Link sponsorizzati

Valori Normali

Sono considerati normali valori inferiori a 35 IU/ml.

Fonte: MedScape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Gli autoanticorpi tiroidei (o, più semplicemente, anticorpi anti-tiroide) sono anticorpi specifici per uno o più componenti della tiroide. Quelli più importanti dal punto di vista clinico sono: gli anticorpi anti-tireoperossidasi (anti-TPO o TPOAb), gli anticorpi anti-recettore della tireotropina (TRAb) e gli anti-tireoglobulina.

La perossidasi tiroidea (TPO) è un enzima che normalmente si trova nella tiroide, dove svolge un ruolo importante nella produzione degli ormoni tiroidei; un test anti-TPO rileva la presenza nel sangue di anticorpi diretti contro questo enzima.

Interpretazione

Se l’esame dà un risultato negativo, gli autoanticorpi non sono presenti nel sangue in quel momento: questo esito può indicare che i sintomi sono da imputare a cause di natura non autoimmune. Tuttavia una certa percentuale dei pazienti che soffrono di patologie autoimmuni della tiroide non ha gli autoanticorpi, quindi se si sospetta che gli autoanticorpi si possano sviluppare in futuro, come può succedere nel caso di alcune patologie autoimmuni, si può ripetere l’esame in un secondo momento.

Un aumento lieve o considerevole degli anticorpi tiroidei si riscontra in diverse patologie della tiroide ed autoimmuni, come il tumore alla tiroide, il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide, l’anemia perniciosa e le malattie autoimmuni del collagene.

Un forte aumento della concentrazione degli anticorpi tiroidei nella maggior parte dei casi è invece indice di patologie autoimmuni della sola tiroide, come la tiroidite di Hashimoto e il morbo di Graves.

In generale, la presenza degli anticorpi tiroidei indica una patologia autoimmune della tiroide e maggiore è la concentrazione di anticorpi maggiore è la probabilità che ci sia una malattia di questo tipo. L’aumento della concentrazione nel tempo può essere più significativo di una concentrazione stabile, perché indica un aumento dell’attività autoimmune.

Nel caso di una donna in gravidanza positiva a questo esame aumenta il rischio di ipotiroidismo o ipertiroidismo nel feto o nel neonato.

Una concentrazione elevata degli anticorpi tiroidei è anche connessa all’aumento del rischio di:

  • Aborto spontaneo,
  • Preeclampsia,
  • Parto prematuro,
  • Insuccesso della fecondazione in vitro.

Valori Bassi

Valori Alti

  • Anemia emolitica autoimmune
  • Anemia perniciosa
  • Artrite reumatoide
  • Aumento rischio tumore al colon
  • Gozzo
  • Ipotiroidismo
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Miastenia gravis
  • Mixedema
  • Sindrome di Sjögren
  • Tiroidite di Hashimoto
  • Tiroidite granulomatosa
  • TIroidite linfocitaria

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Una certa percentuale di persone sane può essere positiva a uno o più anticorpi tiroidei. La positività agli anticorpi tende ad essere più diffusa tra le donne, ad aumentare con l’età, e indica un rischio maggiore del normale di iniziare a soffrire di problemi alla tiroide.

Se una persona apparentemente sana è positiva a un anticorpo tiroideo, il medico dovrebbe tenere sotto controllo il suo stato di salute, perché c’è un lieve rischio che inizi a soffrire di disfunzioni tiroidee.

Quando viene richiesto l'esame

L’esame degli anticorpi tiroidei viene prescritto soprattutto per diagnosticare le patologie autoimmuni della tiroide e per differenziarle da altre forme di disfunzione tiroidea. Può essere prescritto per capire le cause del gozzo o di altri sintomi connessi all’eccesso o alla carenza di ormoni tiroidei. L’esame può essere eseguito come follow-up, se i risultati di altri esami della tiroide (ad esempio il T3, il T4 e/o il TSH) indicano che il paziente soffre di una disfunzione tiroidea.

Uno o più esami degli anticorpi tiroidei possono anche essere prescritti se un paziente a cui è stata diagnosticata una patologia autoimmune di origine non tiroidea (come il lupus eritematoso sistemico, l’artrite reumatoide o l’anemia perniciosa) manifesta sintomi che fanno propendere per un interessamento della tiroide. La tiroide può essere interessata in qualsiasi momento durante il decorso di una malattia non tiroidea (o di diverse malattie non tiroidee).

