Link sponsorizzati

Valori Normali

  • Uomini: da 65 a 176 mcg/dl
  • Donne: da 50 a 170 mcg/dl
  • Bambini: da 50 a 120 mcg/dl
  • Neonati: da 100 a 250 mcg/dl

Fonte: Wikipedia

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il metabolismo di qualsiasi organismo vivente richiede la presenza di ferro per numerosi processi metabolici e biochimici.

Quello che ingeriamo attraverso l’alimentazione viene assorbito a livello intestinale e temporaneamente immagazzinato grazie alla ferritina; nel momento in cui l’organismo lo richiede, il metallo viene rilasciato legato alla transferrina, una proteina di traporto prodotta dal fegato

Quando si complessa con la porfirina forma l’eme, una struttura alla base di numerose proteine tra cui l’emoglobina; la caratteristica saliente dell’eme è la capacità di legare l’ossigeno, questa proprietà viene per esempio sfruttata dai globuli rossi per trasportare l’ossigeno che respiriamo in tutte le cellule dell’organismo.

Se con l’alimentazione non viene fornito un sufficiente apporto di questo oligoelemento, i livelli di concentrazione nel sangue scenderanno e verranno progressivamente utilizzate le scorte accumulate nei tessuti, determinando nel tempo una situazione di carenza.

D’altra parte, l’assorbimento di troppo ferro può portare ad un accumulo progressivo ed eccessivo in grado di causare danni a diversi organi, quali il fegato, cuore e pancreas.

L’esame del ferro nel sangue misura la quantità circolante legata alla transferrina; poiché per la diagnosi di carenza non è sufficiente un solo esame, di norma il dosaggio della sideremia è accompagnato dai valori di TIBC, dalla ferritina e da altri valori del sangue.

Se i valori di emoglobina ed ematocrito sono bassi, questa esame può aiutare a capirne la causa.

Interpretazione

I valori sono di norma interpretati insieme agli altri test collegati:

Malattia Ferro TIBC/Transferrin UIBC %Saturazione transferrina Ferritina
Carenza ferro Basso Alto Alto Basso Basso
Emocromatosi Alto Basso Basso Alto Alto
Malattia cronica Basso Basso Basso/Normale Basso Normale/Alto
Anemia emolitica Alto Normale/Basso Basso/Normale Alto Alto
Anemia sideroblastica Normale/Alto Normale/Basso Basso/Normale Alto Alto
Avvelenamento da ferro Alto Normale Basso Alto Normale

La carenza di ferro si riferisce ad una diminuzione della quantità di ferro immagazzinato nel corpo, mentre per anemia da carenza di questo metallo si intende una diminuzione del numero di globuli rossi e/o la quantità di emoglobina contenuta dagli stessi globuli rossi, che si manifesta settimane dopo la fine delle scorte del metallo.

Valori Bassi

  • Artrite reumatoide
  • Emorragia
  • Gravidanza
  • Infarto
  • Infezione
  • Infiammazione
  • Nefrosi
  • Tumore
  • Uremia
  • Ustione

Valori Alti

  • Anemia aplastica
  • Anemia emolitica
  • Anemia perniciosa
  • Avvelenamento da piombo
  • Danno al fegato
  • Emocromatosi
  • Emosiderosi
  • Nefrite
  • Policitemia
  • Talassemia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

I valori della concentrazione di ferro nel sangue, oltre che per il sesso del paziente (gli uomini manifestano valori leggermente superiori alle donne), sono influenzati anche dall'età, dall'ora del giorno in cui avviene il prelievo e da altre circostanze (ad esempio la presenza di flusso mestruale) anche di tipo alimentare (l'assunzione di grandi quantità di the o di determinati farmaci o integratori a base di ferro).

La pillola anticoncezionale (insieme ad anello e cerotto) potrebbe essere causa di aumento dei valori, allo stesso modo l'alcool può far innalzare le concentrazioni.

Lo stress e la privazione del sonno possono ridurre temporaneamente i livelli sierici del ferro.

Quando viene richiesto l'esame

L'esame viene richiesto quando c'è il sospetto che il paziente abbia livelli troppo alti o troppo bassi di ferro nel sangue o più nel dettaglio:

  • quando si sospetta un'emorragia,
  • per la diagnosi differenziale di anemia, emosiderosi ed emocromatosi,
  • per la valutazione della carenza di ferro,
  • per la diagnosi di tossicità acuta da ferro, in particolare nei bambini,
  • monitoraggio della risposta alla terapia per l'anemia.

