Link sponsorizzati

Valori Normali

A digiuno:

  • Soggetti sani hanno valori compresi tra 70 e 99 mg/dl,
  • Un valore compreso tra 100 e 125 mg/dl è caratterizzato dalla diagnosi di intolleranza glucidica (pre-diabete),
  • Un valore pari a 126 mg/dl o superiore nella maggior parte dei casi è segno di diabete.

Due ore dopo il pasto

  • Soggetti sani hanno valori inferiori a 140 mg/dl,
  • soggetti con intolleranza glucidica hanno valori tra 140 e 200 mg/dl,
  • soggetti diabetici hanno valori più alti di 200 mg/dl.

In un momento qualsiasi della giornata un valore di glicemia che supera i 200 mg/dl è considerato segno di malattia diabetica.

RIsultati superiori ai 400 mg/dl sono considerati pericolosi e degni di attenzione medica immediata.

È infine considerata ipoglicemia (valori bassi) un esito inferiore a 60 mg/dl.

Fonte: MedScape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

In campo medico la quantità di glucosio (zucchero) nel sangue prende il nome di glicemia ed è in genere il primo esame che viene richiesto quando si sospetta un possibile diabete.

Il glucosio è la principale fonte di energia per la maggior parte delle cellule del corpo, comprese quelle del cervello. I carboidrati (o glucidi) si trovano in frutta, cereali, pane, pasta e riso e vengono più o meno rapidamente trasformati in glucosio quando introdotti con la dieta. L’assorbimento che si verifica durante e dopo un pasto ha come conseguenza un aumento della quantità circolante nel sangue di zucchero e, nel caso si raggiungano valori eccessivi, possono verificarsi sintomi di vario genere:

  • secchezza della bocca,
  • sete,
  • frequente bisogno di fare pipì,
  • visione offuscata,
  • affaticamento o sonnolenza,
  • dimagrimento,
  • sensazione di malessere,
  • mancanza di appetito,
  • alti valori di chetoni nelle urine.

Questi sono anche sintomi comuni del diabete, la malattia più comune legata al metabolismo dei carboidrati.

Le complicanze del diabete sono la terza causa di morte negli Stati Uniti ed i soggetti colpiti sono in costante crescita.

Si parla invece di pre-diabete quando i valori, pur oltre la soglia di normalità, non permettono una diagnosi di diabete; si tratta di una condizione in cui c’è un alto rischio di sviluppare la malattia, oltre ad infarto ed ictus, nel giro di 10 anni. Si ritiene tuttavia che una moderata perdita di peso ed una regolare attività fisica possano impedire questa progressione.

Interpretazione

In caso di risultati oltre i valori normali, la diagnosi di diabete o pre-diabete deve sempre essere confermata con nuove analisi, a meno di presenza inequivocabile dei sintomi tipi:

  • aumento della minzione (pipì),
  • aumento della sete,
  • inspiegabile perdita di peso (tipico soprattutto del diabete di tipo 1),
  • affaticamento,
  • visione offuscata,
  • aumento della fame,
  • ferite che non guariscono.

In assenza di sintomi inequivocabili, secondo le linee guida americane, si procede con uno dei seguenti test:

  • Si ripete l'esame svolto a distanza di qualche giorno,
  • se sono già stati usati due test (per esempio glicemia a digiuno ed emoglobina glicata) ed entrambi concordano, la diagnosi è già confermata,
  • se sono già stati usati due test ma non c'è concordanza di diagnosi, si ripete il test che ha dato esito positivo (oltre i valori di diabete o pre-diabete).

Nel caso in cui la ripetizione non confermi l'ipotesi, in genere si sceglie di ripetere gli esami a distanza di 3-6 mesi.

Valori Bassi
(Ipoglicemia)

  • Ansia
  • Esercizio fisico
  • Gastrectomia
  • Glicogenosi
  • Insulinoma
  • Ipotiroidismo
  • Malassorbimento
  • Morbo di Addison
  • Necrosi epatica
  • Sepsi
  • Stress
  • Tumore delle cellule insulari del pancreas

Valori Alti
(Iperglicemia)

  • Acromegalia
  • Diabete
  • Eclampsia
  • Epatite
  • Feocromocitoma
  • Infarto
  • Insufficienza renale
  • Iperlipoprotinemia
  • Ipertiroidismo
  • Malnutrizione
  • Obesità
  • Pancreatite
  • Sedentarietà
  • Shock
  • Sindrome di Cushing
  • Tireotossicosi
  • Trauma
  • Trauma cranico
  • Tumore al pancreas
  • Ustioni

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Moltissime forme di stress possono causare aumenti temporanei della glicemia, per esempio:

  • Trauma,
  • Ictus,
  • Infarto,
  • Operazione chirurgica,
  • Ansia.

