Link sponsorizzati

Valori Normali

  • Citomegalovirus IgG:
    • minore di 4 AU/ml (negativo)
    • 4-5 AU/ml (valore dubbio)
    • maggiore od uguale a 6 AU/ml (positivo)
  • Citomegalovirus IgM
    • Positivo/Negativo

Fonte: Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

I cytomegalovirus (spesso abbreviato come CMV) sono membri della famiglia degli herpesviridae che di norma causano infezioni prive di sintomi; al termine della malattia, che passa quindi inosservata, il virus rimane latente nell’organismo (soprattutto all’interno del midollo osseo). Sono estremamente comuni e diffusi (negli Stati Uniti risultano positivi dal 50% all’85% degli adulti, a seconda dell’età del campione) e l’infezione solo raramente causa sintomi, del tutto paragonabili alla mononucleosi (febbre, malessere ed ingrossamento dei linfonodi).

La stessa infezione può invece diventare molto pericolosa per alcune categorie di soggetti (trapiantati, soggetti con AIDS e pazienti immunodepressi in genere); in questi pazienti il virus può colpire qualsiasi organo causando danni anche molto gravi.

È infine purtroppo causa di problemi quando il contagio (o la riattivazione della malattia) avviene durante la gravidanza.

L’esame più comune per questa malattia prevede la ricerca nel sangue di due tipi di anticorpi:

  • IgM: Sono anticorpi prodotti dall’organismo nella prima fase dell’infezione o durante gli eventuali episodi di riattivazione.
  • IgG: Sono anticorpi “di memoria”, che compaiono in un secondo momento e rimangono circolanti nel sangue per tutta la vita a partire dal primo incontro con il virus.

Interpretazione

Gli individui con CMV IgG negativi si presume che non hanno abbiano mai contratto l'infezione, quindi si considerano suscettibili ad essa. Un valore positivo indica invece un'infezione, che può però essere passata od attuale; questi anticorpi compaiono diverse settimane dopo il contagio e rimangono positivi per tutta la vita.

Un valore negativo degli IgM indica che non è in corso un'infezione, tuttavia il valore potrebbe non positivizzarsi prima delle otto settimane dal contagio (studio effettuato su donne in gravidanza); un valore positivo indica invece che l'infezione da citomegalovirus è in corso (primaria, riattivazione o reinfezione) e di norma questi anticorpi compaiono entro 1-2 settimane dal contagio per poi scomparire entro qualche mese.

Nel caso si supponga che ci sia un'infezione in corso l'esame andrebbe ripetuto a distanza di qualche settimana per osservare la crescita dei valori.

Riassumendo:

IgM IgG Interpretazione
Negativo Negativo Nessuna infezione, nè ora nè in passato,
oppure l'organismo non riesce a produrre un'adeguata quantità di anticorpi (per esempio in caso di AIDS)
Positivo Negativo Prima infezione iniziata recentmente,
oppure soggetto riesposto al virus,
oppure riattivazione del virus.
Il valore da solo non è mai sufficiente alla diagnosi, deve trovare conferma nei sintomi.
Positivo Positivo
(con un aumento di circa quattro volte fra campioni raccolti a distanza di qualche settimana)
Prima infezione,
o riattivazione.
Negativo Positivo Esposizione passata
ed acquisita immunità.

Quando viene richiesto l'esame

L'esame è richiesto principalmente in situazioni particolari, per esempio per le donne in gravidanza, per pazienti in lista per ricevere un trapianto di organo, per pazienti immunocompromessi (per esempio perchè malati di AIDS).

Preparazione richiesta

Non è richiesta alcuna preparazione.

Altre informazioni

Gravidanza

L'infezione da cytomegalovirus non desta particolare preoccupazione quando viene contratta da adulti sani o da bambini in buono stato di salute, ma è decisamente più pericolosa quando una donna è incinta.

La trasmissione dell'infezione dalla madre al feto fortunatamente non avviene in tutti i casi di infezione primaria (30-40% dei casi) e, ancora meno, nei casi di riattivazione (0.5-2%).

  • L'85-90% dei neonati con infezione congenita (trasmessa cioè per infezione materna) non presenta sintomi alla nascita,
  • si questi circa il 10% circa presenterà problemi in futuro (difetti uditivi di severità variabile).
  • Il 10-15% circa dei neonati manifesta sintomi che possono essere temporanei o permanenti; di questi il 10-30% andrà in contro ad un decesso perinatale ed il 70-90% a problemi di natura neurologica.

