Link sponsorizzati

Valori Normali

  • Uomini: inferiore a 16 pg/ml
  • Donne: inferiore a 8 pg/ml

Fonte: MedScape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La calcitonina è un ormone prodotto dalle cellule parafollicolari (cellule C) della tiroide, una piccola ghiandola a forma di farfalla che si trova nel collo, appoggiata contro la trachea. La tiroide produce la calcitonina e diversi altri ormoni che controllano il metabolismo, in particolare la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3).

Le funzioni principali dell’ormone riguardano la regolazione del metabolismo di calcio e fosforo; nei mammiferi e in altri animali è responsabile dell’abbassamento dei livelli degli ioni calcio, contrastando gli effetti del paratormone, mentre nell’essere umano non è ancora stato chiarito quanto questo effetto sia effettivamente rilevante nel contesto generale.

Si tratta quindi di un caso piuttosto anomalo fra gli ormoni, perchè se è vero che sappiamo in modo piuttosto preciso cosa può fare nell’organismo, non è ancora stato compreso appieno il motivo per cui viene prodotto e soprattutto un aumento o una diminuzione dei valori non è di per sé associata a sintomi particolari o specifici malfunzionamenti; a supportare questa affermazione riportiamo per esempio il caso dei pazienti in cui la tiroide è stata rimossa, che vanno quindi incontro a un azzeramento dei livelli circolanti di calcitonina senza alcun sintomo.

Dove trova maggior utilità è invece nell’ambito del carcinoma midollare, un tumore che si sviluppa nella tiroide, proprio nelle cellule C che producono la calcitonina. Si tratta di un tumore maligno, nel 25% dei casi con origine genetica (per mutazione del proto-oncogene RET) e nel restante numero dei casi senza apparenti cause.

Il gene RET mutato è ereditato in base a un meccanismo autosomico dominante. È sufficiente soltanto una copia del gene mutato (proveniente da uno dei due genitori) per far aumentare il rischio di soffrire di tumore midollare della tiroide; non ha una prevalenza a seconda del sesso e può colpire anche persone giovani.

È responsabile di circa il 5-10% dei tumori tiroidei e la forma sporadica colpisce prevalentemente soggetti adulti di età compresa tra 40 e 50 anni; data una prognosi non particolarmente positiva, diventa essenziale la diagnosi precoce.

Essendo un tumore una crescita incontrollata di cellule, si assiste nel caso di carcinoma midollare a un aumento molto significativo della produzione dell’ormone. Può essere utile anche un secondo marcatore, l’antigene carcino-embrionario (CEA), ma risulta meno sensibile della calcitonina in fase di diagnosi.

Il dosaggio della calcitonina nel sangue può essere utile anche nel caso di iperplasia delle cellule C, una malattia benigna che può in alcuni casi progredire e trasformarsi in tumore midollare della tiroide.

I test di stimolazione sono più sensibili rispetto alla misurazione della calcitonina. Nei test di stimolazione, dopo la raccolta del primo campione, il paziente riceve un’iniezione di calcio o di pentagastrina per stimolare la produzione di ormone. Nei minuti successivi sono raccolti diversi altri campioni di sangue, per misurare l’effetto della stimolazione. Chi soffre di iperplasia delle cellule C e/o di carcinoma midollare della tiroide di solito presenta un aumento molto significativo della calcitonina durante l’esame.

Interpretazione

Bassi livelli di calcitonina permettono in genere di escludere la possibile presenza di un carcinoma midollare della tiroide o dell'iperplasia delle cellule C.

Valori alti dell'ormone nel sangue, in presenza di uno o più sintomi caratteristici del tumore

  • diarrea,
  • flush cutanei al viso,
  • presenza di un nodulo tiroideo,
  • raucedine o cambiamento della voce,
  • dolore al collo,
  • difficoltà di deglutizione o di respirazione
  • tosse persistente e/o con sangue.

sono purtroppo altamente indicativi della presenza del carcinoma, che verrà verificato con ulteriori esami. Da solo questo esame non permette una diagnosi, in quanto è possibile un aumento dei valori anche in caso di iperplasia delle cellule C.

A seguito della diagnosi il marcatore può essere utilizzato per monitorare l'efficacia del trattamento; trovare valori bassi è di norma indicativo di trattamento efficace, mentre livelli elevati dopo la terapia possono essere suggestivi di assenza di efficacia o di recidiva del tumore.