Tra i farmaci che possono aumentare i valori a digiuno ricordiamo:

  • antipsicotici atipici,
  • azatioprina,
  • basiliximab,
  • beta-bloccanti,
  • bicalutamide,
  • cortisone,
  • diazossido,
  • epinefrina,
  • estrogeni,
  • furosemide,
  • gemfibrozil,
  • isoniazide,
  • levotiroxina,
  • litio,
  • niacina,
  • inibitori della proteasi,
  • tiazidici.

Di questo elenco sottolineiamo la presenza di cortisone (solo se assunto per cure lunghe), levotiroxina (per esempio Eutirox®) ed in alcuni casi la pillola anticoncezionale (che contiene estrogeni).

Tra le medicine che possono diminuire i valori di glicemia a digiuno ricordiamo:

  • paracetamolo (Tachipirina®),
  • basiliximab,
  • carvedilolo,
  • desipramina,
  • alcool,
  • gemfibrozil,
  • ipoglicemizzanti,
  • insulina,
  • MAO inibitori,
  • fenotiazine,
  • risperidone,
  • teofillina.

Quando viene richiesto l'esame

Il medico può richiedere questo esame se si manifestano sintomi di diabete, anche se in realtà esistono esami più specifici per la diagnosi definitiva (curva da carico ed emoglobina glicata).

L'esame della glicemia nel sangue è anche usato per monitorare i pazienti che hanno il diabete, per verificare l'efficacia della terapia.

Può infine essere richiesto in caso di sintomi anomali da alti valori di glucosio nel sangue (iperglicemia), come:

  • Aumento della sete, di solito con minzione frequente,
  • Affaticamento,
  • Offuscamento della vista,
  • Infezioni di difficile guarigione,

o sintomi di basso livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia), come ad esempio:

  • Sudorazione
  • Fame
  • Tremori
  • Ansia
  • Confusione
  • Visione offuscata.

In gravidanza fa parte degli esami svolti periodicamente.

Preparazione richiesta

Il test può essere richiesto e suggerito in due modi:

  • a digiuno, raccogliendo il campione di sangue al mattino dopo il digiuno notturno o 8 ore,
  • in un momento qualsiasi della giornata.

Altre informazioni

Perchè gli elevate valori di glicemia sono pericolosi?

Il glucosio è un carburante prezioso per tutte le cellule del corpo, quando è presente a livelli normali. Concentrazioni elevate di zucchero si comportano invece come un veleno ad azione lenta, che agisce nel tempo.

Quando la glicemia è costantemente elevata il pancreas, che è l'organo incaricato di controllare questi valori, continua a mandare segnali per abbassare i livelli circolanti, ma con il tempo perde di efficacia e viene danneggiato in modo permanente. Questo è come un circolo vizioso, che comporta danni sempre maggiori con il passare del tempo.

Le grandi quantità di zucchero circolanti nel sangue, non più tenute sotto controllo, diventano quindi causa di problemi al sistema cardiocircolatorio e, poichè questo è presente in tutto l'organismo, le complicazioni diventano numerose ed a carico di moltissimi organi:

  • Malattie renali,
  • Ictus,
  • Infarti,
  • Perdita della vista,
  • Indebolimento del sistema immunitario,
  • Impotenza,
  • Diminuzione della sensibilità della pelle e dolori,
  • Ritardi anche gravi nella cicatrizzazione delle ferite.

In casi estremi, a causa della scarsa capacità di guarigione delle ferite, è necessaria l'amputazione dell'arto.

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. manuela scrive il

    Ho 24 anni… ho fatto analisi completi e non mi è mai successo di avere valori del genere… ho glucosio a 318, colesterolo 253, colesterolo hdl a 23, trigliceridi a 1508…. come è possibile? ho il diabete?

