFR)

Questo test è indicativo della qualità con cui i reni ripuliscono il sangue da scarti e fluidi in eccesso. Può essere calcolato dal livello di creatinina sierica tramite età, peso, genere e superficie corporea del soggetto. La eGFR normale può variare in funzione dell’età (diminuisce all’avanzare dell’età). Il valore normale è 90 o superiore, un risultato sotto 60 è indicativo di reni non funzionanti correttamente. Un eGFR sotto 15 indica che sarà necessario intraprendere un trattamento dell’insufficienza renale, come la dialisi o il trapianto renale.

Azoto ureico nel sangue

L’azoto ureico è un prodotto della degradazione delle proteine assunte con il cibo. Un livello normale di BUN è tra 7 e 20. Il livello cresce via via che diminuisce la funzionalità renale.

Altri esami

  • Albumina, una proteina nel sangue che in genere viene trattenuta dai reni; in caso di diminuzione il filtro potrebbe non funzionare più correttamente.
  • Bicarbonati, per valutare l’acidità del sangue.
  • Potassio, calcio e fosforo.
  • Paratormone, un ormone in grado di controllare i livelli circolanti di calcio e fosforo.
  • Vitamina D.

Esami dell’urina

Alcuni di questi esami richiedono solo piccole quantità (circa due cucchiai) di urina. Altri, invece, hanno bisogno della raccolta di tutta l’urina prodotta nelle 24 ore. Un esame delle urine 24 ore mostra la quantità secreta dai reni in un giorno. L’esame può dare anche una misura accurata della perdita di proteine dai reni all’urina.

Esame completo

L’esame comprende l’analisi al microscopio di un campione di urina e un esame chimico tramite apposite strisce reattive. Queste sono strisce chimicamente trattate che vengono immerse in un campione di urina. La striscia cambia colore in caso di anomalie come quantità eccessive di proteine, sangue, pus, batteri e zucchero. L’esame dell’urina può aiutare ad identificare una serie di patologie dei reni e delle vie urinarie, tra cui malattie renali croniche, diabete, infezioni vescicali e calcoli renali.

Proteine nell’urina

L’analisi può essere parte integrante dell’esame chimico dell’urina o avvenire tramite un’apposita striscia reagente. Una quantità eccessiva di proteine nelle urine è chiamata proteinuria. Una striscia reattiva positiva (1+ o superiore) necessiterà di una verifica tramite strisce reattive più specifiche (strisce per l’albumina) o tramite misure quantitative, come il rapporto albumina-creatinina.

Microalbuminuria

È un esame con striscia reattiva più sensibile, che può identificare anche minime tracce di una proteina specifica, l’albumina, nell’urina. Individui con un rischio maggiore di sviluppare malattie renali, come i diabetici o gli ipertesi, devono sottoporsi a questo esame se l’esame chimico con striscia reattiva standard è negativo per proteinuria.

Clearance della creatinina

Il test della clearance della creatinina confronta la creatinina in un campione di urina delle 24 ore con i livello nel sangue per stabilire la quantità di sangue filtrata dai reni ogni minuto.

Altri esami

Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Controllo di creatinina clearance esito filtrato glom.69.44 sono una paziente in cura con un farmaco autoregolante sostituito al normale cumadin.io sto’ bene fisicamente e mentalmente perché’ non devo più sottopormi a prelievi mensili!

    1. Anonimo scrive il

      Salve mio marito ha fatto gli esami e é risultato che nelle urina si è trovato traccia di emoglobina 0,10 e eritrociti 24 cosa può essere la dssa gli a prescritto un esame citologico x ricerca cellule neoplastiche sono preoccupata grazie aspetto una sua gentile risposta

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non salti a conclusioni, può essere un falso allarme.

      Mi tenga al corrente.