Nei pazienti affetti da anemia questo esame è utile per capire se la causa è una carenza di ferro, oppure un'altra condizione come un'emorragia.

Viene infine prescritto come esame di routine alle donne in gravidanza.

Preparazione richiesta

Potrebbe essere richiesto il digiuno prima dell'esame, perchè anche piccole quantità di ferro assunte con la dieta (o sotto forma di integratori) possono causare temporanee ma rilevanti oscillazioni dei valori nel sangue.

Altre informazioni

SIntomi da carenza di ferro (valori bassi)

Una carenza di ferro nelle fasi iniziali passa spesso inosservata. Se una persona è in buona salute i sintomi non si manifestano prima che l'emoglobina nel sangue non sia scesa sotto i 10 g per decilitro:

  • stanchezza ed affaticamento,
  • vertigini,
  • debolezza,
  • mal di testa,
  • pelle pallida.

Nei casi più gravi possono comparire:

  • difficoltà respiratorie,
  • vertigini,
  • dolore al petto ed alle gambe,
  • voglia di alcune sostanze specifiche (liquirizia, gesso, polvere, argilla, ...),
  • bruciore sulla lingua,
  • unghie dei piedi a forma di cucchiaio.

Sintomi da accumulo di ferro (valori alti)

I sintomi di alti livelli di sideremia possono variare da persona a persona e tendono a peggiorare nel tempo, sono associati all'accumulo di ferro e possono essere simili a quelli osservati con altre condizioni:

  • dolori articolari.
  • stanchezza e debolezza,
  • dolore addominale,
  • perdita del desiderio sessuale,
  • problemi di cuore.

L'anemia da carenza si manifesta rapidamente?

L'insorgere dell'anemia è graduale ed inizia nel momento in cui le perdite del metallo superano le quantità assorbite dall'intestino. Nelle prime fasi di questo processo la ferritina (indice delle quantità accumulate) sarà bassa, ma le concentrazioni di ferro nel sangue e il TIBC saranno normali.

Con il persistere della carenza i livelli di sideremia diminuiscono sensibilmente, mentre la transferrina e TIBC aumentano ed inizia a manifestarsi anemia.

Con il peggioramento della carenza di ferro, i livelli sierici di ferro cadono, TIBC e aumento transferrina, e anemia inizia a svilupparsi. Con la carenza di ferro prolungato o grave, i globuli rossi diventano piccolo e pallido a causa di livelli di emoglobina sono diminuiti. Produzione dei reticolociti diminuisce, tranne dopo la terapia di ferro.

Mi è stato prescritto un integratore di ferro da assumere prima dell'esame: perchè?

Il medico può sospettare che ci sia un problema di assorbimento; se si assume il metallo sotto forma di integratore ma l'esame rileva comunque valori bassi significa che sussiste una condizione di malassorbimento.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Anonimo scrive il

    salve dottore, sono un uomo di 40 anni
    volevo chiederle che ho ritirato le analisi e ho riscontrato un valore alto,può dirmi se devo preoccuparmi grazie.

    glicemia 92 60-110
    creatinemia1,14 0,70-1,40
    azotemia 18 10-50
    uricemia 5,5 3,3-7,4
    GGT(gamma glutamil transpeptidasi) 56 0-55
    bilirubina totale e frazionata
    bilirubina totale 1,53 0,00-1,20
    bilirubina diretta 0.25 0.00-0,20
    bilirubina indiretta 1,28 0,00-1,00
    bilirubina totale 1,53 0,10-1,20
    colesterolo totale 146 110-200
    colesterolo HDL 38 60
    colesterolo LDL 80 0-150
    trigliceridi 163 0-170
    SIDEREMIA 197 50-160
    ves (1°ora) 8 0-14
    pcr (proteina c reattiva) 0,5 0,0-5,0
    tempo di protombina (pt)
    attività protombinica 82,1 70,0-120.0
    i.n.r 1,03
    tempo di tromboplastina parziale 31 secondi 20-40
    (aptt)

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non vedo nulla di drammatico; se la preoccupazione è per la bilirubina potrebbe trattarsi di sindrome di Gilbert, che è innocua. Senta comunque il parere del medico.

