Link sponsorizzati

Valori Normali

  • Sia IgA che e IgG
    • Negativo: minore di 20.0 U
    • Debolmente positivo: tra 20.0 e 30.0 U
    • Positivo: maggiore di 30.0 U

Fonte: Mayo e Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La gliadina è una delle proteine principali del glutine.

L’esame degli anticorpi anti-gliadina è usato per la valutazione della celiachia, una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario si sbaglia e tratta il glutine, una proteina presente in frumento, farro, orzo, segale e avena (in quest’ultimo spesso come contaminazione), come corpo estraneo.

Il sistema immunitario dei pazienti sensibili alla gliadina produce gli anticorpi anti-gliadina (AGA) che attaccano la proteina e questi sono di due tipi:

  • immunoglobulina A (IgA)
  • immunoglobulina G (IgG)

L’immunoglobulina A (IgA) è quella più utile per diagnosticare la celiachia, perché è prodotta dall’intestino tenue, dove il glutine causa l’infiammazione e l’irritazione nei pazienti predisposti. La concentrazione di IgG, viceversa, è meno specifica per la celiachia, ma può essere comunque utile per diagnosticare i problemi di natura autoimmune, soprattutto nei pazienti che presentano una carenza di IgA.

Misurando la concentrazione di entrambi i tipi di anticorpi nel sangue i medici possono capire come il sistema immunitario reagisce al glutine.

Più del 90% delle persone celiache non in terapia presenta un livello superiore al normale di anticorpi anti gliadina deamidata, che solo in rarissimi casi sono presenti nelle persone sane.

Interpretazione

Gli esiti degli esami possono essere influenzati da molti fattori diversi, ad esempio dal metodo usato. Anche se gli esiti non rientrano nei valori normali, il paziente può essere comunque sano. Per capire il significato degli esiti nel vostro caso, chiedete al medico.

  • Se il paziente è sano, l’esito è negativo.
  • Se avete un lieve rischio di soffrire di celiachia e l’esito dell’esame è negativo, molto probabilmente non siete malati.
  • Se siete ad alto rischio e l’esito è negativo, il medico interpreterà i risultati a seconda dei sintomi e dell’anamnesi. In caso di esito falso negativo, il medico può eseguire una biopsia dell’intestino tenue.

L’esito positivo significa che è probabile che il paziente sia celiaco. Di norma il medico richiede quindi una biopsia dell’intestino tenue per confermare la diagnosi.

La diminuzione della concentrazione degli anticorpi anti gliadina deamidata, delle IgA o delle IgG dopo la terapia con una dieta priva di glutine dipende da come il paziente si attiene alla dieta. Se gli anticorpi continuano ad essere alti dopo la dieta è probabile che il paziente non si sia attenuto alle indicazioni dietetiche o che sia refrattario alla dieta.

IgA Transgl. IgA Totali IGG Transgl. Peptide Gliadina IgG Gliadina Diagnosi
Positivo Normale Probabile celiachia
Negativo Normale Negativo Negativo Negativo Celiachia improbabile
Negativo Basso Positivo Negativo Positivo Possibile celiachia
Negativo Normale Negativo Positivo Dubbio Possibile celiachia (quadro tipico dei bambini sotto i tre anni)

Fonte tabella: Labtestsonline

Valori Bassi

Valori Alti

  • Celiachia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Quando viene richiesto l'esame

L’esame degli anticorpi anti-gliadina è usato per diagnosticare la celiachia o tenere sotto controllo l’efficacia della terapia.

Preparazione richiesta

È importante seguire una dieta normale con alimenti contenenti glutine nelle settimane che precedono l’esame. Se avete escluso gli alimenti a base di glutine dalla dieta perché sospettate di essere celiaci, dovreste ritornare a consumarli almeno nelle 2 settimane prima dell’esame.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Francesco scrive il

    Potreste darmi un parere su queste analisi:
    AB TRANSUGLUTAM. 1 (0-7)
    AB ANTI ENDOMISIO negativo
    IGA GLIADINA 225 (0-50)
    IGG GLIADINA 2.3 (0-50)

    Grazie!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sussiste qualche dubbio per l’anti-gliadina, ma dato il negativo delle antitransglutaminasi credo che il gastroenterologo non riterrà necessario approfondire con la gastroscopia, a meno che i sintomi non siano particolarmente indicativi di celiachia.

      Mi faccia sapere.

