Valori Normali

  • IgA
    • Negativo: inferiore a 4.0 U/mL
    • Dubbio: tra 4.0 e 10.0  U/mL
    • Positivo: superiore a 10.0 U/mL
  • IgG
    • Negativo. inferiore a 6.0 U/mL
    • Dubbio: tra 6.0 e 9.0 U/mL
    • Positivo: superiore a 9.0 U/mL

Fonte: Mayo e Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

L’esame delle IgA e/o delle IgG anti-transglutaminasi viene usato per valutare alcune malattie autoimmuni ed in particolare la celiachia.

Le malattie autoimmuni si verificano quando il sistema immunitario scambia una sostanza non pericolosa per un corpo estraneo e la attacca. Nel caso della celiachia la sostanza responsabile è il glutine, una proteina che si trova nel grano, nell’orzo, nella segale e nell’avena. La risposta immunitaria nei pazienti celiaci scatena la produzione di anticorpi che contrastano un enzima normalmente presente nell’intestino, la transglutaminasi (tTG).

Nella celiachia l’organismo produce due tipi di anticorpi che attaccano la transglutaminasi:

  • l’immunoglobulina A (IgA),
  • l’immunoglobulina G (IgG).

La transglutaminasi circolante di tipo IgA è quella più utile per la diagnosi di celiachia, perché è prodotta nell’intestino tenue, che si infiamma e si irrita nei pazienti sensibili al glutine.

Quello dell’immunoglobulina IgA anti-transglutaminasi è l’esame più sensibile e specifico per la celiachia, raccomandato tra l’altro nelle linee guida del 2013 dell’American College of Gastroenterology per la diagnosi della celiachia nei pazienti di età superiore ai 2 anni.

L’esame dell’immunoglobulina IgG anti-transglutaminasi può essere prescritto in alternativa ai pazienti carenti di IgA.

Se il medico sospetta che soffriate di celiachia, può prescrivervi diversi altri esami del sangue, ad esempio quelli degli anticorpi anti-gliadina e di quelli anti-endomisio.

Interpretazione

Gli anticorpi IgA anti-transglutaminasi (tTG) sono specifici dei pazienti celiaci e in alcuni casi anche di chi soffre di dermatite erpetiforme. Con ogni probabilità ai pazienti con risultati da lievemente positivi a positivi verrà diagnosticata la celiachia: per confermare la diagnosi dovrà poi essere effettuata una biopsia.

Se ci si attiene scrupolosamente a una dieta priva di glutine, il valore delle IgA anti-transglutaminasi dovrebbe iniziare a diminuire entro 6-12 settimane dall’inizio della dieta.

I medici non devono basarsi soltanto su quest’esame per giungere alla diagnosi di celiachia, ma l’esame dovrebbe essere usato per identificare i pazienti con un rischio maggiore della norma di soffrirne, per i quali è consigliabile la biopsia intestinale.

Le persone celiache che seguono una dieta priva di glutine prima dell’esame possono avere un esito negativo.

Maggiore è il livello di anticorpi anti-transglutaminasi nel sangue, maggiore è la probabilità di essere celiaci o di soffrire di disturbi connessi alla celiachia. Solo i bambini piccoli fanno eccezione a questa regola.

IgA Transgl. IgA Totali IGG Transgl. Peptide Gliadina IgG Gliadina Diagnosi
Positivo Normale Probabile celiachia
Negativo Normale Negativo Negativo Negativo Celiachia improbabile
Negativo Basso Positivo Negativo Positivo Possibile celiachia
Negativo Normale Negativo Positivo Dubbio Possibile celiachia
(quadro tipico dei bambini sotto i tre anni)

Fonte tabella: Labtestsonline

  • IgG antigliadina: Buona sensibilità (82-87%), buona specificità (80%, però molti falsi positivi, ma utile in caso di carenza di IgA)
  • IgA antigliadina: Buona sensibilità (85-90%) e buona specificità (91%)
  • IgA antiendomisio: Alta sensibilità (95-100%) ed alta specificità (99,8%), ma differenze tra i laboratori e possibilità di errori di interpretazione dovuto al test macchinoso.
  • IgA tTG: Alta sensibilità (87-100%) ed alta specificità (93-100%, falsi positivi per patologie autoimmuni)
  • Sensibilità: Capacità di scoprire la malattia nei pazienti che effettivamente ne sono affetti
  • Specificità: Capacità di escludere la malattia in chi non ne è affetto

Fonti

Valori Bassi

Valori Alti

  • Celiachia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Quest’esame è considerato il migliore e il più specifico per la diagnosi di celiachia, tuttavia una percentuale variabile tra il 2 e il 3 per cento delle persone celiache ha carenza di anticorpi IgA e quindi il risultato può essere un falso negativo.

L’esame, inoltre, non è attendibile se eseguito sui bambini piccoli, quindi per confermare la diagnosi di celiachia possono essere necessari ulteriori approfondimenti.

Quando viene richiesto l'esame

Gli esami delle IgA o delle IgG anti-transglutaminasi di norma sono eseguiti:

  • Quando si sospetta la celiachia, anche nei pazienti con sintomi clinici compatibili (come la diarrea cronica, il mal di pancia, l’anemia e il dimagrimento, oppure in caso di neonati cronicamente irritabili o che non crescono normalmente), nei pazienti con sintomi atipici e nelle persone a rischio (per precedenti famigliari, diagnosi di disturbi associati, positività, all’HLA DQ2 e/o DQ8).
  • Per lo screening della dermatite erpetiforme, insieme all’esame degli anticorpi anti-endomisio.
  • Per capire se il paziente celiaco o affetto da dermatite erpetiforme si attiene a una dieta priva di glutine.

Preparazione richiesta

Per ottenere un risultato attendibile, prima dell’esame bisogna seguire una dieta che contenga glutine, cioè che comprenda la pasta, i cereali e i prodotti a base di farina. L’organismo produce gli anticorpi solo quando è esposto al glutine. Se la dieta è priva di glutine, l’organismo non produrrà anticorpi da misurare.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Gentilissimo Dott., ho ritirato le analisi di mio figlio di 8 anni e questi sono i risultati:
    S-immunoglobuline IgA 104 / Val 40-350
    Anti-transglutamminasi Tiss (tTg) IgA 0,3 / Val <9,0 Neg

    Posso stare tranquilla per la celiachia?
    Gentilissimo per la risposta.