Se a una gestante è stata diagnosticata una patologia autoimmune della tiroide (come la tiroidite di Hashimoto o il morbo di Graves) o se la donna ha un’altra patologia autoimmune e si sospetta che anche la tiroide sia coinvolta, possono essere prescritti uno o più degli esami degli anticorpi tiroidei già nelle prime fasi della gravidanza e poi di nuovo verso la fine della gravidanza. Questi esami servono al medico per capire se il bambino è a rischio di disfunzioni della tiroide, perché gli anticorpi tiroidei sono in grado di attraversare la placenta e causare l’ipotiroidismo o l’ipertiroidismo nel feto o nel neonato.

Preparazione richiesta

Per quest’esame non è necessaria alcuna preparazione specifica.

Altre informazioni

Sintomi delle malattie tiroidee

L’esame degli anticorpi tiroidei può essere prescritto se il paziente presenta i sintomi della carenza o dell’eccesso di ormoni tiroidei, e in particolare se si sospetta che la causa sia una malattia autoimmune.

La scarsità di ormoni tiroidei (ipotiroidismo) può causare questi sintomi:

  • Aumento di peso,
  • Affaticamento,
  • Gozzo,
  • Secchezza della pelle,
  • Caduta dei capelli,
  • Intolleranza al freddo,
  • Costipazione.

L’eccesso di ormoni tiroidei (ipertiroidismo) può causare questi sintomi:

  • Sudorazione,
  • Aumento della frequenza cardiaca,
  • Ansia,
  • Tremori,
  • Affaticamento,
  • Difficoltà a dormire,
  • Dimagrimento improvviso,
  • Occhi sporgenti (esoftalmo).

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. CARLA scrive il

    TIREOGLOBULINA 14,12 (30-85)
    ANTI-TIREOGLOBULINA 162,20 (0-100)
    ANTI PEROSSIDASI (TPO) 146,34 (0-63)
    quelli tra parentesi sono i valori di riferimento.
    stiamo parlando di una ragazzina di 15 anni.
    devo preoccuparmi ?
    aspetto una risposta sono molto preoccupata.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di tiroidite autoimmune, ma non per questo deve spaventare; ha fatto anche il TSH?
      Per quale motivo sono stati richiesti gli esami?

    2. CARLA scrive il

      il TSH non l’ha fatto a casa serve ? lo deve fare ?
      gli esami sono stati fatti perché mia figlia è stata per 3 mesi circa sempre con la forte tosse.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente verrà suggerito qualche approfondimento in più, in base a questi dati è difficile fare altre considerazioni.

      Mi tenga al corrente.

    4. CARLA scrive il

      Questi erano i dati più allarmanti che le ho detto ma ha anche controllato altre cose.
      Globuli rossi 4.540 000/mmc
      bianchi 5.200 /mmc
      emoglobina 13,1 g/dl
      valore globulare 0,90%

      ematocrito 38,6 (37-47)
      m.c.v 84,6 (80-97)
      m.c.h 28,7 (26-32)
      m.c.h.c 33,9 (31-36)
      neutrofili 64%
      bisofili 1%
      eosinofili 1%
      Linfociti 31%
      monociti 3%
      piastrine 218 000/mmc (140-441)
      sideremia 51mcg/dl (37-145)
      ft3 3,81 (2.0-5.08)
      ft4 15,52 (10.1-17.87)

      questi sono tt gli altri esami che ha fatto.
      ho controllato meglio e mi deve scusare tanto ma l’esame TSH l ha fatto ora lo sto vedendo ed è :
      1,26 mcU/ml (0.2-5.0)

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Molto buono il TSH, questo tranquillizza.
      Non vedo altri valori che possano dare indicazioni ulteriori.

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono da discutere con il medico che ha richiesto l’esame.