    Rispondi
  2. Viviana scrive il

    Buongiorno, per sospetta celiachia il dott. Mi ha fatto fare questi esami del sangue :

    Transglut tissutale ttg ab Iga 2.4 IU/ml VAL RIFERIMENTO MIN 10
    immunoglobuline Iga 323 mg/dl VAL RIFERIMENTO 68-378
    TSH R 2.35 mcUI/ml VAL RIFERIMENTO 0.17-4.05
    Paratormone PTH intatto 33 pg/ml VAL RIFERIMENTO 12-72
    vitamina D3 (25 OH) 20.01 ng/ml VAL RIFERIMENTO 8.6-54.8

    Presento aftosi del cavo orale frequente e intestino irritabile con stipsi.
    Bruciore e gorgoglii nella parte sinistra dell’intestino,ogni tanto mi capita di avere diarrea con forti dolori,ma ancora non sono riuscita ad associare,a parte alle volte i latticini,alimenti che me la provocano.
    Ho fastidi all’assunzione del latte,compresi quelli a basso lattosio,tipo bruciori di stomaco e intestinali in seguito (posso praticamente seguirne il percorso digestivo con i sintomi). Problemi con birre (soprattutto doppio malto ecc ecc),con biscotti al burro,e soprattutto con sottoprodotti del pane (tipo crakers ,schiacciatine, taralli ecc..)più che con il pane stesso (che non uso mangiare abitualmente).
    A parte la stitichezza,non ho mai avuto dolori prima della mia gravidanza due anni e mezzo fa.
    Il ciclo mi aumenta i dolori. Il peso e stabile,se pasticcio,ingrasso,come tutti. Sono abbastanza magra,normopeso,anche se prima della gravidanza tendevo a ingrassare maggiormente.
    Sono in attesa della prima visita gastroenterologica,ho 30 anni e un po di paura.
    Grazie

    Rispondi
  3. Santina scrive il

    Salve, da due anni ho smesso d’introdurre tutto ciò che conteneva glutine nella mia alimentazione perchè avevo vomito e diarrea in continuazione ma non ho mai fatto esami fino a oggi, l’analista mi ha detto che non assumendo più glutine gli esami sarebbero venuti negativi io qui scrivo i risultati : anticorpi antigliadina IgA <3, anticorpi antigliadina IgG 9,5, anti-transglutaminasi IgA <3, anti-trasnsglutaminasi IgG <3 . Secondo lei devo fare altri esami? Grazie .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Gli esami da fare sono corretti, ma ha ragione l’analista, è stato inutile farli dopo due anni di astinenza dal consumo di glutine. Deve reintrodurlo per qualche settimana (alcuni specialisti parlano di 6, se non ricordo male) e poi ripetere il prelievo.

    Rispondi
  4. Giuseppe scrive il

    Buongiorno , mi serve un chiarimento su queste analisi
    Ho gli Ema tutti negativi
    Ma gli anticorpi anti gliadina iga e igg risultano positivi .
    In questo caso che devo sospettare ?
    Soffro di nausea , dolori alla pancia, diarrea e mi capita che ho sensazione di spossatezza. .

    Rispondi
  5. Giulia scrive il

    buonasera,
    ho fatto recentemente delle analisi per una sospetta celiachia con i seguenti risultati:
    ab anti gliadina iga assente
    ab anti gliadina igg 3 ur/ml 0-15
    cosa significa?

    Rispondi
  6. danym. scrive il

    salve il mio bimbo di 2 anni ha antic igg antigliadina a 60,3, transglut negativa, dimerod negativo. è celiaco ? devo fare la dieta senza glutine o no? grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non inizi la dieta senza glutine senza il preventivo parere del pediatra, nei bambini purtroppo non è sempre semplice capirlo dagli esami del sangue.

      Valori di riferimento dell’anti-gliadina?

    Rispondi
  7. guido scrive il

    Salve volevo sapere i risultati di questi esami anti gladina deamidata iga risultato 2 da 0 a 15 e quella igg risultato 1 da 0 a 15 e ige totali 20 da 0 a 100 grazie

    1. Anonimo scrive il

      Siccome è più di tre mesi che soffro di dolori allo stomaco fitte e dolori ai reni e gonfiore di stomaco, potrebbe essere gastrite?