    Rispondi
  2. linda scrive il

    Buongiorno
    da circa un anno cammino velocemente un’ora cinque volte alla settimana.
    Sono normopeso anche se mi piace mangiare.La glicemia l’anno scorso era 103, guardando i vecchi esami del sangue ho visto che i valori sono sempre stati sotto i 100, a parte una volta 119 nel 1997!!!Che sia stato un errore?L’esame è stato ripetuto dopo dieci giorni ed era 99.
    Questi gli esami di quest’anno…..Inoltre l’anno scorso era 103
    Glicemia 102 mg/dl 70 – 110
    Colesterolo totale 201 > mg/dl 130 – 200
    Trigliceridi 44 mg/dl 35 – 136
    Colesterolo HDL 82 mg/dl
    Colesterolo LDL 110 mg/dl
    La glicemia è alta?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tendenzialmente sì, ma se è da anni la trova sempre costante nel suo caso verrà probabilmente considerata accettabile.

    Rispondi
  3. linda scrive il

    Proprio costante no….l’ho avuta a 99, a 75, a 103
    Come faccio ad abbassarla??Lei pensa che continuando a camminare ed eliminando gli zuccheri semplici si abbasserà?Camminando ho avuto un rialzo dellìHDL, speravo che funzionasse anche con la glicemia

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Infatti di norma aiuta; potrebbe ancora passare a pane/pasta/riso integrale (immagino che dolci e zuccheri li abbia già ridotti).

    Rispondi
  4. Karla scrive il

    Salve dottore sono di 26+6 e oggi ho fatto la glicemia e mi hanno detto che il valore e di 100 a digiuno. Dovrei preoccuparmi.??? Succederà qualcosa alla mia bambina.???

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si tratta di diabete gestazionale, ma non si spaventi, la si misura proprio per poter intervenire per tempo; la segnali al ginecologo, che la invierà al centro diabetologo. Con un minimo di attenzione non ci saranno conseguenze.

    Rispondi
  5. linda scrive il

    Ho eliminato i dolci, non metto zucchero nel caffè già da tempo……..proverò a mangiare pane integrale, ma la pasta non riesco!!!!
    Ma mi verrà il diabete???Ho 34 anni
    Tra quando rifare le analisi?

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente ritengo che sia tutto OK ed una verifica annuale sia più che sufficiente (anche l’ansia aumenta la glicemia), ma ovviamente senta il parere del suo medico.

    Rispondi
  6. Mg scrive il

    Ritirato esami urine tutto ok sangue glucosio107 nel 2013 93, sono alto 176 peso 78 kg ho 64 anni

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È ancora accettabile, ma attenzione allo stile di vita.

    Rispondi
  7. Rispondi
  8. Mira13 scrive il

    Gentilissimo Dottore,
    Ho 32 anni, l,anni scorso ho effettuato una dieta proteica per perdere i kg accumulati durante la gravidanza, ho perso 17 kg, oggi peso 52,5 kg per 160 cm. Ora Seguo un regime alimentare molto sano e non più strettamente proteico: pane e pasta integrali., molta frutta e vedura latticini magri poca carne rossa, spesso legumi e qualche volta carni bianche, non uso zucchero e non mangio dolci. Inoltre pratici allenamenti giornalieri di 50 minuti più lunghe camminate, anche di sei km a passo sostenuto. Ho la tiroidite di Hashimoto, e valori positivi per i te una test ma ancora non preoccupanti, ho sempre avuto la glicemia sui 70 dalle ultime analisi è risultata 90 a didigiuno ( fatte in lab la mattina ho anche fatto i miei 50 min di allenamento) mi sto allarmando perché mio padre è diabetico tipo 1 e lenta insorgenza, diagnosticato dopo i 40 anni. È una settimana che controllo la glicemia a digiuno con un glucometro prestato da mio padre ed è sempre sui 95 ma è arrivato anche a 108. Talvolta mi sono misurata dopo l’allenamento ed era scesa da 98 a 95. I miei allenamenti sono abbastanza pesanti faccio workout hit tutti i giorni a digiuno più come detto prima camminate a passo sostenuto. Potrebbe trattarsi di prediabete? O forse sono troppo alkarmista? La ringrazio per la sua gentile risposta

    Rispondi
  9. Mira13 scrive il

    Don sempre Mira 13
    Mi son dimenticata di scrivere che da un Po di tempo ho molta sete e bocca spesso asciutta bevo circa 2 litri di acqua al giorno.
    Grazie ancora

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non la provi dopo l’allenamento, è possibile che l’organismo metta in circolo zuccheri per alimentare le cellule muscolari. Se siamo attorno ai 90 mi sembrano comunque ancora accettabili (considerando che anche l’ansia può far aumentare i valori).