Fino a qualche tempo fa spesso si proponeva alla donna gravida con infezione un possibile aborto terapeutico, mentre ad oggi è possibile appoggiarsi a strutture specializzate in grado di trattare efficacemente il problema abbattendo drasticamente il rischio di complicazioni e le percentuali espresse poco sopra. Per approfondire questo aspetto fare riferimento a Anticito.org.

Fonte statistiche: ISS

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

    Rispondi
  1. laura scrive il

    Sono gravida all8/9 settimana secondo figlio il primo ha un anno , ritirato esami ho citomegavirus con valori 88 e immunocito a < 5 devo preoccuparmi cosa devo fare grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Dovrebbe dirmi esattamente risultati e valori di riferimento, sia di IgG che di IgM.

    Rispondi
  2. Carla scrive il

    È da 5 mesi che ho contratto il citomegalovirus … Ma ad ogni prelievo di sangue le IgM risultano ancora presenti……quanto tempo ci vuole ancora affinché si negativizza?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Stanno diminuendo?
      Di che valori parliamo (avrei bisogno anche degli IgG e dei valori di riferimento)?

    Rispondi
  3. tury scrive il

    Salve dottore. Ho gli antiCitomegalo virus IgG >250. Mentre gli IgM sono a 0.35.
    È un indice positivo e vorrei capire cosa comporta. Sono molto preoccupata.
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra tutto OK, ma per confermarglielo avrei bisogno di conoscere i valori di riferimento.

    Rispondi
  4. Manuela scrive il

    Salve dottore…sono alla seconda gravidanza (15+1) …ho i risultati del CMV…le IgG 119 U/ml valori di riferimento sono 14 positivo….mentre le IgM <5.00 U/ml valori di riferimento 22 positivo …posso stare tranquilla?Attendo in una sua risposta, grazie in anticipo!!!

    1. Manuela scrive il

      Non ho capito perché il mio commento sopra é stato ridotto, i valori di riferimento segnalati sono stati eliminati, comunque li scrivo qui sperando che anche questo commento non venga modificato!
      I valori del CMV dell’IgG sono 119 U/ml, i valori di riferimento sono 14 positivo, mentre gli IgM sono <5.00 U/ml, i valori di riferimento sono 22 positivo!

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo il sistema interpreta i caratteri “>” e “<”, che quindi creano problemi all’invio: Se la situazione è questa IgG 119, positivo per valori superiori a 14 IgM <5, positivo per valori superiori a 22 può stare tranquilla, ha fatto e superato in passato l’infezione; verrà comunque periodicamente verificato per evidenziare eventuali riattivazioni, che sarebbero comunque meno gravi del primo episodio. Come sempre, mi raccomando, ultima parola al ginecologo.

    Rispondi
  5. OMAR 52 scrive il

    ANTICITOMEGALOVIRUS IGG E’ DI 129,9 VALORE DI RIFERIMENTO NEGATIVO 6
    MI DEVO PREOCCUPARE???
    GRAZIE

    Rispondi
    1. Anonimo scrive il

      Scusatemi dottorato a me e successo che a ottobre ho preso questo virus e ho perso una gravidanza di sette mesi e mi ha portato gli analisi tutti sballati e nausea dolori al corpo e diarea cosa fare grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero per quanto successo… Ad oggi i sintomi sono spariti?

    Rispondi
  6. STEFY scrive il

    SALVE, SONO ALLA MIA SECONDA GRAVIDANZA E SONO ENTRATA NELLA 13°SETTIMANA.CONSULTANDO I MIEI ANALISI DEL SANGUE HO RISCONTRATO IL VALORE DEL CMV IGG 142 VALORE DI RIFERIMENTO INFERIORE A 12 ASSENTI E MAGGIORE DI 14.0 PRESENTI, IGM PERO’ MI DICE ASSENTI.E’ POSSIBILE CHE PUR ESSENDO IMMUNIZZATA, L INFEZIONE POSSA RIPRESENTARSI NEL CORSO DELLA GRAVIDANZA E CAUSARE PROBLEMI AL FETO.OGNI QUANTO TEMPO DEVO CONTROLLARE QUESTI VALORI PER STAR TRANQUILLA?GRAZIE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì, è possibile, ma è raro e meno pericoloso della prima infezione.
      2. Il ginecologo consiglierà di verificare periodicamente (dipende da uno specialista all’altro, tutti i mesi, a mesi alterni o 2-3 volte nella gravidanza).

