Link sponsorizzati

Valori Normali

A digiuno:

  • Soggetti sani hanno valori compresi tra 70 e 99 mg/dl,
  • Un valore compreso tra 100 e 125 mg/dl è caratterizzato dalla diagnosi di intolleranza glucidica (pre-diabete),
  • Un valore pari a 126 mg/dl o superiore nella maggior parte dei casi è segno di diabete.

Due ore dopo il pasto

  • Soggetti sani hanno valori inferiori a 140 mg/dl,
  • soggetti con intolleranza glucidica hanno valori tra 140 e 200 mg/dl,
  • soggetti diabetici hanno valori più alti di 200 mg/dl.

In un momento qualsiasi della giornata un valore di glicemia che supera i 200 mg/dl è considerato segno di malattia diabetica.

RIsultati superiori ai 400 mg/dl sono considerati pericolosi e degni di attenzione medica immediata.

È infine considerata ipoglicemia (valori bassi) un esito inferiore a 60 mg/dl.

Fonte: MedScape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

In campo medico la quantità di glucosio (zucchero) nel sangue prende il nome di glicemia ed è in genere il primo esame che viene richiesto quando si sospetta un possibile diabete.

Il glucosio è la principale fonte di energia per la maggior parte delle cellule del corpo, comprese quelle del cervello. I carboidrati (o glucidi) si trovano in frutta, cereali, pane, pasta e riso e vengono più o meno rapidamente trasformati in glucosio quando introdotti con la dieta. L’assorbimento che si verifica durante e dopo un pasto ha come conseguenza un aumento della quantità circolante nel sangue di zucchero e, nel caso si raggiungano valori eccessivi, possono verificarsi sintomi di vario genere:

  • secchezza della bocca,
  • sete,
  • frequente bisogno di fare pipì,
  • visione offuscata,
  • affaticamento o sonnolenza,
  • dimagrimento,
  • sensazione di malessere,
  • mancanza di appetito,
  • alti valori di chetoni nelle urine.

Questi sono anche sintomi comuni del diabete, la malattia più comune legata al metabolismo dei carboidrati.

Le complicanze del diabete sono la terza causa di morte negli Stati Uniti ed i soggetti colpiti sono in costante crescita.

Si parla invece di pre-diabete quando i valori, pur oltre la soglia di normalità, non permettono una diagnosi di diabete; si tratta di una condizione in cui c’è un alto rischio di sviluppare la malattia, oltre ad infarto ed ictus, nel giro di 10 anni. Si ritiene tuttavia che una moderata perdita di peso ed una regolare attività fisica possano impedire questa progressione.

Interpretazione

In caso di risultati oltre i valori normali, la diagnosi di diabete o pre-diabete deve sempre essere confermata con nuove analisi, a meno di presenza inequivocabile dei sintomi tipi:

  • aumento della minzione (pipì),
  • aumento della sete,
  • inspiegabile perdita di peso (tipico soprattutto del diabete di tipo 1),
  • affaticamento,
  • visione offuscata,
  • aumento della fame,
  • ferite che non guariscono.

In assenza di sintomi inequivocabili, secondo le linee guida americane, si procede con uno dei seguenti test:

  • Si ripete l'esame svolto a distanza di qualche giorno,
  • se sono già stati usati due test (per esempio glicemia a digiuno ed emoglobina glicata) ed entrambi concordano, la diagnosi è già confermata,
  • se sono già stati usati due test ma non c'è concordanza di diagnosi, si ripete il test che ha dato esito positivo (oltre i valori di diabete o pre-diabete).

Nel caso in cui la ripetizione non confermi l'ipotesi, in genere si sceglie di ripetere gli esami a distanza di 3-6 mesi.

Valori Bassi
(Ipoglicemia)

  • Ansia
  • Esercizio fisico
  • Gastrectomia
  • Glicogenosi
  • Insulinoma
  • Ipotiroidismo
  • Malassorbimento
  • Morbo di Addison
  • Necrosi epatica
  • Sepsi
  • Stress
  • Tumore delle cellule insulari del pancreas

Valori Alti
(Iperglicemia)

  • Acromegalia
  • Diabete
  • Eclampsia
  • Epatite
  • Feocromocitoma
  • Infarto
  • Insufficienza renale
  • Iperlipoprotinemia
  • Ipertiroidismo
  • Malnutrizione
  • Obesità
  • Pancreatite
  • Sedentarietà
  • Shock
  • Sindrome di Cushing
  • Tireotossicosi
  • Trauma
  • Trauma cranico
  • Tumore al pancreas
  • Ustioni

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Moltissime forme di stress possono causare aumenti temporanei della glicemia, per esempio:

  • Trauma,
  • Ictus,
  • Infarto,
  • Operazione chirurgica,
  • Ansia.