    Rispondi
  2. Rispondi
    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe non essere un problema, ma va valutato con il medico che lo verificherà nel contesto.

    Rispondi
  3. ilda scrive il

    Salve io ho il fero 9
    che e molto basso
    ho fatto nascere mio figlio 3setimane fa con un parto naturale
    pero lunedi ho perso i sensi e dopo ho fatto le analizi
    hemoglobina pero e alla norma 11.6
    che poso fare con il fero? E per questo che ho perso i sensi? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe aver influito; verranno probabilmente prescritti approfondimenti e poi un’integrazione per ripristinare i valori.

    Rispondi
  4. Giuseppe scrive il

    Salve dottore,

    Mio nonno ha 84 anni ha fatto per la seconda volta delle analisi, non le so dire esattamente quanti e quali tipi di analisi abbia fatto però oggi le ha fatte vedere anche a me e molti dei valori erano fuori dalla norma, inoltre confrontandoli con le analisi che aveva già fatto precedentemente ho notato (nella mia ignoranza) dei peggioramenti, seppur lievi.

    Ecco i valori che ho trovato fuori dalla norma

    AMILASEMIA (ALFA-AMILASI) 164. 28-100
    VES 1^ ORA. 26. 2-12
    FERRO (SIDEREMIA) 33. 50-160
    FERRITINA 6,3 20-300

    Questi valori sono dovuti a qualcosa in particolare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono sicuramente da sottoporre all’attenzione del medico, che riuscirà a formulare giudizi in base anche a sintomi, storia clinica, …

    Rispondi
  5. rocco scrive il

    salve, dagli analisi risulta la sideremia alta 206, la ferritina e’ normale, tricligeri normali’ clesterolo cattivo e basso normale,

    e’ un problema la sideremia alta?

    grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere no, ma il suo medico la valuterà meglio nel contesto del suo caso specifico.

    Rispondi
  6. Martina scrive il

    Salve,
    ho riscontrato nelle analisi di mia figlia 17 enne due valori fuori norma:
    CK 295 u/l (33-211)
    e
    Ferro 3 mmoli/L 7-29
    Le analisi sono state richieste per controllo annuale attività fisica agonistica.
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Pratica già attività fisica?
      2. Ha anche la ferritina? Ha una dieta varia?

    Rispondi
  7. Nico scrive il

    Salve dottore,
    ho trovato il ferro a 193 e la ferritina a 440
    non ho il valore della transferrina.
    Premetto che l’anno scorso il ferro era a 137 e anche in precedenza non ho riscontrato
    scompensi.
    GRAZIE

    1. Nico scrive il

      Tutti gli altri valori,dall’esame dell’emocromo al glucosio,AST e gamma GT
      sono nella norma(tranne la transferrina che non ho).

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Avrei bisogno di conoscere i valori di riferimento di ferro e ferritina.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I valori di riferimento sono i due numeri che trova accanto al risultato.

    4. nico scrive il

      Visto che il resto degli altri esami sono nella norma, mi ha detto di rifarli più avanti
      per vedere se è solo un caso sporadico. Per quanto riguarda i sintomi,ho solo qualche
      dolore articolare di tanto in tanto e il battito cardiaco più alto della media(circa 80 min.)

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è stato solo un caso, ma mi tenga al corrente e segnali al medico eventuali nuovi sintomi di qualsiasi genere.

    6. nico scrive il

      La terrò informata.
      Purtroppo sapere che queste alterazioni del ferro possono portare a più patologie
      gravi e molto diverse tra loro,preoccupa e disorienta tanto, comunque grazie per
      l’attenzione e per quello che fa.

    Rispondi
  8. Giulia scrive il

    Gent.mo Dottore,
    Finalmente qualcuno che ha spiegato chiaramente perché la sola sideremia non basta!
    A tal proposito le volevo chiedere se con i valori della Ferritina nella norma e una Sideremia a 40 (sono una donna di 27 anni) devo fare ulteriori indagini, oppure posso tranquillizzarmi e considerarla come una condizione momentanea .