    2. Anonimo scrive il

      La ringrazio per la tempestiva risposta, diciamo che siamo dai 95 in su a digiuno prima di allenarmi con punte sui 100, 105 e massimo raggiunto 108. Posso quindi considerarla normale?

    3. Mira13 scrive il

      Il commento precedente è sempre mio Mira13 mi don dimenticata di scriverlo.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sotto i 100 tutto sommato va bene, anche se probabilmente inizia ad emergere la famigliarità; lo stile di vita che sta attuando è in ogni caso la miglior arma per combattere il rischio.

    Rispondi
  10. Dario scrive il

    Buongiorno, recentemente é stato riscontrato un valore di glicemia a digiuno pari a 91 mg\dl.. Quel che mi chiedo é se questo valore sia da considerarsi normale in quanto sono molto magro (1,77m per 60kg) e svolgo regolare attivitá fisica, sono inoltre sempre iperattivo, mi muovo molto a piedi o in bici e non perdo mai occasione per fare del moto. Ora, in relazione a quanto detto (magrezza, movimento) il valore riscontrato é da considerarsi “pertinente”? Grazie in anticipo della risposta!

    Rispondi
  11. Beatrice scrive il

    Salve dottore! Ho 18 anni e dalle analisi del sangue è stata riscontrata la glicemia a digiuno a 102. Premetto che non ho problemi di obesità, anzi! Sono alta circa 1,60 e peso sui 46 Kg. Nonni e fratelli dei nonni soffrono di diabete. Ammetto, inoltre, di non fare molta attività fisica e di mangiare abbastanza dolci. Lei crede che sia un fattore a rischio?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, è sicuramente un campanello di allarme da non sottovalutare.

    Rispondi
  12. gianni 51 scrive il

    buongiorno dottore, vorrei una precisazione, se possibile, in merito alla misurazione della glicemia dopo il pasto, devo rimisurarla dopo due ore da quando inizio a pranzare o due ore dopo da quando finisco di pranzare ?? gr5azie per la risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Bella domanda… le consiglio di chiedere direttamente all’endocrinologo, perchè da specialisti diversi ho sentito/letto pareri diametralmente opposti.

      INIZIO

      http://www.ospedaleniguarda.it/admin/news/uploads/informative/DIABETE.pdf

      FINE

      http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/138131-la_fine_del_pasto.html
      http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/187777-devo_seguire_una_dieta_e_misurare_la_glicemia_dopo_un_ora_dal_pasto.html

      Nel frattempo scelga lei, io le consiglio di contare dall’inizio del pasto, ma quello che sceglie lo mantenga finchè non sente il medico.

    Rispondi
  13. mariposa scrive il

    Buongiorno
    ho la glicemia a digiuno a 103
    Questa sera ho mangiato due cannoli con ricotta…è pericoloso?Da qualche tempo ho eliminato tutti gli zuccheri semplici ma stasera ho ceduto alla gola.
    _Ho 35 anni, donna
    _Faccio attività fisica quasi tutti i giorni
    _Sono normopeso e ho colesterolo perfetto
    _Non ho casi di diabete in famiglia

    Cosa posso fare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è diabetica anche se la glicemia è effettivamente un po’ alta, una concessione ogni tanto fa benissimo a permettersela (meglio se a stomaco pieno).

    Rispondi
  14. Mario scrive il

    Oggi ho avuto l’esito dell’esame. Mio Glucosio è di 63, fra 65 e 100. Ho l’età 58 anni.
    Va bene? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tendente al basso; è andato a completo digiuno al prelievo? Assume farmaci?

    Rispondi
  15. Anonimo scrive il

    Dottore facendo un pranzo con 1 mela la mattina digiuno alle ore 19 109 è un valore alto?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Essendo un valore digiuno sì, è un po’ alto, ma perchè questa alimentazione?

    2. Anonimo scrive il

      Perché il 2marzo gli esami a digiuno erano 114 lo scoperto 15 giorni fa e a da 15 giorni che mangio pochissimo quasi niente e faccio passeggiate da 1 ora al giorno..la media parte da 101 a 130.a digiuno

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Età, peso ed altezza?

      In NESSUN caso non mangiare è la soluzione, anzi, è controproducente.

    Rispondi
  16. Anonimo scrive il

    Dottore età 41 peso 110 ho perso 6 o 7 kili in 15 giorni per mangiare poco e 1 ora al giorno di camminare altezza 1.83

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non mi scrive l’altezza, ma immagino che sia comunque un sovrappeso abbastanza importante.

