Link sponsorizzati

Valori Normali

  • IgA
    • Negativo: inferiore a 4.0 U/mL
    • Dubbio: tra 4.0 e 10.0  U/mL
    • Positivo: superiore a 10.0 U/mL
  • IgG
    • Negativo. inferiore a 6.0 U/mL
    • Dubbio: tra 6.0 e 9.0 U/mL
    • Positivo: superiore a 9.0 U/mL

Fonte: Mayo e Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

L’esame delle IgA e/o delle IgG anti-transglutaminasi viene usato per valutare alcune malattie autoimmuni ed in particolare la celiachia.

Le malattie autoimmuni si verificano quando il sistema immunitario scambia una sostanza non pericolosa per un corpo estraneo e la attacca. Nel caso della celiachia la sostanza responsabile è il glutine, una proteina che si trova nel grano, nell’orzo, nella segale e nell’avena. La risposta immunitaria nei pazienti celiaci scatena la produzione di anticorpi che contrastano un enzima normalmente presente nell’intestino, la transglutaminasi (tTG).

Nella celiachia l’organismo produce due tipi di anticorpi che attaccano la transglutaminasi:

  • l’immunoglobulina A (IgA),
  • l’immunoglobulina G (IgG).

La transglutaminasi circolante di tipo IgA è quella più utile per la diagnosi di celiachia, perché è prodotta nell’intestino tenue, che si infiamma e si irrita nei pazienti sensibili al glutine.

Quello dell’immunoglobulina IgA anti-transglutaminasi è l’esame più sensibile e specifico per la celiachia, raccomandato tra l’altro nelle linee guida del 2013 dell’American College of Gastroenterology per la diagnosi della celiachia nei pazienti di età superiore ai 2 anni.

L’esame dell’immunoglobulina IgG anti-transglutaminasi può essere prescritto in alternativa ai pazienti carenti di IgA.

Se il medico sospetta che soffriate di celiachia, può prescrivervi diversi altri esami del sangue, ad esempio quelli degli anticorpi anti-gliadina e di quelli anti-endomisio.

Interpretazione

Gli anticorpi IgA anti-transglutaminasi (tTG) sono specifici dei pazienti celiaci e in alcuni casi anche di chi soffre di dermatite erpetiforme. Con ogni probabilità ai pazienti con risultati da lievemente positivi a positivi verrà diagnosticata la celiachia: per confermare la diagnosi dovrà poi essere effettuata una biopsia.

Se ci si attiene scrupolosamente a una dieta priva di glutine, il valore delle IgA anti-transglutaminasi dovrebbe iniziare a diminuire entro 6-12 settimane dall’inizio della dieta.

I medici non devono basarsi soltanto su quest’esame per giungere alla diagnosi di celiachia, ma l’esame dovrebbe essere usato per identificare i pazienti con un rischio maggiore della norma di soffrirne, per i quali è consigliabile la biopsia intestinale.

Le persone celiache che seguono una dieta priva di glutine prima dell’esame possono avere un esito negativo.

Maggiore è il livello di anticorpi anti-transglutaminasi nel sangue, maggiore è la probabilità di essere celiaci o di soffrire di disturbi connessi alla celiachia. Solo i bambini piccoli fanno eccezione a questa regola.

IgA Transgl. IgA Totali IGG Transgl. Peptide Gliadina IgG Gliadina Diagnosi
Positivo Normale Probabile celiachia
Negativo Normale Negativo Negativo Negativo Celiachia improbabile
Negativo Basso Positivo Negativo Positivo Possibile celiachia
Negativo Normale Negativo Positivo Dubbio Possibile celiachia
(quadro tipico dei bambini sotto i tre anni)

Fonte tabella: Labtestsonline

  • IgG antigliadina: Buona sensibilità (82-87%), buona specificità (80%, però molti falsi positivi, ma utile in caso di carenza di IgA)
  • IgA antigliadina: Buona sensibilità (85-90%) e buona specificità (91%)
  • IgA antiendomisio: Alta sensibilità (95-100%) ed alta specificità (99,8%), ma differenze tra i laboratori e possibilità di errori di interpretazione dovuto al test macchinoso.
  • IgA tTG: Alta sensibilità (87-100%) ed alta specificità (93-100%, falsi positivi per patologie autoimmuni)
  • Sensibilità: Capacità di scoprire la malattia nei pazienti che effettivamente ne sono affetti
  • Specificità: Capacità di escludere la malattia in chi non ne è affetto