    1. Anonimo scrive il

      Volevo sapere siccome ho fatto le analisi della celiachia volevo sapere se il valore anti transglutaminasi igc 23,90e il valore igA3,20 sono positive o negative

    2. Anonimo scrive il

      Siccome dopo la gravidanza di mio figlio ho iniziato ad avere diarrea e carenza di ferro del tipo anemia il medico ha ritenuto necessario che facessi queste analisi

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, ma avrei bisogno di conoscere i valori di riferimento del suo laboratorio relativamente agli esami descritti.

    4. Anonimo scrive il

      Valore di riferimento igA 3,20 v.n( infa20) valore igG23,90(v.n.infa20)consideri che io era già da tre mesi che seguivo una dieta già priva di glutine la ringrazio anticipatamente

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La dieta che seguiva già da tre mesi rende inaffidabile l’esame; è necessario reintegrare il glutine per un paio di mesi almeno e poi ripetere l’esame.

  2. Anonimo scrive il

    Dott, ho richiesto questo tipo di analisi perché noto che la crescita (altezza)di mio figlio è rallentata rispetto ai suoi coetanei…ci sono altri tipi di analisi per capire perché non cresce nella norma?
    Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Dal punto di vista della celiachia sembra tutto OK.
      Peso ed altezza attuali?

    2. Anonimo scrive il

      Buon giorno dottore, da un po’ di mesi mangio senza glutine pasta pane perché avevo iniziato a soffrire di forti mal di testa addome gonfio dolorante alcune volte vomito e rumori intestinali che generalmente iniziavano dopo pranzo e necessità di andare spesso in bagno.Ho fatto gli esami per la celiachia ma ho iniziato pochi giorni prima a rimangiare alimenti con grano e temo che i risultati sia falsati le mando i risultati così da valutare.
      Anticorpi anni gliadina IgA 0,0 U/ml positivo>10
      Anticorpi anni gliadina IgG 0,0 U/ml positivo>10
      Anticorpi anni endomisio IgA (email) Assenti ———assenti
      Anticorpi anti-transglutaminasi IgA 2,4 UA/ml positivo>10
      Se gentilmente vuole dare una risposta inerenti ai risultati la ringrazio.
      Cordialmente la saluto.Sara

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le confermo che i risultati sono affidabili, servono diverse settimane di assunzione di glutine per verificare.

  3. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore,
    mio figlio Andrea di 4 anni sta facendo delle analisi per valutare la celiachia.
    i valori sono:

    P-immonuglobulina A 1 mg/dl
    P-immunoglobulina G 1509 mg/dl
    P-immonoglobulina M 82 mg/dl

    P-immunoglobulina IgA per celiachia 1 mg/dl
    S-Ab anti-transglutaminasi (IgA) reflex <0,5 U/ml
    S-Ab anti-transglutaminasi (IgG) reflex <0,8 U/ml
    S-Ab anti gliadina deamidata IgA reflex <0,2 U/ml
    S-Ab anti gliadina deamidata IgG reflex 0,6 U/ml

    mi puo dare un parere? la ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra di no, ma le chiedo cortesemente i valori di riferimento.

    2. Anonimo scrive il

      Ecco i valori di riferimento
      P-immonuglobulina A 1 mg/dl (27 195)
      P-immunoglobulina G 1509 mg/dl (504 1464)
      P-immonoglobulina M 82 mg/dl (24 210)

      P-immunoglobulina IgA per celiachia 1 mg/dl sospetto deficit congenito per valori inferiori o uguali a 10
      S-Ab anti-transglutaminasi (IgA) reflex <0,5 U/ml (0.0 15.0)
      S-Ab anti-transglutaminasi (IgG) reflex <0,8 U/ml (0.0 15.0)
      S-Ab anti gliadina deamidata IgA reflex <0,2 U/ml (0.0 15.0)
      S-Ab anti gliadina deamidata IgG reflex 0,6 U/ml (0.0 15.0)

      la ringrazio anticipatamente per la sua celerità e gentilezza.
      buona giornata Nicla

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente non è celiachia, ma qualche dubbio rimane perchè il valore molto basso (congenito?) delle IgA impedisce di valutare correttamente le S-Ab anti-transglutaminasi (IgA).

      Mi faccia sapere come li valuterà il medico.

  4. Anonimo scrive il

    Salve…da circa 40 gg soffro di un prurito in più parto del corpo pancia braccia e dietro ginocchia. ..ho fatto tutte le analisi di routine e l emoglobina e i trigliceridi sono risultato un Po bassi rispetto alla norma. Potrebbe essere celiachia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non credo, soprattutto in assenza dei sintomi caratteristici.

  5. Anonimo scrive il

    salve dottore,vorrei chiederle di leggermi le analisi che ho effettuato per intolleranza al glutine, a me sembrano normali,di seguito le elenco i valori. anti -endomisio negativo. anti-transglutaminasi IgG <3.0 anti-transglutaminasi IgA (TIGA) 7.1 anti-Gliadina (AGA) AGA IgG 4.1 AGA IgA 4.3

    1. Anonimo scrive il

      salve, ha ragione mi sono dimenticato, elenco il tutto( anti-ENDOMISIO, NEGATIVO valore di riferimento NEGATIVO) (anti-transglutaminasi IgG <3.0 UA/ml valore di riferimento 18=POSITIVO) (anti-transglutaminasi IgG (TIGA) 7.1 UA/ml valore di riferimento 18 POSITIVO) (anti-Gliandina (AGA) AGA IgG 4.1 UA/ml valore di riferimento 18 = POSITIVO) AGA IgA 4.3 UA/ml valore di riferimento 18= POSITIVO. La ringrazio per la sua disponibilità e la risposta.

  6. Anonimo scrive il

    non so se il messaggio le sia arriva completo perchè dopo l’invio ho notato, e non mi spiego come mai il messaggio era incompleto . in tal caso le rimando il messaggio.

    1. Anonimo scrive il

      salve dottore il totale non mi risulta comunque i valori di riferimento erano incompleti non so li vuole rivedere.grazie, e buona serata.

  7. Anonimo scrive il

    Salve dottore mio figlio ha effettuato gli essmi per la celiachia .Le volevo chiedere cosa significa Anti transglutaminasi tipo 2 IgA il valore è 0.74 mentre lo scorso anno era 0.61 .Ho capito dai risultati che sono negatvi ma volevo capire il significato di questo valore . Grazie per lla cortese attenzione .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se negativo non ha alcun significato il fatto che sia aumentato rispetto all’anno scorso.

