Link sponsorizzati

Valori Normali

  • PCR
    • Valori inferiori a 8 mg/l
  • hs-CRP
    • Basso rischio cardiaco: <1.0 mg/l
    • Rischio medio: 1.0-3.0 mg/l
    • Alto rischio: >3.0 mg/l
    • Infiammazione: >10.0 mg/l

Fonte: Mayo e Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La proteina C-reattiva (PCR) è una proteina prodotta dal fegato la cui quantità può essere misurata nel sangue; appare in concentrazioni elevate quando c’è una qualche infiammazione nell’organismo, diversamente non si trova se non in tracce.

Il medico può controllarne i valori dopo un intervento chirurgico, un trattamento per infezioni o altre condizioni mediche, in quanto i livelli possono aumentare in modo drammatico (100 volte o più) dopo un trauma grave, un’infezione batterica, un’infiammazione, un intervento chirurgico od in presenza di tumore.

L’esame non permette di capire dove si trova l’infiammazione e non consente quindi una diagnosi, mentre è indicativo di una situazione di infiammazione che può richiedere ulteriori indagini; per esempio può essere richiesto per rilevare o monitorare situazioni come

  • una grave infezione batterica, come la sepsi,
  • una infezione fungina,
  • malattia infiammatoria pelvica (PID),

L’esame è poi utile nel monitoraggio dei pazienti con condizioni infiammatorie croniche per avere conferma dell’efficacia del trattamento:

  • malattie infiammatorie intestinali,
  • alcune forme di artrite
  • malattie autoimmuni, come il lupus o vasculite.

I valori aumentano prima e poi decrescono più rapidamente rispetto alla VES (6 ore contro una settimana circa).

Il test della proteina C-reattiva può anche essere utilizzato per valutare il rischio di sviluppare una coronaropatia, una condizione in cui le arterie del cuore si restringono fino a causare un attacco di cuore; secondo l’American Heart Association tuttavia questo approccio non è utile come screening dell’intera popolazione, in quanto i risultati possono dipendere dallo stile di vita e da altri fattori. A metà degli anni 90 sono poi stati introdotti metodi più sensibili per la misurazione della proteina C-reattiva come marker cardiaco, tra cui per esempio la PCR ad alta sensibilità (hs-CRP, dall’inglese C-Reactive Protein), in grado di aumentare la qualità dell’informazione restituita.

Interpretazione

Di norma le concentrazioni della proteina C-reattiva nel sangue sono basse.

Relativamente alla probabilità di sviluppo di malattie cardiache si parla di (hsCRP):

  • Basso rischio per valori inferiori a 1,0 milligrammi per litro (mg/l)
  • Rischio medio per valori tra 1,0 e 3,0 mg/l
  • Alto rischio per valori superiori a 3,0 mg/l.

È bene sottolineare che il solo esito della PCR non è una misura definitiva del rischio, anche perchè non tutti i medici concordano sulla relazione tra esame e rischio cardiovascolare.

In caso di valori superiori a 8 mg/l si ritiene invece che sia in corso una grave infiammazione od infezione e si andrà quindi alla ricerca della causa esatta.

Valori Bassi

Valori Alti

  • Appendicite
  • Artrite reumatoide
  • Aumento rischio tumore al colon
  • Infarto
  • Infezione
  • Linfoma
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Malattia infiammatoria pelvica
  • Malattie infiammatorie intestinali
  • Operazione chirurgica
  • Pancreatite
  • Polimialgia reumatica
  • Rischio cardiovascolare
  • Sepsi
  • Tubercolosi
  • Ustione

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Alcuni farmaci - come ad esempio la pillola anticoncezionale, le statine, farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), tra cui l'ibuprofene (come per esempio Moment®) ed il paracetamolo (Tachipirina®), possono alterare l'esito dell'esame.

Anche l'obesità potrebbe influire sul risultato, così come le donne in gravidanza in epoche avanzate.

Quando viene richiesto l'esame

Il medico può ordinare un l'esame della PCR per monitorare:

  • rischio di coronaropatie,
  • danni da un attacco di cuore,
  • malattie infiammatorie intestinali,
  • alcune forme di artrite,
  • malattia infiammatoria pelvica,
  • lupus eritematoso sistemico,
  • Infezione dopo un intervento chirurgico.