    Rispondi
  2. Valentina scrive il

    Buon giorno..vi prego aiutatemi sono in crisi..a gennaio sono andata a fare un esame del sangue,dopo circa 6 anni ke non gli facevo..L’ho fatto principalmente perchè soffro di amenorrea ogni tanto (circa 1-2 volte all’anno)…Il ginecologo mi ha prescritto da fare degli esami ormonali (L.H., F.S.H., PROLATTINA, ESTRADIOLO ED INSULINA)tra questi c’era anche il AB anti Tireoperossidasi (AbTPO) dove i valori vanno da 0.0 a 34.0,ebbene il mio valore è 289.6! mi sono spaventata moltissimo..A quel punto sono andata dal mio medico d base,poi ho fatto un’eco alla tiroide e poi sono andata da un endocrinologo. ma tutti e 3 non mi hanno saputo dare una spiegazione a questo valore! i miei valori fT3(3.87) e fT4(1.13) sono normali ed anche il TSH è normale (2.050).. a questo punto sono riandat dall’endocrinologo,che mi ha prescritto di assumere EUTIROX,sia da 25mg e sia da 50mg..per un periodo solo 25,poi a giorni alterni e adesso solo 50mg. in più mi ha dato da eseguire altri esami del sangue (anti surrene)(anti mucosa gastrica),tutti e 2 con i risultati normali. senza nessun asterisco o valore insolito. in più mi ha dato un foglio dove certifica che sono portatrice della patologia C.E 056.245.2 (D.M 28/02/01 n.206 ; D.M. 18/05/01 n.279; D.m. 23/11/12). Ora per favore,io sono una ragazza di 21 anni,mi potete spiegare cosa sta succedendo al mio corpo?? se sono malata? ho letto su internet che avendo questi ormoni così alti non potrò avere gravidanze,o se ce l’avrò ci sarà il rischio molto alto di aborto spontaneo! e poi vorrei sapere,ma assumendo queste pastiglie di EUTIROX,nn posso guarire? Alla fine l’unico valore alto sarebbe questo,ma tutti gli altri vanno bene. Vi prego rispondetemi..Ho troppa confusione in testa! Grazie in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si tratta di tiroidite di Hashimoto e tenendo sotto controllo il TSH potrà tranquillamente avere una gravidanza quando lo vorrà.

    2. Valentina scrive il

      Posso averle?? E senza rischio di aborto?? ma quindi non si può guarire del tutto da questa patologia?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il rischio di aborto, se il TSH sarà sotto controllo, non sarà di molto superiore a quello delle altre donne.

    Rispondi
  3. Valentina scrive il

    La ringrazio davvero tantissimo per avermi risposto Dr. Cimurro…!!! Grazie davvero.

    Rispondi
  4. Valentina scrive il

    Le potrei un’ultim cosa? Attualmente sto assumendo: EUTIROX x questa cosa,DIKIROGEN e TARDIFER. siccome in Aprile dovrei farmi il secondo tatuaggio,volevo sapere se ci sono effetti indesiderati o fa qualche contrasto con queste medicine. non lo so se può centrare qualcosa..

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio parere nessuno, in ogni caso senta anche il parere del medico.
      Assume Dikirogen per ovaio policistico? In caso affermativo posso chiederle altezza e peso?

    Rispondi
  5. Valentina scrive il

    Non per ovaio policistico,ma per microcisti..ovvero follicoli che non scoppiano quando starebbe x venire il ciclo (così me lo hanno spiegato) kmq sono alta 1.60 e peso intorno ai 70kg..ma oscillo molto spesso facendo diete..nell’ultima dieta ho perso 25 kg (partendo da 84) poi ne ho recuperati 10 e adesso sono nuovamente a dieta x riperderli… purtroppo mi piace mangiare…:)

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se riuscisse a perdere in modo definitivo il peso in eccesso probabilmente:
      1. Sparirebbero le microcisti,
      2. ridurrebbe il rischio di infertilità e di aborto,
      3. migliorerebbe il funzionamento della tiroide.

    Rispondi
  6. Valentina scrive il

    si infatti adesso è l’ultima volta che faccio così..mi devo dare una regolata…

    Rispondi
  7. Liana scrive il

    BUON GIORNO.,HO 40 ANNI. HO FATTO L’ESAME,QUESTI ERANO I DATI ALARMANTI
    COLESTEROLO TOTALE 236 mg/dl (120-200) UROBILINOGENO 0 mg/dl (0.2-1.0) ORMONE TIREO STIMOLANTE(TSH ULTRA) 7. 716 uUI/ml (0.350-5.500) ANTICORPI ANTITIREOPEDOSSIDASI (TPO) 7 295 U/ml (0 -100) POI CE UNA SENSAZIONE DI FASTIDIO AL COLLO E SOTTO L’ORECCHIO. COSA PUO ESSERE. VI PREGO RISPONDETEMI.GRAZIE.

    Rispondi
  8. Liana scrive il

    Il dottore mi ha prescritto di asumere EUTIROX da 50,ma ce lo sempre un po di fastidio legermente doloroso sotto l’orecchio.Po essere ghiandole salivari e linfonodi ingrossati ho infiammati?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Possibile, ma senza vedere è quasi come tirare ad indovinare.