  8. Anonimo scrive il

    buongiorno dottore ho eseguito le transglutaminasi il risultato e’ il seguente IgA < 3.0

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Andrebbero valutati anche gli altri esami, ma da questo sembra che NON sia celiaco.

  9. Anonimo scrive il

    Buon giorno, ho effettuato l’analisi per l’igA, il risultato è:
    Antitrasgluminasi riflessa IgA 433 mg/dL (valori di riferimento 10-410…quindi un po’ alta);
    Antitrasgluminasi umana IgA 4.4 UA/mL (valori di riferimento 16 positivo)…come devo leggerli
    Grazie

  10. Anonimo scrive il

    Buongiorno, mi sono stati prescritto gli esami del sangue per verificare una possibile celiachia. Sto seguendo una dieta denza glutine e il medico di base mi ha detto di reintegrare il glutine ( dieta libera) per tre settimane prima di effettuare gli esami, ma ho letto che le settimane dovrebbero essere 6. Lei che consiglio dà? Grazie

  11. Anonimo scrive il

    Buonasera, a seguito di alcuni disturbi gastrointestinali ricorrenti mi sono recata presso la gastroenterologa la quale mi ha prescritto le analisi per individuare gli anticorpi al glutine, se presenti. Ho ritirato le analisi al laboratorio di analisi ma ho trovato solo la igA con valore 1. Gli altri che invece ho letto qui, igG ecc ecc…non erano menzionati. Posso ritenere validi i miei esami con esito negativo per la celiachia? Grazie per la cortese risposta.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente non sono stati eseguiti per deficit di IgA; quali sono i valori di riferimento?

    2. Anonimo scrive il

      Ok, ci sta la prima parte del messaggio: valori inferiori a 20 assenti; tra 20 e 30 debole positivo, maggiore a 30 presenti.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente soffre di deficit di IgA e gli altri esami non avrebbero avuto significato; il medico sarà più preciso in proposito, ma servirà trovare altre strade per verificare.

  12. Anonimo scrive il

    Buon giorno dottore.ho saputo che gli esami del sangue per la celiachia alcune volte possono risultate negative anche se si è celiachi.ma se una persona ha tutti gli altri parametri nella norma e cioè ferro proteine ed altro potrebbe essere ugualmente celiaco?.ritiene che io debba fare la biopsia?grazie mille.il mio unico disturbo e’ la diarrea al max una volta a settimana ma se io mangio tutti i giorni pasta e pane e nn dovrei averla sempre se sono celiaca?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Nel suo caso escluderei la celiachia se i valori sono negativi ed i sintomi solo quelli descritti.

  13. Anonimo scrive il

    Buongiorno,
    ho ritirato i referti per sospetta intolleranza al glutine.
    Cosa ne pensa?
    Ab anti TRANSGLUTAMINASI IgA < 3.0 AU/mL < 12.0
    12.0-18.0 Valore dubbio

    Ab anti TRANSGLUTAMINASI IgG 3.2 AU/mL <12.0
    12.0-18.0 Valore dubbio

    Ab anti SACCHAROMYCES CER. ASCA IgA* H 1:10 Titolo < 1:10
    Ab anti SACCHAROMYCES CER. ASCA IgG* H 1:10 Titolo < 1:10

    Grazie

  14. Anonimo scrive il

    Spett.le dott.ho ritirato gli esami di mia nipote di 5 anni e questi sonoi i risutati:anticorpi iga antiendomisio border line.Anticorpi iga anti t-tg umana (antitransglutaminasi) 15(riferimento <16 au/ml)cosa significano?Grazie .Cosa significa esattamente un risultato BORDERLINE.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma per scelta non esprimo mai giudizi sui bambini.

      Tecnicamente borderline significa “proprio al limite”, “alto, ma non così alto da essere sicuri che sia un problema”.

  15. Anonimo scrive il

    Dottore mi perdoni ma se la mia bimba tre anni un anno fa aveva tali valori negativi e’ sempre possibile che sia celiaca ? grazie

    1. Anonimo scrive il

      Ha avuto gastroenterite e da allora dolori addominali anche se ora diminuiti e ora feci non sempre firmate

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Spesso dopo gravi gastroenteriti persiste un quadro di colon irritabile.

    3. Anonimo scrive il

      Nel senso ? Può essere una malattia cronica intestinale ? O magari il valore è legato sempre ad in infiammazione del intestino derivante dal virus ? Che altro bisogna indagare ? Graxie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono entrambe ipotesi plausibili; il medico deciderà i prossimi passi in base ai sintomi ed al quadro generale.

    5. Anonimo scrive il

      Ho letto che i valori per i bambini sono di solito più alti addirittura sotto i 4 anni il valore limite sarebbe 100 …

  16. Anonimo scrive il

    Gentile dottore, Le ho scritto già la volta scorsa perché gli anticorpi antitransglutaminasi avevano un valore di 1 U/ml, valore negativo. Poi ho eseguito anche le ig totali che hanno dato questi risultati: igG 1643 – valore Max 1600. IgA 462 – valore Max 400. Cosa vuol dire? E cosa potrebbero indicare i valori superiori al massimo dei valori di riferimento? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le totali nel contesto delle analisi della celiachia servono solo a verificare che l’esito degli esami specifici sia affidabile.

    2. Anonimo scrive il

      Ok, si, questo mi è chiaro. Quindi il valore leggermente alto non ha nessuna importanza considerato da solo anche in riferimento ad altre problematiche che non siano la celiachia?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ci dice che il sistema immunitario è leggermente attivato per qualcosa, ma:
      1. Non sappiamo verso cosa,
      2. L’aumento è minimo e non credo che verrà considerato significativo.

    4. Anonimo scrive il

      Ok, grazie per la gentile risposta… Anche se gli esami per la celiachia sono stati negativi, fortunatamente… Io continuo ad avere i miei disturbi, nausea, meteorismo, dolori allo stomaco dopo mangiato e feci non proprio regolari. Quindi questo un po mi spiazza perché non capisco il motivo del disturbo… Quindi varrà la pena approfondire 🙂

  17. Anonimo scrive il

    Dott.re mi scusi ho fatto questo esami a mio figlio di 6 anni mi sa dire se ci sono problematiche?grazie: igG anti-transglutaminasi 19.7 valore di riferimento: assenti 18…. IgA anti-transglutaminasi <3.0 Riferim assenti 18… In attesa di risposta la ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Qualche dubbio viene, ma nel caso dei bambini non mi sento in grado di esprimere giudizi.

