Valori Normali

Età (anni) Valori desiderabili (mg/dl) Valori limite (mg/dl) Valori elevati (mg/dl)
Adulti Inferiore a 200 Da 200 a 239 240 ed oltre
Da 2 a 17 Inferiore a 170 Da 170 a 199 200 ed oltre

In base all'eventuale presenza od assenza di altri fattori di rischio il valore consigliato potrebbe anche differire da quelli riportati in tabella.

Sono considerate normali fluttuazioni del 10% tra una misurazione e la successiva.

È considerato basso nel caso in cui, per un adulto, sia inferiore a 100 mg/dl.

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il colesterolo è una sostanza essenziale per la vita: è un costituente delle membrane cellulari in tutti gli organi e tessuti del corpo. Viene usato dall’organismo per la sintesi degli ormoni, sostanze indispensabili per lo sviluppo, la crescita e la riproduzione e permette la sintesi degli acidi biliari che sono necessari per assorbire le sostanze nutrienti dal cibo.

Il corpo produce circa il 75% della quantità necessaria alle diverse funzioni metaboliche, ma il restante 25% è assunto con la dieta. Se si ha una predisposizione ereditaria a produrne troppo, oppure si mangiano quantità eccessive di alimenti che lo contengono, i livelli circolanti nel sangue aumentano e con essi anche il rischio di avere un impatto negativo sulla salute.

Il colesterolo in più nel sangue può essere quindi depositato sotto forma di placche sulle pareti dei vasi sanguigni e questi accumuli possono diminuire o bloccare il passaggio di sangue.

L’esame per valutare il colesterolo totale nel sangue fa parte del cosiddetto profilo lipidico, un insieme di valori che permettono al medico di capire quanti grassi circolano nel sangue e di che tipo: il colesterolo totale rappresenta la somma di questi grassi e permette una stima del rischio di complicazioni cardiovascolari (per esempio ictus ed infarti).

In genere livelli alti non causano alcun sintomo, quindi il paziente non può accorgersi dell’eventuale rischio.

Interpretazione

Nei casi in cui il valore rilevato sia superiore agli intervalli di riferimento si parla di ipercolesterolemia e, a seconda di eventuali altri fattori di rischio presenti, il medico potrà decidere di intervenire per abbassare i livelli.

Il primo obiettivo deve sempre essere agire sullo stile di vita:

  • Aumento dell'esercizio fisico,
  • Perdere peso se necessario,
  • Smettere di fumare,
  • Migliorare l'alimentazione riducendo il consumo di grassi di origine animale.

Quando questo non è sufficiente si valuta l'uso di farmaci.

Non c'è invece unanimità di giudizio nei casi di colesterolo basso: anche se viene rilevato spesso nei casi di alcune malattie (malnutrizione, problemi di fegato, tumore, ...) al momento non c'è alcuna evidenza che questo valore ne sia la causa.

Valori Bassi
(Ipocolesterolemia)

  • AIDS
  • Anemia
  • Epatite
  • Infezioni
  • Ipertiroidismo
  • Ipolipoproteinemia
  • Malassorbimento
  • Malnutrizione
  • Sepsi
  • Stress

Valori Alti
(Ipercolesterolemia)

  • Aterosclerosi
  • Cirrosi biliare
  • Diabete
  • Gravidanza
  • Ipercolesterolemia
  • Iperlipidemia famigliare
  • Ipertrigliceridemia
  • Ipot
  • Malassorb
  • Malattie cardiovascolari
  • Obesità
  • Ostruzione biliare
  • Pancreatite
  • Preeclamsia
  • Sindrome
  • Xantomatosi

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Attendere sei settimane nel caso di:

  • Gravidanza (attendere sei settimane dal parto),
  • Recenti episodi cardiovascolari,
  • Malattie acute,
  • Forti stress (incidenti, operazioni, ...).

Alcuni farmaci (cortisone, beta bloccanti, pillola anticoncezionale, vitamina D, ...) possono infine aumentare i livelli circolanti.

Quando viene richiesto l'esame

Secondo gli specialisti della Mayo Clinic tutti gli adulti dai 20 anni in poi dovrebbero sottoporsi all'esame del colesterolo ogni cinque anni.