Secondo l'American Heart Association l'esame è molto utile per le persone che hanno un rischio intermedio (10-20%) di avere un attacco di cuore entro i prossimi 10 anni, calcolato in base a diversi fattori che comprendono lo stile di vita, la storia familiare e lo stato di salute attuale.

L'esame non è utile per persone associate ad un basso rischio, mentre coloro i quali hanno un alto rischio dovrebbero agire preventivamente indipendentemente dal valore della PCR.

Preparazione richiesta

Non ci sono particolari preparazioni per l'esame.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

    Rispondi
    Rispondi
  1. Michels scrive il

    Buonasera,poche ore fa ho ritirato gli esami del sangue di mio figlio di 4 anni i valori della ves sono nella norma mentre quelli della pcr sono 0,130mg/100ml con valori di riferimento da 0,100 in poi indice rischio cardiovascolare,da 0,500 in poi indice di flogosi.Non so se può in qualche modo contare che ha da poco avuto la varicella e che ha fatto esami x streptococco-cytomegalovirus-mononucleosi tutti e tre risultati negativi.Devo preoccuparmi?Grazie,cordiali saluti.

    1. Patrizia scrive il

      VES 20 Valori riferimento:0,00 15,00 PCR: 16,3 Valori riferimento: 0,00 6.00 Esami richiesti dopo ecocardio:presenza versamento pericardic di grado lieve-medio parzialmente organizzato.Devo preoccuparmi? Grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono valori buoni, ma da soli non permettono un’idea definitiva della situazione.

    Rispondi
  2. Patrizia scrive il

    La ringrazio per la risposta ,il 25 andrò dal cardiologo intanto le faccio presente che attualmente assumo:Plaunazide per la pressione,Folidex,Edronax Per la depressione, Dicloreum per tendinite achillea e Pantorc come gastroprotettore. Cosa devo aspettarmi? Capisco che lei non può farmi una diagnosi ma orientativamente cosa può dirmi. Grazie ancora.

    Rispondi
  3. Patrizia scrive il

    Mi scusi ancora voglio aggiungere che il 24 farò la colonscopia con sedazione per un controllo biennale vista una familiarità ,mio padre aveva un tumore al colon ma non è deceduto per questo (aveva 94 anni e cadendo ha avuto la frattura del femore operato ma dopo due mesi è finita ugualmente).Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma oltre a non avere le competenze per formulare maggiori ipotesi temo che non sarebbe proprio possibile in base a questi dati.

    Rispondi
  4. Carmine scrive il

    Dopo varie artroscopie,ho la pcr a 57. Sospettano che Si tratti di infexione,in quanto l’osso Della spalla e stato eroso.

    Rispondi
  5. Mamma in ansia scrive il

    Mia figlia ha 4 anni ves 10 prima ora pcr0,10 tas 4 siamo un po’ preoccupati

    Rispondi
  6. Atrebla scrive il

    Apprezzabile il lavoro svolto. Molto utile e di facile consultazione.
    Se mi posso permettere le suggerirei di aggiungere riferimenti bibliografici al fine di consentire approfondimenti immediati relativi agli argomenti trattati ed aumentare l’autorevolezza e la scientificità del sito.

    Rispondi
    1. Anonimo scrive il

      Ciao bene non si sa, li ho chiesti alla dottoressa perche’ era da parecchio che non li facevo.
      Tutto e’ partito da un dolore migrante al petto;dignosi: stress,ansia,panico! Ma sa dottore se non sentivo il dolore non mi preoccupavo.Penso che ansia e panico siano conseguenze a.

    2. Anonimo scrive il

      Si , sono piuttosto felice per i miei esami… oltre ai tre sopra citati ho il ferro a 6 piuttosto basso ma,si puo’recuperare ;) del resto non ci sono piu’ stelline… Cosa mi dice del ferretina bassa? Perdon nkn vorrei esagerare con le richieste …

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quando ha di ferro e ferritina (con valori di riferimento)?