Tra i farmaci che possono aumentare i valori a digiuno ricordiamo:

  • antipsicotici atipici,
  • azatioprina,
  • basiliximab,
  • beta-bloccanti,
  • bicalutamide,
  • cortisone,
  • diazossido,
  • epinefrina,
  • estrogeni,
  • furosemide,
  • gemfibrozil,
  • isoniazide,
  • levotiroxina,
  • litio,
  • niacina,
  • inibitori della proteasi,
  • tiazidici.

Di questo elenco sottolineiamo la presenza di cortisone (solo se assunto per cure lunghe), levotiroxina (per esempio Eutirox®) ed in alcuni casi la pillola anticoncezionale (che contiene estrogeni).

Tra le medicine che possono diminuire i valori di glicemia a digiuno ricordiamo:

  • paracetamolo (Tachipirina®),
  • basiliximab,
  • carvedilolo,
  • desipramina,
  • alcool,
  • gemfibrozil,
  • ipoglicemizzanti,
  • insulina,
  • MAO inibitori,
  • fenotiazine,
  • risperidone,
  • teofillina.

Quando viene richiesto l'esame

Il medico può richiedere questo esame se si manifestano sintomi di diabete, anche se in realtà esistono esami più specifici per la diagnosi definitiva (curva da carico ed emoglobina glicata).

L'esame della glicemia nel sangue è anche usato per monitorare i pazienti che hanno il diabete, per verificare l'efficacia della terapia.

Può infine essere richiesto in caso di sintomi anomali da alti valori di glucosio nel sangue (iperglicemia), come:

  • Aumento della sete, di solito con minzione frequente,
  • Affaticamento,
  • Offuscamento della vista,
  • Infezioni di difficile guarigione,

o sintomi di basso livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia), come ad esempio:

  • Sudorazione
  • Fame
  • Tremori
  • Ansia
  • Confusione
  • Visione offuscata.

In gravidanza fa parte degli esami svolti periodicamente.

Preparazione richiesta

Il test può essere richiesto e suggerito in due modi:

  • a digiuno, raccogliendo il campione di sangue al mattino dopo il digiuno notturno o 8 ore,
  • in un momento qualsiasi della giornata.

Altre informazioni

Perchè gli elevate valori di glicemia sono pericolosi?

Il glucosio è un carburante prezioso per tutte le cellule del corpo, quando è presente a livelli normali. Concentrazioni elevate di zucchero si comportano invece come un veleno ad azione lenta, che agisce nel tempo.

Quando la glicemia è costantemente elevata il pancreas, che è l'organo incaricato di controllare questi valori, continua a mandare segnali per abbassare i livelli circolanti, ma con il tempo perde di efficacia e viene danneggiato in modo permanente. Questo è come un circolo vizioso, che comporta danni sempre maggiori con il passare del tempo.

Le grandi quantità di zucchero circolanti nel sangue, non più tenute sotto controllo, diventano quindi causa di problemi al sistema cardiocircolatorio e, poichè questo è presente in tutto l'organismo, le complicazioni diventano numerose ed a carico di moltissimi organi:

  • Malattie renali,
  • Ictus,
  • Infarti,
  • Perdita della vista,
  • Indebolimento del sistema immunitario,
  • Impotenza,
  • Diminuzione della sensibilità della pelle e dolori,
  • Ritardi anche gravi nella cicatrizzazione delle ferite.

In casi estremi, a causa della scarsa capacità di guarigione delle ferite, è necessaria l'amputazione dell'arto.