    Rispondi
  7. Eu scrive il

    Salve sono a la settimana 8 di gravidanza e ho questi valori:
    CITOMEGALOVIRUS ANTICORPI
    IgM 12,4 U/mL
    IgG 106,0 * U/mL
    Lei cosa ne pensa???
    Grazie

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra tutto OK, dovrebbe aver fatto e superato in passato l’infezione; raccomando comunque il parere del ginecologo (sarebbe utile avere un esame prima della gravidanza).

    Rispondi
  8. veronica scrive il

    Salve dottore sono alla.7 settimana e la ginecologa mi ha prescritto questo esame cytomegalovirus il risultato è:
    Anticorpi anti citomeg igG:70
    Anticorpi anti citomeg igM:negativo mi puo aiutare a capire grazie dottore

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tutto OK, probabilmente ha fatto e superato in passato l’infezione (ed una riattivazione è poco probabile).

      Valori di riferimento degli IgG?

    Rispondi
  9. serena scrive il

    Ho appena ritirato le analisi, sono alla 29 settimana di gravidanza, analisi fatte il 17/10 Igg e igm per CMV negativi, analisi del 28/11 igg titolo medio e igm positivo, è grave?

    Rispondi
  10. DANIELE scrive il

    BUON POMERIGGIO SONO UN UOMO DI 53 ANNI E DA LUGLIO IL 7 PRECISAMENTE HO AVUTO DEI PROBLEMI DI RESPIRAZIONE RICOVERATO MI HANNO FATTO UNA TRAIECTOMIA CHE ANCORA OGGI HO PERCHE MI HANNO FATTO MILLE ESAMI CHE SONO SEMPRE RISULTATI NEGATIVI MA CON FEBBRE OGNI SERA .15 GIORNI FA HO FATTO DEGLI ESAMI I QUALI SONO RISULTATI NEGATIVI ECCETTO IgG ANTI CITOMEGALOVIRUS 17.8 / IGG ANTI HERPES VIRUS TIPO 1 63.70 SAREI LIETO DI RICEVERE UNA SUA RISPOSTA GRAZIE

    Rispondi
  11. DANIELE scrive il

    DIMENTICAVI DI DIRE CHE I MEDICI DOPO UN PAIO DI MESI HANNO DETTO CHE NON SI TRATTAVA DI TUMORE MA CHE ERA LA GLOTTIDE INGROSSATA A CREARE LA DIFFICOLTA A RESPIRARE E X TANTO NON POSSONO CHIUDERE LA PARTE PERCHE NON HANNO ANCORA UNA DIAGNOSI GRAZIE

    Rispondi
  12. Daniele scrive il

    IgM anti citomegaoovirus assente
    IgG anti citomegalovirus17,8
    IGG anti herpes virus tipo 1 63.70
    IGG anti herpes virus tipo 2 assenti grazie

    1. daniele scrive il

      quelli di riferimento sono :
      IgM12/ 22 IgG12/14 IGGtipo 8,5 /11,5 IGG tipo 2 8,5 / 11,5

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ha già fatto e superato in passato il CMV.
      È venuto in contatto in passato con l’herpes di tipo 1, quello che di norma si manifesta con febbre sul labbro (raramente a livello genitale).

    3. Daniele scrive il

      Buon giorno che lui ricordi no però all’incirca 30 anni fa a distanza di due anni è stato morso da un cane e precedentemente da una scimmia grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questo momento non deve essere curato nulla, perchè non c’è nulla di attivo; i valori positivi indicano infezioni passate e superate (che potrebbero al limite riattivarsi in futuro).

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La causa va cercata altrove, non dovrebbe trattarsi di queste infezioni.

    6. daniele scrive il

      buona sera dottore sono Daniele so che mia sorella si è messa in contatto con lei .
      Perché questa situazione ci sta stressando .Come ho potuto vedere lei non crede che nemmeno questi esami siano la causa del mio problema che sicuramente mia sorella le ha spiegato anticipatamente .

