Link sponsorizzati

Valori Normali

Settimane dall'ultima mestruazione mIU/ml
3 5 – 50
4 5 – 426
5 18 – 7,340
6 1,080 – 56,500
7 – 8 7,650 – 229,000
9 – 12 25,700 – 288,000
13 – 16 13,300 – 254,000
17 – 24 4,060 – 165,400
25 – 40 3,640 – 117,000

Fonte: Wikipedia (EN)

  • Bambini
    • dalla nascita fino a tre mesi uguale od inferiore a 50 mIU/ml
    • dai tre mesi ai 18 anni inferiore a 1.4 mIU/ml
  • Bambine
    • dalla nascita fino a tre mesi uguale od inferiore a 50 mIU/ml
    • ai tre mesi ai 18 anni inferiore a <1.0 mIU/ml

L'ormone prodotto dalla placenta e questo spiega i valori più elevati nel primo trimestre di vita; la concentrazione è di norma circa pari ad 1/400esimo della concentrazione materna.

  • Adulti
    • Uomini inferiore a 1.4 mIU/ml
  • Donne
    • In età fertile inferiore a 1.0 mIU/ml (può variare da un laboratorio all'altro, fare riferimento al referto quando si esegue l'esame per verificare la presenza di una gravidanza)
    • In menopausa inferiore a 7.0 mIU/ml

Fonte: Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La gonadotropina corionica umana (hCG) è un ormone glicoproteico composto da 2 sub-unità: la sub-unità alfa è sostanzialmente identica a quella dell’ormone luteinizzante (LH), dell’ormone follicolo-stimolante (FSH) e dell’ormone stimolante la tiroide (TSH).

Gli esami del sangue comunemente usati per la gravidanza cercano invece la sub-unità beta, in quanto nei diversi ormoni viene trascritta da geni diversi rendendo così conto della diversa azione di cui sono responsabili: unica eccezione è la sub-unità beta dell’LH, molto simile a quella della gonadotropina corionica perchè agisce sullo stesso recettore. A questo proposito ricordiamo che la somiglianza chimica con l’ormone LH è la spiegazione del fatto che con i test di ovulazione sia in alcuni casi possibile rilevare anche uno stato di gravidanza.

La grossa differenza è che mentre LH è un ormone ipofisario sempre presente in circolo (ma in quantità variabili a seconda della fase del ciclo mestruale), l’hCG di non circolano in concentrazioni significative nella maggior parte della vita della donna.

SI rileva in quantità importanti in tutti i primati in gravidanza (compresa la specie umana) essendo sintetizzata nella placenta con lo scopo di supportare il corpo luteo e, di conseguenza, la produzione di progesterone durante tutto il primo trimestre. Nei trimestri che seguono la placenta diventa in grado di produrre ormoni steroidei, diminuendo così l’importanza della gonadotropina corionica le cui concentrazioni iniziano a diminuire, per poi stabilizzarsi intorno settimana 20.

Dopo il parto, un aborto spontaneo o l’interruzione volontaria di gravidanza la diminuzione dei valori delle beta hCG avviene con un tempo di dimezzamento (tempo in cui la quantità circolante totale si dimezza) compreso tra le 24 e le 36 ore, fino a tornare alle concentrazioni non significative pre-gravidanza.

Al di fuori della gravidanza, le beta hCG possono essere rilevate principalmente da alcuni tumori benigni e maligni (per esempio tumori germinali del testicolo e dell’ovaio); in questi casi la secrezione può essere disturbata ed oltre a secernere la gonadotropina corionica intera, i tumori possono produrre quantità sproporzionate subunità alfa o, ​​più comunemente, di quella beta. Gli esami del sangue in grado di distinguere le diverse concentrazioni sono quindi utili alla diagnosi esatta del problema.

La stessa sostanza viene anche ricercata dai test sulle urine ed in entrambi i casi la rilevazione è possibile solo dopo l’impianto dell’ovulo fecondato (non prima di 8-10 giorni dal concepimento).

Interpretazione

Dopo il parto, un aborto spontaneo od un'interruzione volontaria di gravidanza i valori si dimezzano circa ogni 24-36 ore, mentre una diminuzione più lenta od assente indica la non completa espulsione di alcune strutture della gravidanza.