Fonti

Valori Bassi

Valori Alti

  • Celiachia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Quest’esame è considerato il migliore e il più specifico per la diagnosi di celiachia, tuttavia una percentuale variabile tra il 2 e il 3 per cento delle persone celiache ha carenza di anticorpi IgA e quindi il risultato può essere un falso negativo.

L’esame, inoltre, non è attendibile se eseguito sui bambini piccoli, quindi per confermare la diagnosi di celiachia possono essere necessari ulteriori approfondimenti.

Quando viene richiesto l'esame

Gli esami delle IgA o delle IgG anti-transglutaminasi di norma sono eseguiti:

  • Quando si sospetta la celiachia, anche nei pazienti con sintomi clinici compatibili (come la diarrea cronica, il mal di pancia, l’anemia e il dimagrimento, oppure in caso di neonati cronicamente irritabili o che non crescono normalmente), nei pazienti con sintomi atipici e nelle persone a rischio (per precedenti famigliari, diagnosi di disturbi associati, positività, all’HLA DQ2 e/o DQ8).
  • Per lo screening della dermatite erpetiforme, insieme all’esame degli anticorpi anti-endomisio.
  • Per capire se il paziente celiaco o affetto da dermatite erpetiforme si attiene a una dieta priva di glutine.

Preparazione richiesta

Per ottenere un risultato attendibile, prima dell’esame bisogna seguire una dieta che contenga glutine, cioè che comprenda la pasta, i cereali e i prodotti a base di farina. L’organismo produce gli anticorpi solo quando è esposto al glutine. Se la dieta è priva di glutine, l’organismo non produrrà anticorpi da misurare.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Gentile dott.vorrei sapere se posso ritenere valido l’esito degli esami per la celiachia fatti con l’analizzatore clinico Elisa Alegria by orgentec.Sono risultati negativi ma mio figlio di 5 anni e mezzo continua ad avere un meteorismo serale con feci schiumose e dolore addominale.Negativo anche intolleranza al lattosio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non c’è motivo di dubitare.

      La crescita è normale?
      Casi di celiachia in famiglia?

    2. Anonimo scrive il

      Crescita normale ,mia sorella celiachia,ogg iesito positivo di ossiuri nonostante vermox e zentel.Il pediatra oggi mi ha consigliato di eliminare il lattosio per 20 gg e di osservare se nelle feci riuscivo a vedere gli ossiuri.Escludeva la celiachia …..intanto sono 3 mesi e non riesco a capire il disturbo di mio figlio da cosa è provocato.

    3. Anonimo scrive il

      Buonasera dottore,
      Mia figlia ha 20 mesi e A seguito di un disturbo gastrointestinale con diarrea e un’inappetenza cronica (Non voleva assumere neanche liquidi) é stata posta in infusione. Ho fatto fare alcuni esami tra cui quelli della celiachia: anti transuglutaminasi Iga 65 valori di riferimento positivo >10
      Igg 8,40 valore positivo >10. Anticorpi anti gliadina DP (IgG) 11 valori di riferimento >10 . anticorpi anti gliadina DP (IgA) 1,3 valore positivo >10. Ad oggi la bambina Non ama tanto mangiare la pasta ma neanche la carne, omogenizzato ecc… Accetta di più il latte con i biscotti solubili. Non mi cresce molto di peso , quasi 10 kg . Cosa mi Consiglia di fare? Secondo lei mia figlia é celiaci? Grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Secondo i medici che hanno visto gli esami è celiaca?

    5. Anonimo scrive il

      Mi hanno fatto fare l’anti-endomisio, il risultati si avrà tra 10 gg. Lei che ne pensa di questi valori? Essenzialmente sono alti solo gli Iga.
      Grazie

    6. Anonimo scrive il

      Salve stamattina mia nipote si è fatta esame dell celiachia e risultato è 59 e celiaco

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Di che esame parliamo esattamente? Anti-transglutaminasi? Valori di riferimento?