    1. Anonimo scrive il

      Spero che a capito di cosa si tratta perché voglio sapere come mai sta perdendo molto albumina

  2. Anonimo scrive il

    vorrei sapere se il risultato 261 mg/dl di u-creatinina su un giovane di 31 anni del peso di 77 kg. è regolare, grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Valori di riferimento del suo laboratorio?
      Pratica esercizio fisico?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Avrei bisogno di conoscere i valori di riferimento del suo laboratorio, i due numeri che trova accanto al risultato.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non mi è molto chiara la situazione… non ci sono i valori di riferimento, non è stato richiesto il valore sul sangue, … se c’è un leggero aumento è probabilmente dovuto all’esercizio fisico ed alla massa muscolare, ma il medico che le ha richiesto gli esami saprà sicuramente valutare meglio potendo mettere insieme “i pezzi mancanti”.

  3. Anonimo scrive il

    Salve Dptt. Ho fatto gli esami del sangue e quella dell’urina e i valori sono nella norma , solo la CREATININA il risultato è uscito 1.39. Su valori 0.70- 1.30. Mi devo preoccupare?? Ho 45 anni e faccio un po di sport!! E inoltre prendo medicinali per il colesterolo!
    Grazie

    1. Anonimo scrive il

      Nho subito una nefrecctomia 8 mesi fa. Attualmente ho la creatinina a 1.71 .mi debbo preoccupare?

  4. Anonimo scrive il

    Ho fatto lesami delle urine e risultano normali però o la creatinina a 0.50 mi devo preoccupare grazie

  5. Anonimo scrive il

    Ho fatto gli esami delle urine e risulta la presenza 10 uL di sangue. Tutti gli altri valori sono normali. Premetto che nel corso degli anni, ogni tanto apparivano tracce di sangue nelle urine, poi scomparivano. Nel 2011 ho subito un intervento di resezione di carcinoma di 3.5 cm dal rene. Nel 2012 c’erano le solite tracce di sangue nelle urine, nel 2013 no, nel 2014 no ed ora ci sono di nuovo. Sono piuttosto allarmato, dovrei fare l’eco addome e pelvi a settembre…. sarà il caso di anticipare?… ah… ho anche qualche piccolo calcolo ai reni…
    Può essere che io abbia fisiologicamente questo problema considerando che sono anni che vanno e vengono?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, è molto probabile che sia un fattore fisiologico (probabilmente dovuto ai calcoli), ma dato il precedente raccomando di valutare la situazione con il medico.

    2. Anonimo scrive il

      Da una 20 danni ho sempre tracce di sangue nelle urine ma senza altri problemi mi devo preoccupare?

  6. Anonimo scrive il

    buongiorno.Sono affetta da rene policistico bilaterale.Ho 49 anni .Il risultato della creatinina è 0,70 e la clearance delle 24 ore è 127,99.Va bene?

    1. Anonimo scrive il

      creatinina valore riferimento 0-0,9 e clearance valore riferimento 70-150
      creatininuria risultato 92,15 con valore di riferimento 28-217 batteri 1875,cellule epiteliali 39 con valore riferimento 0-20 ed esterasi 25 ma nel valore riferimento l’esterasi dovrebbe essere Assente

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe esserci una leggera infezione delle vie urinarie, ma nulla di grave; ha disturbi mentre urina?

    3. Anonimo scrive il

      a volte sì.A periodi le urine sono scure e maleodoranti.Mi hanno detto che è tipico di chi soffre di rene policistico.L’anno scorso ho avuto una bruttissima infezione urinaria da klebsiella. E nel frattempo ,ad aprile di quest’anno è stato notato un aumento del numero delle cisti renali.Prendo il triatec gìà da 6 anni per regolarizzare la pressione che aveva raggiunto picchi di 170-190.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente le verrà nuovamente prescritto un ciclo antibiotico, magari dopo urinocoltura. Mi tenga al corrente.

  7. Anonimo scrive il

    il controllo lo avrò il 22 giugno.Sicuramente faranno come Lei mi consiglia.La ringrazio per la Sua chiarezza dei termini e la Sua gentilezza.Grazie.Buon pomeriggio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se per caso i disturbi urinando aumentassero inizi a segnalarli al curante.