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Mary scrive il

    Buongiorno dottore. Ho 25 anni, alta 1,60 e peso 46 kg. Tendo sempre a dimagrire e non riesco mai ad ingrassare. Ho sempre fame e oltre colazione, pranzo e cena faccio numerosi spuntini. Mi sono capitati da circa tre anni alcuni episodi strani ma non ci facevo molto caso fino a un anno fa. In questi episodi che comunque si verificano raramente ( una volta ogni tre mesi o a volte una volta ogni sei mesi) comincio a tremare, non sento più le forze, ho tachicardia, comincio a sudare freddo, e improvvisa fame che non mi sazia. L’ ultima volta che mi è venuta ( fine gennaio) ho preso zucchero diluito in acqua e dopo un po’ mi è passato ma comunque la fame rimaneva. Mio nonno è diabetico così dopo quel episodio ho preso la sua macchinetta per misurare il glucosio e notavo valori sempre bassi anche dopo aver mangiato dopo un ora o due.. se partito da 85 prima di cena, dopo due ore avevo 95, alcune volte arrivavo al 100. Purtroppo non avendo avuto altre crisi forti non ho potuto valutarla al momento della crisi ( ovvero quando non riesco ad alzarmi) ma l’ ho preso solo una volta che ero molto debole ed era a 74 e comunque sentivo un inizio dei sintomi così ho cominciato a mangiare zucchero e altre cose. Alla fine sono riuscita a farla alzare un po’. Tre giorni fa sono andata a fare la curva glicemica. A digiuno( da 8 ore) avevo 79 e dopo aver bevuto la soluzione che ti danno, dopo due ore è arrivata a 120. cosa significa? Si può capire da questo se ho ogni tanto crisi ipoglicemiche? Quali altri esami posso fare per capire se sono soggetta ad ipoglicemia.. ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Credo che andrebbe indagata più la tiroide che la glicemia; il medico cosa ne pensa?

    2. Mary scrive il

      Mi aveva prescritto pochi mesi fa gli esami della tiroide e avendo il TSH elevato ho fatto anche un ecografia e mi hanno diagnosticato la tiroidite di hashimoto che proprio non pensavo di avere. In famiglia comunque mia madre ha l’ ipotiroidismo e anche altri famigliari. A fine febbraio ho avuto un episodio di confusione mentale dove per pochi secondi non mi ricordavo più dove era dopo essermi svegliata ( ero molto stanca ed ero andata a farmi un pisolino) .. Al risveglio mi è capitata sta cosa strana. Così sono andata dal medico e mi ha detto che più che l’ ipotiroidismo, poteva essere un ipoglicemia. Quindi il medico è più propenso a pensare che tutti sti fattori siano dati dall’ ipoglicemia e non dalla tiroidite di hashimoto. Comunque sono sempre molto stanca e ho bisogno di dormire almeno un oretta di pomeriggio o anche di più. Sto prendendo eutirox da circa un mese.

    3. Mary scrive il

      Guardi alle 10 avevo 121 dopo la somministrazione di glucosio che danno.. Poi ho mangiato caramelle zuccherate e un cioccolatino che mi porto sempre dietro.. 10 e mezza avevo 123.. E alle 12 ( prima di pranzare) l ho ripresa e avevo 86. ma ad un’ ora non lo so perché non me l’ anno fatta. Me l’ anno fatta solo dopo due ore che avevo 120. Però un mese fa mi ricordo che prima di pranzare magari avevo 85 e dopo un ora era salita di poco. Circa 95..

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma non si deve mangiare nulla fra un prelievo e l’altro quando ci si sottopone alla curva…

    5. Anonimo scrive il

      Si si!!! Forse mi sono spiegata male.. Alle 8 ho cominciato a fare la curva glicemica, mi hanno fatto il prelievo a digiuno, dopo mi hanno dato la soluzione… Non mi sono mossa, non ho mangiato nulla.. Dopo due ore mi hanno fatto il prelievo.. E a digiuno prima di mangiare avevo 79, dopo due ore 120. Tornata a casa ho mangiato 4 caramelle e un cioccolatino, alle 10 e mezza avevo 123.. ( misurata con la mia macchinetta) e prima di pranzare alle 12 da 123 che avevo è sceso a 86..!

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Chiedo scusa, non avevo capito.

      I valori sembrano buoni, non sembra esserci traccia di ipoglicemia.

    Rispondi
  2. rosa scrive il

    Mia madre 70 anni mangiava molto ma so dimagriva sempre di piu fa gli esami del sangue glicemia 170 a digiuno Ora I’ll medico do base gli ha dato metformina 2 all giorno da 500 mg ma LA sua glicemia e ancora alta 150 140 a digiuno cosa mi consiglia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe ancora vedere miglioramenti nei prossimi giorni, se così non fosse verrà aumentato il dosaggio.