  2. Anonimo scrive il

    Salve dottore. Come ho già scritto in precedenza, a mia figlia sono usciti gli anticorpi anti transglutaminasi a 15,5 con valore di riferimento POSITIVO maggiore di 10. Su alcuni siti, il valore positivo è maggiore di 16. Non capisco se mia possa essere celiaca o meno. Comunque stamattina ha ripetuto gli anti transglutaminasi in più ha fatto IgA totali, anticorpi anti endomisio e ferritina. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Deve sempre fare riferimento al valore di normalità del suo laboratorio.

    2. Anonimo scrive il

      Buongiorno. Ho appena ritirato le analisi di ma figlia fatte mercoledì. Ora le scrivo i risultati.
      Immunoglobuline IgA 201 (valori di riferimento 70-300)
      Ferritina 19,90 ( 15-300)
      Anticorpi anti Endomisio IgA Assenti (Assenti)
      Anticorpi anti Transglutaminasi 18,20 ( NEGATIVO 0-9; DUBBIO 9-16; POSITIVO superiore a 16).
      Secondo lei mia figlia è celiaca?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La mia sensazione è che non lo sia, ma in questi casi dubbi il parere di uno specialista ritengo che sia consigliabile.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’indagine genetica può verificare una predisposizione, non la manifestazione della malattia.

  3. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore mia figlia a giugno fa 4 anni. Il problema è da piccolina mi mangia poco. Mangia sempre latte. Quando gli faccio la pasta mi mangia solo 3 cucchiai. Fa solo piccoli assaggi. E poi sempre latte. Mi chiedo è normale? Mi pesa 13,9. Ho fatto gli analisi della celiachia e non c’è niente. Che devo fare??? Un consiglio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La pediatra cosa ne pensa? Che sia una questione caratteriale?

    2. Anonimo scrive il

      La bambina è abbastanza vivace. Il padiatra mi dice è questa è così..Mi ha fatto fare diversi analisi ma non c’è niente. Gli ultimi questi della celiachia e non c’è niente..

    3. Anonimo scrive il

      Buonasera dottore,
      Mia figlia ha 20 mesi e A seguito di un disturbo gastrointestinale con diarrea e un’inappetenza cronica (Non voleva assumere neanche liquidi) é stata posta in infusione. Ho fatto fare alcuni esami tra cui quelli della celiachia: anti transuglutaminasi Iga 65 valori di riferimento positivo >10
      Igg 8,40 valore positivo >10. Anticorpi anti gliadina DP (IgG) 11 valori di riferimento >10 . anticorpi anti gliadina DP (IgA) 1,3 valore positivo >10. Ad oggi la bambina Non ama tanto mangiare la pasta ma neanche la carne, omogenizzato ecc… Accetta di più il latte con i biscotti solubili. Non mi cresce molto di peso , quasi 10 kg . Cosa mi Consiglia di fare? Secondo lei mia figlia é celiaci? Grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Secondo i medici che hanno visto gli esami è celiaca?

  4. Anonimo scrive il

    Buongiorno ho fatto esami del sangue a seguito di alopecia area, tra gli esami:
    Ig anti perossidasi 152. Val rif fino a 34
    Ig anti tieoglobul 70. Val rif 115
    Ab anti ena Negativo. Val rif negat
    Iga tot 209 Val rif deficit Iga minore 15
    Ho una bimba celiaca e diabet tipo 1. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento la tiroide funziona bene, gli anti-perossidasi positivi potrebbero indurre il medico a consigliarle periodiche verifiche.

      Le IgA totali si fanno più che altro per controllare che non ci sia una condizione di deficit, che influenzerebbe il risultato di altri esami.

      Raccomando comunque di verificare con il medico.