Il test diventa particolarmente importante nei casi di:

    • Famigliarità di colesterolo elevato,
    • Sovrappeso,
    • Assenza di attività fisica,
    • Diabete,
    • Dieta ricca di grassi,
    • Abitudine a fumare,
    • Pressione alta,
    • Precendenti di episodi cardiovascolari (ictus, infarto),
    • Uomini con più di 45 anni,

Donne con più di 55 anni.

In presenza di uno o più di questi fattori di rischio il medico potrebbe consigliare una frequenza di controllo più elevata, perchè il rischio di problemi di cuore aumenta.

L'American Academy of Pediatrics raccomanda una valutazione nei bambini solo nel caso di famigliarità grave di ipercolesterolemia o per coronaropatia prematura, oppure nei casi di presenza di fattori di rischio come pressione alta, sovrappeso, diabete.

Preparazione richiesta

Nel caso in cui venga richiesta la sola analisi del colesterolo totale non è necessario il digiuno; nel caso in cui venga richiesto l'intero profilo lipidico è invece opportuno un digiuno di almeno 12 ore. Non ci sono controindicazioni all'assunzione di acqua.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    egr. dott. Cimurro,
    sono un uomo di 50 anni, 65 kg di peso, h 1.70, dopo 22 anni son tornato a fare dei controlli ematici, i classici, emocromo, urine, glicemia, colesterolo tot, hdl, ecc ecc.
    al ritiro delle stesse, mi son accorto di avere glucosio nelle urine 200mg/l, glicemia 133 mg/dl colesterolo tot 308 e hdl 40.
    facendole vedere al mio medico curante, mi ha “condannato” al diabete e per la ipercolesterolemia mi ha detto di regolare la dieta e fra un mese ripetere queste analisi, ed aggiungere colesterolo ldl, trigliceridi ( entrambi non richiesti da mio medico prima non saprei il perché) in più, oltre al colesterolo tot ed hdl, curva glicemica, emoglobina glicata, e ecocolordoppler dei tronchi sovraortici.
    tenga presente che ho una famigliarità con il diabete, mia madre ne soffre tipo 2, e amo (amavo) mangiare dolci, quali snaks nutella ecc.
    cosa mi consiglia?
    grazie in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non posso che consigliare di dare immediatamente una completa svolta allo stile di vita, miglioramento l’alimentazione (sia dal punto di vista dei grassi che degli zuccheri), praticando esercizio fisico (se già non lo facesse), smettendo di fumare (se fosse il suo caso, …).

      Probabilmente è stato scoperto tutto in tempo ed abbiamo modo di tamponare, ma non dobbiamo sottovalutare questo campanello d’allarme.

    2. Anonimo scrive il

      ho dimenticato di dire che sono fumatore, la ringrazio per la sua celerissima risposta e per la sua disponibilità, quindi il consiglio è quello di rivedere la dieta smettere di fumare e fare moto.
      grazie e buon lavoro.

    3. Anonimo scrive il

      dato che il mio medico curante ha accennato, per quanto riguarda l’ipercolesterolemia, alla mancanza di un enzima che non produco, a me è sembrata una diagnosi esagerata, dato che son arrivato a 50 anni e non ho mai avuto questo problema, credo che questo sia un difetto cromosomico e che doveva essere presente dalla nascita. premetto che il mio medico curante è specializzato in ematologia…

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Questo aspetto verrà probabilmente chiarito al prossimo prelievo; se con uno stile di vita adeguato i valori di colesterolo torneranno nella norma (o quasi, possono servire anche 2-3 mesi o più) significherà che NON è famigliare (genetica).

    5. Anonimo scrive il

      ok grazie.
      ma lei cosa dice, dovrei effettuare ecocolordoppler dei tonchi sovraortici?

  2. Anonimo scrive il

    Salve dott. Cimurro stamattina o ritirato i miei analisi del sangue o il gpt nella norma e 48 invece io ho 62 la got va bene 18 e il colesterolo 206 globuli rossi 5, 502, 00 come va devo fare qualcosa il mio medico mi ha detto di controllare di nuovo ris grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Utile verificarli nuovamente come ha suggerito il medico.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente desidera verificare che le transaminasi rientrino tutte nei valori di riferimento.

    3. Anonimo scrive il

      Be dott. Niente di grave anche se le Analisi escono di nuovo cosi grazie di avermi ris.