      L’idea di perdere peso è corretta, ma farlo non mangiando è sbagliatissimo; passi ad un’alimentazione sana, equilibrata ed ipocalorica, dimagrirà ugualmente ed imparerà un corretto stile di vita che le permetterà di mantenere il peso forma anche in futuro.

    Rispondi
  17. Anonimo scrive il

    Grazie dottore..la mia altezza è 1.84 ok per la dieta sperando che i valori ritornano normali…

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi tenga al corrente e non abbia timore di parlarne con il medico per individuare la strategia migliore.

    Rispondi
  18. cecilia scrive il

    Buongiorno dottore son una ragazza di 30 anni, alta 1,65 e peso 68 kg. Circa 3 anni fa a seguito di un forte dimagramento ( pesavo 49 kg) , mi sentivo sempre debole la mattina e mi girava la testa. Pensando fosse la eccessiva magrezza piano piano ho cominciato ad ingrassare e a mettermi più tranquilla ( soffro di attacchi di panico e ansia), ma i malesseri non sono scomparsi. Facendo le analisi del sangue e’ stato evidenziato che a digiuno la glicemia e’ perfetta mentre a due ore dalla colazione cala . ho fatto curva glicemica con i seguenti valori glucosio: basale 92, 30′ : 140, 60′ : 125, 90′: 85, 120′: 80, 180′: 94. Curva insulinemica: basale 9, 30′:65, 60′: 102,90′:47, 120′:37, 180′: 49 da cui sembra evincersi una ipoglicemia post prandiale, mi e’ stata data dieta apposita ma io non trovo giovamenti. Ho comprato il glucometro e la mattina dopo 2 ore dalla colazione ( toast integrale con prosciutto, latte e caffe, cereali) la glicemia mi cala sempre e alcune volte tocca i 52 o i 55, una volta e’ arrivata a 46. Mi son spaventata cosi tanto che per scongiurare crisi glicemiche la mattina, che e’ il momento più difficile, mangiò in continuazione e compulsivamente con il risultato che continuo ad ingrassare ed oggi peso 68 kg. Non so più come uscire da questa situazione, non trovo le rassicurazioni di nessun diabetologo. Secondo lei devo fare accertamenti ? Rischio la vita quando ho queste crisi ipoglicemiche? Ho notato che se la mattina dormo e resto a letto dopo colazione non vado in ipoglicemia mentre appena mi metto in piedi e mi attivo mi crolla, ci puo essere una connessione? Grazie mille dottore per l attenzione e per la sua rubrica saluti cari

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Praticando attività fisica (lo dico in generale indipendentemente da quello che fa, riferito a quando scrive “appena mi metto in piedi e mi attivo”) il corpo richiama zucchero nelle cellule muscolari e la glicemia si abbassa.

      Una domanda, fa colazione appena sveglia? Nel letto?

    2. cecilia scrive il

      Buongiorno dottore, si faccio colazione 10 minuti max 20 dopo il risveglio e vado in cucina non resto nel letto a mangiare. Appena sveglia la mia glicemia e’ perfetta ( tra 80 e 90) anche se sento il bisogno di fare colazione. se la saltassi credo che crollerei a terra. Il problema di ipoglicemia si presenta comunque dopov1-2 ore dalla colazione mentre piu raramente si presenta la sera. Spesso ho pensato che sia la mia ansia a farmi bruciare tutti gli zuccheri ma non so se sia possibile ciò. Di per certo so che l ipoglicemia tra i vari sintomi genera ansia ma non so se vale la relazione contraria .continuando a mangiare per evitare la ipoglicemia continuo ad ingrassare e di questo passo temo diventerò obesa . non so piu come uscire da questo tunnel .grazie per la sua risposta

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si tenga a portata di mano delle fette biscottate integrali, un frutto, o qualcosa di simile da consumare a metà mattina, un piccolo spuntino dovrebbe essere sufficiente ad arrivare fino al pranzo senza ulteriori abbassamenti.