    2. Anonimo scrive il

      ciao Antonella scrivo perchè ho letto che hai una bimba con alopecia areata, ho anche io lo stesso problema da un anno e mezzo inizialmente ci è stata certificata la celiachia e dopo due mesi i capelli sono tutti ricresciuti, eravamo convinti di aver risolto e invece da tre mesi a questa parte è ricomparsa l’alopecia, avevo piacere di confrontarmi per capire da quale medico portarla visto che la mia pediatra non sa e neanche il gastroenterologo, la mia mail è tiziana.tagliamonte@tiscali.it se ti va scrivimi cosi ci confrontiamo io sono della provincia di venezia ma se tu trovi un buon medico da consigliarmi mi sposto ovunque grazie mille

  5. Anonimo scrive il

    SALVE..possibile celiachia?? antitransglutaminasi IgA 10,0 con valore riferimento 0-16, antitransglutaminasi IgG 12,0 CON VALORE RIFERIMENTO 0-20, anti-gliadina igG 26 con valore riferimento <29.00, anti-gliadina IgA 14 con valore riferimento <20.00, anti endomisio IGA NEGATIVO, anti endomisio 1/2 con valore <1/10 negativo..grazie!!!!!!

    1. Anonimo scrive il

      io da ignorante pensavo 26 fosse alto come valore..quindi non c è nessuna probabilità di celiachia?????

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È comunque inferiore al valore di riferimento, quindi dai risultati descritti non sembra essere celiachia.

  6. Anonimo scrive il

    buongiorno ho appena ritirato esiti di mia figlia che ha 8 anni lamentava sempre mal di pancia è sempre stata inappetente e ho ritenuto opportuno fargli prescrivere esami del sangue correlati alla celiachia visto che mio nonno e mia zia ne sono affetti …risultato globuli rossi rbc 5.04 valori di rif 4.00 5.00 immonuglobuline A per anticorpi anti transglutaminasi IgA risultato 59 valori di rif 7 9 anni 34 -305 è celiaca? grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non mi è chiarissimo il valore di riferimento, è così?

      Valori di riferimento da 7 a 9 anni: 34-305

      Se fosse così si direbbe che NON sia celiaca, anche se non abbiamo la certezza assoluta.

  7. Anonimo scrive il

    buonasera Dottore, in assenza del pediatra per ferie, vorrei avere una sua impressione sui valori ritirati stamattina rispetto ad un sospetto di celiachia. Il bambino mangia bene ma non cresce e ha diarrea o feci molli, non formate da sempre direi (il bambino ha quasi 4 anni ed è da circa due anni sicuri che noto questa cosa).

    – Anti trans-glutaminasi valore 5.5
    – immunoglobuline siero
    IGA 111
    IGG 1033
    IGM 202
    IGA TOTALI 111

    Grazie molte.
    buona serata.
    marta

  8. Anonimo scrive il

    Salve dottore. Durante la gravidanza ho iniziato a soffrire di diarrea. È trascorso un anno e continuo a soffrirne… non ho mai meno di 4\5 scariche al giorno. Ho dolori di pancia,allo stomaco. Ho fatto alcune analisi consigliatemi dalla pediatra tra cui Eu-tTG_Iga con risultato 1.4 U/ml. Si può escludere la celiachia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono stati richiesti anche altri marker per la celiachia?
      Ha anche il valore della ferritina?

    2. Anonimo scrive il

      No,mi hanno fatto fare solo questo esame,sideremia,calcio ed emocromo ( tutti nella norma,solo l’emoglobina corpuscolare media e l’ampiezza distribuzione eritrocitaria elevate). Occorre eseguire altri esami?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, purtroppo è difficile dare consigli senza visitarla. Certe volte anche con anticorpi nella norma non può essere escluso un problema di intolleranza, occorre fare una endoscopia con biopsia per fare diagnosi certa. Si rivolga ad uno specialista gastroenterologo per farsi suggerire la cosa migliore da fare. Saluti

  9. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dottore. Vorrei chiederle, un aumento delle transglutaminasi, valore 18,20 (positivo superiore a 16) con endomisio negativi, cosa può significare? Mia figlia potrebbe avere solo un intolleranza a l glutine.?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’intolleranza al glutine è la celiachia, mentre la sensibilità al glutine è un altro disturbo e non può essere causa di aumento dei valori; il risultato va sottoposto allo specialista perchè di dubbia interpretazione, se in presenza di sintomi specifici è possibile che venga consigliata la ripetizione dell’esame o la gastroscopia.