    1. Anonimo scrive il

      Gentile Dottore,
      la ringrazio per aver risposto e in maniera così celere. In relazione ai sintomi riportati qui sopra, ultimamente mi capita di soffrire di mal di testa (cosa abbastanza rara per me) e mi accade di perdere l’equilibrio abbastanza facilmente (ma non so se questo possa rientrare nelle vertigini). Per quanto concerne il pallore, la debolezza e l’affaticamento, li ho sempre ritenuti nella norma, considerando il mio stile di vita, fisicamente sedentario, ma comunque stressante a causa dello studio e di un alterato ritmo sonno-veglia.

    2. Giulia scrive il

      Non so poi cosa riferirle in merito a sintomi di altra natura…

      Piccola nota riguradante il funzionamento del sito, in particolare la compilazione di questo campo. Dato che ha richiesto opinioni ed osservazioni in merito, volevo informarla che ho trovato alcune difficoltà nello scrivere da smartphone Android, in quanto nel momento in cui dovevo correggere una parola, la correzione veniva fatta in un altro punto del testo, diverso da quello da me indicato, impedendomi di modificare correttamente. Non so se questo dipenda dal mio apparecchio, ma ho ritenuto giusto comunicarglielo, così potrà eventualmente verificare.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ultima parola al medico, ma con una ferritina nella norma non credo che verranno consigliati approfondimenti, al limite verrà dato qualche suggerimento per favorire l’assorbimento di ferro alimentare.

      PS: Grazie per la segnalazione, verifico.

    Rispondi
  9. Laura scrive il

    Salve, sono una ragazza di 23 anni e volevo cortesemente chiederle un parere sui valori delle ultime analisi del sangue:
    Leucociti 5.80
    B-Eritrociti 4.7
    B-Emoglobina 139
    B-Ematocrito 0.43
    MCV 92.0
    MCH 29.6
    MCHC 322
    B-Piastrine 299
    B-Neutrofili 46%
    Neutrofili 2.64
    B-Linfociti 34,9%
    Linfociti 2.01
    B-Monociti 14.2 %
    Monociti 0.82
    B-Eosinofili 4.3 %
    Eosinofili 0.25
    B-Basofili 0.7 %
    Basofili 0.04
    P-Ferritina 12

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Valori di riferimento? Mi bastano quelli dove vede l’asterisco.

    Rispondi
  10. Luanna scrive il

    Buonasera Dottore, ho eseguito degli esami del sangue perché negli ultimi mesi non sono stata al massimo della forma. Mi sono usciti dei puntini rossi sul corpo, ho prurito in continuazione su tutto il corpo, soprattutto la sera, sono dimagrita e poi ingrassata velocemente senza alcun motivo. Gli esami del sangue e i test allergologici sono perfetti, l’unico valore sballato è il Ferro dove ho un valore di 218 su un range di riferimento da 35 a 145. Ovviamente andrò dal mio medico dopo aver fatto anche una visita dermatologica. Secondo lei è un valore di poco conto o può essere la causa dei miei malesseri?

    1. Luanna scrive il

      La Ferritina è a posto, ho 41.2 su valori di rifermento da 13.0 – 150.0. Ho i Linfociti leggermente alti, valore 45 su un range 22-44

    Rispondi
  11. Lore scrive il

    Salve..Un’informazione: mio figlio ha due anni, dalle analisi i livelli di ferro sono pari a 59ug/di (intervallo 50-120). Ferritina 17,40 ng/ml (intervallo di riferimento 7-140). Sebbene rientrino nell’intervallo sono entrambi bassi…può essere sintomo di carenza di ferro? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma nel caso dei bambini non esprimo mai giudizi, perchè gli intervalli di riferimento non sono necessariamente sovrapponibili a quelli degli adulti.