    7. daniele scrive il

      mia sorella si è messa in contatto con lei facendole sapere i risultati dei miei esami
      ed esponendo il mio problema che da sei mesi i medici mi dicono che non sanno cosa mi possa causare questo problema

    Rispondi
  13. Antonino scrive il

    Ho fatto esame di sangue ed è no è spuntato igg e igm positivo com’è possibile?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Significa che l’infezione è in corso ed il contagio non è recentissimo.

    Rispondi
  14. chiara scrive il

    io igg 13 igm 5.7 . esami precedenti CMV negativi… ora con valori di riferimento igg <12 neg
    mi da igg 13… la mia ginecologa dice che e un falso positivo lei che dice?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, probabilmente è così, ma a mio avviso va verificato ed accertato.

    Rispondi
  15. naike scrive il

    Buongiorno sono alla seconda gravidanza alla 9 settimana.i miei valori sono igG 50.10 H igM <0.85 infezione pregressa.cosa significa quest ultimo valore?grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È più basso del riferimento ed indica quindi che l’infezione NON è attiva.

    Rispondi
  16. nurcja scrive il

    Buongiorno sono seconda gravidanza alla 15 settimana. I miei valori sono
    cytomegalo virus igg 114 uml positivo se 14
    E graveattendo la risposta? grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Significa che ha fatto e superato l’infezione in passato; ha dei valori precedenti?

    Rispondi
  17. Rispondi
    Rispondi
    Rispondi
    Rispondi
  18. tamara scrive il

    Salve sono alla mia seconda gravidanza e ho fatto le analisi 07/12 i risultati sono igg 174,50 valori di riferinento 0/15 e igm 1,44 valiri di riferimento 0/1 volevo farle presente che nella prima gravidanza anno 2013 igg era 164 ma igm erano assenti….devo preoccuparmi ???

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di falso positivo, ma il medico prescriverà la ripetizione dell’esame (più il test di avidità) per verificare.

    2. tamara scrive il

      Buongiorno purtroppo nn si tratta di un falso positivo ho ripetuto l esame e risulta nuovamente positivo ed ora attendo le risposte del tezt avidity

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Positivo con che valori? Se sono sempre borderline rimane in piedi l’ipotesi di falso positivo.

    4. tamara scrive il

      Le posso far sapere lunedi che ritiro il cartaceo e posso avere i valori sia del citomegalovirus igm e del test

    5. tamara scrive il

      Salve il test avidity ha riportato un valore di 041 e mi hanno detto che è un valore alto ma nel mio caso di rinfezione come gia le ho spiegato in precedenza il mio ginecologo dice che il test nn mi eslude da un ingezione recente in quanto essendo gia stata infetta in passato il mio test sarebbe sempre di valori alti

    Rispondi
  19. Anonimo scrive il

    Salve sn alla 35 settimana mio nipote ha contratto la varicella…io l ho avuta gia posso essere a rischio? ,xké so ke si può riprendere? È vero?

    Rispondi
  20. amelia scrive il

    Salve dottore ho fatto le analisi e risultati sono IgG 56,00. IgM assenti e avidità IgG 0,78.
    Cosa vuol dire?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra tutto OK, ma prima di confermarglielo le chiedo il perchè sia stata richiesta anche l’avidità; aveva avuto un esame con IgM dubbio?

    Rispondi
  21. samantha scrive il

    Buonasera, sono alla 16′ settimana della mia seconda gravidanza, ho i valori 28.20 di igg con riferimento minore di 5 negativo e 2.68 di igm con riferimento minore di 1 negativo, un mese fa erano entrambi valori prossimi a 0. Domani farò il test di avidità, Cosa vuol dire? Grazie saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Esami precedenti, per esempio nella prima gravidanza, avevano sempre evidenziato IgG negativi?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tutto porta a pensare ad un errore di laboratorio; mi tenga al corrente.

    3. Anonimo scrive il

      Il test di avidità sarà pronto solo la prossima settimama ma le posso dare intanto i risultati igg e igm di oggi: Igg 18 con valore di riferimento minore di 4 negativo e igm 1.43 con valore di riferimento minore di 0.70 negativo.
      Grazie

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono ragionevolmente ottimista, aspettiamo il test di avidità (che mi aspetto essere molto alta).