    2. Anonimo scrive il

      Salve Dottore. Mia figlia non ha segni specifici di celiachia. Ha 12 anni ed è molto in sovrappeso, ha moltissimo meteorismo e smalto dei denti gialli nonostante si lavi i denti 2 volte al giorno. Inoltre è alta 138 cm ma dobbiamo tenere conto che io sono alta 147 cm e mio marito 178 cm. Non presenta ancora sintomi di pubertà. Comunque la settimana prossima deve effettuare nuovamente le analisi del sangue. La pediatra le ha segnato: GLICEMIA; INSULINEMIA; ANTICORPI ANTITRANSGLUTAMINASI IGA; EMA; TPO; ANTICOPRPI ANTI TIREOGLOBULINA; HLA DQ2-DQ8.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ritengo poco probabile una celiachia, ma la pediatra saprà comunque essere più precisa.

      Mi tenga al corrente.

  10. Anonimo scrive il

    salve dottore mia figlia 22 mesi ha fatto gli esami con questi valori
    iga (immunoglobine a) I.d.r. 79 dif. 90/450
    transglutaminasi iga 3.10 rif. 0-7
    transglutaminasi igg 5.8 rif 0/15
    agaa anticorpi anti gliadina iga 28.6 rif fino a 12
    agaa anticorpi anti gliadina igg 41.9 rif. fino a 12 ferritina 45.77 rif 15/400
    c’è rischio celiachia grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buongiorno, gli esami non ci permettono nè di confermare nè di escludere la diagnosi, in quanto gli anticorpi anti-transglutaminasi risulatano nella norma e quelli anti-gliadina no, potrebbe esserci il rischio della celichia. Ne parli col pediatra, potrebbero essere necessari ulteriori approfondimenti in base al quadro clinico. Saluti.

    2. Anonimo scrive il

      ma il fatto che nei giorni precedenti agli esami avesse avuto la febbre può influenzare il risultato degli esami??

    3. Anonimo scrive il

      anche perché non abbiamo scontrato nessun sintomo della celiachia come diarrea o altro

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Non credo che la febbre abbia potuto alterare gli esami; purtroppo spesso la celiachia non si manifesta con sintomi specifici come la diarrea, per questo che spesso viene diagnosticata in età adulta.

  11. Anonimo scrive il

    Salve dottore,
    Ho fatto questi esami di cui esito è ;
    IgA : normale 30
    IgG: normale 30
    IGA: negativo 25
    IGG:negativo 25
    Grazie anticipatamente per la risposta

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Buongiorno, sono relativi agli anticorpi anti- transglutaminasi? Ma i valori di riferimento quali sono ? 30 e 25? e perchè sono scritti due volte?

  12. Anonimo scrive il

    Buongiorno, ho appena ritirato gli esami di mio figlio di 12 mesi,
    Anti trasnglutaminasi IGA 0,5 uml – valori rif. 0,0 – 14,9
    IGA 42 mg/100ml valori rif. 50 – 200
    IGG 469 mg/100ml valori rif. 400 – 1000
    IGM 48 mg/100ml valori rif. 30 200
    Ferritina 10 valori rif. 22 – 322
    Potrebbe essere celiaco?
    Grazie della risposta

    1. Anonimo scrive il

      Sopra i valori c’è scritto Immonoglobuline Siero, penso che i valori di riferimento sia quelli per gli adulti.
      Grazie

    2. Anonimo scrive il

      Sopra i valori c’è scritto Immunoglobuline Siero, credo siano i totali.
      Grazie

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Premesso che nel caso dei bambini/lattanti preferisco non prendere mai posizione, il fatto che gli IgA siano bassi rende più difficile l’interpretazione degli antitransglutaminasi, perchè a loro volta potrebbero essere bassi per un deficit generale.
      Nei bambini poi non sempre gli antitransglutaminasi si positivizzano e in casi dubbi si procede quindi a ulteriori analisi.