    Rispondi
  19. mary92 scrive il

    Salve dottore la contatto xke è da febbraio ke ho scariche di diarrea 4/5 volte al giorno sn arrivata anke a 10 scatiche in un giorno sm stata gia ricoverata colomscopia negativa cosa puo essere?? La tiroide è 0,44 glicemia 111 e ho anke l anemia e potassio 0.33 mo dica lei xke ho sensi di svenimenti tremori tachicardia cn extrasistole.grazie

    Rispondi
  20. mary92 scrive il

    …. scusi mi sn dimemticata di dorle ke sn dimagrita 11 kg da febbraio ad orA

    Rispondi
  21. mary92 scrive il

    Salve dottore si è gia stata ftt cn esito negativo anke tt gli altri esemi tipo norovirus elicobacter ecc.. un giorno si e uno no sn in ospedale x qst problemi ho solo 22 anni e andare avanti cosi è impossibile nemmeno loro sanno cos’ ho!!!! Ma la tiroide può essere???
    E la glicemia a 111 è trp alta?? Ho anke l’anemia. Cordialo saluti e grazie di cuore x avermo risposto!!! :-)

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La glicemia a 111 è effettivamente un po’ alta, ma non credo che sia collegata.

    Rispondi
  22. mary92 scrive il

    Puo essere la tiroide ke lavora troppo tt qst scariche??? E x la glicemia cosa devo fare nn mangio dolci( una volta ogni tanto nn esagero mai) puo esssare la tiroide impazzita ke mi fa aumentare la glicemia??? la febbre ke mi viene solo alla sera sui 37.4? ??
    Grazie e scusi ma sn davvero proccupatissima.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, la tiroide potrebbe essere una spiegazione plausibile.

    Rispondi
  23. mary92 scrive il

    La ringrazio di cuore dottore ora asp gli esiti di tt gli altri esami e speriamo in una cura.. cordiali saluti.

    Rispondi
  24. elena 90 scrive il

    Salve dottore le scrivo perche domani ho la gastroscopia e in piu mi sta arrivando il ciclo posso prendere il paracetamolo da 500 anke domani mattina x il dolore prima della gastroscopia dato che ce l’ho alle 11.30?
    Ogni volta che mangio sto male e mi sento svenire cosa può essere? Grazie Elena

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Non vedo controindicazioni, ma l’ultima parola spetta al suo medico.
      2. La gastroscopia è stata richiesta per questo sintomo?

    Rispondi
  25. elena 90 scrive il

    Si dottore è stata prescritta perché ogni volta che mangio poco divento tutta bianca tacchicardia e mi viene da svenire e ora ho il terrore a mangiare x paura di star male.. grazie x avermi risposto! Lei nn sa cosa puo essere?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sintomi intestinali?
      Le capita con qualsiasi cosa mangi?

    Rispondi
  26. elena 90 scrive il

    Mi capita quasi cn tutto riesco solo a mamgiare del prosciutto cotto e un pezzo di formaggio e poi basta solo ke anke sottk ciclo mo viene da svenire xke ho un flusso abbondante.. sudo tantissimo durante il giorno e x l intestino bevo o mangio vado sempre in diarrea cn 15 scariche al di.
    celiachia tt bene.solo un allergia al nickel ma mi hanno detto ke nn puo essere quella la moa causa di qst disturbi sn giovane ho 27 anni.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non sono in grado di fare ipotesi, mi viene in mente una grave forma di colon irritabile, ma è raro che causi vomito.

      Se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    Rispondi
  27. elena 90 scrive il

    No nn mi viene il vomito digerisco tantissime volte e sento un peso allo stomaco cm se avesso mangiato chissa cosa in realta mangio pochissimo e ho perso anche peso. Ho paira di aver qualcosa di grave.. la terrò informata piu che volentieri grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Chiedo scusa, ho confuso il vomito con un altro caso; potrebbe in effetti esserci un problema di ernia iatale o rallentato svuotamento gastrico.

    Rispondi
  28. elena 90 scrive il

    Salve gastroscopia fatta tt negativo devo asp le biobsie, hanno trovato un nodulo alla tiroide di 16×14 mm da togliere ed esaminare il prima possibile ma nessuno sa ancora cm.mai perdo peso mi scarico e nn riesco a mamgiare nulla senza poi star male semza vomito xke tacchicardia dolore al petto e avvanno a respirare

    Rispondi
    Rispondi
  29. elena 90 scrive il

    La tiroide l’ho avuta 0.44 una cosa simile poi si e stabilizzata da sola ma era ai limiti inferiori.
    cos’è qql nodulo ( adenona ) è un tumore il piu dl volte benigno ?
    Essendo di 16×14 e grosso??? In cosa consiste qst adenoma?? Cioe devo toglierlo?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere l’adenoma tiroideo è un tumore benigno, la terapia potrebbe essere chirurgica, ma non so dirle se nel suo caso sia necessaria.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.