    Rispondi
  9. Diego scrive il

    Egregio Dr. Cimurro, ho fatto l’esame del sangue x la tiroide con i seguenti risultati:
    OrmoneTireotropo-TSH 1.748 (0.250-4.200)
    Triiodiotirina libera fT3 0.38 (0.25-0.38)
    Anti perossidasi Tiroidea 2 (0-10)
    Anti tireoglobulina 14 (0-100)
    Vanno bene?
    Buona giornata a lei

    Rispondi
  10. Silvia scrive il

    Buonasera, sono Silvia, ho 27 anni e giusto l’altro giorno ho fatto le analisi della funzione tiroidea. i risultati di tsh, ft3 ed ft4 sono nella norma, ma ho abTPO a 1914,5. sono alta 159 cm e peso circa 79 kg, è possibile che abbia problemi alla tiroide e che siano causa del mio peso? mi hanno parlato di tiroidite di hashimoto. ovviamente visti i risultati ho chiesto appuntamento ad un endocrinologo, ma non sono molto ferrata nel campo e vorrei qualche delucidazione in più, sia in termini di salute che in materia lavorativa. questo può crearmi problemi dal punto di vista lavorativo? non ho sintomi di stanchezza eccessiva, ma solo di peso eccessivo. la ringrazio in anticipo.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questo momento non ha sintomi perchè il TSH è a posto, ma con il tempo potrebbero insorgere problemi; non è tuttavia una situazione preoccupante, in quanto nel caso si interverrebbe con farmaci adatti che garantiscono una gestione ottimale del problema.
      Può essere che il suo sovrappeso sia legato alla tiroidite di Hashimoto più che viceversa.

    2. Silvia scrive il

      Devo iniziare un lavoro a dipendenze come operaio elettricista….può essere preclusa l’assunzione?

    Rispondi
  11. maria scrive il

    Ho letto i precedenti commenti e ne sono soddisfatta. Anch’io voglio fare una domanda: sono andata in pronto soccorso per tachicardia, il cardiologo mi ha prescritto gli analisi alla tiroide. I valori dei risultati sono: AbTg 117,00 (0-100) TPO -Ab 870,00(0-35,00) FT3 3,26 (1,40-4,30) FT4 11,30(8-20,00) TSH 10,00(0,20-4,00). C’entra qualcosa con la tachicardia. In attesa di una risposta Vi saluto. Maria

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, la causa è proprio la tiroide (tiroidite di Hashimoto, forse).

    Rispondi
  12. Rita scrive il

    Ho 40 anni e da 3 mesi soffro di tachicardia ,sono una che pratica molto sport e alimentazione corretta non scendo di peso ,ho fatto le analisi per la tiroide una tragedia,Tsh 6,18.’Cortisolo 20,84 (8,0_25,0) calcitonina 1,00 (0-10) anti pareti gastriche (negativo) tranglutaminasi 10 negativo (da10-25 )positivi bassi da 25 -40positivi medi 40 positivi alti,prendo eutirox da 50.
    Non riesco più’ a capire tutto questo dove porta grazie.

    Rispondi
  13. Miriam scrive il

    Salve dottore, vorrei chiederle un parere perchè è molto tempo che sono preoccupata ma nessuno riesce a darmi risposte convincenti!! io ho 22 anni, assumo da quando ne avevo 18 l’eutirox perche mi è stata diagnosticata la tiroidite di hascimoto. i valori tiroidei infatti ora sono nella norma ( a parte l’antiperossidasi che è molto molto alto ma credo sia normale ) . inoltre ho anche l’ovaio micropolicistico con cicli irregolari. Vorrei soltanto sapere se queste mie patologie mi potranno dare problemi per una futura gravidanza, e se la mancanza di ciclo può dipendere dalla tiroide!!! la ringrazio in anticipo!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sarà importante avere il TSH perfettamente sotto controllo, mentre verrà a aiutata a regolarizzare il ciclo (irregolare a causa dell’ovaio policistico); utile fin da ora mantenere il peso forma, ridurre il consumo di dolci/zucchero e passare a pane/pasta integrale.

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio, ma quindi lei pensa che non dovrei avere problemi??? Comunque il ginecologo mi sta facendo prendere anche il dikirogen, ma a cosa serve esattamente???

    Rispondi
  14. Miriam scrive il

    La ringrazio! Ultima cosa, ma quindi può essere preso per lunghi periodi di tempo?