Il livello può essere alto anche se il paziente ha un tumore al polmone, al seno e al pancreas, come un insulinoma o un vipoma, un tumore raro del pancreas connesso alla produzione del peptide intestinale vasoattivo (VIP).

Valori Bassi

Valori Alti

  • Adenoma paratiroideo
  • Anemia perniciosa
  • Carcinoma midollare della tiroide
  • Cirrosi alcolica
  • Feocromocitoma
  • Insufficienza renale
  • Ipercalcemia
  • Iperplasia delle cellule C
  • Iperplasia paratiroidea
  • Malattia di Cushing
  • Sindrome di Zollinger-Ellison
  • Tiroidite
  • Tumore al pancreas
  • Tumore al polmone
  • Tumore al seno
  • Tumori delle cellule insulari
  • Uremia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

La concentrazione può essere superiore alla norma se il paziente assume l’adrenalina, il glucagone o i contraccettivi orali (pillola), e di norma è alta nei neonati e durante la gravidanza.

Anche l'esercizio fisico potrebbe essere causa di aumento dei valori, oltre che:

  • etilismo non cronico,
  • insufficienza renale cronica,
  • diversi tumori neuroendocrini,
  • tiroidite cronica autoimmune.

Quando viene richiesto l'esame

L’esame della calcitonina è usato per

  • lo screening,
  • la diagnosi,
  • il monitoraggio del carcinoma midollare della tiroide,
  • e per la valutazione dell'efficacia del trattamento.

Viene quindi prescritto quando il medico sospetta la presenza di questo tumore, in quanto altre forme tumorali della tiroide non sono associate a un aumento dei livelli circolanti dell'ormone.

A seguito della diagnosi l'esame viene periodicamente richiesto per monitorare l'andamento del tumore e l'efficacia del trattamento. Permette inoltre di rilevare eventuali recidive.

Può essere infine prescritto, anche se più raramente, in caso di sospetto di:

  • Iperplasia delle cellule C (condizione benigna, che può progredire verso il carcinoma midollare della tiroide),
  • Alcuni tumori neuroendocrini (polmone, tratto gastrointestinale, ...),
  • Insufficienza renale cronica,
  • Sepsi (infezione diffusa pericolosa per la vita),
  • Alcuni rari tumori pancreatici,
  • Carcinoma midollare del seno.

Una ricerca recente consiglia inoltre di misurare la calcitonina prima dell’intervento chirurgico in tutti i pazienti con noduli alla tiroide, ma non tutti i medici sono d’accordo. Il test di stimolazione può essere prescritto se i risultati sono normali o non significativi, ma rimane il sospetto clinico.

L'esame può essere eseguito periodicamente nei famigliari dei pazienti affetti dalla MEN 2, iniziando già in giovane età, per una diagnosi precoce dell’iperplasia delle cellule C o del carcinoma midollare della tiroide. Se il paziente ha ricevuto la terapia per il carcinoma midollare della tiroide, l’esame della calcitonina di norma viene eseguito a intervalli regolari per monitorare l’efficacia della terapia e le eventuali recidive.

Preparazione richiesta

Al paziente può essere richiesto di rimanere digiuno.

Altre informazioni

La calcitonina può essere usata come farmaco?

È stato usato in passato a questo scopo, ma ad oggi è un approccio ormai poco utilizzato; permette di inibire il rilascio di calcio dalle ossa, preservando quindi i pazienti affetti da osteoporosi.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    buon giorno io ho il gozzo alla tiroide ed e cresciuto da 1 cm e arrivato 2.9 cm ,ce ne sono due dello stesso diametro e ora ne e uscito un altro piccolo a destra ho fa anche agho aspirato l hanno scorso ora ho fatto esame di calcitonina e i valori sono <2 .vorrei sapere se e da asportare .i miei sintomi sono sempre tosse ,fatica a ingerire il cibo a volte ,e la notte a volte non respiro.vorrei sapere se i risultati della calcitonina sono da considerare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il valore della calcitonina sembra assolutamente buono, mentre non mi sento di esprimere giudizi sul come e se intervenire sulla tiroide.