    Rispondi
  8. Francesca scrive il

    Buona sera dottore.
    Causa dolori all’intestino ho fatto diversi esami. I risultati di quelli che mi sono stati prescritti per la celiachia sono:

    Transglutaminasi Abs IGA 4, 40 (valori di riferimento 0-9 )

    Immunoglobine A per Anticorpi Anti Transglutaminasi IgA 188 mg/100ml (manca valore riferimento sopra i 19 anni….ne ho 40)

    Il mio osteopata dice sono intollerante al glutine.

    Che dice?

    La ringrazio come sempre del suo parere e della sua gentilezza.

    cordiali saluti.

    Francesca

    Rispondi
  9. Francesca scrive il

    Ps Per inquadrare il caso…ho fatto una dieta di un mese, senza glutine e latticini…ma a parte perdere peso non ho risentito particolari benefici, riscontrati invece grazie a un mese di punture omeopatiche nella pancia. Il gastroenterologo a parte la pancia gonfia e l’intestino infiammato e avermi fatto fare esami risultati negativi (sangue nelle feci, calcoprotectina fecale), non ha saputo cosa dire se non che non credeva fossi celiaca.

    I latticini li ho esclusi…pero’ questo mese, dove sono passata dalle punture alle gocce e essendo in vacanza ho mangiato come prima, ma in quantità’ maggiori, mi e’ ritornato il problema anche se in forma lieve (per 4 mesi ho camminato con le stampelle…mi era stata diagnosticata all’inizio un’infiammazione dell’ileo-psoas, vera perché curata con la fisioterapia, non si riusciva poi a capire, salvo il mio osteopata che ha ricondotto tutto alla pancia, a intolleranze e a una storia pregressa di virus, batteri e parassiti contratti all’estero.

    Se sono diventata temporaneamente intollerante al glutine puo’ passare?
    La ringrazio molto.

    Rispondi
  10. Francesca scrive il

    Perdoni..il valore di riferimento per la popolazione adulta delle Immunoglobine A per Anticorpi Anti Transglutaminasi IgA e’ 70 -400…con 188 mg/100ml il mio osteopata sostiene non sono celiaca pero’ si intollerante..

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido più la posizione del suo gastroenterologo.
      Gli esami li ha fatti durante la dieta senza glutine?

    Rispondi
  11. Francesca scrive il

    Gli esami riportati li ho fatti piu’ o meno dopo un paio di settimane e mezzo finita la dieta.

    L’ osteopata non dice sono celiaca ma intollerante, pero e’ l’unico che si e’ azzardato a darmi una cura che non fosse cortisone e che si e’ accorto che l’uso delle stampelle e la difficolta’ a camminare derivava dalla pancia/intestino (nel frattempo ho fatto analisi per mononucleosi, non piu’ attiva ma alta memoria)

    Ha altri consigli (di analisi etc..)?

    Perche’ ancora ho dei problemi.(a volte bevo 4 camomille al giorno a partire dal mattino per lenire il dolore)

    La ringrazio molto.
    Buona giornata.

    Francesca

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In teoria due settimane potrebbero non essere sufficienti per una corretta positivizzazione degli anticorpi per la celiachia, anche se onestamente rimango in linea con il gastroenterologo.

    Rispondi
  12. Francesca scrive il

    La ringrazio…l’unico problema del gastroenterologo e’ che non si e’ sentito di darmi nessuna cura, ha rilevato intestino infiammato e basta.

    E mi trovo in queste condizioni da marzo…a volte la medicina alternativa da comunque una mano, a volte anche grossa.
    Ho girato tutti i medici possibili tra ossa e parti molli e nessuno mi ha detto cure e diete, e’ un po’ avvilente.

    La ringrazio molto, buon pomeriggio dottore!

    Rispondi
  13. Tizi scrive il

    Salve, sono una ragazza di 21 anni, ho fatto queste analisi per probabile celiachia, Lei cosa ne pensa?
    ANTI-PEPTIDI DEAMIDATI GLIADINA IgA 32,95
    ANTI-PEPTIDI DEAMIDATI GLIADINA IgG 6,20
    ANTI ENDOMISIO IgA NEGATIVO
    ANTI TRANSGLUTAMINASI IgA <2
    ANTI TRANSGLUTAMINASI IgG 0,0

    1. Tizi scrive il

      Le scrivo anche i valori di riferimento
      IgA 0-25
      IgB 0-25
      ANTI TRANSGLUTAMINASI IgA 0-20
      ANTI TRANSGLUTAMINASI IgB 0-1

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.