Link sponsorizzati

Valori Normali

Uomini

La tabella mostra la percentuale che venga diagnosticato un tumore in base all'età ed al valore del rapporto tra frazione libera e totale.

Si presuppone un valore di antigene prostatico totale compreso tra 4 e 10, se il valore di PSA totale è inferiore a 4 il rapporto non va preso in considerazione.

Rapporto PSA libero / Totale 50-59 anni 60-69 anni > or =70 anni
minore od uguale a 0.10 49.2% 57.5% 64.5%
Fra 0.11 e 0.18 26.9% 33.9% 40.8%
Fra 0.19 e 0.25 18.3% 23.9% 29.7%
Superiore a 0.25 9.1% 12.2% 15.8%

Fonte tabella: Mayo Laboratory

Donne

Non applicabile

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Di norma richiesto insieme al PSA totale, il free PSA (o PSA libero o fPSA) rappresenta una parte dell’antigene prostatico specifico circolante, in particolare la frazione che non risulta essere legata a proteine di trasposto.

L’utilità di questo test nasce dall’osservazione per cui in condizioni benigne, come l’ipertrofia prostatica, aumenta prevalentemente la quota libera, mentre il cancro alla prostata produce soprattutto un aumento del PSA legato.

Per interpretare correttamente questo esame si procede in genere a calcolare il rapporto tra frazione libera e totale (ratio) e questo è il valore che viene valutato.

Interpretazione

  • Quando il PSA totale è inferiore a 4 il rapporto tra free e totale non viene preso in considerazione.
  • Quando il PSA totale è compreso tra 4 e 10:
    • un ratio libero/totale inferiore od uguale al 10% indica che è piuttosto elevata la possibilità di tumore alla prostata (dal 49% al 65% dei casi),
    • un ratio superiore al 25% indica un rischio di cancro molto più basso che varia anche in base all'età (età più elevate hanno un rischio maggiore).

Valori Bassi

  • Tumore alla prostata

Valori Alti

  • Ipertrofia prostatica benigna

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • I livelli di fPSA non sono influenzati da finasteride e dutasteride.
  • A seguito di eiaculazione i livelli tornano normali in 6 ore circa.

Quando viene richiesto l'esame

La richiesta di esaminare la frazione libera può essere fatta contestualmente alla richiesta di PSA totale oppure in un secondo momento, quando il valore totale è superiore a 4; questo permette di avere un'ulteriore indicazione per la scelta se procedere o meno alla biopsia per la diagnosi di un eventuale tumore alla prostata.

Preparazione richiesta

E' importante evitare nei due giorni che precedono l'esame

  • un'attività fisica intensa in grado di alterare la funzionalità della prostata (ad esempio l'uso della bicicletta)
  • e l'eiaculazione (sia per masturbazione che a seguito di rapporti completi).

Il sangue, infine, dovrebbe essere prelevato prima di una eventuale manovra rettale e soprattutto di una biopsia prostatica.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. antonio scrive il

    salve dottore, ho 57 anni, a seguito di un PSA 4,4 e prostata ingrossata ho effetuato una biopsia risultata negativa con flogosi cronica. Oggi ho ritirato gli esami PSA totale 2,4 PSA libero 0,5 Antigene Prostatico Specifico Ratio 0,23 Analisi Urine tutto nella norma Esame del sedimento: Rari Leucociti. Posso stare tranquillo?
    Grazie