    Rispondi
  3. Cristina scrive il

    Salve dottore,
    Ho fatto la curva da carIco alle 19 esima settimana di gestazione, avendo mia madre diabetica ed essendo quindi soggetto a rischio. Ho ritirato i risultAti oggi è sono 92 a digiuno, 135 dopo un’ora e 140 dopo due ore. Tutti e tre rientrano nei limiti quindi non dovrebbe essere diabete gestazionale… ma è normale che il valore dopo due ore sia più alto di quello dopo un’ora?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Tecnicamente dovrebbe essere inferiore a 92, quindi si tratta di diabete gestazionale.
      2. Non è frequente che il terzo valore sia più alto, ma può succedere.

    2. katy scrive il

      Mia mamma a digiuno a 150,170,prende metà pillola a pranzo metà Aaron cena sublime 500

    Rispondi
  4. maurizio scrive il

    Buonasera dottore, mio padre diabetico ha cominciato una cura di iniezioni di voltaren e urbason per 5/7 giorni a causa di una grave forma di sciatica resistente a moltissimi farmaci. Ha il diabete che gli è salito a 400. Secondo lei oltre a raddoppiare la dose che già prende, è il caso di fare l’insulina per il periodo ( non l’ha mai fatta) ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non posso avallare farmaci, ma raccomando di segnalare con urgenza i valori al medico.

    Rispondi
  5. anna scrive il

    Salve dottore soon una Donna do 69 anni dopo recent I esami del sangue e uscito in galore do glicemia do 178 a digiuno I’ll medico do base mi prescrive metformina da 500 mg 2volte al giorno. L altro giorno l ho misurata prima del pranzo ed era 170. Oggi sempre prima del pranzo era 68 premetto facendo sempre LA stessa colazione latte e 2 fette bisc integrali mi sa dare in consiglio grazie

    Rispondi
  6. Lucia 1 scrive il

    Buongiorno dott mio marito stamane ha misurato i valori della glicemia (lui li misura ogni tanto ) ed è risultato a digiuno 140 è alto o nella norma mio marito ha 60 anni grazi per la risposta

    Rispondi
  7. Lucia 1 scrive il

    Dimenticavo mio marito assume metaformina tre volte al giorno e pastiglia per la pressione e di sera il suo colorito in viso diventa rosso grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      140 a digiuno è un po’ troppo alta, va segnalato al medico.

    Rispondi
  8. Francesco scrive il

    Salve dottore ho 22 anni feci le analisi del sangue e l’ elettrocardiogramma dopo un dolore toracico…mi risultò il glucosio a 121 però preciso che presi una camomilla con 2 cucchiai di zucchero prima di fare gli esami. Sono preoccupato, è normale questo valore ?
    Mi è risultato anche un valore della bilirubina a 1,45. Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è normale, ma il risultato è stato falsato dalla camomilla con lo zucchero.

      Valori di riferimento bilirubina?

    Rispondi
  9. Kejt scrive il

    Buonasera … Volevo chiederle un parere… Mia sorella ha 33 anni e oggi nn si è sentita bene . Abbiamo misurato la glicemia a casa avendo la mamma diabetica ed aveva 60. Dopo mangiato 2 ore aveva 120 di glicemia. Stasera prima di cena aveva 145 di glicemia .. Lei cosa mi consiglia? Grazie in anticipo .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mamma diabetica di tipo 1 o 2?
      Sua sorella è in sovrappeso?

      Quando ha rilevato 145 cosa aveva mangiato e quando prima della misurazione?

    2. Anonimo scrive il

      Salve .. No mia sorella nn e in sovrappeso .. Pesa 58 kg.. 163 di altezza .. La mamma tipo diabete 2. Da 20 anni ormai .. Dal eta di 47 anni .. Aveva mangiato una Brios di pomeriggio… Poi ieri sera dopo cena aveva 135 di glicemia … Parliamo di mia sorella che ha 33 anni .. Però da un po di tempo ha stati d’ansia .. Sudorazione .. Attachi di fame .. Nn ci ha fatto tanto caso avendo l’ernia ietale allo stomaco .. Pensava arrivava da quel fatto li .. In cura per l’ernia da un anno ormai ..grazie per avermi risposto

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra tutto OK, mi stupiva un po’ il 60 ma probabilmente è stato solo un caso e il 145 derivava da ansia e brioche; senta comunque il parere del medico.