  8. Anonimo scrive il

    buon giorno Dottore.Ieri sono stata a fare il controllo di routine.Come detto anche da Lei,la nefrologa mi ha consigliato urinocultura e antibiogramma per iniziare terapia antibiotica.Quello che mi ha lasciata molto perplessa , è stato il fatto che ho evidenziato che da diverso tempo ho dolori al fianco sinistro,tali da non poter stare seduta nè tanto meno coricata sul fianco,ma non mi è stato consigliato nulla.Io pensavo che mi avrebbe prescritto un ecografia per accertarsi che non si tratti di qualche formazione cistica alla milza o al pancreas,visto che nei casi di rene policistico dei miei parenti,sono stati accertati anche formazioni cistiche su altri organi.Lei cosa mi consiglia di fare?Prenoto ugualmente un ecografia all’addome superiore?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non posso consigliare o prescrivere esami, ma lo valuterei con il medico di base.

    2. Anonimo scrive il

      buon giorno.Paziente con patologia del rene policistico bilaterale.Da recente ecografia è emersa anche cisti al fegato.Il rene sinistro presenta cisti fino alla grandezza di cm.4.Sono stata convocata per visita invalidità ,a parte che mi hanno riconosciuto un punteggio quasi inesistente,ma hanno documentato il codice del rene multicistico unilaterale non complicato anzichè il codice della patologia rene policistico bilaterale.Ma non sono due patologie completamente opposte?mi hanno spiegato che nel rene multicistico unilaterale non c’è ereditarietà,colpisce un solo rene e quasi sempre le cisti regrediscono nel tempo.Purtroppo nella mia patologia le cisti invece aumentano di anno in anno sia di numero che di grandezza ed in entrambi i reni.Hanno commesso un errore è vero?

    3. Anonimo scrive il

      Salve .. Io o mia madre che sofre di reni e a estero lo vorrei portate in italia per fare dei analisi ma lei come turista e io non so da dove iniziare per i analisi dei reni mi puoi dare una drita grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Dovrebbe rivolgersi ad un nefrologo privato oppure ad un centro (sempre privato) e procedere quindi a pagamento.

  9. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dottore, vorrei farle una domanda ho ritirato le analisi del sangue e delle urine, sulle urine c’e un valore più basso la Densità 1.006 ho notato che i parametri vanno da 1015 a 1.025.
    mi sono accorto che da alcuni giorni ho avuto delle piccole fitte tipo scosse sulla parte destra (su un fianco) poi mi sono passate ma ogni tanto sento come un dolore una sensazione di gonfiore.
    mi devo preoccupare ?? grazie in anticipo.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio parere nessun problema, ma l’ultima parola spetta al medico.

  10. Anonimo scrive il

    Buongiorno.Dottore è vero che c’è molta differenza tra rene multicistico unilaterale non complicato e rene policistico bilaterale? comunque volevo informarla del fatto che ho appena eseguito ecografia all’addome superiore per continui dolori al fianco sinistro.E’ emersa cisti a fegato,ma il rene sinistro misura 15 cm ed è pieno di grosse cisti fino a 4 cm di grandezza.Il dolore potrebbe dipendere da questo? nel rene destro le cisti sono numerose ma di dimensioni più contenute.Durante la visita per invalidità mi hanno “appioppato” il codice equivalente al rene multicistico unilaterale,mentre la mia patologia è stata diagnosticata come malattia genetica del rene policistico bilaterale

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma come detto sopra non mi sento di esprimere giudizi sulla situazione.

  11. Anonimo scrive il

    ma la creatinina con valore 7 è alta ?????mi hanno detto che c’è chi con questo valore fa dialisi

  12. Anonimo scrive il

    Buona sera,mi hanno riscontrato renella. in un rene e nell’altro delle cisti ,che esami di urina dovrei fare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Prima di pensare a che esami fare (non sempre sono necessari) si fa il punto con il medico.

  13. Anonimo scrive il

    Bungiorno Dottore ho rtirato le analisi del sangue e ho notato che i parametri della creatinina sono un po alti 1.59 mg/dl valori di rif. 0.50_1.20 sono alto 1.91 peso 105 kg Mi devo procupare?