    1. Giovanni scrive il

      Gentile Dott. ho 79 anni e, a causa di disturbi significativi della minzione e di un PSA di 5,50 (giugno 2015) ho praticato ECO PROSTATICA-ADDOMINALE E TRRANS-RETTALE:Volume/peso complessivo = 54,9 gr Assenza di aree a carattere pseudo nodulari eco evidenti, a parte il lobo medio che appare discretamente vascolarizzato ma sempre con flussi ad alta resistenza (regolari), tale lobo comprime discretamente l’uretra prostatica. Presenza di calcificazioni grossolane per esiti di pregresso episodio flogistico. Discreto residuo post-minzionale di circa il 35%. Iniziata terapia con Omnic 0,4 e richiesta di eseguire PSA libero e PSA Libero/Totale. Netto miglioramento della sintomatologia clinica. In data 31 agosto 2015: PSA = 4,89 Ripeto ECO PROSTATA: quadro ecografico immodificato, volume /peso= 61,7 gr. Residuo post-minzionale 7cc, partendo da 88,8cc. Continuo con Omnic. Il 20 novembre 2015 eseguo: PSA FREE = 0,46; Rapporto L/T= 0,08 (vn>0,20); PSA =5,85. L’urologo prospetta biopsia. (Ho avuto una prostatite acuta, circa 35 anni fa; allo stato, buona autonomia minzionale; di notte, da qualche giorno, sensazione di bruciore a livello genitale). Ripeterò PSA e R L/T in altro Laboratorio, a dicembre. Domanda: Ritiene opportuna-necessaria la biopsia, se la situazione di Laboratorio resta quella descritta? Grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo è impossibile dare una risposta certa alla sua legittima domanda, perchè a seconda dello specialista consultato otterrà risposte diverse (non c’è ancora piena unanimità su questo tema).

    3. Giovanni scrive il

      Gentile Dott., grazie per l'”onesta” risposta al quesito postole, e con tanta sollecitudine. Dopo la ripetizione dell’esame di lab., le comunicherò il risultato, chiedendo una sua ulteriore valutazione. Le auguro buon lavoro. Giovanni, anni 79.

    Rispondi
  2. mario scrive il

    Gent.mo Dottore, ho 69 anni, ho eseguito a giugno 2015, biopsia prostatica con seguente diagnosi: il quadro morfologico è quello dei fusto li agobioptici…sede di Iperplasia fibroadeno [eiomiomatosa della prostata e prostatite cronica. Presenti inoltre focolai di neoplasia intrapiteliale di basso grado, focalmente alto grado nel campione intermedi dx. Assenza di figure certe riferibili a neoplasia in filtrante. Si consiglia stretto follow-up. Da due mesi assumo una pillola al mattino di avodart 0,5 mg e mattina e sera una pillola di silodyx 8 mg….oggi ho eseguito esame del PSA con questi valori : totale 5,11 – libero 0,88 – ratio 0,17. Cosa ne pensa ? Posso evitare intervento ? Grazie e buon lavoro

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Data la situazione non mi sento di rispondere alla sua domanda sull’intervento, mi dispiace.
      I valori sono discretamente buoni, ma sarà l’urologo ad interpretarli meglio nel contesto della situazione.

    Rispondi
  3. Silvano scrive il

    Una domanda… Aver eiaculato a tarda notte può alterare l esame per i vari PSA… Totale e libero..?? Grazie anticipatamente…

    Rispondi
  4. Giovanni scrive il

    Giovanni 79 anni. Facendo seguito al quesito posto l’ 1 dicembre 2015, riferisco i valori dell’esame, con prelievo del 2/12: PSA = 6,10 ng/ml ( vr <4,0); PSA Free = 0,48 ng/ml ( vr: 10,0). Valori indicativi di aumentata probabilità di K prostatico (65%). Credo sia opportuno–necessario affidarmi a un Centro specializzato per una sicura valutazione del caso. Se conferma la mia scelta, può gentilmente indicarmi un Centro adeguato? ( Sono di Napoli). Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente non credo che sia necessario un centro specializzato, perchè il passo successivo sarebbe comunque la biopsia; io continuo ad essere ottimista, ma senta l’urologo e mi tenga al corrente.

    Rispondi
  5. Giovanni 79 scrive il

    Grazie Dottore, per la sollecitudine della risposta e per le parole di.. ottimismo. La terrò informata. Intanto Le auguro buon fine settimana.