  18. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho fatto prescrivere esami del sangue a mia figlia di 4 anni xke collegando alcuni episodi tra macchie che scompaiono dopo qualke minuti e caduta di un ceppa di capelli mentre la spazzolavo mi sono preoccupata.
    Dalle risposte degli analisi mi hanno detto che non hanno riuscito a fare alcuni esami perché il sangue si è coaungulato e i valori sono:
    Ferritina : esito 32.40 valore riferimento 11:00-306.80
    Creatinina 0.29 riferimento 0.52-1.04
    HCT 35.3 riferimento 37.0-47.0
    MCV 73.4 riferimento 80.0-99.0
    MCH 26.1 riferimento 27.0-32.0
    Neutrofili 36.8 riferimento 40.0-74.0
    Monociti 10.9 riferimento 3.4-9.0
    LUC 4.3 riferimento 0.0-4.0
    Ab Anti Endomisio IgA (EMA)
    esito: presenti
    mentre il valore di riferimento e assenti
    e Ab Anti Transglutaminasi IgA
    e risultato esito 13
    mentre il valore di riferimento e
    negativo 10 positivo
    il pediatra mi ha prescritto una visita gastrointerlogo x sospetto celiachia con urgenza x domani al ospedale del bambino Muzzi di Milano
    adesso mi kiedo cosa succederà ,ke faranno a mia figlia?
    Spero in una sua risposta
    la ringrazio in anticipo

    1. Anonimo scrive il

      Grazie x la risposta ma x lei dagli esami e celiachia ho e ancora da vedere??
      E un altra domanda se farà la gastroscopia l addormentano ho sveglia?
      Xke mi figlia e terrorizzata anche dal suo pediatra non si fa nemmeno guardare da lontano

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Per ora c’è solo il sospetto.
      2. Non è detto che venga fatta.

  19. Anonimo scrive il

    Salve Dottore, dopo un messe passato con un giornaliero mail di testa
    che si scatenava sempre dopo i pasti..
    mal di pancia anche questa giornaliera e molto forte..
    senso di nausea, uno sfogo nella parte inferiore della schiena.. e infine
    una spossatezza e stanchezza molto evidenti… mi sono convinta ad andare dal medico..
    convinta che fosse tutto dovuto dallo stress 🙂 ( facendo due lavori ci può stare no?)
    il dottore però mi ha prescritto gli esami del sangue tra cui tiroide e appunto gli esami
    per la celiachia…
    oggi ho preso le analisi.. sono all’incirca tutte nella norma…
    ma di tutte quelle che il dottore mi aveva segnato
    per la celiachia ho solo un risultato:
    IgA anti-TRANGLUTAMINASI TISS. 0.2 U.A. (10 POSITIVO)
    Poi c’è scritto (ELISA) e Possibili falsi negativi in caso di decifit Iga)
    che significa???

    grazie mille Elisa

    1. Anonimo scrive il

      Salve Dottore.. no mi spiace ma l’unico valore nel settore SIEROIMMUNOLOGIA è questo….
      perchè c’è solo un rislultato??
      non è che devo rifare gli esami??? vero?? 🙂

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il risultato ci porta ad escludere che sia celiachia, ma in genere si richiedono anche le IgA totali perchè alcuni pazienti sono carenti di questi anticorpi e quindi l’esame fatto diventa non affidabile.

    3. Anonimo scrive il

      ok… ne parlerò con il medico..vediamo che cosa mi dice…
      la ringrazio molto..
      buona giornata
      elisa

  20. Anonimo scrive il

    Salve dottore
    mi darebbe il suo parere?
    che valenza hanno questi esamI…sono celiaca?
    ANTICORPI ANTI- GLIADINA IGA 1,6 RIFERIMENTO 0-5,5
    ANTICORPI ANTI-GLIADINA IGG 18,1 RIFERIMENTO 0-10

    grazie in anticipo per la risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Celiachia poco probabile, a meno che i sintomi non siano assolutamente evidenti.

  21. Anonimo scrive il

    Buonasera ho ritirato gli esami di mia sorella..
    S–già totali 81 deficit già <15
    Antitransglutaminasi già 0.1 negativo <4
    Calprotectina 70 incerto 50/200
    Pensa sia celiaca..?
    Grazie

  22. Anonimo scrive il

    da quattro anni soffro di celiachia e nonostante segua scrupolosamente una dieta senza glutine e stando molto attenta a non contaminare nulla di quello che uso per cucinare e mangiare, il valore della transglutaminasi non è mai tornato NEGATIVO.
    L’ultima analisi effettuata la scorsa settimana da un valore di 122.
    Sono disperata, non so più cosa fare e pensare, il mio medico insiste col dire che sicuramente involontariamente commetto qualche errore, le assicuro che non è così, anche perchè sono stata da una nutrizionista esperta in celiachia che dopo un’intervista fatta su come cucino,mangio ed avermi fatto compilare un diario settimanale, mi ha garantito che non ci sono errori.
    Cosa posso fare?Ci sono altri accertamenti che posso effettuare?
    La ringrazio per la sua risposta
    Saluti

    1. Anonimo scrive il

      Buongiorno dottore
      si uso quotidianamente la lavastoviglie, mi capita di lavare a mano i piatti raramente.
      Uso spesso il forno, però sto attenta a coprire le pietanze senza glutine con un foglio di carta forno e mettendole sempre nella parte alta.
      La ringrazio per la sua cortese attenzione.
      Saluti

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il forno potrebbe essere una possibile fonte di contaminazione, soprattutto se ventilato.

      Ha pentole che usa solo lei?

    3. Anonimo scrive il

      Sinceramente no… però le lavo prima di metterle in lavastoviglie, così pure piatti e posate varie.
      Il forno potrebbe essere causa di contaminazione anche se viene tolta la ventilazione?

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente mi sto sforzando di cercare il pelo nell’uovo, perchè sembra che faccia tutto correttamente, ma proverei ad intervenire su questi due aspetti: pentole, posate e piatti solo per lei e togliere la ventilazione in forno.