  2. Anonimo scrive il

    Buon giorno ho guardato gli esami della calcitonina. in a dice 1.000 pg/mL fino a 20.0. Mi devo preoccupare? Ho l’appuntamento giovedì con l’ endocrinologo forse dovrei andare subito Grazie mille

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma non ho capito.

      Risultato 1.000 (cioè uno virgola zero)
      Riferimento fino a 20.00 (cioè fino a venti).

      È corretto?

    2. Anonimo scrive il

      Grazie per avermi risposto subito dice 1.0000 valori riferimento fino a 20.0 sto leggendo che si tratta di melanoma visto che è così alta ???? Sto malissimo forse è meglio che chiami il mio medico invece di leggere e F avere cattivi pensieri Ancora grazie per la sua disponibilità

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Scritto così è perfetto, perchè il risultato è 1 e fino a 20 va bene.

  3. Anonimo scrive il

    salve ho fatto gli esami alla tiroide i valori sono: tridotiron.lib 3,75. tiroxina lib 1,23. tsh 0,62. antitireoglobulina abtg 29,94 antitireoperossisasi abtpo 5,79 calcitonina siero 3,65 . mi devo preoccupare ? grazie

  4. Anonimo scrive il

    i valori di riferimento sono. tridotiron lib 3,75 (2.00-4.40). tiroxina lib 1,23 (0.93-1.70). tsh 0,62 (0.27-4.2)antitireoglobulina abtg 29,94 (115) antitireoperossisasi abtpo 5,79(fino a 34) calcitonina siero 3,65 .(8.31-14.3)

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere un livello basso di calcitonina non è considerato un problema, quindi sottoponga gli esami al medico ma sembra che sia tutto OK.

  5. Anonimo scrive il

    Salve, ho 21 anni, una settimana fa’ mi sono accorta di un nodulo al collo, dopo un ecografia sono emersi 2 noduli solidi alla tiroide di 12 e 18 mm ed una cisti liquida di 3 cm, i valori ormonali sono tutti nella norma, la calcitonina <1. I noduli sono omogenei e nn vascolarizzati ma vogliono farmi ugualmente un ago aspirato….devo preoccuparmi???
    grazie
    saluti

  6. Anonimo scrive il

    Dagli analisi è risultato calcitonina<2,0 tsh0,320 ft3 3,46 ft4 1,36 tireoglobulina 40,20 cea 0,53 e mi hanno riscontrato dei noduli di cui uno di 5mm. Mi hanno consigliato di operarmi che ne pensa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Assolutamente no, solo perchè non sento di avere le competenze necessarie per una valutazione di questo tipo.

  7. Anonimo scrive il

    sono una paziente affetta da men 2. ho tolto tiroide e surrene .ho fatto le analisi è la calcitonina è 248.

  8. Anonimo scrive il

    Buongiorno. Il mio valore della calcitonina risulta <2 con parametri tra 0.00 e 6. è un valore negativo o positivo? non capisco come interpretarlo essendo il minimo 0.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il risultato è inferiore a 2 (che immagino essere il limite di sensibilità dello strumento), quindi rispetto al valore di riferimento va bene.

    2. Anonimo scrive il

      HO FATTO ANALISI TSH 0,614-FT3 3,70-FTA1,21 CALCITONINA 17,50 VN 0-8,4 MI DEVO PREOCCUPARE GRAZIE

  9. Anonimo scrive il

    Salve,
    Ho fatto più volte l analisi della calcitonina è risulta sempre 4/5 punti più alta del valore di riferimento massimo. Ho effettuato ago aspirato ed è negativo. Non assumo farmaci che la possono alterare. Come mai e per quali motivi risulta sempre leggermente più alta? Nessun dottore fin ad oggi mi ha dato una rix chiara.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è una sua caratteristica fisiologica.

  10. Anonimo scrive il

    Fatta ecografia. Formazione nodulare ipo-anecogena di circa 3x5x4 mm a vascolarizzazione periferica.si consiglia dosaggio tsh ft4 tpo-ab e calcitonina..mi devo preoccupare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, ma proceda con gli accertamenti consigliati sotto la guida del medico.