  14. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dott.Cimurro.Ho appena ritirato gli esami della clearance della creatinina.Creatinemia 0,64—–riferimento 0-0,9.Creatininuria 95,80——riferimento 28-217.Clearance della creatinina 145,53——riferimento 70-150.Sono affetta da rene policistico bilaterale.Età 49 anni.La volta scorsa,la clearance era 127,99

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Chiedo scusa per il ritardo, non so perchè avevo perso la notifica del messaggio sopra.

      I valori sembrano tutti nella norma, anche il medico è dello stesso avviso?

    2. Anonimo scrive il

      il medico preferisce,a scopo cauzionale,prescrivermi una curva glicemica per scongiurare possa essere il diabete,visto che in famiglia è ereditario

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ottimo, meglio un controllo in più che uno in meno; mi tenga la corrente.

  15. Anonimo scrive il

    Buonasera Dott.Cimurro. Stamattina ho eseguito una glicemia frazionata ,questi i valori:ore 8,00 glicemia 101,ore 11,00 glicemia 88,ore 17,00 glicemia 110.Rimane ancora da capire il perché della creatinina urinaria un po alta e del dimagrimento di 7 kg.avvenuto in 3 mesi e senza eseguire una dieta

  16. Anonimo scrive il

    intanto,valori a parte,la stanchezza ,la tachicardia sono diventati insopportabili e poi la sera non riesco a mangiare una cena per intero

  17. Anonimo scrive il

    Gentile dottore,sono un PIERINO ,piuttosto cresciutello (novantenne) che dagli esami del sangue ha riscontrato un valore leggermente basso della cre-atinina ( 0,61-) rispetto ai riferimenti (O,7-1,2).la cosa non mi sembra molto significativa o sbaglio?la ringrazio e saluto distintamente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Gentile Pierino, l’ultima parola spetta ovviamente al suo medico, ma un valore basso in genere non rappresenta un grosso problema; nel suo caso potrebbe per esempio essere dovuto ad una massa muscolare diversa rispetto a qualche anno fa.

  18. Anonimo scrive il

    Buonasera,sn un ragazzo di 32 anni,all eta dai 12 ai 17 anni sn stato affetto da sindrome nefrosica acuta…ora dopo molti anni mi e ricomparsa la proteinuria e i valori renali sn nei parametri anche se al limite…dai normali stik x la proteinuria risulta più 4…

  19. Anonimo scrive il

    ho 75 anni nel 2001 ho avuto un infarto con inserimento di 3 stent, fino al quel momento la mia creatinina era nella norma ,dopo con le medicine per la terapia in special modo il triatec 5 negli anni progressivamente è aumentata oggi è 3,06.tengo a precisare che sto bene non ho disturbi urinari e altre patologie mi devo .preuccupare . GRAZIE PER LA RISPOSTA

  20. Anonimo scrive il

    Salve, sono un uomo di 42 anni vorrei gentilmente informazioni riguardo l esame dell urina con il ph alto 55,00 gli altri esiti sono tutti nella norma e considerando anche che sto conducendo una dieta in cui prevede frutta e verdura ogni giorno..per perdere qualche kilo! grazie

  21. Anonimo scrive il

    buona sera .Ho ritirato gli esami di routine creatinina e proteinuria .Affetta da rene e fegato policistico. La creatinina è buona ,ma la proteinuria è alta .Come mai?

    1. Anonimo scrive il

      buon giorno, scusi il ritardo alla mia risposta .Su valore riferimento sino-0,15 è risultata 0,15.La diuresi delle 24 ore 2200ml,ma io non bevo più di 1500ml.Tra l’altro in questi giorni ho notato che urino in continuazione ,non mi era mai successo prima.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Siamo ancora nella norma, per cui verrà considerata comunque buona. Sente bruciore mentre urina?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Lo segnali al medico, è possibile che suggerisca qualche approfondimento.

    4. Anonimo scrive il

      certamente ,domani sarò dal medico. Potrebbe essere diabete ?Oggi mi hanno procurato la macchinetta per la lettura del glucosio nel sangue.Questi i valori di oggi :mattino 110—–pomeriggio 151——sera 157.Grazie.