  23. Anonimo scrive il

    Mi hanno diagnosticata celiaca 11 anni fa, ma da 4 anni mangio glutine fuori casa e in questi 4 anni ho gli esami negativi con valori della transglatuminasi che varia dal 3,5 al 4.5 e devono stare a volte sotto al 7 altre sotto al 9 e la gliadina deamidata iga negativa.. Secondo lei cosa significa? Grazie

  24. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, ho ripetuto le analisi per la celiachia a mia figlia si 2 anni poiché continua a crescere poco in altezza ( da 75 esimo siamo passati al 10 percentile ) pa via gonfia , feci semiformate e dermatite su braccia e gambe.

    Gli esami di agosto erano tutti negativi :valore 0.10 con riferimento (0-10) ma le iga totali erano 17 ( minimo valore 70).
    Ora sono state rifatte e i valoro sono i seguenti :iga totali 117 , antitransglutaminasi 0.4 (0- 7) ; igg 0.4 (0-7) ma iga antigliadina 3.4 (0-7).
    I valori sono di nuovo tutti negativi visto ma sono aumentati sopattutto le iga antigliadina ( da 0.10 a 3.4).
    Le altre analisi sembrano abbastanza Nell norma ancora.

    Lei cosa ne pensa ?

    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Nei bambini i quadri possono essere dubbi e si può valutare di ricorrere ad altri esami; approfondirei la situazione con un centro pediatrico specializzato.

    2. Anonimo scrive il

      Abbiamo provato sotto consiglio del gastroenterologo a togliere il latte ma la situazione non muta .. con questo esiti e’ comunque possibile o posso escluderla la malattia celiaca ?

      Grazie ancora

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente non al 100%, ma non avendo esperienza pediatrica prenda le mie parole con le dovute cautele.

  25. Anonimo scrive il

    Buonasera Dottore,
    ho fatto le analisi e il mio medico dice che non sono celiaca vorrei però capire cosa significa avere le immunoglobuline IgA totali < 5 mg/dl (rifermento adulti 70-400). Le IgE totali invece vanno bene, sono 23.8 U/ml (riferimento adulti fino a 100).
    La transglutaminasi anticorpi IgA è < 1.9 UA (fino a 19.9 = negativo) mentre la transglutaminasi anticorpi IgG è 2.3 U/ml (inf . a 20= negativo). Soffro di tosse stizzosa da diversi anni (alcune stagioni vanno meglio altre peggio) e tutti i medici che mi hanno visitata (pneumologi e allergologi) sostengono siano allergie incrociate…la sintesi è però che continuo a soffrirne, la sera/notte soprattutto. Ha dei consigli? La ringrazio di cuore.

    1. Anonimo scrive il

      La ringrazio, mostrerò il link al mio medico. Niente reflusso, ho fatto la gastroscopia qualche anno fa e me l’hanno escluso.
      Buona giornata,

      Serena

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Il medico conosce sicuramente questa condizione, ma quando asintomatica non necessità di alcun trattamento.
      2. Sono stati provati antistaminici? La tosse migliora?

  26. Anonimo scrive il

    Salve dott ho bisogno di aiuto mia moglie e da agosto che ha di continuo nausea e vomito e stata ricoverata ma nn e uscito niente di niente , ha fatto di tutto e dico di tutto anche con gastreoscopia usci un reflusso gastroesofageo a detta di.loro curato ….. ma da allora nn ha mai avuto piu vita normale ci puo aiutare x favore grazie 1000

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni la domanda, ma è opportuno esserne certi.
      Escludiamo una gravidanza?
      Per il reflusso sta assumendo farmaci?

    2. Anonimo scrive il

      Nn e incinta anche perche ha fatto 2 volte il test…… sinceramente me l’anno fatta mandare in analisi da uno psichiatra si assume dei farmaci che sinceramnete nn le hanno mai dato beneficio al 100% tutto questo da novembre e andata in analisi ma semza nessun beneficio definitivo e ora dal 24 dicembre e ricaduta con nausea e vomito amche 3/4 volte al giorno x il reflusso nn le hanno dato nulla

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Temo che sia una situazione al di là delle mie competenze, ma forse un tentativo curando il reflusso proverei a farlo.

    4. Anonimo scrive il

      X favore mi dia lei un consiglio riguardo al.reflusso allora qlke.tipo.di farmaco ?

    1. Anonimo scrive il

      Con tutto il rispetto il dott di base nn e mai stato un fenomeno anzi a volte sembra “scendere dalle stelle” , una domanda vorrei farle .? Ma il reflusso Gastroesofageo puo diventare cronico ? E può procurare vomito e nausea di continuo ? Ci consigliate di nn abbandonare la pista del Gastroenterologo ?

  27. Anonimo scrive il

    In ospedale fecero anche l biopsia allo stomaco , questo esclude tipi di allergia nn so al nikel o altro ……?… lei lamenta cmq tutti i sintomi del reflusso ( eruttazione acida, dolori e bruciori di stomaco, singhiozzi insistenti, dolori al torace con senso di nodo e stringimento alla gola e poi la nausea e vomito……. ci consiglia magari anche una dieta da seguire ? I medici che lhanno seguita li ho visti troppo superficiali al riguardo …. un fattore ansioso potrebbe causare vomito lo visto su internet ma lei cmq in una gastroscopia usci questo reflusso gastroesofageo e tutt’ora lei lamenta tutti i sintomi di questa patologia….

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La biopsia permette di valutare la celiachia ed alcuni altri aspetti, non altre intolleranze/allergie (che però sono spesso sopravvalutate).

      È sicuramente una situazione che va al di là delle mie capacità ed onestamente ritengo poco probabile che sia stato escluso il reflusso senza una buona ragione, l’ho nominato perchè è la prima ipotesi che viene in mente in questi casi.

      Sentirei il parere di un gastroenterologo se e solo se questa strada fosse stata battuta superficialmente fino ad oggi.

      Sta assumendo farmaci in questo momento?

    2. Anonimo scrive il

      Lo psichiatra la prescrisse i primi di novembre Lorazepam levopraid gocce efexor la mattina….. e andata diciamo bene fino al 23/12 anche se capitava qlke vomitata associata sempre ad un po di nausea, poi dal 23 e riiniziato il problema quotidianamente , le levopraid il dott le ha ridotte da 15 a pranzo e 15 a cene a solo 5+5…. queste perche la ritardarono il ciclo e fece alzare la prolattina …. ora le ha dato Zarelix al mattino lebrax a pranzo e cena tutto in compresse ….. e le solite lorazepam 3 volte aldi….. ma e andata molto meglio con la prima cura…. premetto che la seconda cura e solo una settimana

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Zarelis richiede almeno 3-4 settimane prima di agire, proviamo ad aspettare questo tempo.