    5. samantha scrive il

      Buonasera, il valore del test di avidità è 0.06 con valore di riferimento minore di 0.40 debole.
      Grazie

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il test di avidità porta a pensare ad un’infezione recente, anche se rileggendo i suoi valori (nel primo messaggio) sono un po’ dubbioso; il ginecologo cosa ne pensa?

    7. samantha scrive il

      Lunedi farò nuovi test di cmv dna pcr su plasma e urine per avere un quadro completo come consigliato da un infettivologo.
      Saluti

    8. samantha scrive il

      Mi sottoporrò alle immmunoglobuline in attesa della possibilità di fare la amniocentesi. Cordiali saluti

    Rispondi
  22. monik scrive il

    dott…vorrei chiederle questo, ho un alopecia areata incognita diagnosticata attraverso una biopsia, il medico che mi segue ..dermatologo, sostiene che il responsabile di ciò è il cmv, ma nn mi ha prescritto nessun esame e sostiene che nn esiste cura se nn il clobesol uso topico. che esami del sangue devo fare ? mi aiuti sto perdendo tt i capelli

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente temo che anche facendo le analisi specifiche per il CMV non avremmo comunque alcuna arma in più per intervenire.

    2. monik scrive il

      grazie dottore…ma mi potrebbe indirizzare o suggerire una soluzione diversa ? come posso fronteggiare un areata incognita da cmv? oppure che esami posso fare per capire se ho altri anticorpi che possono averla scatenata ? SE FACCO LE ANALISI E SCOPRO CHE NN E PRESENTE IL CMV?? GEAZIE

    3. MONIK scrive il

      BASTA FARE SOLO LE IMMUNOGAMMA…..ECC PER CAPIRE SE HO CMV ? CORRETTAMANTE COME DEVO SCRIVERE QUESTE ANALISI…VOGLIO FARLE AL PIU PRESTO E PRIVATAMENTE ANCHE …GRAZIE

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non farei esami non richiesti, ma quello che si può verificare è IgM e IgG relativi al CMV.

    Rispondi
  23. Alessia scrive il

    Buonasera, dottore.
    A luglio ho interrotto una gravidanza perché positiva al CMV e con una epatite (causata dal virus) in corso che aveva causato anche splenomegalia (insomma un quadro devastante).
    A ottobre avevo ripetuto le analisi per il CMV e il risultato era stato:
    – IgG = 141 UA/ml (valori di rif. : >8 : positivo)
    -IgM = 4.00 UA/ml (valori di riferimento: 8 : positivo)
    -IgM = 2.95 UA/ml (valori di riferimento: < 0.85 : negativo)
    quindi ancora entrambi positivi, purtroppo.

    Specifico che ho avuto i sintomi della malattia già da metà giugno 2015 (quindi probabilmente l'avevo contratta in maggio, ma non ho mai fatto l'avidity test), e che ora sono alla 5^settimana+2.

    Secondo lei questi esami mi porteranno nuovamente a un'interruzione di gravidanza?
    La ringrazio per tutto l'aiuto e il supporto.

    1. Alessia scrive il

      Purtroppo mi sono resa conto che la chat non registra i numeri come li si scrive: ci riprovo:
      A ottobre avevo ripetuto le analisi per il CMV e il risultato era stato:
      – IgG = 141 UA/ml (valori di rif. : >8 : positivo)
      – IgM = 4.00 UA/ml (valori di riferimento: 8 : positivo)
      – IgM = 2.95 UA/ml (valori di riferimento: < 0.85 : negativo)
      quindi ancora entrambi positivi, purtroppo.

      Cosa ne pensa? Di sicuro l'infezione (primaria) è avvenuta almeno 6 mesi fa, ma com'è possibile che le IgM non si negativizzino? le probabilità di rischio di contagio per il feto sono le stesse che avevo alla prima gravidanza?

    2. Alessia scrive il

      Niente, non capisco perché tagli i numeri!
      Riprovo in 2 messaggi:

      A ottobre avevo ripetuto le analisi per il CMV e il risultato era stato:
      – IgG = 141 UA/ml (valori di rif. : >8 : positivo)
      -IgM = 4.00 UA/ml (valori di riferimento: < 0.85 : negativo)
      quindi entrambe positive.

