Link sponsorizzati

Valori Normali

Uomini

La tabella mostra la percentuale che venga diagnosticato un tumore in base all'età ed al valore del rapporto tra frazione libera e totale.

Si presuppone un valore di antigene prostatico totale compreso tra 4 e 10, se il valore di PSA totale è inferiore a 4 il rapporto non va preso in considerazione.

Rapporto PSA libero / Totale 50-59 anni 60-69 anni > or =70 anni
minore od uguale a 0.10 49.2% 57.5% 64.5%
Fra 0.11 e 0.18 26.9% 33.9% 40.8%
Fra 0.19 e 0.25 18.3% 23.9% 29.7%
Superiore a 0.25 9.1% 12.2% 15.8%

Fonte tabella: Mayo Laboratory

Donne

Non applicabile

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Di norma richiesto insieme al PSA totale, il free PSA (o PSA libero o fPSA) rappresenta una parte dell’antigene prostatico specifico circolante, in particolare la frazione che non risulta essere legata a proteine di trasposto.

L’utilità di questo test nasce dall’osservazione per cui in condizioni benigne, come l’ipertrofia prostatica, aumenta prevalentemente la quota libera, mentre il cancro alla prostata produce soprattutto un aumento del PSA legato.

Per interpretare correttamente questo esame si procede in genere a calcolare il rapporto tra frazione libera e totale (ratio) e questo è il valore che viene valutato.

Interpretazione

  • Quando il PSA totale è inferiore a 4 il rapporto tra free e totale non viene preso in considerazione.
  • Quando il PSA totale è compreso tra 4 e 10:
    • un ratio libero/totale inferiore od uguale al 10% indica che è piuttosto elevata la possibilità di tumore alla prostata (dal 49% al 65% dei casi),
    • un ratio superiore al 25% indica un rischio di cancro molto più basso che varia anche in base all'età (età più elevate hanno un rischio maggiore).

Valori Bassi

  • Tumore alla prostata

Valori Alti

  • Ipertrofia prostatica benigna

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • I livelli di fPSA non sono influenzati da finasteride e dutasteride.
  • A seguito di eiaculazione i livelli tornano normali in 6 ore circa.

Quando viene richiesto l'esame

La richiesta di esaminare la frazione libera può essere fatta contestualmente alla richiesta di PSA totale oppure in un secondo momento, quando il valore totale è superiore a 4; questo permette di avere un'ulteriore indicazione per la scelta se procedere o meno alla biopsia per la diagnosi di un eventuale tumore alla prostata.

Preparazione richiesta

E' importante evitare nei due giorni che precedono l'esame

  • un'attività fisica intensa in grado di alterare la funzionalità della prostata (ad esempio l'uso della bicicletta)
  • e l'eiaculazione (sia per masturbazione che a seguito di rapporti completi).

Il sangue, infine, dovrebbe essere prelevato prima di una eventuale manovra rettale e soprattutto di una biopsia prostatica.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Nino62 scrive il

    egregio dottore, proprio stamani sono andato a ritirare gli esami relativi all’antigene prostatico con questi risultati:
    Psa Totale 4.410
    Psa Libero 0.440
    Libero %totale 10.07%. >13
    Ho 53 anni,cosa ne pensa?

    1. Nino62 scrive il

      si è la prima volta. Ricordo soltanto che una trentina di anni fa mi riscontrarono un ingrossamento della prostata a seguito di ispezione anale. E fu effettuata una biopsia con esito negativo

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente il problema è lo stesso, ipetrofia prostatica benigna, ma va verificato con l’urologo.

    3. Anonimo scrive il

      ho ritirato le analisi oggi 30 giugno 2015 e per quanto riguarda il psa ho trovato questi dati:
      PSA-r totale 5,75
      PSA libero 0,78
      gradirei se possibile un suo pensiero in merito
      grazie

    Rispondi
  2. marcello risca scrive il

    Buona sera,
    mi scusi se la disturbo ma gradirei aver un suo parere.
    In data 06.05.2015 l’antigene prostatico specifico aveva il seguente valore: 4,442
    Il medico di famiglia mi ha fatto ripetere l’esame e in data 29.06.2015 il valore è risultato essere :
    PSA 3,009 Libero 0,595 Rapporto 0,197. Cosa ne pensa ? Le faccio presente che ho 65 anni di età
    La ringrazio sentitamente

    1. Anonimo scrive il

      Si, prendo farmaci per la pressione (triatec,natrilix,norvasc) e Totalip(per colesterolo alto)

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, quindi nulla per la prostata; probabilmente si tratta di leggere ipertrofia prostatica benigna, comune alla sua età, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