    Rispondi
  6. Mauro scrive il

    Ho fatto gli esami il 1 /12/2015, rilevando il TPSA 2,51- PSA free 0,27 — rapporto PSA free /TPSA = 11%. Inoltre nelle esame dell’urine: Acetone + ; Aspetto opalescente.
    DEVO PREOCCUPARMI? …. Prendo già dei farmaci per l’ipertrofia prostatica ” SILODIX e AVODART una capsula alla sera dopo i pasti. Grazie!

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di ipertrofia benigna; l’urologo cosa ne pensa?

    2. Mauro scrive il

      Infatti attualmente sto curando l’ipertrofia benigna, la cosa che mi preoccupa è il valore del rapporto – PSA free/TPSA che è a 11%, con questi valori c’è possibilità che sfoci in un tumore l’ipertrofia prostatica? GRAZIE !

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il rischio che si sviluppi un tumore esiste per tutti gli uomini, ma a mio parere la pregressa diagnosi di ipertrofia ci permette una ragionevole tranquillità (anche se chiaramente nessuna sicurezza); mi tenga al corrente.

    Rispondi
  7. Imma scrive il

    Salve, mio padre, 60 anni il prossimo mese ha difficoltà a urinare, sente frequentemente lo stimolo ma poi non riesce, siamo in attesa della visita dallo specialista, intanto abbiamo fatto gli esami PSA ANTIGENE PROSTATICO SPECIFICO e i risultato è di 13,755
    So bene che prima di qualsiasi insinuazione è meglio aspettare la visita, ma i valori mi sembrano molto alti… può dirmi qualcosa??? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere ipetrofia prostatica benigna, ma aspettiamo la visita per una diagnosi più sicura.

    Rispondi
  8. Giovanni scrive il

    Buona sera dottore, ho 64 anni e dal’esame del PSA risultano i seguenti valori: PSA 12.92 – PSA Free 2.13 -PSA ratio 16.48.Devo preoccuparmi?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Preoccuparsi no, ma va approfondito con l’aiuto di un urologo.

    Rispondi
  9. dott.Gustavo scrive il

    Ho 65anni:analisiCEA 1,7 ng/ml
    PSA 18.97
    PSA libero 1,05

    PSA libero/PSA totale 0.06

    Due biopsie fatte tempo fa negative
    la sua Gradita Opinione?grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quando si era sottoposto alle biopsie aveva già questi valori di PSA?

    Rispondi
  10. giuliano scrive il

    Buonasera Dottore.
    Ho ritirato le analisi.
    PSA Totale= 3,79
    PSA libero = 1,15
    PSA libero/PSA Totale = 30,343 %
    putroppo ho avuto stupidamente un rapporto la mattina prima delle analisi
    Glicemia senza metformina = 182 Glicosilata 6,8
    Trigliceridi GOT GPT Colesterolo tot e hdl nei limiti
    Ho 56 anni
    Un suo parere.
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Il PSA è stato sicuramente influenzato dal rapporto, quindi probabilmente è accettabile; sintomi urinari?
      2. Per giudicare i valori della glicemia sarebbe importante conoscere i valori precedenti.

    Rispondi
  11. piero scrive il

    carissimo dottore i risultati riscontrati dalle analisi hanno dato questi risultati. psa 6.697 psa free 1.783 rapporto psa free psa totale 26,624% sup 15% come vede la situazione? grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di ipertrofia benigna, ma raccomando una valutazione urologica per verificarlo.