    Rispondi
  10. Giulia scrive il

    Salve ho 52 anni ho él diabete tipo 2 asumo metformina 850 tre VoLTE al giorno ma de una settimana bebo tanto actúa e vado in continuazione in bagno ho la boca seca continuo a veré mi sonó alzata adesso mesuro e ho 572 de glicemia per che cosi alta ???

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La metformina non è più sufficiente; contatti urgentemente il medico.

    Rispondi
  11. Cristina scrive il

    Salve, ho 26 anni e sono nel ottavo mese di gravidanza. Ho fatto il mese scorso la curva Glicemica da carico di 75 g. I resultati sono: Basale 100 mg\dl, dopo 60 min 132 mg e dopo 120min 141 mg. Mi anno detto che posso avere diabete gestazionale, e mi anno mandata a fare un altro esame per sigureza, io non ho nesun parente con diabete, in piu la mia sorella a partorito due anni fa ed aveva quela basale di 97mg, ma ha datto alla luce una bimba sanisima. Poi so que nella gravidanza ormai si alza la glicemia.Al 16 di maggio ce l’ho il controlo ma volevo sapere lei cosa ne pensa di questa cosa, mi devo preocupare o no???

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Anche sua sorella aveva sviluppato diabete gestazionale (97 a digiuno è oltre il limite); non deve preoccuparsi, ma attenzione alla dieta fin da oggi in attesa della visita.

    2. mery82 scrive il

      Buongiorno dottore vorrei un consiglio io ho mio padre diabetico in realtà tutta la sua famiglia ultimamente sto controllando la mia glicemia visto che è capitato che non sono stata bene in 2 occasioni ho avuto la glicemia 212 dopo 3 ore dalla colazione poi 160 ho fatto la curva da carico a digiuno prima dell’esame era 108 poi è uscito basale 74 dopo 60′ 147 e dopo 120′ era 89 io sinceramente non so cosa pensare il mio medico mi dice di ripeterla lei mi sa dire se è sintomo di diabete grazie

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sembra ancora diabete, ma certamente serve attenzione allo stile di vita per contrastare la famigliarità.

    Rispondi
  12. Lara scrive il

    Buona sera sono Lara, sono alla 30 settimana di gravidanza.. Ho fatto da poco la curva glicemica e mi avevano a digiuno trovato 97. Sono andata dal diabetologo s mi ha dato da misurare la glicemia per 15 giorni, a giorni alterni per 6 volte al giorno.. Ho iniziato oggi sta mattina a digiuno 85, dopo due ore da colazione 77, prima di pranzo 70, un ora dopo pranzo 105, prima di cena 82 e un ora dopo cena 150. Ho fatto anche presente al diabetologo che sono sotto antibiotico per tonsille grosse e male ad un dente.. Sono valori che vanno bene? La ringrazio!! Lara

    Rispondi
  13. Carlo Domenico scrive il

    Ho 69 anni e mi è stato diagniosticato diabete del tipo 2, curabile con la dieta e l’attività fisica. Questa matina ho fatto un controllo a digiuno e lo stick dava come valore 118 mentre dall’esito delle analisi risulta 136 e la glicata 53. La notte mi alzo x urinare tre volte e durante il giorno quattro volte. Anche se i cambiamenti di clima spesso mi fanno andare più spesso al bagno. Mi devo preoccupare più del solito e il valore 53 a cosa corrisponde(7?). Mi risponda per gentilezza. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si ricorda ancora i valori del precedente prelievo e quanto questo è stato fatto?
      La prostata è stata verificata?

    2. Carlo Domenico scrive il

      Il precedente prelievo è stato fatto il 7/1/2016 e il valore della Glicemia era 129 e l’Emoglobina Glicata 46 e il PSA reflex 1,589. Eco Prostratica transrettale eseguito il 9/5/2015presentava una prostrata di dimensioni ai limiti superiori della norma per l’età(mm41x56x28). La ghiandola centrale misura mm30 in diametro trasversale ed appare contenuta nel profilo basale della ghiandola. Spero che sia stato esauriente.
      Grazie x la risposta

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo sembra che ci sia stata un’ulteriore leggera progressione del diabete, ma a mio avviso la necessità di urinare più spesso NON è legata a questo, quanto più a una possibile leggera ipertrofia prostatica.