    4. Anonimo scrive il

      Quindi Zarelis azzera Efexor e bisogna cmq aspettare che faccia effeto credevo che staccando efexor lo Zarelis avrebbe subito seguito la sua scia di cura……..

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, in questo caso è possibile che benefici della cura fatta in precedenza e noti dei benefici decisamente prima delle 3-4 settimane solite.

    6. Anonimo scrive il

      Mi scusa dott volevo chiederle mia.moglie lamenta delle vertigini quando fa le cose piu semplici tipo spazzare x terra o fare i piu comuni lavori domestici
      Puo essere un effetto indesiderato dei farmaci ?….

  28. Anonimo scrive il

    Lei dice che gli capita da quando questo vomito é diventato persistente , credevo che fosse da quando adsume medicina ho sbagliato io , ora lei mi ha detto di chiederle che la seconda cura che sta facendo ha notato che gli brucia lo stomaco puo prendere qlke copertura ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Con il medico può sicuramente valutare una copertura; per le vertigini si potrebbe pensare di integrare i sali minerali che perde con il vomito, ma è da valutare con attenzione con il medico per evitare di irritare lo stomaco.

  29. Anonimo scrive il

    Salve dottore io sono positiva al q2 e q8 ,al 30 per cento potrebbe venire. La celiachia ho fatto le analisi e tt ok ma nn capisco un valore,transagutaminasi IgG mi da 0.10 che vuol dire? Spesso ho dissenteria mal di pancia. Capelli e unghie Sottili.,anche se ho ipotiroidismo funziona senza pastiglie. Benissimo.non capisco sto prurito dappertutto

  30. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore, appena ritirato le analisi.

    IgA anti-tranglutaminasi tiss. RISULTATO: 0.3

    Valori di riferimento:
    10 positivo
    E’ tutto ok giusto? E’ normale che sia cosi basso?

  31. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore

    volevo un suo parere sui miei esami.
    anti trasglutaminasi reflex iga totali 425 (range 40-350) e antitrasglutaminasi iga 1.3 (range negativo <4.5)
    Posso escludere la celiachia o devo indagare?

    grazie

    1. Anonimo scrive il

      grazie dottore….
      il medico di base mi ha richiesto antitrasglutaminasi riflessa e quelli sono gli unici risultati inerenti alla celiachia che sono usciti.
      Poi ho ana positivi tsh normale (ma nei vecchi esami avevo anticorpi alti ma sempre tsh nei range). Trigliceridi bassi e ige prist positive ( allergie erba mazzolina e altre erbe).

  32. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho scoperto da poco di essere intollerante al lattosio e dato che soffro di tiroidismo di hashimoto ho preferito fare anche l’esame per la celiachia: il medico mi ha prescritto trasglutaminasi IgG IgA che sono entrambi negativi ma gli anticorpi antigliadina IgG sono negativi ma IgA sono 19 con un valore di riferimento positivo >17. Vorrei capire se è comunque possibile la celiachia in quanto nonostante ho escluso completamente il lattosio da più o meno un mese spesso ho meteorismo,flatulenza,feci quasi liquide e terribili bruciori di stomaco. Spesso mi sveglio sazia e già dopo colazione provo un senso di reflusso. Ha qualche consiglio da darmi?PS preciso che per il tiroidismo prendo il tirosint liquido. Grazie mille in anticipo…buona giornata

    1. Anonimo scrive il

      Onestamente non saprei…qui c’è scritto anticorpi anti-Gliadina IgA 19 IU/ml come valori di riferimento dice negativo 17,00

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Improbabile che sia celiaca, ma in genere si chiede anche l’esame delle IgA totali per escludere un deficit genetico.

    3. Anonimo scrive il

      Ma come mai questo falso positivo?da cosa può essere dovuto?perchè anch’io la escludo in quanto ci sono giorni in cui comunque mangio pane o pasta ma sto bene…ci sono stati giorni in cui ho mangiato prosciutto crudo o zucchine e sono stata male lo stesso…a volte mi sembra di impazzire…

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Possono capitare, in quanto la specificità non è del 100%.

  33. Anonimo scrive il

    salve da pochi giorni ho avuto risposte dei prelievi per la celiachia e mi dicono che sono positivi e volevo sapere se è proprio necessario fare la gastroscopia la ringrazio anticipatamente

  34. Anonimo scrive il

    Buona sera mio figlio ha la vitiligine e mi hanno dato alcuni esami da fare! Guardando i valori di riferimento mi sembra di vederne uno alterato che sarebbe: ANTI TRANSGLUTAMINASI TISSUTALE iGa e il suo risultato è 18,00 e i valori di riferimento sono U/ml 0,0-10,00 Vorrei un parere per favore .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Instilla il dubbio della celiachia; ci sono sintomi intestinali?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’anti-transglutaminasi è un esame che serve a rilevare l’eventuale presenza di celiachia.

    3. Anonimo scrive il

      E possibile che sia celiachia se gli altri esami tipo anti endomisio sono assenti e anche ANTI GLIAD IGA e 4.7 e ANTI GLIAD IGG e 5.9

    4. Anonimo scrive il

      ANTI GLIAD IGA e 4.7 (0,0-12,0) e ANTI GLIAD IGG e 5.9 (0,0-12,0) invece TRANSGLUTAMINASI TISSUTALE IGA 18,00 (0,0-10,0)

  35. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore. Da più di un mese ho problemi intestinali che nella fase più acuta sono sfociati in diarrea mentre ora (la mia normalità) mi limito a delle feci “molli/lente”.
    Durante la fase acuta ho eseguito la calprotectina con valore riscontrato 150 (riferimento >60 elevata infiammazione).
    Negli ultimi 10 gg di mia spontanea volontà ho deciso di mangiare senza glutine e mi sento molto meglio (sempre però con feci piuttosto “molli”).
    Ora il mio medico di base mi ha detto di ripetere la calprotectina e in più di eseguire le analisi di routine per capire se sono celiaco (Iga, Igg, ecc..).
    Le domando: se faccio subito le analisi (dopo 10 gg di dieta senza glutine) i risultati potrebbero uscire sballati? Che cosa mi consiglia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, non sarebbero affidabili; reintroduca il glutine per qualche settimana prima di sottoporsi alle analisi.