    Rispondi
  3. GGFE scrive il

    Egregio Dottore, (ho 56 anni)
    nel mese di marzo, a seguito di difficoltà di minzione e successivo bruciore all’uretra, ho fatto l’esame del PSA ed è stato riscontrato un valore di 12.85. Il medico ha diagnosticato una “prostatite” e mi ha prescritto antibiotico CIPROXIN 1000 RM x 12 gg e PERMIXON i al gg x 60 gg
    Dopo la cura a distanza di un paio di settimane dall’ultimo antibiotico ho rifatto l’esame del PSA riportando i seguenti valori
    S-PSA Totale 4.83
    PSA Libero 0.14
    Rapporto PSA Libero/Totale 2.9
    Visti gli esami mi consiglia di continuare con altri 10 antibiotici e rifare gli esami poco dopo
    rifatti gli esami a distanza di un paio di settimane dall’ultimo antibiotoco sono risultati i seguenti valori:
    S-PSA Totale 3.89
    PSA Libero 0.07
    Rapporto PSA Libero/Totale 1.9
    Visto il risultato ancora altino del PSA e permanendo un leggero bruciore dopo la minzione mi consiglia di continuare ancora per 7 gg
    gli antibiotici e di rifare l’same dopo pochi gg dall’ultimo antibiotico (prospettandomi una eventuale BIOPSIA) , e così ho fatto.
    Questa mattina ritiro gli esami con i seguenti valori:
    S-PSA Totale 3.45
    PSA Libero 0.01
    Rapporto PSA Libero/Totale 0.3
    Il PSA è sceso ancora un pochino ma il rapporto rimane basso.
    Mi rendo conto che il rapporto è molto basso e la cosa mi preoccupa. In attesa del nuovo appuntamento con l’urologo gradirei un suo parere visti i valori che le ho riportato e se anche Lei consiglia la biopsia.
    La ringrazio.
    Cordiali saluti
    GGFE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Verrà probabilmente suggerita la biopsia, ma è più per scrupolo, una verifica che va fatta, ma da affrontare con ragionevole ottimismo. Mi tenga al corrente.

    Rispondi
  4. Roberto61 scrive il

    Ho 54 anni e da oltre un anno ho il PSA che oscilla (in maniera alternante) tra 4,23 e 5,07; il rapporto L/T sempre > 30%
    Mai fatto biopsie ma varie DRE, due ecografie transrettali, una RMN multiparametrica con bobina endorettale tutte escludenti tumore ma una IPB ostruttiva (varie uroflussometrie con Qmax = 8.00). A volte mi alzo una sola volta la notte, poi tutto ok.
    Ho preso solo 8 gg di Topster un anno fa e poi tanto Urorec.
    L’ultimo urologo mi è sembrato abbastanza ottimista e mi ha detto di ripetere l’esame ad ottobre.
    Le chiedo, visto il grande numero di pazienti che si rivolgono a questo sito, se ha mai assistito ad un paziente, relativamente giovane come me, che con un persistente PSA alto, NON abbia avuto il cancro.
    Grazie mille e buon lavoro

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Certamente, dopo i 50 anni è relativamente comunque un leggero e progressivo aumento del PSA.

    Rispondi
  5. Manolete scrive il

    Caro dottore, gli esami di pochi giorni fa hanno dato questi risultati:
    mai avuto prima niente riguardo alla prostata
    -Psa antigene 5,o5
    -Psa Libero 0,914

    Ho 66 anni, quale è il suo parere ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere un po’ di ipertrofia benigna della prostata, ma va verificato con il medico.

    2. Anonimo scrive il

      Perfetto come ha detto lei.
      Ho fatto visita da un urologo, riscontrato una leggera ipertrofia della prostata , sto eseguendo un ciclo di cura per 2 mesi per dopo rifare controlli.
      ci aggiorneremo a Settembre
      grazie

    Rispondi
  6. Lez65 scrive il

    fatta biopsia con esiti negativi 2 anni fa valori psa totale oscillanti tra 8 e 4 dal 2009 ad oggi
    Sequenza 9,54 3,91 4,46 5,15 5,06 5,63 5,22 7,48 8,17 7,7 7,31 5,42 6,45 7,99
    ultimo psa free 26,2, già diagnosticata ipertrofia prostatica. Devo preoccuparmi per aumento ultimi tre valori ?
    Grazie e saluti !

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Devono essere approfonditi con l’aiuto del ginecologo, anche se presumibilmente verrà confermata la precedente diagnosi.

    Rispondi
  7. andrea scrive il

    Buongiorno.
    Ho eseguito esami sangue e urine perché credevo di avere uba cistite: nicturia 2 volte, poche urine dolotose e frequenti minzioni (7 -10 in 24 ore).
    Sangue ok. Urinocultura negativa.
    PSA totale 2.02. PSA free 0.71 ratio 0.35
    Urine ok con pH 5.5 .
    L’urologo mi ha dato permixon 320 per 10g e successivo controllo con ecografia app. Urinario completo.
    Ho 46 anni e familiarità con Ipb. Cosa mi può dire? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido l’ipotesi di IPB, che probabilmente è la stessa che ha formulato l’urologo.

    2. Anonimo scrive il

      Nel referto dell’esame obiettivo si legge: prostata consistenza parenchimatosa con limiti ben definiti e grandezza grossa castagna.
      Non capisco se la prostata è molto ingrossata. L’urologo ha parlato di “PSA mosso”. Ha aggiunto lievemente mosso e ha parlato di situazione reversibile e transitoria. Io sono molto agitato. Mio padre ha iniziatoa 65 aa. Io ne ho 20 in meno

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Concentri l’attenzione su questi due aggettivi “reversibile e transitoria” e si dimentichi di tutto il resto, assuma uno stile di vita sano e vedrà che ci ripenseremo non prima di 15-20 anni.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.