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono valori bassissimi, ma non sembrerebbe ancora diabete.

    6. Anonimo scrive il

      mi scusi dottore ,ma approfondimento per quale motivo ?dimenticavo di dirle che l’ecografia all’addome superiore ha evidenziato anche cisti epatiche .Inoltre da un controllo reumatologico è emersa anche una fibromialgia diffusa .Soffro anche di ipotiroidismo e come Lei sa ,di rene policistico bilaterale? la proteinuria si alza a causa di quale patologia?

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Approfondimento per la necessità di urinare in continuazione.
      2. No, non dovrebbero essere la causa.

  22. Anonimo scrive il

    dott.Cimurro,urino molto e spesso.Se il diabete è da escludere ,allora cos’è?bevo un litro e mezzo d’acqua ed urino il doppio.E non prende diuretico

    1. Anonimo scrive il

      l’appuntamento dal medico è per lunedì pomeriggio alle 15,00.Nel frattempo di nuovo tachicardia come a settembre, affanno e fitte intermittenti al torace.A novembre mi hanno fatto elettrocardiogramma e mi avevano detto che era tutto nella norma

    2. Anonimo scrive il

      ed inoltre due settimane fa ,sono finita due volte al pronto soccorso con la pressione a 190-197.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La mia sensazione è che di fondo ci sia grande ansia, ma mi faccia sapere cosa ne pensa il medico.

  23. Anonimo scrive il

    l’ansia purtroppo c’è…a causa di un lutto familiare….ma questa situazione era presente anche prima del lutto.E tenga presente che soffro di ipertensione,rene policistico,ipotiroidismo e in famiglia ci sono cardiopatici,anche gravi

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questo caso è a maggior ragione fondamentale non trascurare nulla, d’altra parte anche se fosse alta a causa dell’ansia andrebbe abbassata comunque.

  24. Anonimo scrive il

    tra l’altro mia madre mi ha raccontato che durante lo sviluppo soffrivo spesso di collass i.Allora un cardiologo disse che si trattava di un problema di natura genetica ad un ventricolo e che comunque dopo l’età dello sviluppo i collassi sarebbero passati. In effetti così è stato. Ma penso nella mia ignoranza ,che se si trattava di un problema congenito ,esso ci sia ancora.Di pomeriggio sentirò cosa dirà da fare il medico.

  25. Anonimo scrive il

    buon giorno.Il medico mi ha prescritto esame urine e visita cardiologica.Spero di concludere tutto in settimana e le faccio sapere.

  26. Anonimo scrive il

    buon giorno.Primo step ,esame delle urine,eseguito.Presente esterasi,proteine e un altissima.carica batterica ,16.000.Oggi ho depositato le urine per l’urinocultura.A questo punto spero non sia ancora la klebsiella polmonare che mi perseguita dall’anno scorso….e magari i dolori al petto e alle spalle e la mancanza di respiro dipendono da questo e non dal cuore?????boh

  27. Anonimo scrive il

    salve ,dott.Cimurro .Sono stanca,sdegnata e anche di più.Lei sa che questi benedetti esami delle urine hanno evidenziato emoglobina e una forte carica batterica.Lunedì avrò l’esito dell’antibiogramma .La mia paura è che si possa trattare di una recidiva della klebsiella polmonare.L’anno scorso ho eseguito una radiografia polmonare proprio per questo motivo.Questa radiografia non è stata guardata da nessuno.Me l’hanno consegnata in un dischetto insieme ad un esito che dice:assenza di lesioni ilo-parenchimali aventi caratteri di attività.Oggi ho preso questo dischetto e l’ho visualizzato al computer insieme a mio marito e a mio figlio.Nel polmone sinistro è molto evidente una bolla,una pallina nera,proprio in corrispondenza del punto dove io avverto dolore.Che faccio?come mai non me l’hanno segnalata?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se non è stata segnalata probabilmente non è nulla di cui preoccuparsi, ma lo verifichi con il suo medico curante.