    2. Anonimo scrive il

      E possibile che sia celiachia se gli altri esami tipo anti endomisio sono assenti e anche ANTI GLIAD IGA e 4.7 e ANTI GLIAD IGG e 5.2

  36. Anonimo scrive il

    Buongiorno , a mio figlio di 7 anni è stata diagnosticata la malattia celiaca ai primi di settembre dello scorso anno . I valori erano i seguenti :
    Antic.anti transgl.IgG 69 val rif posit > 10
    Antic anti transl. IgA 128 ” ” >10
    Antic anti Gliad IgG 73 ” ” >10
    Antic anti Gliad IgA 46 ” ” >10
    Antic.anti Endomisio Presenti ” ” Assenti

    A distanza di 5 mesi i valori con lo stesso ordine sono i seguenti :
    14
    25
    24
    4.5
    Presenti
    La ferritina è 24 (24-340) e il ferro è 100 (60-160)
    Volevo gentilmente sapere se dopo appunto 5 mesi di dieta aglutinata i valori dovevano azzerarsi o la loro diminuzione è già un dato positivo.
    Grazie dell’attenzione,

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La diminuzione è senza dubbio positiva, ma raccomando di perseguire una dieta scrupolosa senza alcuna fonte di glutine.

  37. Anonimo scrive il

    Mia figlia 16 anni ha questi valori. I primi due si riferiscono alla celiachia, essendo positivi vuol dire che lo sia diventata o sono solo alterato e che con una adeguata dieta potrebbero rientrare?
    Gli altri valori cosa sono? Devo preoccuparmi?
    Grazie

    ANTIGLIADINA igg 47,2 positivo se superiore a 18

    ANTIGLIADINA iga 24.7 positivo se superiore a 18

    GLICOSILATA 5.5 (5,7-6,4)
    S-ANTI-TG AB..4.24 (0,0-4,1)

    1. Anonimo scrive il

      Si
      Iga anti TRANSGLUTAMINASI 1.11 (negativi < 9)

      IGG-ANTI TRANSGLUTAMINASI (<3 negativo)

      Grazie mille…

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente no, ma qualche dubbio rimane.

      Lo specialista cosa ne pensa?

  38. Anonimo scrive il

    buon pomeriggio dott ,vista la sua esperienza le chiedo in parere su i risultati x la celiachia di mio figlio11 anni IGA x tTg164, IGA1.1 val di rifer <20 ige tot 2.4 val di rifer<100 grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma non mi sono chiarissimi risultati e rispettivi valori di riferimento; le chiederei gentilmente di riscriverli, magari uno per riga (non usi il carattere “<" che potrebbe creare problemi di visualizzazione).

  39. Anonimo scrive il

    ok mi perdoni iga tot 164 poi iga1.1 ige 2.4 spero di aver fatto bene adesso grazie ancora

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      MI sembra tutto negativo; il “sembra” deriva dal fatto che non sono sicurissimo di aver ben interpretato quando scritto e relativi intervalli di riferimento.

  40. Anonimo scrive il

    Buon pomeriggio, ho sempre avuto problemi di colon irritabile, ma da circa un anno si scatenano oramai quasi ogni mese questi sintomi, stanchezza, qualche linea di febbre, forte mal di testa che dura due tre giorni senza che possa bere o mangiare, il dottore pensa sia un male assorbimento così mi ha fatto fare anti endomisio e anti tranglutaminasi, li ho fatti oggi dopo 5gg. di dieta senza glutine, le chiedo, dopo 5gg. senza glutine gli esami possono essere nulli?
    Grazie se mi vorrà Rispondere.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      5 giorni non sono moltissimo, ma è probabile che possano influire; al momento della discussione dei risultati con il medico glielo segnali.

  41. Anonimo scrive il

    Ho ritirato le analisi di mio marito:
    DBG- AGA- igA Esito 0,8 Riferimento – minore di 5,5 negativo
    DGP – AGA – igG Esito 0,9 Riferimento – minore di 10 negativo
    Ab Anti Endomisio Esito Assenti. Riferimento – assenti
    Ab Anti – Transglutaminasi igA Esito 1,5. Riferimento minore di 9 negativo

    Ok capisco dai valori che non è celiaco ma la mia domanda è; i igA e igG non sono molto bassi? E se sono molto bassi cosa vuol dire a livello di salute? Abbiamo richiesto queste analisi perché mio marito ha sempre disturbi intestinali.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tutto OK, normale che siano bassi e questo non è legato ad alcun problema.

  42. Anonimo scrive il

    Salve Dottore
    ho eseguito questi analisi in quanto la mia dott.ssa sospetta di celiachia
    Ab anti Transglutaminasi IgA (ELISA) 5.51 U/mL > 9.0 Positivo
    TIREOTROPINA (TSH) 2.48 µUI/ml 0.35 – 4.50
    Alfa 1 Glicoproteina Acida 80.90 mg/dL 50.00 – 120.00
    Glicemia 76 mg/dl 65 – 100
    —————————————————————————
    Azotemia 31.00 mg/dl 15.00 – 50.00
    —————————————————————————
    Creatinina nel siero 0.52 ** mg/dl 0.55 – 1.10
    —————————————————————————
    eGFR (Velocità filtrazione glomerulare calcolata) 137.54 ml/min > 60

    Magnesio 1.96 mg/dl 1.58 – 2.55
    —————————————————————————
    GOT/AST 10.00 U/L 6.00 – 24.00
    —————————————————————————
    GPT /ALT 12.00 ** U/L 13.00 – 45.00
    —————————————————————————
    Sideremia 41.00 ** µg/dl 50.00 – 170.00
    —————————————————————————
    Ferritina 9.70 ** ng/ml 10.00 – 291.00
    —————————————————————————
    Trigliceridi 43 mg/dl 40 – 160
    —————————————————————————
    Colesterolo Totale 182.00 mg/dl 110.00 – 200.00
    —————————————————————————
    Proteina C Reattiva 3.37 ** mg/L 0.00 – 3.00

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      C’è sicuramente carenza di ferro, ma probabilmente non celiachia. Raccomando comunque di verificare con il medico.