    4. Anonimo scrive il

      Ciao 6 so che: part e da14 il valore di riferimento… gli esami li ho giu in macchina,la dottoressa nonc’e’ mai :-(

    Rispondi
    Rispondi
  7. ziA ANNA scrive il

    Buonasera dottore
    le espongo in breve i fatti
    mio nipote 15 enne effetto da un ritardo pisicomotorio grave non parla e non deambula, all’eta di 1 anno ha avuto l’esportazione della coliciste premetto ben 3 ospedali napoletani non riuscirono all’epoca ad dare una diagnosi in tempi brevi
    infatti dopo 3 mesi di ricovero un infermiere UMANO consiglio mio fratello ad recarsi in un altro ospedale “civile brescia” giunti li
    capirono imediatamente la gravita ed oerarono il bambino
    la cosa si è ripetuta due mesi fa, un ricovero urgente DIAGNOSI PANCREATITE AMELASI A 4 MILA dopo 20 giorni di ricovero presso il policlinico
    i valori scendono di pochissimo ed ecco la fatitica frase sarebbe opportuno che vi recate al civile perche il bimbo ha un calcolo ai dotti biliari e noi qui non l’operiamo
    morale della favola il bambino è stato portato al civile quasi morto qui gli hanno riscontrato oltre al calcolo anche una psedociste
    dopo altri 20 giorni di flebo ecc è stato operato al calcolo
    Dopo il secondo giorno dall’intervento è sopraggiunta la febbre alta 40
    il pcr valore di riferimento 3 contro i 30 che ha
    dopo 7 giorni di antibiodici i dottori non sanno dare una spiegazione alla febbre alta che ha ancora
    Mi scuso se mi sono prolungata tanto
    questa mia non è una denucia per la mala sanità
    ho voluto solo esporre le cose cosi come sono
    lo so che non le ho dato dante notizie ulteriori
    ma potrebbe comunque darmi una spiegazioni di questa febbre?
    la ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Da papà, prima ancora che farmacista, tremo nel leggere queste testimonianze perchè credo di riuscire solo lontanamente ad immaginare l’inferno che sta vivendo; purtroppo mi è davvero difficile darle una risposta, non tanto per la descrizione dei fatti che è stata accurata, ma perchè temo di non averne le competenze. La febbre è praticamente sempre sinonimo di infezione, infatti è stato corretto intervenire fin da subito con l’antibiotico, ma purtroppo non spiegarle perchè il ragazzo non risponde alla terapia; viene da pensare ad una grave resistenza batterica, ma la prenda solo come ipotesi.

    2. ziA ANNA scrive il

      Si egr.Dottore anchio rimango basita da tutto quello che sento e che sopratutto vedo in questi ospedali napoletani,
      è proprio vero se non vivi in prima persona delle situazioni ti riesce davvero difficile crederci
      la cosa che mi fa andare fuori di testa è essere consapevole che se hai in famiglia un disabile sai che per la sua dignità, qualità di vita dipende esclusivamente dalla sua famiglia,ma non basta solo coprirlo di amore e attenzione,servono cure appropriate , visite periodiche, controlli mensili sostenendo spese anche cospicue che in una famiglia di operai mi creda e davvero difficile
      Purtroppo ti senti davvero solo ed abbandonato e ti affidi a DIO
      La ringrazio per avermi risposta e mi scuso se mi sono prolungata
      cordiali saluti

    3. ziA ANNA scrive il

      Buongiorno Dottore
      in riferiento a quanto detto dopo circa 10 giorni gli è stata riscontrata una pseudociste pancreatica di 10 cm
      ecco perchè la febbre alta
      Egregio Dottore mio nipote è stato sottoposto ad un delicato intervento ma MIRACOLOSAMENTE la ciste è scomparsa
      l’incredulità dei medici, lo stupore di tutti, la felicita dei genitori ,posso solo pensare che le preghiere sono state ascoltate .
      Desideravo informarla quanto accaduto .
      cordiali saluti

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La ringrazio di cuore la splendida notizia, ne sono davvero felicissimo.