    3. Alessia scrive il

      Ieri sono risultata positiva a un test di gravidanza, e, rimisurato oggi i valori del CMV i risultati sono stati:
      – IgG = 180 UA/ml (valori di rif. : >8 : positivo)
      -IgM = 2.95 UA/ml (valori di riferimento: < 0.85 : negativo)
      quindi ancora entrambi positivi, purtroppo.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’IgG sarà positivo per sempre, mentre l’IgM sembra essere solo un residuo della passata infezione, ma l’ultima parola spetta al medico.

    Rispondi
  24. Alessia scrive il

    Buongiorno dottore,

    Per aggiornarla: Ho effettuato la PCR sulle urine (sul sangue mi hanno detto che sarebbe stata inutile) e risulta negativa. L’avidità è forte (0.70 con valore di rif: >0.65 = forte).
    L’infezione risale ad almeno 6 mesi fa.
    La ginecologa (che si è consultata con gli infettivologi del laboratorio di analisi) mi ha detto di stare tranquilla, ma il dott. Giovanni Nigro dell’ospedale dell’Aquila (quello della terapia con le immunoglobuline) mi scrive che non si può mai essere certi che il virus non si trasmetterà comunque.
    Se ha ragione lui, mi chiedo a cosa servono le analisi: una volta che si è preso il CMV si può solo sperare che la statistica sia dalla nostra parte o fare la terapia a base di immunoglobuline che lui consiglia.
    Sono molto confusa, non so se fidarmi – come vorrei – della mia ginecologa o se imbarcarmi in questa crociata della speranza con le immunoglobuline…
    Senza contare che entro 3 mesi la probabilità di aborto spontaneo (15%) è maggiore della probabilità di effettivo contagio del feto (10%).
    (Probabilmente il fatto di essere statistica e per lo più incinta mi sta mandando in pappa il cervello)
    Il suo parere spassionato?
    La ringrazio per la professionalità con cui sempre risponde.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’infettivologo le ha prospettato possibili effetti collaterali o controindicazioni se scegliesse di procedere con la terapia?

    2. Alessia scrive il

      E’ una terapia ancora sperimentale e non si conoscono tutti gli effetti collaterali – che probabilmente esistono; in ogni caso credo che l’infettivologo non ne abbia nemmeno sentito parlare perché io vivo in Lussemburgo mentre la terapia è stata sperimentata in Italia.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Premesso che sono il meno titolato a parlare, il test di avidità mi sembra sia assolutamente dalla nostra parte; relativamente al discorso immunoglobuline le ho fatto questa domanda perchè non ho esperienza in merito, ma è un approccio che in realtà non è così nuovo, in letteratura si trova, oltre al lavoro del Prof. Nigro (http://jid.oxfordjournals.org/content/205/2/215.full) anche materiale decisamente precedente ed altri lavori italiani con risultati contrastanti (http://www.medscape.com/viewarticle/823088), ma che io sappia non dovrebbe avere particolari rischi.

      Cosa farei al suo posto? Onestamente non lo so.

    Rispondi
  25. Anna scrive il

    Buongiorno dottore, ho appena ritirato gli esami e sono un po’ preoccupata…
    ANTICORPI ANTI CMV IgG 5,9 Ul/mL Assenti 1,2.
    ANTICORPI ANTI CMV IGM 1,1 Assenti 1,2.
    Che significa?

    1. Anna scrive il

      mi scusi, è stato tagliato… ripeto…
      ANTICORPI ANTI CMV IgG 5,8 Ul/mL Assenti meno di 0,8. Dubbio tra 0,8 e 1,2. Presenti maggiori di 1,2.
      ANTICORPI ANTI CMV IGM 1,1 Assenti minori di 0,8. Dubbio tra 0,8 e 1,2. Presenti maggiori di 1,2

    2. Anna scrive il

      nella prima gravidanza i valori erano: IgG 1,8 e IGM 0,4. Valori di riferimento gli stessi

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Viene il dubbio di una recente riattivazione, anche se sono portato a pensare ad un falso positivo; il ginecologo, a cui va segnalato immediatamente, consiglierà di ripetere l’esame per verificare.

