Valori Normali

  • Uomini: 10 - 40 pg/ml
  • Donne
    • Età fertile: 15 - 350 pg/ml (i livelli sono ampiamente variabile durante il ciclo mestruale)
      • Durante le mestruazioni variano da 50 a 100 pg/ml
      • Dopo le mestruazioni scende fino a 15 pg/ml,
      • Nella fase follicolare ed in corrispondenza del picco di LH può raggiungere e superare i 300 pg/ml,
      • Nella fase luteale i livelli iniziano a scendere.
    • Menopausa: inferiore a 10 pg/ml

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il 17 beta estradiolo (E2) e l’estrone (E1) sono i due principali estrogeni biologicamente attivi in uomini e donne, gravidanza a parte in cui assume un ruolo predominante l’estriolo (E3).

Oltre al loro ruolo nello sviluppo e nel mantenimento dei caratteri femminili, nella regolazione del ciclo mestruale e nella gravidanza, gli estrogeni hanno un ruolo importante in molti processi presenti sia negli uomini che nelle donne, tra cui la crescita, la maturazione del sistema nervoso ed il metabolismo osseo.

Nelle donne la produzione avviene principalmente nelle ovaie, nell’uomo è invece prodotto dai testicoli; l’estrone può essere convertito in estradiolo e viceversa, ma il secondo è 1,25-5 volte biologicamente più potente del primo.

Nelle donne in età fertile i livelli di estradiolo fluttuano durante il ciclo mestruale; la concentrazione più bassa si rileva durante l’inizio della fase follicolare (subito dopo la mestruazione) ed aumentano gradualmente fino a 2-3 giorni prima dell’ovulazione. A questo punto si verifica un aumento rapido che si trasforma in un picco, che precede di poco i picchi ormonali di LH ed FSH che si verificano in concomitanza dello scoppio del follicolo.

In seguito (fase luteale) i livelli subiscono ancora piccole fluttuazioni fino a diminuire verso l’arrivo delle mestruazioni.

Interpretazione

Fertilità

L'analisi dei valori circolanti può essere di aiuto nello stabilire il momento dell'ovulazione e quindi i giorni ideali per il concepimento, che sono quelli attorno al picco che raggiunge 24-72 ore prima dello scoppio del follicolo.

Un ciclo anovulatorio, in cui cioè non avviene ovulazione, è invece caratterizzato da assenza di picco (per picco intendiamo un repentino e ma breve aumento significativo delle concentrazioni circolanti).

Nel corso di cicli di stimolazione ovarica un valore basso (~ 30 pg/ml) è considerato preferibile.

Ipogonadismo

Nelle ragazze giovani un livello di estradiolo al di sotto del range di riferimento della premenopausa indica la presenza di ipogonadismo, una situazione clinica che comporta una inadeguata secrezione di ormoni sessuali.

Valori elevati di FSH e LH indicano un'insufficienza primaria e le cause principali sono i seguenti:

  • Disturbi ereditari,
  • Malattie autoimmuni,
  • Tossicità da farmaci (ad esempio per chemioterapia o radioterapia).

Nei casi di valori bassi o normali di FSH ed LH indicano invece un'insufficienza secondaria, per esempio, a:

  • Malnutrizione,
  • Eccesso di esercizio fisico,
  • Stress,
  • Abuso di alcool e droga.

Altro

I livelli di estradiolo sono aumentati i casi di pubertà precoce nelle nelle ragazze e ginecomastia negli uomini. Il suo utilizzo principale è la diagnosi differenziale di amenorrea (assenza di ciclo mestruale), per esempio per stabilire se la causa è menopausa, gravidanza od un altro problema medico come la sindrome dell'ovaio policistico od un tumore.

Valori Bassi

  • Amenorrea
  • Anoressia nervosa
  • Eccesso di esercizio fisico
  • Insufficienza ovarica
  • Ipogonadismo
  • Ipopituitarismo
  • Menopausa
  • Sindrome di Stein-Leventhal
  • Sindrome di Turner

Valori Alti

  • Cirrosi
  • Gravidanza
  • Insufficienza epatica
  • Insufficienza renale
  • Iperplasia surrenale
  • Pubertà precoce
  • Sindrome di Klinefelter
  • Tumore ai testicoli
  • Tumore ovarico
  • Tumore surrene

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Al di là delle variazioni giornaliere e del ciclo, malattie come l'ipertensione, l'anemia l'insufficienza epatica e renale possono influenzare i livelli di estrogeni nel corpo.