    Rispondi
  8. Silvana scrive il

    Gentile dottore ho appena ricevuto le analisi fatte perché in stato interessante da 6 settimane.ho riscontrato il PCR di 7.94 con valori di riferimento 0.0-3.00 ,la ves 30 1ora fino a 15 , gamma gt 89 con valori di riferimento 5-85.dovrei preoccuparmi? In oltre la T.HCG è di 448.0ccosa significa? Grazie mille.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Aveva mal di gola, raffreddore o simili il giorno del prelievo?

      È sicura della lettera T? Non è BetaHCG?

    2. Silvana scrive il

      Sì dottore ho un po di tosse e quandot utossico ho un po di catarro..ma lieve..sulla carta delle analisi c’è la T.H C G 448.0 cosa significa? Grazie.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, nessun problema, è una dicitura più anglosassone che italiana, ma è in ogni caso l’ormone della gravidanza.

    4. Anonimo scrive il

      Grazie dottore , scusate un altra domanda del mio primo figlio la beta era sui 8000 perché questa volta sono così basse?

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente ha ovulato più tardi di quanto pensa, ma le verrà consigliato di ripeterla per verificare.

    Rispondi
  9. Teresa scrive il

    Buonasera dottore. Mia figlia di 2 anni e da dicembre che ha una febbriciattola che arriva a 37.8 e poi scende di colpo senza nessun tipo di medicina dura x 3 giorni poi scompare e riappare dopo qualche settimana con mal di pancia fortissimo …è stata ricoverata in chirurgia pediatrica e dagli esami risulta la pcr a 33 mi hanno detto di indagare in pediatria ma su cosa?? Cosa potrebbe essere?

    1. Anonimo scrive il

      Buongiorno grazie x la risposta ma non ha questi sintomi….la bimba ha forti crampi alla pancia e si blocca nell andare in bagno non riesce più a fare le feci in più ha ricorrenti infezioni urinarie ripeto non è una bimba che soffre di stipsi..questa settimana ha avuto i globuli bianchi alti insieme alla pcr

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma temo di non essere davvero in grado di fare ipotesi.

    Rispondi
  10. luna scrive il

    il suo cito è interessante ed esauriente Anche se non è un medico le sue risposte comunque,danno un respiro alle persone che come me,ritirando esami,tac,ecc si ritrovano valori e paroloni tecniche incomprensibili…Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ringrazio di cuore per le sue parole, mi fanno particolarmente piacere perchè ha compreso perfettamente l’obiettivo che mi pongo nel rispondere, quando sono in grado di farlo, ai dubbi di chi mi legge. Grazie ancora.

    Rispondi
  11. Gianluca scrive il

    Dottore buongiorno,
    Io i seguito ad una violenta caduta dove ho battuto la mano destra e il costato ho fatto esami del sangue, dopo avere preso tachipirina 1000 per febbre.Ho avuto il risultato di pcr 45,80 dove il valore di riferimento era entrò il 5! Sono un po’ preoccupato! A cosa potrebbe essere dovuto questo rialzo della pcr? Grazie

    Rispondi
  12. francy 84 scrive il

    Buon giorno dott. Ieri sera mio marito ritira le sue analisi di routine …. premetto ke avendo avuto problemi di pressione alta lui prende la mattina olmetex 20 … e giorni primaha accusato dei forti mal di pancia e il nostro medico gli ha prescritto x 4 giorni le capsule di debridat … cmq le volevo chiedere ha i valori del ves a 38 quanto il massimo è 15 mentre la pcr è a 3.3 e i valori di riferimento sono da 0.0 a 0.3 ci dobbiamo preoccupare? Grazie .

    1. Anonimo scrive il

      Lui xo ‘ da circa 1 anno ha spesso delle afte in bocca … i dottori gli hanno detto che può essere lo stress e carenza anke di vitamina b lei mi scusi cosa pensa?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Rimango dell’opinione espressa, poi ovviamente il medico sarà più preciso perchè potrà valutare la situazione nell’insieme anche conoscendo la storia clinica.