  28. Anonimo scrive il

    il risultato dell’urinocultura è KLEBSIELLA POLMANARE…..Ma io ci avrei scommesso ,visto la tosse secca,i dolori al petto e alle spalle ,l’affanno ed episodi di emorragia nasale.La carica batterica ,nel giro di 3 giorni è quasi raddoppiata….ma non ha importanza, tanto non mi ha creduto nessun medico

    1. Anonimo scrive il

      Ciao Rosy,se posso chiederlo quanti anni hai?cmq il fatto che ormai l ansia venga diagnosticata in Primis come patologia senza escluderne prima altre e’un classico…Siamo nelle mani di Dio

  29. Anonimo scrive il

    ho 50 anni………in risposta ad Adele.———————————————buon giorno dott. Cimurro.Le lastre non hanno evidenziato lesioni ai polmoni,per fortuna ma ci sono vari schiacciamenti vertebrali a livello toracico ,ma vista la recidività della klebsiella da 2 anni e tantissimi problemi ossei,come osteopenia,coxartrosi bilaterale dell’anca,artrosi cervicale,artrosi alle ginocchia,artrosi alle caviglie, artrosi alle mandibole,artrosi rachide -lombare e schiacciamento di varie vertebre anche a livello lombo-sacrale,è possibile si tratti di spondilite anchilosante.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La ringrazio per l’aggiornamento, anche se mi dispiace molto leggere di questa ipotesi.

  30. Anonimo scrive il

    Buonasera gentile dr Cimurro desidero sapere quale significato attribuire al peso specifico delle urine di 1.009 a fronte valori 1.015-1.025 a fronte dei valori normali di P-Creatinina 0,96 – Ho 83 anni. Grazie.

  31. Anonimo scrive il

    dopo una tac addominale con contrasto effettuata in ospedale a gennaio mi sono ritrovata con 9 di creatinina, prima era a 1.01. mi hanno fatto fare due dialisi cercando di abbassare i valori .
    ora sono a 2 è ancora troppo alta?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra ancora un pochino troppo alta, ma il medico sarà più preciso in proposito.

  32. Anonimo scrive il

    Bisogna fare per forza 6 rocefin consecutive per bronchite io ho fatto4 saltata una posso fare altre 2

    Ho la bilirubina totale1,30

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Questa è una valutazione che spetta al medico, continui regolarmente e lo senta appena possibile.

  33. Anonimo scrive il

    salve, ho il valore della creatinina a 1.3 con valori 07/1.2 come minimo e massimo potrebbe essere un insufficienza renale? con gpt alt 79 con valori massimo 41 e gamma gt 78 con valore massimo 71.
    grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, sono valori che vanno contestualizzati, valutati insieme alle altre analisi e possibilmente confrontati con altri precedenti. La creatinina elevata ma non troppo potrebbe dipendere anche dal fatto che aveva bevuto poco, l’azotemia com’è invece? i valori epatici alterati, anche se di poco, potrebbero significare tante cose, ne parli col suo medico. Saluti.

  34. Anonimo scrive il

    salve dottore,dall’analisi che ho ritirato questa mattina risulta la creatinina a 1.2 su rifrerimento 0.6/1.3,sei mesi fa era 1.1,mi devo preoccupare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Siamo ancora nel range, non credo che per il medico (che va comunque interpellato) sarà un problema.

  35. Anonimo scrive il

    Buon giorno,Dottore.Le ho scritto altre volte e Lei gentilmente mi ha risposto.Soffro di reni e fegato policistici.Appena ho finito di curare la klebsiella con antibiotici,si è presentata quasi subito dopo un altra infezione urinaria,stavolta escherichia coli e la sto ancora curando.Ormai è un continuo.Solo che mi accade che noto che da una decina di giorni ,noto che la quantità di urine è notevolmente diminuita.Ho spesso dolore al fianco sinistro e ho una spossatezza che la trovo anormale.Non ho più le forze per andare al mare ,per uscire,ecc.Mi rendo conto che non è un problema psicologico,ma è proprio un calo di energie fisiche,tant’è che ho bisogno di dormire anche di pomeriggio.Questa mancanza di energie mi preoccupa