Farmaci che possono ridurre i livelli includono i contraccettivi ormonali (pillola, cerotto, anello) e Clomid®.

Quando viene richiesto l'esame

L'esame viene richiesto per valutare:

  • disturbi dello sviluppo nei bambini,
  • la funzionalità riproduttiva,
  • la condizione della donna prima di applicare un protocollo di procreazione assistita,
  • disturbi ormonali nell'uomo,
  • la situazione dei tumori che secernono estrogeno (i entrambi i sessi).

Preparazione richiesta

Non è richiesta alcuna preparazione, ma è importante sottoporsi al prelievo nel giorno di ciclo mestruale indicato dal ginecologo.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Salve,
    ho 40 anni, l’ultimo mese ho avuto un ciclo molto lungo e abbondante, praticamente emorragico, durato oltre 22 giorni.
    Lunedì scorso ho effettuato le analisi per controllare ferro e valori ormonali. La ferritina è risultata leggermente bassa, ovviamente.
    Ciò che mi preoccupa di più, però, è l’estradiolo: 794,8 pg/ml.
    Ora non posso stabilire in che giorno del ciclo fossi quando ho fatto il prelievo perchè come ho detto il flusso durava da oltre 20 giorni, ma ad ogni modo questo valore supera di gran lunga tutti i range. In fase ovulatoria il massimo è 498.
    E non sono sicuramente incinta.
    Gli altri valori sembrano nella norma, sempre restando il dubbio del range di riferimento.
    Devo preoccuparmi, ho letto in rete che l’estradiolo così alto può segnalare cose brutte…
    Potrebbe trattarsi semplicemente di cisti ovariche?
    Grazie per la consulenza.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      E’ possibile una patologia organica come anche funzionale, ovviamente servono ulteriori accertamenti per capire la causa di questo valore così elevato, per cui consiglio visita ginecologica.

  2. Anonimo scrive il

    Salve, volevo chiederle un suo parere. Vengo da 7 anni di amenorrea secondaria dovuta ad un controllo eccessivo dell’alimentazione correlato ad attività fisica eccessiva. È un anno che sono fortunatamente guarita da questa situazione ma il ciclo non è tornato. Seguita dal medico ho intrapreso lo scorso mese una cura ormonale per risvegliare il ciclo e al 28 giorno si sono presentate le tanto attese mestruazioni. Ho fatto gli esami del sangue al 5’giorno come richiesto e i valori LH , FHS e BETA ESTRADIOLO hanno valori sotto il range di riferimento. BETA ESTRADIZIONE addirittura valore 7; FSH valore 1 e LH valore 0.2. Risulta basso anche FT3. Secondo lei cosa significa? La ringrazio e buona giornata!

    1. Anonimo scrive il

      È normale che ancora non si sia raggiunto il giusto equilibrio ormonale, ma credo che sia sulla strada corretta per una ripresa, aver avuto le mestruazioni è già un grosso traguardo.

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      È normale che ancora non si sia raggiunto il giusto equilibrio ormonale, ma credo che sia sulla strada corretta per una ripresa, aver avuto le mestruazioni è già un grosso traguardo.

  3. Anonimo scrive il

    Salve. Ho 34 anni. Più di un mese fa mi sono ingrassata durante 2 settimane. Ho preso 7 chili.. localizzazione nelle tete, i fianchi, le bracci poi mi sentivo male, sudavo tanto soprattutto nel periodo fertile.. Non sono sicuramente incinta. Il cibo che mangio non fa ingrassare. Ho fatto analisi del sangue nel 14 giorno di ciclo…è l’estradiolo: 1980 pg/ml, gli altri valori nella norma. Il giorno del ciclo è stabile.
    Ho i cisti ovariche.
    Il mio dottore mi ha prescritto Dufastone x 3-4 mesi con argomento che il progesterone (il mio valore di progesterone nel norma) fa raggiungere l’equilibrio tra ormoni. È passato un mese ma non si cambia nulla..solo peggio. Non so cosa fare. Aiuta a me per favore. Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se la prescrizione è per 3-4 mesi il ginecologo ritiene probabilmente che serva pazienza all’inizio, continui con fiducia la cura prescritta.

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Anche il valore del FT4 è nella norma? segua la terapia, probabilmente è comunque ancora presto per avere efficacia.

La sezione commenti è attualmente chiusa.