Il livello della sub-unità beta libera (libera, quindi non quella rilevata dai comuni test) viene spesso richiesto nelle donne in gravidanza come parte dello screening del sangue materno per la sindrome di Down (bi-test); un aumento dei valori sono associati alla sindrome di Down, mentre una diminuzione può verificarsi nei casi di Trisomia 18.

Concentrazioni elevate delle beta totali possono verificarsi anche in caso di gravidanze gemellari e gravidanze singole in cui l'età gestazionale è stato sovrastimata.

La mola idatiforme (conosciuta anche come mola vescicolare o mola idatidea o mola idatidosa) oppure gravidanza molare, è una forma anomala di gravidanza in cui un ovulo fecondato ma non vitale si impianta nell'utero; questo comporta l'instaurarsi di una gravidanza anormale (che non riuscirà ad essere portata a termine): la mola produce hCG in eccesso rispetto ad una gravidanza normale e gli esami del sangue mostrano quindi concentrazioni estremamente elevate di gonadotropina umana corionica (un valore totale di hCG superiore a 100.000 mUI / mL ne suggerisce fortemente la presenza, benchè il picco di gonadotropina in molte gravidanze normali possa raggiungere e superare questo livello).

  • L'ormone è rilevabile nel sangue di circa il 5% delle pazienti 8 giorni dopo il concepimento e in più del 98% entro 11 giorni.
  • A 4 settimane di gestazione (18-22 giorni dopo il concepimento), i valori raddoppiano circa ogni 2 giorni ) e con le settimane il tasso di aumento diminuisce gradualmente
  • Il livelli di picco lo si raggiunge a  8-12 settimane di gestazione (valore medio 93000 mUI/ml, con un range tra 27300 e 233000 mIU/ml).
  • Nelle settimane successive i valori inizieranno quindi a calare.
  • A circa due settimane dal parto l'ormone non sarà più dosabile.

Nelle prime settimane l'osservazione dell'aumento delle concentrazioni può essere utile a monitorare l'andamento, ma questo approccio lascia poi spazio alle più moderne rilevazioni ecografiche.

Nei casi di gravidanza extrauterina l'aumento potrebbe essere inferiore al normale, ma si sottolinea che il test di gravidanza sarebbe comunque positivo; in queste situazioni dubbie viene di solito usata l'ecografia per dirimere la questione, anche se si segnala che una gravidanza intrauterina (quindi corretta) può essere diagnosticata con sensibilità del 97,5% se i livelli sierici di progesterone sono maggiori di 25 ng/ml, mentre trovando livelli sierici di progesterone inferiori a 5 ng/mL è praticamente certa la presenza di gravidanza ectopica.

Nei casi di valori elevati al di fuori di uno stato di gravidanza deve invece essere presa in considerazione la possibilità che sia un tumore la causa della produzione delle beta hCG rilevate.

Valori Bassi

  • Aborto
  • Aborto ritenuto
  • Gravidanza ectopica

Valori Alti

  • Carcinoma broncogeno
  • Carcinoma embrionale
  • Coriocarcinoma
  • Gravidanza
  • Melanoma
  • Mola
  • Tumore ai testicoli
  • Tumore al pancreas
  • Tumore al seno
  • Tumore alla prostata

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Falsi positivi

In base a quando si legge in letteratura, benchè non abbia mai visto situazioni simili, un test falso-positivo può essere causato dalla presenza di anticorpi che interferiscono con il test oltre che dall'LH, per esempio gli esseri umani esposti frequentemente ad animali (coniglio, capra, pecora, ...) o ad alcuni loro sottoprodotti possono sviluppare anticorpi in grado di positivizzare i test.

Più comune è la positivizzazione per una recente esposizione al virus della mononucleosi.

Al fine di verificare questi (ormai rarissimi, 0.01-2% in laboratorio) casi si può procedere in due modi:

  1. Verificare un test sulle urine, in quanto gli anticorpi che reagiscono nei casi precedenti non sono eliminati tal quali ed il test sarebbe così negativo.
  2. Effettuare un test di conferma in un laboratorio che usa reagenti diversi.

In alcuni casi si possono infine verificare falsi positivi quando vengono somministrati farmaci per la fertilità a base di gonadotropina corionica umana (come Gonasi®) ed il test viene fatto con eccessivo anticipo, oppure in presenza di particolari tipi di cisti ovariche.