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, data la sua patologia cronica è opportuno fare una valutazione della funzionalità renale (almeno creatinina, esame urine) per escludere un peggioramento della situazione dovuta probabilmente alle infezioni e alle terapie fatte. Ne parli col suo medico di riferimento. Saluti

  36. Anonimo scrive il

    Dopodomani devo fare una risonanza con liquido di contrasto. Il medico mi ha detto di fare gli esami per la creatinina mentre all’ospedale non me li hanno chiesto. E’ un problema se non li faccio essendo in ritardo?

  37. Anonimo scrive il

    ho 63 anni nel 2012 i miei reni sono stati colpiti da un batterio togliendomi dal 30 al 40 per cento di funzionalità renale.
    quindi azotemia sempre alta e la creatinina è 2,8. seguo una terapia adeguata e sono sempre monitorata dal mio nefrologo.
    Una settimana fa a distanza di un anno ho avuto lo stesso e forte giramento di testa provocandomi vomito e diarrea cosa può essere successo un aumento di azotemia o altro

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Possiamo sperare che fosse solo una gastroenterite, ma raccomando di segnalare già in giornata l’accaduto al medico.

  38. Anonimo scrive il

    buongiorno dottore,ho 54 anni,altezza 1,81 peso 66 kg.,diabetico ed iperteso,le analisi del sangue e delle urine tutte nella norma con solo microalbuminuria e creatinina nei limiti alti rispettivamente 20 rif.0-20 e 1.2 rif.0.6-1.3.seguo dieta mediterranea e faccio camminate a passo sostenuto per 1 ora al giorno.siccome ho avuto mio padre cosi’ come mio zio suo fratello con insufficenza renale e poi dialisi vorrei sapere se anch’io, cosi’ come i miei 3 fratelli piu’ grandi e attualmente anche loro nella norma, siamo destinati alla stessa sorte in futuro e se tutti i malati di IRC sono condannati alla dialisi.eventualmente in che percentuale la IRC si evolve in dialisi?per finire vorrei sapere se in prospettiva futura si prevedeno nuove cure in sostituzione della dialisi.grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo data la famigliarità, la pressione alta e il diabete è possibile che evolva anche lei verso una forma di insufficienza renale; la ricerca prosegue, ma al momento non esistono alternative alla dialisi (trapianto escluso), ma non possiamo sapere ora se l’IRC nel suo caso peggiorerà fino a questo punto.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Un corretto stile di vita e una scrupolosa gestione delle due malattie è il modo migliore per ritardare il più possibile la progressione del danno; ha anche il valore di eGFR?

    3. Anonimo scrive il

      si,c’e’ scritto>60, ma non c’e’ la cifra esatta.comunque non ho nessun sintomo.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Questo valore sarebbe un indice più accurato dell’attuale situazione, ma il medico potrà comunque essere più preciso.

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questo ha sicuramente gli elementi per fornire il giudizio dato, quindi non mi preoccuperei.

  39. Anonimo scrive il

    In recentissime analisi del sangue e delle urine è venuta fuori una forte presenza di proteine nelle urine. Ho 70 anni, svolgo una moderata attività fisica, soffro di diabete mellito, i cui valori tornano nella norma dopo attività di palestra che non sempre è regolare. Ultimamente ho sofferto di bronchite con l’assunzione di antibiotici.
    Il medico mi ha messo in allarme in quanto i reni sono brutti clienti hanno una curva di deterioramento che per un poco è piatta per poi salire di colpo

  40. Anonimo scrive il

    salve dottore,
    oggi ho ritirato le analisi, e ho constatato che ho la creatinina mg/dl 0.51 valore riferimento 0.66-1.09
    cretinina umo/l 45.8 uMo/dl 58-96.00
    filtrazione glomerale 109
    vanno bene dottore.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere un valore inferiore al limite non è un problema, ma ovviamente senta anche il parere del medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.