  3. Anonimo scrive il

    Salve dottore
    Ho fatto il test in farmacia per colesterolo totale e alle 18:00 quindi avevo pranzato oggi risulta 195 quello totale.
    Il mio compagno ha misurato e risulta 210 però ha fatto una settimana fa in laboratorio e risultava 238.
    Quindi il test in farmacia non è’ attendibile?
    Oltretutto lo abbiamo fatto non a digiuno perché avevano pranzato alle 13:00.
    Quindi se al mio compagno risulta 210 e in laboratorio 238 vuol dire che io a 195 andando in laboratorio ho il colesterolo?
    Mi consiglia di effettuare il prelievo con ldl,hdl e trigliceridi?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. I test della farmacia hanno tolleranza leggermente superiore al laboratorio.
      2. Il colesterolo può essere verificato anche dopo mangiato, l’influenza non è elevatissima.
      3. Due prelievi a distanza di una settimana sono difficilmente confrontabili tra loro, può effettivamente essere un pochino cambiato, e anche per questo motivo non è possibile fare ragionamenti su quanto avrebbe trovato lei facendolo in laboratorio.

    2. Anonimo scrive il

      Quindi io a 195 posso stare tranquilla?
      Premetto che consumo semi di zucca spesso(non salati e senza guscio) mangio cocco.
      Oppure mi consiglia di fare in laboratorio quello specifico con ldl hdl e trigliceridi?
      Glicemia non ne ho

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se non ci sono altri fattori di rischio particolari direi che il risultato è molto buono, ovviamente l’ultima parola spetta sempre al medico.

    4. Anonimo scrive il

      No ma il test colesterolo l’ho voluto fare io per curiosità.
      Ho 37 anni e sono in peso forma non credo di avere problemi.
      È’ solo per stare tranquilla
      Ho fatto le analisi poche settimane fa ho tutto buonissimo. Lipasi amilasi got gpt piastrine glicemia creatinina.
      Tutto bene tranne sideremia a 164 mentre il limite è 151 ma ferritina sta bene

  4. Anonimo scrive il

    salve dottore ho 48 anni.ieri mattina ho fatto l esame del colesterolo in farmacia,per controllo ,visto che in famiglia ne soffrono parecchi parenti.io faccio uso da quando avevo 13 anni di cortisone in spay per l asma e di antistaminici per l allergia e all occorrenza il bentelan.,tutti i giorni,questo puo farlo aumentare’,il risultato era di 239 di colesterolo..devo preoccuparmi…il mio peso e di 74 kg per 165 di altezza…so di essere un po in sovrappeso…ma essendo allergica a tanti alimentie frutta sarebbe un po dura.grazie mille per la sua attenzione.le auguro un buon proseguimento.rina da genova.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, i farmaci a mio avviso non spiegano l’aumento. Insista con la dieta, è la strada giusta per migliorare i valori.

  5. Anonimo scrive il

    Buonasera Dottore ho il colesterolo totale..277 hdl 65 trigliceridi 107 glicemia 86 mi hanno detto..che bisogna aggiungere al col. totale l’ HDL e dividere per due vero? grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, non capisco cosa vuole calcolare con l’operazione descritta, si spieghi meglio?

  6. Anonimo scrive il

    salve dottore,,, ho il valore del colesterolo totale, a 144,,, devo preoccuparmi?,,,mentre hdl a 42,,,e ldl a 76,,, grazie,,, per l attenzione

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra ottimo, ma come sempre senta anche e soprattutto il medico.

  7. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, ho appena ritirato gli esami del sangue , mi puo’ aiutare , il colesterolo totale e’ 190 – colesterolo hdl 60 – emoglobina glicata 6,4 – emoglobina glicata (ifcc) 46 , prendo la pillola per la pressione, come sono questi valori?, la ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Colesterolo perfetto, glicata invece troppo alta (siamo a un passo dal diabete); il medico valuterà la situazione e suggerirà gli opportuni accorgimenti (su stile di vita ed eventualmente farmaci).

  8. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore,
    ho fatto delle analisi, premetto che sono una donna, Gli analisi del colesterolo hanno dato:

    Totale 201
    HDL 76
    LDL 113

    La mia domanda è: Ma il totale, è LDL + HDL? PErché a me da 189 e non 201.
    Grazie mille

  9. Anonimo scrive il

    Salve dottore vi volevo dire sono stato in farmacia a misurarmi alcuni valori GLICEMIA 95 COLESTEROLO 205 TRIGLICEDI 135 ha detto il farmacista che il colesterolo sta nei limiti secondo voi?mi devo preoccupare se supera i 220 condividete?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I valori sembrano abbastanza buoni; il colesterolo viene valutato in base alla presenza di altri fattori di rischio e, in base a questi, si fissa l’obiettivo; in realtà poi meglio ancora sarebbe conoscere il valore di LDL, il vero responsabile delle complicazioni cardiocircolatorie.