Falsi negativi

Risultati dei test hCG falsi negativi di solito so verificano sull'urina e sono dovuti alla natura qualitativa del test. Le cause possono includere una concentrazione al di sotto della soglia di sensibilità del test utilizzato, un errore di calcolo nella comparsa delle mestruazioni mancate o ritardate mestruazioni da un aborto spontaneo nel mese precedente od a seguito dell'interruzione della pillola anticoncezionale. Un'ovulazione ritardata od un tempo più lungo del normale per l'impianto sono altre ragioni che spiegano basse concentrazioni di hCG al momento del test.

Quando viene richiesto l'esame

L'esame può essere richiesto per verificare se si è incinta, per monitorare l'andamento iniziale della gravidanza e per monitorare l'andamento e la risposta alle terapie di alcuni tumori (testicolari, teratomi, ...).

Preparazione richiesta

Non è necessaria alcuna preparazione.

Altre informazioni

Test di gravidanza casalinghi

La maggior parte dei test di gravidanza in commercio vantano il "99% di precisione" o alcune altre affermazioni simili sulla confezione o foglietto, oltre a riportare l'indicazione che possono essere usati già da 3-4 giorni prima del previsto arrivo della mestruazione. Di fatto questa indicazione è fuorviante in quando non testimonia la reale accuratezza nel rilevare la gravidanza nelle fasi iniziali (per approfondire MedScape), il consiglio è quindi di aspettare sempre il primo giorno di ritardo e di eseguire il test con la prima urina del mattino (più concentrata).

FIVET

In uno studio che ha coinvolto 111 pazienti con livelli di hCG quantitative positive 14 giorni dopo il trasferimento dell'embrione, sono stati osservati i seguenti risultati di gravidanza:

  • < 300 mIU/ml, gravidanza in corso nel 9% dei casi,
  • 300-600 mIU/ml, gravidanza in corso nel 50% dei casi,
  • > 600 mIU/ml, certezza della presenza di gravidanza multipla.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Lucy scrive il

    Salve dottore. Ultima mestruazione 18 aprile 2016. Beta 16 maggio 129, 19 maggio 539, 23 maggio 2566, 30 maggio 6518. Come procedono?

    1. Lucy scrive il

      Lo vedo il 7 giugno. Per il momento non si è espresso più di tanto.
      Spero vada tutto bene!

    Rispondi
    Rispondi
  2. kia scrive il

    Buonasera Dott.Cimurro, ho fatto il test di gravidanza
    il 25/05 con esito positivo,
    il 26/05 Beta Hcg a 212,5 mu/ml
    oggi appena ritirate a 5409,07 mu/ml
    Ho un ciclo irregolare che oscilla tra i 32/35gg.
    Ultimo ciclo 23/04
    Ho monitorato l ‘ovulazione attraverso la temperatura basale e gli stick ovulatori ed ho ovulato il 12/04.
    Posso stare tranquilla? o ci sono probleli?
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Gravidanza naturale o una qualche forma di stimolazione/inseminazione artificiale?
      Gemelli in famiglia?

    2. Anonimo scrive il

      Caro dottore…ho assunto solo il Sinopol dal 27/04 a tutt oggi come da indicazione del ginecologo, ho assunto il chirofol per svariati mesi un anno fa…..nessun gemello almeno credo…perchè?
      Devo preoccuparmi?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’aumento è particolarmente significativo, mi ha colpito per questo; il ginecologo cosa ne pensa?

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non era assolutamente mia intenzione farla preoccupare, l’aumento potrebbe essere compatibile con una gravidanza assolutamente perfetta; non è raro vedere andamenti un po’ anomali delle beta, sia in eccesso che in difetto, che poi si normalizzano nelle settimane.

      Mi tenga al corrente.

    Rispondi
  3. Gessica scrive il

    Buongiorno Dottore,
    ultimo ciclo il 02/05/2016, beta il 31/05 a 256,7. dal giorno 08/06 ho iniziato con una pastiglia al giorno da 200 mg di proggefik in via precauzionale sotto consiglio del ginecologo. Oggi 10/06 le beta sono a 12097,5. Che ne pensa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’aumento mi sembra assolutamente in linea con le attese; anche il ginecologo è della stessa opinione?