      Raccomando comunque di fare riferimento al medico.

    Rispondi
  14. Valeria scrive il

    Salve dottore. Sono Valeria, ho 30 anni e sono alla mia prima gravidanza. Sono a 24 settimane e il mio ginecologo mi ha prescritto la curva da carico con 75 g di glucosio e tre prelievi. I valori risultanti sono stati questi:
    – glicemia basale a digiuno 66
    – glicemia 60 minuti 106
    – glicemia a 120 minuti 138
    Lei reputa che questi valori possano già essere considerati diabete gestazionale? O in ogni caso indicano una predisposizione ad ammalarmi in futuro? Mi chiedo se è normale che la glicemia a 120′ sia più alta di quella a 60′. Grazie per l’attenzione.
    Buona giornata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, non si tratta di diabete e non si vedono tendenze in merito.

    Rispondi
  15. GIORGIO VIANI scrive il

    Salve, ho 80 anni e sono cardiopatico ( 2 by-pass coronoraci e uno stent), per questione di intolleranza non posso assumere antiaritmici e pertanto sono in fibrillazione atriale cronica ben compensata con Sequacor e Pradaxa.. I miei valori glicemici sia a digiuno che sotto carico rientrano nella norma, sono dimagrito con dieta adeguata 10 Kg., ma la glicemia glicata oscilla sempre tra 6,5 e 6,8. I valori colesterolici sono 209 e 115 di triglicerici. Non tollero statine e seguo una dieta appropriata. Cosa mi consiglia di fare? Ho una mobilità limitata a seguito di 7 interventi alla schiena per stenosi totale del canale ( operato da L11 fino a scendere a S3). Mi devo considerare diabetico? La mia cura deriva soprattutto dalla dieta. Devo renderla ancora più severa? Grazie per l’aiuto.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì, tecnicamente è diabetico.
      2. Farei il punto con un endocrinologo, essendoci altri fattori di rischio è possibile che si punti a valori di glicata più bassi (per esempio con la metformina).

    Rispondi
  16. patty scrive il

    Salve dottore , mio marito ha 55 anni 1,75 di altezza pesa 76 kili ,da poco a dieta( partiva da 84 di peso ) ha glicemia a digiuno che oscilla tra 110- 118 qualche volta 92 e dopo pranzo 120 -130 vuole riportare valori fisiologici della glicemia raddrizzando il suo stile di vita senza prendere farmaci . Fa attivita’ fisica :corre , cammina tanto a suo parere qst alterata glicemia a digiuno puo’ eliminarla quando avra’ raggiunto il suo peso forma ? Togliendo la pancetta che si ritrova e mangiando sempre in maniera sana ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È assolutamente possibile che il recupero del peso forma e di un miglior stile di vita permettano di ottenere il risultato che ci si propone, ma raccomando di farsi seguire dal medico in questa fase e assumere se prescritti eventuali farmaci.

    Rispondi
  17. Cristina scrive il

    Salve dottore, mio marito ha 50 anni, è alto 1.84 m, pesa 88 kili, ed è un donatore di sangue. Fino ad ora gli esami sono apposto, nell’ultimo esame la glicemia ha valore 55. Prima di andare dal dottore, mi potrebbe dire di cosa si tratta ? Grazie mille.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si sentiva svenire o comunque profondamente stanco al momento del prelievo?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non escludo un errore di laboratorio, ma va sicuramente segnalato al medico.

    Rispondi
  18. Franco scrive il

    Salve dottore
    La mia domanda è una.
    Ma l ansia fa aumentare i valori glicemici.?

    Rispondi
  19. Manuela scrive il

    Buonasera dottore: ho 58 anni sono alta 1.65 e peso 51 kg. La mia clicemia ha digiuno oscilla da 90 a 102. Il mio medico dice che va bene ma io non ne sono tanto convinta . Le faccio notare che assumo abbastanza dolci e carboidrati. Questa mattina l hò misurata dal mio farmacista il risultato fatto con una apposita macchinetta è risultato questo valore Hbic 4.7 eAG 89. Cortesemente volevo un suo parere grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I valori vanno bene, ma se consuma molti dolci è ora di iniziare a ridurli (a prescindere dal valore trovato).