    Rispondi
  12. Barbara scrive il

    Buon giorno Dottore, sono una donna di 36 anni e dagli esami e’ stato riscontrato Ferro (siero) 203
    LEUCOCITI 6,48 Mila/mcL Da 3,80 a 11,00
    ERITROCITI 4,73 Milioni/mcL Da 3,70 a 5,15
    EMOGLOBINA 143 g/L Da 110 a 153
    EMATOCRITO 0,43 L/L Da 0,32 a 0,45
    VOLUME GLOBULARE MEDIO 90,2 fL Da 82,0 a 100,0
    CONTENUTO MEDIO EMOGLOBINA 30,2 pg Da 27,0 a 34,0
    CONCENTRAZIONE MEDIA EMOGLOBINA 335 g/L Da 312 a 355
    RDW 12,3 % Da 12,0 a 15,0
    HDW 25,8 g/L Da 21,0 a 32,0
    PIASTRINE 263 Mila/mcL Da 115 a 400
    MPV 9,3 fL Da 7,0 a 11,1
    PDW 62,7 % Da 25,0 a 72,0
    PCT0,20 %Da 0.10 a 0.40
    NEUTROFILI 48,7 %
    3,16 Mila/mcL Da 1,10 a 6,60
    LINFOCITI 40,0 %
    2,59 Mila/mcL Da 0,90 a 3,40
    MONOCITI 5,3 %
    0,34 Mila/mcL Da 0,20 a 1,30
    EOSINOFILI 2,1 %
    0,14 Mila/mcL Da 0,00 a 0,80
    BASOFILI 0,7 %
    0,05 Mila/mcL Da 0,00 a 0,20
    LUC 3,2 %
    0,21 Mila/mcL Da 0,00 a 0,40
    Ferro (siero) 203 mcg/dL
    METODO: COLORIMETRICO
    FERRO
    Vorrei sottoporre a lei questi esami. Da dire che ultimamente ho assunto dei diuretici alle erbe per ritenzione idrica (ononide, amamelide).
    La ringrazio per il suo consiglio.
    Barbara

    1. Anonimo scrive il

      il medico mi dice di ripetere gli esami a febbraio , per vedere se il valore scende. Ho sempre avuto il ferro ( esami anni passati) molto basso , la cosa mi e’ risaltata appunto perche’ questa volta e’ addirittura fuori parametro. La ringrazio per la sua consulenza.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido, ma sono sicuro che sarà tornato nella norma.

      Mi tenga al corrente.

    Rispondi
  13. Sara scrive il

    Buongiorno gentile dottore volevo chiederle se si avesse un emoraggia facendo una cura col ferro prima flebo poi pillole i valori rientrerebbero? o essendoci un emoraggia i valori nonostante la cura njon rientrerebbero? grazie

    Rispondi
  14. Sara scrive il

    Grazie dottore. Le facevo questa domanda perchè mi ero ritrovata con emoglobina 6,80 motivazione carenza di ferro avendo avuto cicli molto abbondanti si è pensato fosse questa la causa ho fatto 7 flebo di ferro e poi ho preso sistematicamente il ferro (pillole )per quasi un anno e nelle ultime analisi i valori sono rientrati

    sideremia 62,00 valori normali 50-167
    transferrina 285 ” ” 190-300
    emoglobina 13,7 12-16
    ferritina 45,80 20-200

    Lei pensa possa stare tranquilla? Il mio dubbio era potrebbe essere che nonostante i miei valori siano rientrati potrebbero esserci altri problemi?

    La ringrazio ancora soprattutto per la celerità nel rispondermi . Ho quasi 52 anni e il problema si è presentato oltre un anno fa. Grazie ancora chiederò al mio medico se dovrò ancora prendere il ferro per aumentare ulteriormente i mie valori ma mi farebbe piacere conoscere anche il suo parere dovrei prendere ancora ferro e far aumentare i valori? e questi vanno già bene? grazie
    distinti saluti Sara

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Nei limiti delle mie competenze i valori mi sembra che vadano benissimo; le mestruazioni si presentano ancora regolarmente ed abbondanti?

    Rispondi
  15. Sara scrive il

    Gentile dottore il ciclo ora è sporadico sto andando verso la menopausa. Quindi secondo il suo parere l’emoglobina 6,80 era dovuta al ciclo abbondante non devo pensare o preoccuparmi che possa esserci altro? Avendo anche la conferma con le analisi che i valori sono rientrati? Ancora grazie, avevo paura che nonostante i valori fossero rientrati magari c’era la possibilità che quell’emoglobina 6,80 potesse essere dovuta anche ad altri problemi tipo emoraggie motivo x cui ho avuto la necessità di farle la prima domanda grazie ancora.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. La causa era probabilmente il ciclo.
      2. Se è prossima alla menopausa probabilmente non ne soffrirà più.

    Rispondi
  16. Katia scrive il

    Buonsera dottore …ho fatto degli esami e risulta la sideremiao 7ug/dl ho fatto un mese di ferro in flebo e pillole. ..è così preoccupante?

    Rispondi
  17. jessica scrive il

    Secondo lei avere la sidermia a 48 e’ un valore basso che puo’ portare alla perdita dei capelli ?

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.