Valori Normali

IgG, negativo per valori inferiori a 1:5.

Fonte: uiowa.edu

 

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

L’endomisio è il sottile tessuto connettivo che copre le singole fibre muscolari.

Gli anticorpi anti-endomisio si sviluppano in reazione alle lesioni croniche della mucosa intestinale.

La totalità dei pazienti affetti da celiachia e il 70% circa dei pazienti affetti da dermatite erpetiforme (un altro tipo di intolleranza al glutine che provoca un’eruzione cutanea con prurito, bruciore e vesciche) hanno le IgA (immunoglobuline) degli anticorpi anti-endomisio. Questo esame è più difficile da eseguire e interpretare correttamente rispetto a quello dell’anti-transglutaminasi.

Interpretazione

Nei pazienti sani l’esito dell’esame è negativo, cioè nel sangue non sono presenti gli anticorpi anti-endomisio.

Se le IgA (immunoglobuline) anti-endomisio e gli anticorpi anti-transglutaminasi sono alti è probabile che il paziente sia celiaco. Se soffre anche dei sintomi tipici e migliora seguendo una dieta senza glutine, probabilmente gli sarà diagnosticata la celiachia.

Le immunoglobuline IgA anti-endomisio circolanti sono presenti in circolo in una percentuale variabile tra il 70 e l’80% dei pazienti affetti da dermatite erpetiforme o celiachia, e in quasi tutti i pazienti che soffrono di enteropatia sensibile al glutine e non seguono una dieta priva di glutine.

In generale il livello di immunoglobuline IgA anti-endomisio è proporzionale alla gravità dell’intolleranza al glutine.

Se i pazienti seguono abitualmente una dieta priva di glutine, la concentrazione delle immunoglobuline IgA anti-endomisio dovrebbe iniziare a diminuire entro 6 mesi, 1 anno dall’inizio della dieta.

Un risultato negativo (che indica l’assenza di immunoglobuline IgA anti-endomisio) non esclude la diagnosi di dermatite erpetiforme o celiachia.

IgA Transgl. IgA Totali IGG Transgl. Peptide Gliadina IgG Gliadina Diagnosi
Positivo Normale Probabile celiachia
Negativo Normale Negativo Negativo Negativo Celiachia improbabile
Negativo Basso Positivo Negativo Positivo Possibile celiachia
Negativo Normale Negativo Positivo Dubbio Possibile celiachia (quadro tipico dei bambini sotto i tre anni)

Fonte tabella: Labtestsonline

  • IgG antigliadina: Buona sensibilità (82-87%), buona specificità (80%, però molti falsi positivi, ma utile in caso di carenza di IgA)
  • IgA antigliadina: Buona sensibilità (85-90%) e buona specificità (91%)
  • IgA antiendomisio: Alta sensibilità (95-100%) ed alta specificità (99,8%), ma differenze tra i laboratori e possibilità di errori di interpretazione dovuto al test macchinoso.
  • IgA tTG: Alta sensibilità (87-100%) ed alta specificità (93-100%, falsi positivi per patologie autoimmuni)
  • Sensibilità: Capacità di scoprire la malattia nei pazienti che effettivamente ne sono affetti
  • Specificità: Capacità di escludere la malattia in chi non ne è affetto

Fonti

Valori Bassi

Valori Alti

  • Celiachia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Questo esame ha ottime performance di sensibilità e specificità, ma purtroppo richiede personale altamente specializzato per una corretta interpretazione; a causa di queste difficoltà è stato progressivamente superato dal dosaggio degli antitransglutaminasi.

Quando viene richiesto l'esame

L’esame degli anticorpi anti-endomisio può essere prescritto se il medico sospetta che soffriate di celiachia, anche se ormai non è più l'esame di prima scelta.

Tra i sintomi della celiachia ricordiamo:

  • episodi ripetuti di mal di pancia e gonfiore di stomaco,
  • diarrea cronica,
  • costipazione,
  • eccesso di gas intestinali,
  • dimagrimento,
  • ulcere in bocca,
  • affaticamento,
  • anemia,
  • disturbi dell’umore, come la depressione,
  • convulsioni,
  • eruzione cutanea con prurito,
  • dolore osseo e articolare.

Nei bambini i sintomi possono anche comprendere:

  • feci chiare e oleose,
  • vomito,
  • irritabilità,
  • ritardo nella crescita. 

L’esame può inoltre essere prescritto per diagnosticare la dermatite erpetiforme e per controllare se i pazienti affetti dalla dermatite erpetiforme e dalla celiachia si attengono alla dieta priva di glutine.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

La sezione commenti è attualmente chiusa.