    Rispondi
  20. Amore e Psiche scrive il

    Salve, sono una ragazza di 34 anni. Circa due anni fa ho scoperto di essere allergica al glutine. Negli ultimi mesi noto la sera di aver tremore, sudorazione…… vari sintomi di ipoglicemia. La settimana scorsa ho avuto la possibilità durante queste crisi ti misurare il valore era 58; tengo a precisare che avevo finito di cenare da circa due ore. I valori a digiuno sono 60/70. Adesso mi chiedo posso essere ipoglicemica?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Una delle possibili spiegazioni è che soffra di iperinsulinemia, ma è certamente una situazione da approfondire con un endocrinologo.

    Rispondi
  21. Anna scrive il

    Buongiorno, un valore di glicemia di 111 a quattro ore dall’inizio di un pasto, è noenale?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Forse ci saremmo aspettati un valore anche un pochino più basso.

    2. Anna scrive il

      Mia mamma ha diabete di tipo 1, io ho 36 anni.. Che sia il caso di fare qualche esame?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente non è necessario (anche perchè di tipo 1), ma se vuole togliersi il dubbio può fare la glicemia a digiuno al mattino.

    Rispondi
  22. Roberto scrive il

    Buonasera, da circa due anni soffro di nausea e dolori alla bocca dello stomaco, sono spesso stanco e nervoso nonostante molto movimento fisico che faccio all aperto ( passeggiate nei boschi ), ho fatto una gastroscopia e esami del sangue e apparte un po’ di vitamina D e un po’ di ferro le analisi vanno bene, la gastro ha dato esito negativo,ora sto facendo degli esami a casa per la glicemia, a digiuno il valore è 84, dopo un ora dalla colazione 110, dopo 2 ore 98 e dopo 5 83. A questo punto ho mangiato una banana e il valore è 98. Dimenticavo che nelle analisi ho anche controllato la prostata e la tiroide, sempre negativi. Cosa ne pensa? Il mio dottore dice che si tratta di stress. Ma io non ne sono convinto.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, dalle analisi sembra non ci sia nulla di che, anche i valori glicemici vanno bene; chieda al suo medico, in base all’assetto del ferro, se è il caso di aumentare l’introito di ferro, visto che dice che è un pò basso, la stanchezza potrebbe dipendere anche da quello. Saluti.

    Rispondi
  23. Cristina scrive il

    Buonasera, mio figlio di 13 anni ultimamente beve veramente molto ed ha parecchia fame. É un poco in sovrappeso. Ho pensato di provargli glicemia a digiuno. Valori vanno da98 a 101. Cosa ne pensa?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera Cristina, i valori risultano lievemente superiori (101), ma una sola misurazione non fa diagnosi. Ripeta l’analisi e in caso si fa una curva da carico, ma senta il suo curante comunque. Saluti.

    Rispondi
  24. Roberta scrive il

    Salve ieri sera dopo due ora dopo cena ho misurato la glicemia ed era a 75 va bene? Sono una ragazza di 23 anni alta 156 e peso 48 kg .. mio padre e diabetico dibete 2 mia nonna e mie zii uguale.. e a volte o la sensazione di capogiro e molta stanchezza

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Benissimo.

      Sarebbe interessante provarla nel momento in cui si verifica la sensazione di capogiro/stanchezza.

    Rispondi
  25. Luisa scrive il

    Buon pomeriggio,mi è stato diagnosticato diabete tipo 2,valor:220 glicemia,glicata 8.6,glucosio nelle urine 150.
    Premetto che la mia glicemia oscillava sempre 110/125,il medico mi ha prescritto la pastiglia 2 volte al giorno.
    Sono molto ansiosa,ho passato un bruttissimo periodo,volevo chiedere se facendo una dieta vera e propria,e non assumendo la pastiglia di metaformina i valori si abbassano?graziedimenticavo ho 49 anni sono alta 163 e peso 58kg

    Rispondi
  26. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

    Salve, no , sono valori molto alti e credo che la terapia medica sia necessaria ovviamente associandola ad una dieta adeguata. saluti

    Rispondi
  27. Laura scrive il

    Ho avuto un episodio di coma e il valore della glicemia rilevata al momento era tredici. In più ho avuto un episodio di contrazione muscolo nervosa con paresi bilaterale agli arti superiori. Posso chiederLe un suggerimento? Grazie ancora