    2. Anonimo scrive il

      grazie dottore
      una domanda:
      Ab anti Transglutaminasi IgA (ELISA) 5.51 U/mL > 9.0 Positivo ?
      cosa significa sono intollerante al glutine?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, significa che sarebbe considerato positivo un valore superiore a 9, che non è il suo caso.

  43. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dott. Cimurro, volevo chiederle un parere sulle analisi per la celiachia.
    Sono celiaca da 7 anni ormai, ma di tanto in tanto verifico che la mia dieta continui ad azzerare il valore delle transglutaminasi.
    Questi sono i risultati di oggi: IgG : 8,8 Ul/mk (Riferimento <12); IgA:
    3,4; Ul/mk (Riferimento <12)
    Il valore della sideremia è sempre basso: 34 (37-149)
    Non ho cambiato stile di vita ne le mie attenzioni verso una dieta sana e priva di glutine. Ricordo di aver in passato quasi azzerato del tutto il valore delle transglutaminasi!
    Lei cosa ne pensa? Ha qualche suggerimento?
    Buona lavoro e grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se i valori sono negativi non è un problema anche se diversi da zero, anche soggetti NON celiaci difficilmente hanno zero. Relativamente al ferro ha anche il valore della ferritina?

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio di cuore!Mi ero allarnata senza motivo.Purtroppo il valore della ferritina non ce l’ho avendo fatto esami per la celiachia, emocromo e sideremia.La prossima volta mi faro’ prescrivere anche quest’altro esame.
      Grazie ancora

  44. Anonimo scrive il

    Buon pomeriggio. ..Francesco 28 mesi nessun sintomo tranne crescita lenta ma costante dopo un periodo di poco appetito il pediatra mi ha fatto fare un po di esami. .sangue e urine e così per caso anche quelli della celiachia e con incredulità Anti emodiosio positiva e Anti glutaminasi 200 ! Potrebbe essere celiachia latente? Il pediatra incredulo mi manda dal gastroenterologo. .Grazie

    1. Anonimo scrive il

      Nessuno in famiglia per ora.
      Ma celiachia latente va solo monitorata? Grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non glielo so dire, in alcuni casi si procede alla biopsia per verificare e poi decidere (ma ultimamente si cerca di evitare nei bambini, quando possibile).

    3. Anonimo scrive il

      Grazie mille
      Ho letto che celiachia latente vuol dire esami positivi ma biopsia neg e in assenza di sintomi si può limitare il glutine e monitorare la situazione. ..speriamo
      Il bimbo vive di pasta e pane.
      Saluti

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi tenga al corrente e, in caso di dubbi, si rivolga ad un centro specializzato per la celiachia.

    5. Anonimo scrive il

      Siamo di Genova e andiamo al Gaslini il 25 marzo. ..le farò sapere. Grazie è stato molto gentile

    6. Anonimo scrive il

      Visita gastro fatta. Dagli esami il bimbo sembra celiaco ma all’esame obiettivo il bimbo è sano come un pesce. .quindi dobbiamo ripetere gli esami ed eventualmente fare biopsia. Ma visto che in bimbo sta bene è davvero necessario?

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per il suo bene sì, se davvero fosse celiaco continuare a mangiare glutine potrebbe essere pericoloso.

  45. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, avrei un problema da sottoporle
    Mia sorella 2 anni fa ha scoperto di avere la celiachia quindi, sotto consiglio medico ho fatto l esame del sangue per sapere la predisposizione genetica che è risultata positiva ma nn avevo nessun sintomo fino ad un anno fa, ho fatto quindi l’esame del sangue ed è il seguente
    Ema anti andomisio Iga inferiore 1.10 negativo inf.1.0
    Anti transglutaminasi Iga 3,4 U/ml 0 – 10
    Anti gladine Igg 5,7 U/ml 0 – 12
    Anti g ladine Iga 6,2 U/ml 0- 12
    Il dottore mi ha detto che erano nella norma e quindi nn dovevo preoccuparmi quindi mi sono tranquillizzata e ho associato i sintomi ad un periodo di stress ma, adesso i sintomi sono tornati con diarrea e crampi addominale da 2 mesi, palpitazioni, stanchezza e ansia.
    Dottore che ne pensa? Dovrei rifare le analisi o erano già sintomo di celiachia?
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le analisi fatte erano negative, ma segnali i sintomi al medico che potrebbe decidere di fargliele ripetere.

    2. Anonimo scrive il

      Mi scusi ho ancora una domanda, le analisi del sangue sono sufficienti quindi per individuare la celiachia? E la gastroscopia va fatta solo per accertare la celiachia ma non è necessaria in caso di esito negativo delle analisi del sangue, vero?
      Grazie ancora

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quando i sintomi sono particolarmente significativi e ci sono le condizioni per pensare alla malattia (per esempio il ferro molto basso, ma non solo) e gli esami del sangue negativi potrebbe essere richiesta comunque per verificare.

    4. Anonimo scrive il

      Grazie ancora, certo se sono celiaca da un lato ho “risolto” perchè ho scoperto cos’ho , sennò sono punto è a capo, non so qual è il male minore….inizierò col rifare le analisi
      Grazie
      Cordiali saluti

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Inizi sempre facendo il punto con il medico, come detto sopra ripetere le analisi è una possibilità ma non è detto che sia la strada scelta.

  46. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore,
    ho ritirato le analisi e i risultati sono:
    anti-transglutaminasi igG………… 35,7
    anti-transglutaminasi igA………… 105,6
    I valori di riferimento sono oltre la norma
    Mi spiega gentilmente cosa significa?
    Grazie per la risposta
    Cordiali saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se sono oltre la norma (mi fido di lei in questo, non avendomi riportato gli intervalli di riferimento) potrebbe indicare celiachia.

  47. Anonimo scrive il

    Salve dottore. Ho ritirato le analisi di mia figlia e gli anticorpi anti trans-glutaminasi IgA e il valore è 15,5. I valori di riferimento sono: NEGATIVO inferiore a 8; DUBBIO da 8-10; POSITIVO superiore a 10. Mia figlia è celiaca? Se sì, deve fare altre analisi?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere celiaca; sono state richieste altre analisi?
      Età?

    2. Anonimo scrive il

      Ha 11 anni e mezzo. La pediatra le ha prescritte per bassa statura. Le ho telefonato e mi ha detto che dovrà fare altre analisi per averne la certezza o la smentita

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, mi tenga al corrente (prima di saltare a conclusioni aspettiamo le successive analisi).

La sezione commenti è attualmente chiusa.