  11. Anonimo scrive il

    Mi hanno trovato tre cisti sulla tiroide devo fare l esame di calcitonina perché gli esami di routine vanno abbastanza bene io sono stata operata di un carcinoma alle corde vocali ho 60anni sono a rischio? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Difficile fare previsioni, ma sono ragionevolmente fiducioso; mi tenga al corrente.

  12. Anonimo scrive il

    Buongiorno , ho appena ritirato gli esami della calcitonina e l’esito è <1.0 pg/ml, da come mi sembra di capire dalle sue risposte il valore va bene , è giusto ?
    Grazie e cordiali saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra tutto OK, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

  13. Anonimo scrive il

    Buongiorno
    ho fatto una visita dall’endocrinologo per riscontro gozzo nodulare sn 5 mm e altro 10mm misto. Gli esami della tiroide hanno dato i seguenti rifermenti . ft3 3,6 (1.5-4.1) ft4 1.5 (0.9-1.8) tsh 0.84 (0.40-4) anticorpi antitireoglobulina 23 (fino 60) anticorpi anti tireoperossidasi 57 (fino 60) calcitonina <2 (0-11,5)
    Mi ha consigliato di non fare ago aspirato visto le dimensioni dei noduli e di ripetere l'ecografia tra sei mesi per valutare l'evoluzione dei noduli.
    Quale è il suo parere? Grazie mille Saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi atterrei al consiglio ricevuto, al momento la tiroide funziona bene.

  14. Anonimo scrive il

    buongiorno, ho 60 anni e dalla moc risulta un quadro di osteoporosi di t score anca -3.2 e lombare -2.7, mi hanno prescritto i bifosfonati (una a settimana) e la vitamina d (un flaconcino 25.000 ogni 15 giorni), ho fatto i seguenti esami di laboratorio:
    calcio 9.70 (rif.8.5 – 10.40)
    calciotonina 2.89 ( 0 – 11.50)
    osteocalcina 23.25 (12 – 48)
    fosforemia 4.40 (2.5 – 5.0)
    calciuria 250 (100 – 300)
    clearance della creatinina 250 (100 -300)
    vitamina d 45.7 (30 – 100)
    fosfatasi alcalina 82 (0,2 – 49
    tsh 1.75 (0.2 – 4)
    che ne pensa?

  15. Anonimo scrive il

    ps. i valori di riferimento della fosfatasi alcalina sono 0 – 117
    aggiungo che ho fatto anche gli isoenzimi con i seguenti risultati
    frazioni isoenzimi epatiche33.4 (10 – 50)
    frazione intestinale 3.1 (0 – 20)
    frazione ossea 63.5 (50 – 70)

    1. Anonimo scrive il

      Grazie tante; vorrei aggiungere, visto il quadro degli esami si tratta di osteoporosi tale da essere trattata, secondo il suo parere, con i bifosfonati?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Li ha già iniziati o gli esami sono precedenti all’inizio della terapia?

  16. Anonimo scrive il

    Grazie per la tempestività, ho già iniziato da due mesi circa la terapia, tranne la calcemia, la calciotonina e l’osteocalcina sono tutti precedenti all’inizio della terapia.

  17. Anonimo scrive il

    Ho controllato meglio e avevo già fatto prima dell’inizio della terapia anche l’osteocalcina che era 3.1 (3.10 – 13.70) e il calcio 8.60 (8.5 – 10.4). Grazie ancora e mi scusi

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è propriamente il mio campo ma sì, temo che il farmaco sia necessario.

  18. Anonimo scrive il

    Gentile Dottore,da circa un mese si è evidenziato un grosso nodulo tiroideo,asintomatico,L’ecocolordoppler ha evidenziato una struttura compatta,vascolarizzata.I valori ormonali effettuati ( TSH;FT3;FT4;Tireoglobulina;Anti Tireoglobulina;Anti Tireoperossidasi ) sono nella norma.L’agoaspirato,ripetuto in 3 punti,è risultato completamente negativo.Un professore endocrinologo da me consultato dice di aspettare 6 mesi e poi fare l ‘esame della calcitonina.Un altro medico specialista,della stessa struttura,dice che il nodulo si può togliere adesso con la termoablazione con radiofrequenza,non ci sono problemi.Lei cosa ne pensa? Io vorrei toglierlo dato che è voluminoso,circa 5cm,senza aspettare oltre.Grazie molte del suo aiuto.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero, ma non mi sento di esprimere giudizi in merito.