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, bisogna capire il motivo per il quale la sua glicemia era così bassa in quanto è quella che ha causato la sincope e gli altri sintomi. E’ necessario andare dal medico. Saluti

    Rispondi
  28. Paola scrive il

    Buongiorno, questa mattina ho fatto colazione alle 9,00 con caffè con un cucchiaino di zucchero yogurt cereali e 2 kiwi, alle 11.20 dopo una passeggiata di 20 minuti ho misurato la glicemia da mia mamma, che è da anni affetta da diabete tipo 2, e il valore era 124; secondo lei sono diabetica e cosa mi consiglia? Grazie x la risposta. Paola

    Rispondi
  29. Paola scrive il

    Ho dimenticato di aggiungere che ho 55 anni e da 1 anno sono in menopausa. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Credo che per valutare sarebbe opportuno innanzi tutto un prelievo a digiuno, la situazione descritta rende l’interpretazione del valore poco chiara.

    Rispondi
  30. Pia scrive il

    Buongiorno,
    ho 57 anni e sono in menopausa da 5 anni, peso 62 Kg, prendo pastiglia per ipertensione losazid 100/25 una volta al giorno. Stamattina sono andata da mia mamma, che soffre di diabete di tipo 2, e ho provato la glicemia: circa tre ore dopo la colazione (tè al limone, con zucchero e due fette biscottate integrali) il valore è stato di 100. Lei ritiene che sia un valore da tenere sotto controllo, o rientra nella norma? La ringrazio per la disponibilità.

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra molto buono, magari alla prossima occasione lo misuri a digiuno.

    2. Pia scrive il

      Buonasera,
      stamattina ho misurato la glicemia a digiuno e il risultato è stato di 89.. Mi sembra che il valore rientri nella norma. La ringrazio ancora per il disturbo.

    Rispondi
  31. Andrea scrive il

    Salve, L altro giorno dopo una caduta dallo scooter mi hanno fatto gli esami del sangue, erano le 18 e avevo 161, a colazione e pranzo avevo bevuto centrifugato di frutta , e anche un supplire un panino con hamburger

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Lo stress causato dall’accaduto può aver influito, lo segnali al medico per ripetere tra qualche tempo il prelievo.

    Rispondi
  32. Serena scrive il

    Salve Dr sono una donna incinta e ho fatto la curva glicemica e ho paura che i risultati sono alti sono di 35 settimane glucosio base 92 mg/dL 55-115, gl somministrato 75 , dopo 60′ 142 mg/dL , dopo 120′ 156 mg/dL , mi dovrei preoccupare

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      L’ultimo valore è più alto dei range ma di pochia sono, penso possa stare ragionevolmente tranquilla; ne parli comunque col ginecologo

    Rispondi
  33. Kitty 97 scrive il

    Salve, sono alla 27 settimana di gravidanza e ieri ho avuto la nausea e mal di testa ho misurato il diabete ed era a 117.. finora tutto okay.
    Stamani ho misurato nuovamente la glicemia però avevo preso il gastroprotettore specificamente l’omeprazen e avevo bevuto dell’acqua..il risultato della glicemia era 102.. può essere che l assunzione del farmaco è dell’acqua abbiano aumentato il valore?? Oppure non causa nulla e ho un po di diabete?

    Rispondi
  34. NM83 scrive il

    Salve, mi chiamo N. ho 32 anni e sono alla 15 settimana di gravidanza. Ho fatto per due volte gli esami del sangue con risultato glicemia 91 a giugno e 92 a luglio. Preoccupata circa il diabete gestazionale ho fatto la curva glicemica. Risultato 78 a digiuno, 141 dopo un’ora, 100 dopo due ore. I valori rientrano nella norma ma devo comunque ritenere di avere il diabete gestazionale visto il valore dei due esami?
    Già da giugno sto seguendo una dieta sana data dalla nutrizionista perché ho molti problemi intestinali. Sono normo peso e non ho familiarità con diabate. Dovrò nei prossimi giorni sottopormi ad una visita endocrinologica perché il mio TSH è passato da 2.07 a giugno a 4.19 a luglio.
    La ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, non c’è nulla di anomalo in nessuno dei referti, per cui può stare ragionevolmente tranquilla. Concordo sulla valutazione tiroidea, saluti.

    Rispondi

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.