    Rispondi
  12. corrado 32 scrive il

    Buona sera dottore.
    ho 83 anni, 2 interventi alla prostata per IPB, assumo una pillola di xilodix.
    Ultimo esame: P.S.A. 6,06—P.S.A.FREE 0,84—Ratio 0,14.
    Il mio medico mi consiglia di fare una biopsia, invece l’urologo a cui mi sono rivolto successivamente, mi ha sconsigliato questa procedura, peché non ne vedeva la necessità.
    Come mi devo comportare?
    Attendo la Sua risposta. Grazie per il consiglio che mi vorrà dare.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono il meno titolato a esprimere giudizi in questo senso, soprattutto se pensiamo che non c’è accordo nella comunità medica sulla gestione di casi come il suo, ma onestamente mi trovo più in linea con il pensiero dell’urologo.

    Rispondi
  13. Enrico Cacace scrive il

    Buongiorno Dottore ho 65 anni e da qualche mese che quando urino a volte l’urina e di colore rosso a volte marrone a maggiormente chiaro a volte anche con qualche striscia di sangue adesso è di colore marrone denso olioso poi urino chiaro ho fatto gli analisi e mi hanno detto che sono nella norma solo traccia di sangue che esame devo fare Grazie

    Rispondi
  14. Luigi scrive il

    Buona sera dottore l’esame psa dice 3.3 libero 0,76 ratio 0,23 cosa ne pensa ho 51anni grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Alla sua età ce lo saremmo aspettati un po’ più basso; sintomi?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la prostata è un po’ infiammata, sarebbe consigliabile una visita urologica.

    Rispondi
  15. marino scrive il

    PSA Totale 7.47 >
    PSA LIBERO 1.10 ng/mL
    RAPP Libero/Totale 0.15 0.18
    già da circa 1 anno assumo mezza pasticca di benur 4mg la mattina e mezza la sera il giorno invece dopo pranzo 1 di prostabio.
    Sono in cura da un urologo biopsia fatta giugno 2014 negativa allora psa 4,62
    cosa mi consiglia

    Rispondi
  16. Antonio scrive il

    Gentile dott. ho 68 anni mi sono sottoposto ad esami di laboratorio ed i risultati sono i seguenti: PSA 6,06
    PSA Libero 0,39 Rapporto PSA Libero/ PSA totale 0,39, a seguito di questi risultati ho prenotato una visita urologica, Le sarei grato se mi fa sapere cosa ne pensa di detti risultati

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È probabile che si tratti di ipertrofia prostatica benigna, ma è corretto e necessario verificare con l’urologo.

    Rispondi
  17. anonimo scrive il

    gentile dott. ho 49 anni e sul rapporto psa free/totale il risultato e’ 0,42 necessarie ulteriori indagini0,18…….rapporto significativo per psa 2-10…..le sarei grato se mi fa sapere cosa ne pensa dei risutati.grazie! il risultato psa e’ 0,27…….psa free 0,11 ng/ml

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Preoccuparsi assolutamente no, ma merita approfondire con l’aiuto di un urologo.

    Rispondi
  18. Anonimo scrive il

    Caro.dottore.o.51.anni.nel.2010.o.eseguito.una.biopsia.prostatica.avevo.il.psa.a.16.e.mi.anno.risc.un.adenocarcinoma….gleson.(3.3).poi.urologo.mi.chiese.che.non.ero.guarito.del.tutto.e.feci.la.radioterapia.x.45.giorni.dopo.il.controllo.il.psa.era.un.volre.non.buono.e.il.dottore.mi.fece.fare.prima..ilpsa.sale.e.schende.nel.gennaio.2016.il.psa.e.2,17.mi.da.una.risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’attuale valore sembra buono, ma raccomando di fare il punto anche e soprattutto con l’urologo.

    Rispondi
  19. Daniele scrive il

    Gentile dottore desideravo chiedere un suo parere riguardo i focolai di pin a basso grado che mi sono stati diagnosticati in seguito a una biopsia che ho eseguito nell’ottobre 2015. Il responso era il seguente frammenti diiperpasia prostatica e focolai di pin a basso grado .il psa totale era 5,5 eil ratio era 0,20. A marzo ho di nuovo il controllo con psa e visita e sono un tantino preoccupato tendo a precisare che ho 54anni la ringrazio anticipamente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I PIN a basso grado non sembrano essere correlati allo sviluppo di tumore.