    Rispondi
  15. Clara scrive il

    Buonasera! Ho ritirato le analisi ed ho riscontrato questo valore che non comprendo: Ab Tpo (ria) 213 (valori normali 1-16) Il Tsh è 0,53 (0,60-4,8). Qualche giorno fa notando un rigonfiamento al lato destro del collo ho fatto un’ecografia tiroidea ed è risultata la presenza di una serie di noduli di cui uno di 3x2cm. Prendo l’eutirox 50 da 20 anni e ne ho 39. Sono alta 1,59x 56 kg. Grazie!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il fatto che quel valore sia oltre la soglia indica che probabilmente soffre di una malattia autoimmune, ossia in cui gli anticorpi attaccano il proprio corpo (nel nostro caso la tiroide).

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In pratica sì, ma più correttamente si tratta di una malattia autoimmune (forse tiroidite di Hashimoto) che causa un quadro ipotiroidismo, anche se di fatto in questo momento il suo valore di TSH indica una situazione (temporanea?) di ipertiroidismo.

    Rispondi
  16. stella scrive il

    Salve dottore da poco tempo ho fatto diversi esami e ho scoperto di avere una tiroidite cronica, neglo esami del sangue risulta alto solo il valore ab anti tpo a 786 !!! Il mio ginecologo mi ha prescritto eutirox 50 visto che due anni fa ho avuto un aborto spontaneo e per cercare di mettere a riposo la tiroide. Adesso passati 4 mesi dall assunzione dell eutirox ho il primo controllo dall endocrinologo ma il mio dottore di base dice che nn e necessario ripetere questi valori!! Mi puo dare un consiglio???

    Rispondi
  17. stella scrive il

    Si ho tenuto sotto controllo la prolattina all inzio..e nn s capiva perché risultasse alto il valore…dopo abbiamo capito! Il discorso è che nn capisco perché il mio dottore non mi faccia ripetere dopo mesi di assunzione di eutirox per il controllo all endocrinologo. .oltretutto andrò da un ginecologo specializzato in endocrinologia a napoli e vorrei portare gli ultimi esami ma il mio dottore si ostina a dirmi che nn è necessario.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I tre segnati potrebbero essere sufficienti, in quanto i valori degli anticorpi non ci aspettiamo che diminuiscano.

    Rispondi
  18. Rispondi
  19. Anonimo scrive il

    Dottore se ho gli anticorpi tiroide entrambi negativi cosa significa? Sono 1.1

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se sono entrambi negativi significa che non ci sono problemi autoimmuni verso la tiroide, in altre parole tutto OK da questo punto di vista.

    Rispondi
  20. Ermelinda scrive il

    Salve dottore, sono una donna di 36 anni con tre bimbi di 14,11 e 6 anni. Quattro anni fa circa ho avuto problemi aala tiroide che io ho curato con il Tapaxole per circa 9 nesi poi tutto è rientrato nella norma.
    Qualche giorno fa ho fatto delle analisi specialistiche e i vslori sono stati i seguenti:TSH 1,30 FT3 3.4 e FT4 1.1.
    Ma gli anticorpi antitireoglobulina è di 74 (0 / 60) ; Anti perossidasi (TPO) 3148 (0/60).

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il medico le consiglia di verificare periodicamente con esami del sangue, giusto?

    2. Anonimo scrive il

      Si, infatti è quello che mi è stato consigliato. Intanto volevo ringraziarla per la sus celere risposta inoltre volevo porle una domanda perché presumo di aver sbagliato analisi richiesti dal mio endocrinologo perché io ho fatto l esame degli anticorpi , lui mi aveva prescritto prelievo di controllo per Ab anti. – recettore del TSH ed ora leggendo da internet ho notati che sn due cose diverse. Mi conferma che è così? Grazie mille

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma non ho capito, mi scriva esattamente la richiesta dell’endocrinologo e l’esame fatto.

    Rispondi
  21. Agnese scrive il

    Gentile Dott. Cimurro, ho appena ritirato gli esami del sangue, TSH TEST riflesso 3,066, anticorpi antiperossidasi 652,90 (!!!!) e anticorpi antitireoglobulina 77,10 (!!!), 25-idrossi vitamina D : 20, ferritina 25,0. Ho 45 anni, quanto tempo mi rimane?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Basta un “tagliando” dal medico e la sua aspettativa di vita rimarrà quella di qualunque altra persona.