    2. Gessica scrive il

      il ginecologo ancora non mi ha risposto. appena ho scoperto di essere rimasta incinta ho sospeso il dostinex che prendevo per tenere bassa la prolattina (ho anche le ovaie multifollicolari) e il fluoxeren per ansia e attacchi di panico. Inoltre la scorsa settimana per una sera sola ho avuto delle piccolissime perdite rosa. Saranno state da impianto? Pensa che io possa avere una gravidanza normale o queste tutte queste cose influiscono negativamente? per l’ecografia dovrò aspettera fine mese perchè in ospedale mi hanno detto che prima non si vedrebbe nulla. Cosa ne pensa? grazie intanto per la sua celere e gentile risposta.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono ragionevolmente fiducioso, ma effettivamente quello che conta sarà l’ecografia; piccole perdite possono verificarsi in ogni gravidanza, l’importante è che non diventino abbondanti (nel caso si rechi in PS).

      MI tenga al corrente.

    4. Gessica scrive il

      La ringrazio molto per la sua disponibilità, le farò sapere alla prima eco. Buon lavoro e a presto.

    Rispondi
  4. Maria scrive il

    Buongiorno dottore. Data ultima mestruazione 08/05. Cicli un po irregolari dai 28 ai 30 giorni (raramente 35). Ieri ho eseguito il test del sangue con risultato delle Betahcg pari a 36. Mi sono molto scoraggiata perché dovrei essere alla fine della 4 settimana e il valore mi sembra bassissimo. Martedi 7 avevo effettuato anche un test delle urine e la linea era praticamente impercettibile ma c’era già…
    Non ho avuto alcun tipo di perdita finora, ne mi sento come quando deve arrivarmi il ciclo… posso sperare che la gravidanza possa procedere bene o è meglio non farmi illusioni? Grazie anticipatamente per la risposta.

    1. Maria scrive il

      Dottore so che lei non giudica mai un solo valore, ma dato che ho monitorato l’ovulazione sono piuttosto certa che sia avvenuta il 23 maggio, per cui ieri 10 giugno erano trascorsi ben 18 giorni. Un valore di 36 può essere normale?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questi casi temo che l’unico modo per capire sia ripetere il dosaggio a distanza di un paio di giorni; non considero impossibile che la gravidanza stia procedendo, ma per ora non illudiamoci.

    3. Anonimo scrive il

      La ringrazio per la velocità della risposta! È la prima volta in vita mia che ho fatto le beta…per la prima gravidanza feci solo un test di gravidanza ad un giorno di ritardo e risultò subito positivissimo.
      Stavolta siccome il test era un po “dubbio” ho deciso di fare le analisi di mia iniziativa…me ne sono pentita!
      Non ho ancora avvisato il mio ginecologo perché penso che sia troppo presto per rilevare qualunque cosa anche con un’ecografia quindi non mi resta che aspettare… Sono giovane, ho 27 anni, questo è solo il 1° tentativo per cui non mi demoralizzo, è che mi sono un po spaventata leggendo su internet di rischio di gravidanze extrauterina o di aborti e conseguenti raschiamenti….
      Lei mi consiglia di ripetere le analisi lunedì ( dopo 3 giorni)? e in questo caso per una gravidanza evolutiva che valori dovrei aspettarmi?

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le confermo che sarebbe presto per l’ecografia.
      In questa fase dopo tre giorni dovremmo trovarle più che raddoppiate.

    5. Maria scrive il

      Buonasera dottore…ho effettuato un altro prelievo stamattina.
      Venerdi scorso 10 giugno il valore era 36…
      Oggi 15 giugno é salito a 382…
      Cosa ne pensa? Non sono ancora riuscita a contattare il ginecologo e mi piacerebbe avere un suo parere,grazie!

    Rispondi
  5. grazia scrive il

    buona sera dottore! ultima mestruazione il 07/05..ciclo regolarissimo sempre prima e mai dopo.ho fatto la beta dopo solo due giorni di ritardo il 09/06 ed il valore è di 5.304 di quante settimane equivalgono? dal ginecologo ho appuntamento la settimana prossima per la prima ecografia…. ps questa e la quarta gravidanza la prima con aborto spontaneo e le altre due andate a buon fine…grazie e buona serata.

    Rispondi
  6. Preoccupata scrive il

    Buongiorno dottore volevo un informazione, U.M 9/5. HCG 5047 ho avuto perdite e dopo due giorni HCG 2547 ripetuto dopo altri due giorni risaliti a 3300 che vuol dire?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, è un andamento singolare, dovrebbe ripetere il dosaggio tra qualche tempo, ne parli col ginecologo quanto prima. In bocca al lupo!

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La mia sensazione è purtroppo che non sia andata bene, ma mai come in questi casi spero di cuore di sbagliarmi.