    Rispondi
  13. Monica 71 scrive il

    Buongiorno dottore, sono preoccupata…dopo una serie di esami per un dolore inguinale, sono stati scoperti dei linfonodi infiammati…dopo alcuni giorni di terapia con oki, i dolori si sono smorzati ma c’erano ancora. Dopo altri accertamenti è risultato che la proteina c reattiva quantitativa è a 8.1 con un parametro <5.0. Devo preoccuparmi? Io prendo la pillola anticoncezionale, può interferire all'esito dell'esame? Ho anche assunto diversi antinfiammatori in questi 20 giorni di indagini… Grazie da una donna un pò scoraggiata!!

    Rispondi
  14. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

    L’aumento della PCR non sembra tale da preoccupare, anche se è comunque indice di infiammazione in atto. Le confermo che la pillola può alterare l’esito dell’esame, ma non spiegare il linfonodo infiammato.

    1. Monica 71 scrive il

      Ho già fatto tutti gli esami che il medico mi ha prescritto, compreso il ves che era a 10 su un parametro di <15, quelli x il toxoplasma, epstein, ldh, monotest-mononucleosi, beta-2-microglobulina nel siero….non so più cosa mi potrà fare adesso!!! Aiuto…cosa potrà essere stata la causa scatenante dell'infiammazione? Potrebbe essere lo stress??? Negli ultimi mesi ne ho avuto moltissimo!! Grazie e scusi ancora….

    Rispondi
  15. Silvana scrive il

    Buona sera, dottore. Due mesi fa ho fatto esame di sangue per controllo generico.Valori Hb 11,0(11,5-16,0)HCT33,3(37,0-47,0)MCV78,9(82,0-99,0)MCH 26,1(27,0-36,0) PCR 11,74(<5) Mi aiuti capire Grazie

    Rispondi
  16. Amelia scrive il

    Buona sera dott la mia bimba da un me setto a episodi di vomito e mal di pancia ho fatto gli esami e la proteina c reattiva-S mi è uscita alta 24,6 invece il massimo e’ 5,0 può essere appendicite? E poi anche eosinofi 9,5sul massimo di 6,0 cosa può essere grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Dopo un mese sarebbe quasi sicuramente passata o peggiorata al punto da indurla a portarla al PS.
      2. Si lamenta di prurito al sederino? Ha mai visto parassiti nelle feci?

    Rispondi
  17. davide scrive il

    ritiro esami proteina c reattiva 0,69 mg/dl fino un massimo 0,30 mg/dl cosa vuol dire grazie dottore

    Rispondi
  18. davide scrive il

    per pressione alta era due anni che non li facevo soffro di ipertensione ereditaria e stress. fatto visita cardiologa dato dieta colesterolo 190 glicemia 110 trigliceridi 400 grazie risposta richiesta del dottore

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Stava bene il giorno del prelievo? Mal di gola o simili?

    Rispondi
  19. davide scrive il

    stavo bene alla mangiato carne bianca insalata . ma prima mangiavo male unto formaggi stagionati e patatine di notte ecc risposta al dottore

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Senta ovviamente anche il medico, ma credo che verrà considerato più che accettabile.

    Rispondi
  20. graziella anni 56 scrive il

    Egregio DrGuido sono in cura da ormai sei anni per una(dicono)broncopatia ostruttivaquesto i primi due anni curando con la spiriva il seretide il deltacortene da25 mg al terzo ricovero in codice rosso venni attaccata alla ossigeno e or un mese di ricovero flebo e esami vari fra cui la tac della quale non o mai saputo niente comunque per farla breve ora sono in cura con un altro pneumologo sto facendo cure su cure ma sto sempre male il pcr e a 12 e non so neanche cosa sia l azotemia e un po alta e la saturazione a volte 90 a volte 80 ma la cosa curiosa e che ultimamente mi escono dei livdui sulle no che e sono dolorose può darmi qualche cono devo comportare che esami devo fare o anche una tiroidite autoimmune osteoporosi cronica che mi ha fatto finire allnospedale con le braccia fratturate in un polso hanno aplicato una protesi idem per la schiena stabilizzata da s1 l5 so di non essere l unica ma vorrei solo avere meno dolori perche a volte non ce la faccio a lavorare la ringrazio distinti saluti in attesa di una sua.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma temo che sia una situazione al di là delle mie competenze.

    Rispondi

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.