    Rispondi
  20. Emilio scrive il

    Buon giorno dottore . Per cortesia volevo chiederle se con la glicemia a 150 se sono gia avanti col diabete ho 65 anni . Grazie infinite.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si tratta di diabete conclamato, ma non sembra una situazione gravissima.

    Rispondi
  21. Emilio scrive il

    Questa mattina ho fatto emoglobina ciliata e glucosio i risultati Gli avro’ lunedì glielo faro sapere i risultati ancora grazie per la risposta buona sera.

    Rispondi
  22. Emilio scrive il

    PSA REFLEX 3,237 ng/ml Esecuzione automatica di fPSA nell’intervallo 2,5-10
    PSA FREE 0,488 ng/ml (0,0-0,93)
    Rapporto FPSA / PSA 0,15 (>0,2)…
    Buona sera dottore, premetto che martedì prossimo 26/01 sono in visita presso un urologo, però volevo sottoporle il risultato delle mie analisi relative al PSA… Cosa ne pensa??
    La ringrazio e La saluto in anticipo

    Rispondi
  23. PIPPO 50 scrive il

    Prostata molto ingrandita 58mm con adenoma di circa 40mm che aggetta nel lume vescicale PSA totale 2.603,PSA libero 0.575,Antigene prostatico specifico Ratio 0.22
    Vescica: disuria,pollachuria e mitto ipovalido . Lento svuotamento della vescica .Cu con medicine Xatral

    1. Anonimo scrive il

      Caro dottore se possibile vorrei informazione sui valori sopra descritti di mio padre di 66n annu

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I valori sembrano buoni, viene da pensare ad un’ipertrofia prostatica. Anche l’urologo è di questo avviso?

    3. Anonimo scrive il

      Endoscopia:collo vescicale sollevato per ipertrofia del labbro posteriore anno 2000 ecografia ed analisi del sangue recentissimi

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se i sintomi persistono probabilmente verrà modificata la terapia.

    Rispondi
  24. Emilio scrive il

    Buon giorno dottore . Ho i risultati glicemia : 151. Emoglobina glicosilata (hb. A1c ) 40 . Se non la disturbo troppo gradirei per cortesia un suo parere la ringrazio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe trattarsi di diabete (glicata accettabile, glicemia troppo alta), raccomando di sentire il medico per approfondire.

    Rispondi
  25. fabio scrive il

    salve dottore ho 53 anni i valori del psa
    PSA totale 0,87 ng/ml
    PSA free 0,21 ng/ml
    Rapporto PSAfree/PSATot. 0,24
    vanno bene?

    Rispondi
  26. Carlo scrive il

    Caro dott. Ho 63 anni dagli esami risulta un valore di ferritina pari a 500,00, premetto che ho ipertrofia prostatica, può dipendere il tutto da essa? La ringrazio di cuore.

    Rispondi
  27. Carlo scrive il

    Grazie. Per la ferritina alta 500, a quale specialista potrei rivolgermi ad un ematologo, cardiologo o altro mrdico. La prego di indirizzarsi e la ringrazio.

    Rispondi
  28. Giovanni scrive il

    Buongiorno, ho 64 anni, soffro di ipertrofia prostatica benigna. Ho avuto questi risultati:
    P-PSA 5,57
    P-Ag LIBERO 1,82
    RAPPORTO FPSA/PSA 0,32

    Che cosa ne deduce? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Premesso che questi esami da soli non bastano mai alla diagnosi, direi che confermano la presenza dell’ipertrofia prostatica.

