Link sponsorizzati

Valori Normali

La quantità normale di neutrofili nel sangue è pari a circa 2–7 x 109/l e rappresentano circa il 40-80% del totale dei globuli bianchi. (Fonte: MedScape)

Nei soggetti di pelle nera vengono talvolta considerati valori leggermente diversi, tra 1.2–.6 x 109/l. (Fonte: Wikipedia).

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

I granulociti neutrofili sono un tipo di leucocita (globulo bianco) con funzioni di difesa dell’organismo contro infezioni batteriche e fungine. Vengono chiamati neutrofili perché in laboratorio non incorporano alcun tipo di colorante (rimangono cioè neutri).

Rappresentano circa il 50-70% dei globuli bianchi e sono prodotti dal midollo osseo; quotidianamente ne vengono prodotti circa 100 miliardi, poichè hanno una vita di circa 7-10 ore nel sangue e di pochi giorni nei tessuti.

La loro funzione è quello di catturare e distruggere sostanze estranee attraverso il meccanismo della fagocitosi, ossia di ingerire materiali estranei e di distruggerli.

Interpretazione

Il numero di neutrofili nel sangue cambia sensibilmente da un soggetto all'altro ed è per questo che i valori normali prevedono un intervallo abbastanza ampio; quando il numero totale supera il valore massimo considerato normale si parla di neutrofilia, che è la condizione più comune di leucocitosi (aumento del numero del totale dei globuli bianchi).

Queste cellule sono fra le prime a rispondere in caso di infezione batterica, quindi la causa più comune per spiegare valori alti è proprio un'aggressione di batteri; possono aumentare anche in caso di attacchi da parte di funghi e protozoi.

Si verifica un aumento anche in caso di infiammazione acuta, come ad esempio per problemi alle coronarie, ictus, ustione, appendicite, tumori, malattie infiammatorie intestinali, artrite reumatoide, ... Anche alcune forme di anemia si associano a questa condizione.

La neutropenia è invece la diminuzione del numero dei neutrofili, che può essere congenita (già presente alla nascita) o acquisita (compare dopo la nascita): fra le forme acquisite le cause più frequenti sono probabilmente i farmaci e le infezioni virali come epatite, influenza, rosolia, morbillo, varicella, mononucleosi infettiva.

Fra le altre cause ricordiamo gli autoanticorpi, alcune infezioni batteriche (come tifo, paratifo, brucellosi, tubercolosi), malnutrizione, alcolismo, malattie del sangue e agenti fisici (come i raggi x).

Valori Bassi
(Neutropenia)

  • Anemia aplastica
  • Anemia perniciosa
  • Anoressia nervosa
  • Artrite reumatoide
  • Epatite
  • Febbre reumatica
  • Ipersplenismo
  • Leucemia
  • Lupus Erimatoso Sistemico
  • Mononucleosi
  • Morbillo
  • Rickettsiosi
  • Rosolia
  • Septicemia
  • Shock Anafilattico

Valori Alti
(Neutrofilia)

  • Acidosi
  • Avvelenamento
  • Eclampsia
  • Emolisi
  • Emorragia
  • Febbre reumatica
  • Gotta
  • Infarto
  • Infezioni
  • Malattie mieloproliferative
  • Operazione chirurgica
  • Setticemia
  • Stress
  • Tempesta tiroidea
  • Tumore
  • Uremia
  • Ustione
  • Vasculite

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Recenti interventi chirurgici possono essere causa di aumento dei valori, così come altre forme di stress (parto, dolore, sforzo fisico) e situazioni di paura, gioia od altre emozioni intense.

Diversi farmaci possono elevare i risultati (cortisone, litio, ranitidina, ...) od abbassarli: la chemioterapia antitumorale quasi sempre provoca una sensibile diminuzione (se il risultato è inferiore a 1x 109/l esiste il rischio di infezioni anche gravi).

In gravidanza (soprattutto terzo trimestre) e nei fumatori i valori rilevati possono essere anche leggermente più alti.

Quando viene richiesto l'esame

La conta differenziale dei leucociti è di norma richiesta insieme all'emocromo, che è un insieme di valori prescritti nei controlli di routine; può anche essere richiesto in presenza di sintomi di infezione e/o infiammazione (febre, dolori, mal di testa, ...) o quando ci sia il sospetto di malattia autoimmune.

Preparazione richiesta

Non è richiesta alcuna preparazione specifica.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. CHIARA scrive il

    SALVE,
    QUESTA LA MIA SITUAZIONE DEGLI ESAMI DEL SANGUE, CON DUE ASTERISCHI. DEVO PREOCCUPARMI?
    DONNA DI ETA’ 32, CON NESSUN SINTOMO NEGATIVO.
    GRAZIE PER LA GENTILE COLLABORAZIONE
    CHIARA

    Formula leucocitaria
    *Neutrofili % 34,9 * 40,0 – 70,0
    *Linfociti % 51,1 * 15,0 – 45,0
    Monociti % 12,1 0,0 – 12,5
    Eosinofili % 0,8 0,0 – 5,0
    Basofili % 1,1 0,0 – 2,0

    Formula leucocitaria (valore assoluto)
    Monociti mila/uL 0,7 0,0 – 1,1
    Eosinofili mila/uL 0,0 0,0 – 0,5
    Basofili mila/uL 0,1 0,0 – 0,2
    Neutrofili mila/uL 2,1 1,8 – 7,0
    Linfociti mila/uL 3,0 1,0 – 4,8

    Piastrine (PLT) mila/uL 278 150 – 450

    1. D.GIO. scrive il

      Per Chiara: La cosa importante è guardare il valore assoluto dei globuli bianchi e anche dei rossi e poi cosa molto importante trovare un laboratorio analisi competente, cosa abbastanza difficile. Per esperienza ho provato in poco tempo a cambiare diversi laboratori per vedere se le analisi coincidevano , ebbene solo alcuni valori erano quasi uguali , il 60% erano diversi !!!