    Rispondi
  22. cristina scrive il

    buonasera volevo sapere cosa ne pensa dei miei esami della tiroide,
    FT3 3.0 pg/ml (2.2-3.9)
    FT4 6.7 pg/ml (5.9-12.0)
    ANTICORPI ANTI TIREOGLOBULINA <1 UI/ml (1-4)
    Ab Anti PEROSSIDASI TIR. TPO 73.2 UI/ml (0.2-9.0)

    il Tsh fatto in precedenza risulta normale

    P.s. sono sovrappeso e la mia tiroide nell'ecografia risulta disomogenea , ingrossata e con predisposizione al gozzo. Volevo inoltre informarla che nei precedenti anni ho avuto due aborti spontanei ,il primo a 5 mesi e il secondo a 16 settimane per dilatazione del collo dell'utero.

    la ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe sviluppare in futuro una tiroidite autoimmune, ma ad oggi il TSH nella norma è buon segno.

    Rispondi
  23. Raffaella scrive il

    Buona Sera Dottore, sono ammalata di ipertiroidismo dal 1999 e ho sempre preso il tapazole. Sono sempre stata nella norma con i valori, ma da poco ho cambiato endocrinologo e mi ha prescritto degli ulteriori esami oltre al classico TSH. Ogni anno faccio un’ecografia alla tiroide e risulta priva di noduli. Non ho il gozzo in quanto si è sviluppata allargandosi ai lati. Oggi ho ricevuto i risultati e vorrei sapere anche cosa ne pensa lei: TSH a 0,04 (0,30-4,00), Autoanticorpi anti-tireoperossidasi TPO >1300 IU/mL (0,0-60,0) e Autoanticorpi anti recettore del TSH 8,8 IU/L (0,0-1,0).
    Grazie x l’attenzione … Raffaella

    1. Raffaella scrive il

      Grazie x la risposta, ma è da 2 mesi che da 1 sono passata a 2 di tapazole e il valore del TSH da <0,02 è passato a 0,04. Può essere normale?

    Rispondi
  24. mary scrive il

    Salve, ho 21 anni.. Sono alta 1.60 e peso 60kg.. Nel giro di poco tempo ho preso circa sei chili e dato che soffro di ovaie policistiche(prendo loette compresse) il mio medico mi ha prescritto delle analisi.. I risultati sono.. Ft3 3.44(2.00-4.20) ft4 1.04 (0.80-1.70)tsh4,98(0.25-5.00) anti tireoglobuline ab tg 798(5-60) anti tpo 698.. Temperatura corporea sempre intorno37.5. Cos può essere?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Siamo al limite dell’ipotiroidismo, la causa è un’autoimmunità, quindi in futuro le verranno suggeriti periodici controlli.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie mille dottore per la sua risposta.. Volevo chiedere un altro parere.. Ho sempre la temperatura che oscilla tra 37e 37e mezzo e sento molto dolore alle ossa un pò dappertutto.. Può essere collegato con il problema della tiroide?

    Rispondi
  25. terry scrive il

    salve dottore, la mia dr.ssa mi ha fatto notare da un prelievo di avere gli anticorpi tiroidei alti. da questo momento approfondirò questi esami. quello che mi preme è che sono in procinto di effettuare la fivet e sono preoccupata che questo causa la non riuscita. cosa può dimi a riguardo? il problema della tiroide è collegato alla celiachia? e la celiachia è collegata ad una gravidanza che non arriva? le sto parlando anche di celiachia in quanto un anno fa ho riscontrato intolleranze alimenatri, però non ho effettuato esami ancora a riguardo. sono in ansia per la fecondazione i vitro, anzi per l’esito. premetto che sono in sovrappeso e nonostante i sacrifici non calo di molto, ho spesso infiammazioni alle tonsille e tachicardia, dermatiti,afte, secchezza alla pelle. la ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tiroide e celiachia sono spesso presenti insieme; entrambi i disturbi possono influenzare sensibilmente la fertilità.

      Che tipo di esami ha fatto per le intolleranze alimentari?

    Rispondi
  26. lella scrive il

    Gentilissimo dott. Cimurro le scrivo i miei valori t4libero 1.24 [o.93-1.7o— tsh 5.27[o.27-4.2o—- tsh 5.27 [o.27-4.2o——–anticorpo anti perossidasi 588.6 —o.o – 34.o cosa ne pensa la ringrazio ‘

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si trova in una condizione di ipotiroidismo, sembra autoimmune.

    Rispondi

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.