    2. Anonimo scrive il

      Egregio Dottore,capiso la sua risposta.Comunque potrebbe dirmi se dopo un agoaspirato perfettamente negativo si giustifica di effettuare il test della calcitonina.,
      Grazie.,

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente in quel caso la volontà è di verificare e rilevare eventuali evoluzioni e/o cambiamenti.

    4. Anonimo scrive il

      Egregio Dottore, grazie per la risposta.Comunque,dopo un agoaspirato multiplo risultato assolutamente benigno ritiene che sia necessario effettuare altri esami diagnostici ? Devo prendere una decisione circa la scelta del medico e quindi della cura e la Sua risposta per me è fondamentale.Grazie ancora del Suo aiuto.

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma non posso prendermi la responsabilità della risposta non essendo io endocrinologo.

  19. Anonimo scrive il

    Dopodomani devo fare il prelievo di sangue per fare il ctx vorrei sapere quali farmaci non devo prendere nelle 24 ore precedenti, grazie

  20. Anonimo scrive il

    Ho alcuni noduli alla tiroide ma dopo 2 anni e mezzo sono rimasti invariati, un ago aspirato ha evidenziato che i noduli sono benigni, tutti gli esami alla tiroide hanno dato valori normali. Quindi tutto ok tranne i valori della calcitonina che dal 2014 sono risultati 29, 29, 24 e l’ultimo 33 (metodo ECLIA val. riferimento. 0,1-14,3 pg/ml), assumo aldactone 100 come unico farmaco per la pressione. Può essere che sia fisiologico per me avere questi valori ? in alternativa cosa può influenzare il valore della calcitonina? Grazie a chi volesse rispondermi.

  21. Anonimo scrive il

    L ‘ endocrinologo per ora ha detto di dosare la calcitonina poi di fare una ecotiroide, ma la causa di questi valori?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le cause possibili le trova descritte nell’articolo e lo specialista vuole con questi esami non lasciare nulla al caso.

  22. Anonimo scrive il

    Gentile dottore soffro di diverticolite, dopo la dimissione dall’ospedale per un infezione quasi del tutto rientrata, mi hanno prescritto gli esami del sangue,tra cui la calcitonina mi può chiarire il motivo, il nesso tra con la mia patologia. comunque il valore della Calcitonina è di 22,00, c’è da preoccuparsi preciso che non ho mai avuto problemi di tiroide.

  23. Anonimo scrive il

    Bon jiorno,mi sento male sudo,o pele di oka o fato analisi calcitonina-1,oo FT3-2,95 FT4-0,70 TSH-1,11 Tireglobulina-18,0 Ab anti tireoglobulia 0,10 Ab anti tirioperossidasi-4,80 ,po esere kuesta sudoratione dal tiroide,ce altri analisi poso fare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sembra un problema di tiroide, valori di riferimento?

  24. Anonimo scrive il

    Buon giorno ho fatto gli esami i valori sono questi tsh 2,68 tiroxina libera ft4 1,23 calcitonina 1,40 come somo sti valori grazie

  25. Anonimo scrive il

    Mi scuso per il disturbo , il mio nodulo tiroideo e’ di 8mm gli esami hanno avuto i seguenti risultati
    ft3 2,59
    ft4 8,50
    tsh 1.107
    Calcitonina inf 2

    Non riesco a caomprendere se debbo fare qualche consulto piu’ approfondito

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento la tiroide funziona bene, ma raccomando di fare il punto con il suo medico.

  26. Anonimo scrive il

    Buonasera siccome ho fatto l esame della calcitonina dopo aver scoperto dalla ecografia alla tiroide che ho dei noduli volevo sapere quali farmaci possono far aumentare la calcitonina perché io c è l ho 15 e il valore minimo di riferimento è 13. La ringrazio dell ascolto e la saluto

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Lei che terapia fa? comunque non è un valore da considerare anomalo, può stare tranquillo.

    2. Anonimo scrive il

      Io prendo il diamox, il lansoprazolo, il difmetre, il liserdol, e degli spray per aSma che sono il symbcort e il brune.

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      I farmaci che assume non dovrebbero interferire, confermo che non c’è motivo di preoccuparsi.

La sezione commenti è attualmente chiusa.