    2. D.GIO scrive il

      Rispondo a CATENA 15 maggio 2016 . I valori dei globuli bianchi sono strani perchè tutte le altre analisi sembrano a posto . Consiglio di farle meglio a digiuno e in un altro laboratorio perchè non coincidono , quindi niente di preoccupante ,la cosa preoccupante
      è trovare un laboratorio che le faccia bene,in quanto molti centri oltre a farle fuori e quindi
      il trasporto,come le conservano,i reagenti se sono perfettamente validi chi le fa se è esperto o meno ecc ecc inoltre la conta viene effettuta da macchinaggi preposti ,quindi a volte i risultati sono un punto interrogativo. Saluti

    Rispondi
  2. Catena scrive il

    Ho una figlia di 16 anni e vorrei sapere il suo parere su queste analisi,perche mi sembrano alterati.devo preoccuparmi? Globuli bianchi 16,1_neutrofili%79,1 linfociti%13,1 monociti%6,7 eosinofili%0,7 basofili%0,4 neutrofili#12,7 linfociti#2,1 monociti#1,1 eosinofili#0,1 basofili#0,1 globuli rossi4,79 emoglobina14,5 ematocrito41,4 piastrine273 proteina c reattiva6,92 fattore reumatoide 6 titolo antistreptolisinico 10 la ringrazio tanto

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La mia sensazione è che non emerga nulla di anomalo da questi esami; il medico cosa ne pensa?

    2. Anonimo scrive il

      Stamattina ha ripetuto l’?emocromo e i globuli bianchi sono scesi la meta’.stasera li porto dal dottore.perche ieri la guardia medica mi ha fatto spaventare dicendomi che potrebbe essere qualcosa di veramente serio.siccome prima di fare le prime analisi cioe giorno 7.05.la ragazza stava assumendo le bustine voltfast 50mg per il mal di schiena e collo.sara x questo che i globuli bianchi erani usciti 16,1?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, Voltfast non dovrebbe incidere sui globuli bianchi.

      Mi tenga al corrente.

    4. D.GIO scrive il

      PER ANONIMO del 16 maggio 2016 . Cosa vuol dire che i globuli bianchi erano la metà?
      Quali ? Linfociti,monociti ,neutrofili?Ecc ecc poi erano in percentuale o valore assoluto?
      Inoltre come stavano le altre analisi? Esempio ves , proteina c reattiva , globuli rossi? La persona soffre di qualche patologia congenita o no ? Nel caso cambiate laboratorio se tutte le altre analisi sono ok .

    Rispondi
  3. Giuseppe Canossa scrive il

    ho fatto in 40 giorni 3 esami del sangue risultato,5 aprile 2016: linfociti 16.8 %e1,23 10^3/uL/ G rossi 5.58/ emoglobina 17.8 / ematocrito 17.8 / piastrine 216.
    9 Maggio : wbc 6.40 10^3/ul /monociti 11.6 % /G rossi 6.11 10^6/uL /emoglob. 19,2 g/dl
    ematocr. 55,3% / MCV 90.5 / Piastrine 206 10ì3/uL / linfociti 21,4 % e linfoc 1,37 10^3/uL.
    20 Maggio : G rossi 5.92 / Emoglob 18.70 / ematocrito 56.50 / vol glob medio 95.4 /Piastr 168/
    Glob bianchi 7.30 / Neutrof 84.5% / Linfociti 6.4% !!! /Piastrine 168 / Linfociti# 0.50 mila/|uL !!
    ves 4mm/h la creatinina è sempre da20 anni uguale circa 1,35 ho 59 anni alto 175 cm peso 75 kg tute le altre analisi sono normali , non bevo , non fumo , uso antidepressivo cipralex benzodiaz. ma sono seguito da neurologo.Mi piacerebbe avere un parere grazie distinti saluti

    Rispondi
  4. sonia scrive il

    salve mi sa dire a palermo un pediatra bravo perche vorrei portare mia figlia che a avuto dei vari problemi di salute

    Rispondi
  5. Anonimo scrive il

    salve le illustro i miei valori
    valori riferimento
    rbc 4.58 (3.8-5.0)
    hgb13.7 12-16
    hct 39.6 35-48
    mcv 86.5 80-99
    mchc 34.6 31-36
    mch 29.9 26-31
    rdw-sd 37.6 * 38-48
    rdw-cv 12.2 11-15

    plt 179 150-450
    mpv 10.2 7-11
    p-lcr 26.9 15-40
    pdw 11.3 9-17
    pct 0.18* 0.19-0.38

    wbc 5.56 4.0-11.0
    neut 38.0 * 40-74
    lymph 50.5 * 20-48
    mono 9.5 3-11
    eosi 1.8 0-8
    baso 0.2 0-2.5
    neut 2.11 (10^3/ul) 2.1-8.0
    lymph 2.81 (10^3/ul) 1.0-5.0
    mono 0.53 (10^3/ul) 0.16-1.0
    eosi 0.10 (10^3/ul) 0-0.8
    baso 0.01 (10^3/ul) 0-0.2

    cosa pensa di questi esami??le ho riportato tutto anche gli asterischi

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, non sembra esserci nulla di preoccupante nei suoi valori; il link riportato dal Dott. Cimurro la collega a una pagina del nostro sito che spiega in modo esauriente come interpretare i risultati delle analisi e il loro significato. Saluti.

    Rispondi

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.