  13. Anonimo scrive il

    dottore i miei valori sono:anti gliadina deamidata IgG 87 U.A.
    anti gliadina deamidata IgA 125 U.A.
    Ab Anti endomisio(IFA) PRESENTI (1:160)
    Iga Anti transglutaminasi tissutale 4.965 UA/ml

    sono celiaca grave?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non ci sono i valori di riferimento, ma ad occhio direi che i valori sono tutti positivi; sì, sembra celiachia, ma nulla che non si possa gestire con una dieta attenta.

  14. Anonimo scrive il

    Buonasera. Sono mesi ormai che ho una febbricola di 37.2 a volte arriva a 37.7, vado spesso in bagno in quest’ultimo periodo ed ogni volta che mangio latticini, bevi caffé o bevande gassate o dolori all’addome. Mi hanno detto che sono dei sintomi possibili per la celiachia. Lei pensa che può essere questo?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, sono sintomi abbastanza aspecifici, non possiamo escludere anche la celiachia. Necessita di una visita medica per raccogliere tutti i segni e sintomi così da indirizzarsi verso esami mirati. Saluti.

  15. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore,le mie analisi sono IgA 55,0 e IgG 55,0 ema positivo è da tempo che cerco una diagnosi ma le gastroscopie effettuate 2 nell ultimo anno sono negative ma con linfociti intraepiteliali cd3 48 ……<34 linfociti intraepiteliali y§ 23 ……<3,2 ora dovrei rifarla dopo 4 mesi ….ma sono stanca e dolorante con forte anemia ….dicono che per la pratica ministeriale senza il danno dei villi non ci puo essere diagnosi ….. ma è possibile che devo arrivare a questo punto x avere un pezzo di carta? buonaserata e grazie x la risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo la burocrazia è ancora troppo spesso un ostacolo in Italia; prima delle gastroscopie ha continuato a consumare regolarmente glutine?

  16. Anonimo scrive il

    Buonasera,ho avuto il risultato delle analisi e vorrei un vostro parere.
    ANTI EPSTAIN BARR VCA IgG 3.6 UA/ml
    Non immune 1.2
    ANTI EPSTAIN BARR VCA IgM 0.6 UA/ml
    Negativo 1.2
    VIDAL WRIGHT
    tifo in toto positivo 1:50
    tifo antig.O negativo
    Paratifo A negativo
    Paratifo B negativo
    Melitense negativo
    IgA negativo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, sono risultati nella norma, non indicano cioè infezione in corso.

  17. Anonimo scrive il

    Buongiorno,
    Sono in cura da 2 anni per Connettivite indifferenziata ( tiroide di Hashimoto e triplice positività ad anticorpi anti cardiolipina ad alto titolo dolori articolari , lupus anticoagulans…) al momento Resto un soggetto a quadro subclinico…
    Oggi ho ritirato esami per sospetta celiachia visti continui rash e pruriti e dissenterie ( sono sempre stata un soggetto stitico)
    Per farla breve:

    Immunoglobulina IgA 36 mg/dL (range: 66-436)
    S-IgA 36 mg/dL (range: 66-436)

    Gli esami per autoimmunità risultano tutti nella norma (ANCA: p-ANCA c-ANCA Ab Anti Transglutaminasi IgA)

    @domanda: si puó parlare di deficit di IgA?
    @ potrei essere celiaca?

    La ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì, a mio avviso sì.
      2. Questo non è possibile dirlo con gli esami fatti, proprio perchè presenta un deficit di IgA.

      Raccomando comunque di verificare con il medico.

    2. Anonimo scrive il

      Premesso che ho inviato by mail gli esami alla immunologa che mi segue, purtroppo è in ferie al momento.
      secondo lei:
      1)per capire se sono o meno celiaca dovrei fare un prelievo tessuto e biospia o altri esame del sangue?
      2)il deficit da IgA è curabile? Potrebbe crearmi danni al surrene?
      3)potrebbe darmi ulteriori problemi per una futura gravidanza? (Stiamo cercando il primo figlio…nonostante le mille difficoltà…)
      La ringrazio molto per la celerità di risposta

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Ci sono altri esami del sangue che potrebbero dare un’idea, per valutare se procedere o meno alla biopsia, ma si valuta comunque caso per caso.
      2. In genere non ci sono grossi problemi.
      3. Non che io sappia, ma lo verifichi comunque con il ginecologo.