  10. Anonimo scrive il

    Salve,
    ho 33 anni, 75kg, 1,90, abbastanza sedentario, non fumatore, ipertiroideo in terapia di mantenimento da 6 anni (valori tiroidei nella media), insonnia e stress lavorativo accentuati, dieta abbastanza bilanciata e consumo di frutta/verdura regolare.
    Analisi nella norma, tranne:

    Colesterolo totale – 234
    Colesterolo HDL – 44
    Trigliceridi – 69

    Cosa mi consiglia?
    Grazie mille in anticipo per la gentilezza.
    Saluti,
    Paolo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mangia spesso carne, formaggi, burro, …?
      Famigliari con problemi di colesterolo alto?

    2. Anonimo scrive il

      Carne rossa, uova ed affettati una volta alla settimana (ovviamente ripartiti su giorni diversi), latticini molto spesso (formaggi sia freschi che stagionati un paio di volte alla settimana, yogurt non magro quasi tutti i giorni associato ad un frutto, latte intero una tazza non abbondante al giorno).
      I miei genitori hanno valori borderline, ma nei limiti della norma.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Assolutamente da ridurre latte e latticini, privilegiando quelli più magri.

      Consumi pesce azzurro, 3-4 volte alla settimana, privilegiando quello azzurro di piccola taglia.

      Senta comunque il medico.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, il problema è quando è molto alto, va comunque considerato il valore anche di HDL ed LDL, ma il suo valore non costituisce comunque un problema.

  11. Anonimo scrive il

    buona sera dottore ho ritirato gli esami di sangue e il mio colesterolo e 302 e tracce sangue nel urina

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, il colesterolo è elevato, bisognerebbe valutarbe le frazioni, è utile seguire una dieta equilibrata e un pò di movimento fisico; le tracce ematiche nell’urina possono essere spia di un’infezione/infiammazione a livello urinario/renale, le raccomando di sottoporre le suddette analisi al medico, saprà cosa consigliarle.

  12. Anonimo scrive il

    Salve e complimenti per il forum ho appena ritirato gli esami del sangue e ho notato dei valori che mi fanno un po’ pensare il colesterolo totale è a 255 hdl 41 ldl 195. Io ho 38 anni cosa mi consigliate

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Serve sicuramente fare il punto con il medico, l’LDL è davvero troppo alto.
      Indispensabile apportare modifiche allo stile di vita e si valuterà se aiutarsi con integratori/farmaci.

  13. Anonimo scrive il

    Buon giorno dottore ho ritirato gli esami oggi colesterolo 226 colesteroloHDL 52 trigliceridi 150
    cosa ne pensa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono situazioni border-line, che il medico potrà valutare in base alla presenza o meno degli altri fattori di rischio.

    2. Anonimo scrive il

      altezza 1,72 peso 64, non fumo,assumo lecitina di soia granulare,
      ulteriori esami sempre di oggi: ves 8,emocromo con formula tutto nella norma,glucosio 106, emoglobina glicata 38,creatinina 0,82,acido urico 5,0, AST 24,ALT13,GammaGT 26,
      sodio 140, potassio 4,9,proteine 7,8,elettroforesi capillare delle proteine:tutto nella norma,
      escluso Beta2globuline 7,6,urine nella norma.
      Negli ultimi due anni non ho fatto attività fisica,nell’alimentazione:pochi grassi animali,pochi dolci,molta verdura e frutta (mele),pochi latticini (yougurt addizionato con steroidi vegetali,
      spremuta di pompelmo la mattina,pane integrale,pasta quasi sempre integrale,vino ai pasti
      niente superalcolici,età 65 anni.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Dato lo stile di vita viene il dubbio che la causa dei valori sia genetica, ma è possibile che verranno considerati ancora accettabili. Al medico l’ultima parola.

  14. Anonimo scrive il

    Ritirati di recente esami del colesterolo e TSH. Colesterolo totale 170; HDL 79; TSH 2.91…vanno bene?

La sezione commenti è attualmente chiusa.