    Rispondi
  26. Rispondi
  27. alessia scrive il

    salve, sono alla 33 settimana e dall’inizio della gravidanza ogni mese ho eseguito il controllo di cmv dove sia le igg che le igm risultavano negative. esami ripetuti il 1.12.15 entrambi negativi mentre il 24.12.15 le igm negative e le igg positive 9 ua/ml ( valori di riferimento 4-6 ua/ml) e l 8.01.16 lo stesso riultato del 24.12.15. è probabile che possa aver avuto cmv ancora prima della gravidanza ma gli anticorpi non si sono mai mossi oppure l’ho preso tra 1.12.15 e 24.12.15? grazie in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Con buona probabilità si tratta di un falso positivo, ma ultima parola al ginecologo.

    Rispondi
  28. Erika scrive il

    Dottore buongiorno.

    Nella mia prima gravidanza avevo i seguenti risultati

    Anti citomegalovirus IgG: 73
    Anti citomegalovirus IgM: negativo

    Ora sono dinuovo incinta: cosa significa il
    Risultato? mia figlia di 14 mesi può trasmettermi il virus? O sono immune? Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È immune, l’unico rischio è legato ad una possibile riattivazione del virus (ma che sarebbe indipendente dall’esterno).

    Rispondi
  29. Anonimo scrive il

    Salve dottore mi può aiutare a leggere questi esami per cytomegalovirus: IGG 81.8 ( positivo maggiore di 14) IGM 20,4 ( positivo maggiore di 22 e dubbio tra 18-22). Poi IGG ANTI HERPES simplex 1/2 : 30,0 ( positivo maggiore di 1,1) IGM 0,6 ( negativo minore di 0,9) da premettere che avevo o herpes labiale al momento del prelievo. Grazie in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’herpes che aveva era probabilmente già in fase di guarigione (IgM negativo), lascia invece qualche dubbio il CMV per cui probabilmente verrà consigliata la ripetizione dell’esame.

    Rispondi
  30. sabrina82 scrive il

    Salve dottore, ho di nuovo bisogno di un suo parere. Sono nella 30esima sett di gravidanza ed eseguo test per citomegalovirus ogni mese. Dalle ultime analisi le igg sono lievemente superiori rispetto ai valori passati, (ma sempre negative) stessa cosa per il toxoplasma, mentre le igm di entrambi sono negative e i valori simili a quelli passati.
    Le riporto i valori:
    29/01 Cmv igg 0.378 (negativo minore di 0.5)
    28/12 Cmv igg 0.145
    17/11 Cmv igg 0.148
    10/10 Cmv igg 0.149
    28/08 Cmv igg 0.150

    29/01 toxo igg 0.3 (negativo minore di 1.0)
    28/12 toxo igg 0.125
    17/11 toxo igg 0.128
    10/10 toxo igg 0.129
    28/08 toxo igg 0.130

    Le ripeto che le igm sono negative, stabili e non hanno avuto cambiamenti di rilievo. Come mai questo lieve aumento delle igg? Se ci fosse stata infezione, le igm sarebbero state le prime a crescere, no? La prego mi aiuti a dissolvere tutte queste mie ansie! Grazie sempre e buona giornata!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non si preoccupi, l’aumento in questo caso non ha alcun significato.

    Rispondi
  31. Rosy scrive il

    Buonasera dottore,
    Le scrivo perché sono preoccupata e non riesco a capire ciò che le sto per spiegare:
    DATA: 26/11/2015
    – Citomegalovirus IGG 5 (negativo) rif (0-14);
    – Citomegalovirus IGM 5 (negativo) rif (0-8);

    Data : 9/01/2016
    – Citomegalovirus IGG 5,35( negativo) rif ( positivo>14);
    – Citomegalovirus IGM 10).

    Data: 6/02/2015
    -Citomegalovirus IGG 20 positivo rif (positivo >1);
    – Citomegalovirus IGM 0,20 rif ( positivo >1).

    Non mi spiego come da gennaio a febbraio in 4 settimane come le IGG risultino positive mentre le IGM che dovrebbero alzarsi per prima siano negative. Sono preoccupata essendo alla 14 settimana di gravidanza. Grazie mille

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non me lo spiego nemmeno io; verrà probabilmente prescritto il test di avidità.

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio per la risposta. Domani dovrò ripetere il Citomegalovirus IGG e IGM e poi si deciderà il da farsi. Mi auguro sia un errore di laboratorio avendo effettuato l’ultimo esame in un altro centro.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Più che un errore di laboratorio viene da pensare ad un falso positivo (tecnicamente è diverso).

    Rispondi

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.