  18. Anonimo scrive il

    Salve Dott.

    ho fatto il prelievo per capire se sono celiaco…
    i risultati sono:

    IGA TOTALI 194 (90-400)
    AB ANTI GLIADINA S-igG (peptidi deaminati) 1,70 AU/mL
    AB ANTI ENDOMISIO S- igA ASSENTI
    AB ANTI TRANSGLUTAMINASI S-igA 1,40 AU/ml

    come viene interpretata?

    grazie gentilissimo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra di no.

      Valori di riferimento di a-gliadina e a-transglutaminasi?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al 99% dovrebbero essere presenti, in ogni caso sembrano negativi.

  19. Anonimo scrive il

    Salve io in famiglia ho tre casi di celiachia…ho ritirato oggj le analisi è l immunoglobulina A risulta essere 233…ik valori di riferimento sono 70-400.
    Mia sorella quando ha scoperto la celiachia aveva i valori 175…quindi presumo lo sia anche io

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le IgA totali si usano per escludere un deficit genetico, che invaliderebbe gli altri esami; questo valore da solo NON serve quindi a diagnosticare la celiachia ma solo a farci capire se siano affidabili i veri parametri (anti-transglutaminasi, anti-gliadina, anti-endomisio, …).

  20. Anonimo scrive il

    salve ho fatto l esame anti transglutaminasi iga e risulta <1.90 cu riferimento fino a 19.9
    mentre la immunoglobuline iga sono a 124 mg/dl con riferimento sa 70 a 400. sono celiaca?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se di fianco non c’è scritto altro (come per esempio le IgA anti-transglutaminasi) significa che sono le totali.

  21. Anonimo scrive il

    Salve dottore sono da più di 10 anni che qualsiasi cosa mangi mi gonfia lo stomaco sembro incinta di 6 mesi ho fatto una dieta e sono dimagrita ma sempre lo stomaco gonfio ho fatto la prova a mangiare senza glutine per 3 mesi e andava benissimo ho fatto un test in farmacia dove sono intollerante a pasta pane frumento segale pomodori origano cosa mi consigliate?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I test fatti in farmacia in genere non hanno alcun fondamento scientifico, quindi non dia peso; si rivolga con fiducia a un gastroenterologo per procedere a una diagnosi più ragionata.

    2. Anonimo scrive il

      Ok grazie per il consiglio cmq ho fatto analisi per la celiachia che dovrei ritirare tra 10 giorni e da piccola mi avevano diagnosticato intolleranza al glutine ma avevano detto che con il tempo passava tutto

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Esami per la celiachia sul sangue? Li ha fatti dopo aver reintrodotto il glutine per almeno 6 settimane?

  22. Anonimo scrive il

    Certo la terrò al corrente mia cugina è celiaca e come sintomi aveva pure lo stomaco sempre gonfio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Data la famigliarità, anche se non proprio diretta, ha fatto benissimo a verificare.

  23. Anonimo scrive il

    Salve, devo fare delle analisi per sospetta celiachia, ma sono sei giorni che mangio senza glutine. Devo reintrodurlo o sono comunque passati pochi giorni per non vedere dei possibili effetti a livelli di immunoglobine e anticorpi?Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Deve reintrodurlo e valuti con il gastroenterologo quando fare il prelievo.

  24. Anonimo scrive il

    Salve ho ritirato gli esami ma non riesco a scrivere perché si carica sempre il sito non capisco il perché

  25. Anonimo scrive il

    Buonasera Dott.
    Oggi ho ritirato gli esami del sangue prescritti dal mio Dottore di base, per “scoprire”se sono o meno celiaca.
    Riporto di seguito il risultato così com’è:
    – Ab anti Transglutaminasi(IGA/IGG)reflex IgA totali 324 Mg/dl Valori di riferimento 70-400
    Immunoturbidimetrico(lab Nuova lamp)
    -Anti Transglutaminasi IgA 6,6 AU/ml inferiore a 10 negativo >= 10 positivo
    chemiluminescenza(lab Nuova Lamp)

    Mi faccia sapere qualcosa, il mio medico mi ha messo un po’ di ansia.
    Rimango in attesa
    Grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.