      Mi tenga al corrente.

    3. Anonimo scrive il

      Buongiorno dottore, come diceva lei… purtroppo..non è andata bene. Aborto ritenuto. Ora mi dovranno fare un raschiamento. Grazie per l’attenzione e la velocità nelle risposte

    Rispondi
  7. Milena scrive il

    Gentile dottore, ho fatto il test ieri ed è risutato positivo. L’ultimo ciclo è il 13 maggio. E stamattina ho fatto il prelievo delle beta Hcg: il valore è 58. Così ho contattato il mio ginecologo. Ha detto che c’è una gravidanza molto molto iniziale e che è possibile che l’ovulazione sia stata in ritardo. Mi ha consigliato di ripetere le beta fra sette giorni. E lei che ne pensa?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, si è corretto ciò che dice il ginecologo, la gravidanza va controllata monitorando i valori di beta HCG che devono sempre aumentare, in modo esponenziale. In bocca al lupo!

    Rispondi
  8. Manuela scrive il

    Buonasera dottore. Ho avuto l’ultimo ciclo il 15 maggio regolare ogni 30 giorni. Ho fatto la beta il 15 giugno con risultato 51.7 stamattina il mio medico mi ha detto che è un valore molto basso e che probabilmente non è una gravidanza che andrà a buon fine. Domani mattina ripeto le analisi! Sono molto spaventata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non giudico mai un unico valore, potrebbe essere un impianto avvenuto tardi; mi tenga al corrente sul valore di domani, ne sapremo di più.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ci aspettavamo purtroppo un aumento più significativo, in questa fase dovrebbe raddoppiare ogni due giorni circa; raccomando di segnalarlo al ginecologo.

    3. Manuela scrive il

      Questa è la mia terza gravidanza e anche le prime due all’inizio non corrispondevano alle settimane di gestazione…. Però sono andate tutte bene. Grazie x l’attenzione!

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questi casi spero con tutto il cuore di sbagliarmi; mi tenga al corrente.

    Rispondi
  9. Federica scrive il

    Buongiorno dottore,
    Il 9/5 ho avuto un aborto spontaneo senza raschiamento, ero alla 5 sett. Ho fatto 4 test tutti negativi dopo circa 25/30 giorni dall’espulsione perchè il ciclo non arrivava, l’ultimo test circa 15 giorni fa, finchè il 18/06 il test era positivo, l’ho ripetuto il 19 e clearblue diceva incinta 1-2 settimane.
    Il 20 ho fatto le beta ed il valore era 140 sono basse o vanno bene?stamattina le ho ripetute e domani avrò i risultati.
    Quanto sono alti i rischi di incorrere in un altro aborto spontaneo dato che non ho aspettato un ciclo? Tenga presente che la mia ginecologa aveva detto che l’utero era apparentemente pulito.
    La ringrazio
    Federica

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per giudicare l’andamento delle beta aspettiamo domani, con un unico valore è difficile esprimere giudizi.
      Non era necessario aspettare cicli, quindi possiamo essere ragionevolmente ottimisti.

      Se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    2. Federica scrive il

      Buongiorno,
      Grazie mille per la risposta tempestiva!
      Stamattina ho preso le seconde beta il valore è 397…
      Sono cresciute ma non esponenzialmente…
      Posso stare tranquilla??
      Grazie mille ancora

    3. Federica scrive il

      Ci tengo a ricordarle che le prime erano 140 e le ho effettuate il 20 mentre le seconde le ho effettuate il 23 ed il valore è 397….

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buongiorno, stia tranquilla, sembra vada tutto per il meglio! tanti auguri!

    Rispondi
  10. Maria scrive il

    Buongiorno Dottore
    Ho fatto prima eco di verifica il 20/6 e il ginecologo ha scritto che ero a 6+2 ma non c’era battito.
    La mia data di UM è 28/4 e ho un ciclo di 26 giorni. Ho fatto il dosaggio delle beta il 10/06 ed erano 5000 e il 21/06 e sono 25.000. Devo ripetere l’ecografia lunedi 27/06 per sapere se c’è battito.
    I valori possono essere compatibili con un aborto ritenuto? (Non ho mai avuto alcuna perdita).
    Sono abbastanza preoccupata.
    Grazie per la risposta
    Maria

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’andamento delle beta non è bruttissimo, sarà quindi purtroppo necessario aspettare l’eco per capire la situazione.

    Rispondi

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.