    Rispondi
  29. Luciano58 scrive il

    Buongiorno dottore, ho 58 anni e dall’ultimo esame fatto mi risulta un PSA di 7,470 e un PSA free di 1,260 con un rapporto del 16,867 % . Mi devo preoccupare? Come farmaci prendo un antipertensivo e l’alfuzosina. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Diangnosi precedente di ipertrofia prostatica benigna?
      Valori precedenti?

    2. Luciano58 scrive il

      Due anni fa l’esame del PSA risultava pressoche
      uguale a quello attuale: 7,65. Mi è stata diagnosticata l’IPB già 10 anni fa e già da allora avevo una prostata molto grossa.

    3. Luciano58 scrive il

      Quali sintomi intende,dottore? Ho i sintomi della classica ipertrofia prostatica e nient’altro.

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Esatto, proprio questi sintomi (getto debole, difficoltà ad iniziare la minzione, …), sono peggiorati?

    5. Luciano58 scrive il

      No. La minzione inizia subito, anche se con un getto debole, ma che avviene quasi sempre in 2-3 fasi.

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      OK, ma rispetto all’anno scorso ci sono stati peggioramenti?

    7. Anonimo scrive il

      Non rilevanti, tanto da non saper dire se ci sono stati. Dimenticavo di dirle che mio padre , 40 anni orsono venne a mancare proprio per un tumore alla prostata, all’età di 56 anni.

    8. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Data la famigliarità è molto importante sottoporsi a regolari controlli ed è possibile che l’urologo questa volta opti per una biopsia, anche se possiamo ragionevolmente sperare che sia confermata la diagnosi di ipertrofia prostatica benigna.

    Rispondi
  30. Andrea 64 scrive il

    Buonasera Dottore ,
    ho 51 anni PSA TOTALE 7,86
    PSA LIBERO 0,73
    RAPPORTO PSA LIBERO/TOTALE 0,09
    DA UN CONTROLLO DI 6 MESI IL PSA TOTALE ERA 5,40 libero 0,38 rapporto 0,07 E UN ANNO E MEZZO FA TOTALE 7,28 – 0,53-0,07
    5 MESI FA FATTO ECOGRAFIA E CONSEGUENTE VISITA UROLOGO E RISCONTRATO UNA LIEVE INFAMMAZIONE DELLA PROSTATA MA NIENTE DI PIU’ TRA SETTEMBRE E NOVEMBRE HO ASSUNTO PER DUE MESI PREMIXON 320 1 CPS AL GIORNO.

    COSA NE PENSA

    GRAZIE MILLE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la situazione è rimasta la stessa, ma il rapporto tra libero e totale mi induce comunque a consigliarle di verificare con l’urologo, che potrebbe confermare la cura di Permixon o cambiare approccio.

    Rispondi
  31. mauro scrive il

    Buongiorno,

    ho 53 anni e mio padre, di 90 anni, ha un tumore alla prostata individuato nel 2012.
    Io da un po’ di tempo ho difficoltà ad urinare (poca spinta…) e da un esame del sangue effettuato ad inizio dicembre 2015 ho riscontrato un valore di PSA totale a 3.83 con PSA libero a 0.65 (rapporto L-PSA – T-PSA 17). (precedenti valori PSA totale 1.28 aprile 2014, 2.04 dicembre 2012).
    Ho pensato ad una ipertrofia prostatica benigna ma parlando con l’urologo che ha in cura mio padre mi è stato consigliato di ripetere l’esame dopo 3 mesi ed eventualmente, in caso di aumento del valore, effettuare subito una biopsia prostatica…
    La domanda che Le faccio è se è necessario effettuare subito la biopsia (in caso di aumento del valore) e se il quadro, al momento attuale, è tale da dover essere considerato preoccupante visto anche il caso presente in famiglia

    Grazie, La saluto cordialmente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Più che preoccupante direi che merita attenzione, data la famigliarità sarà possibile mantenere una stretta vigilanza ed evitare rischi (in ogni caso non dimentichiamoci che il suo papà ha 90 anni e questo a mio modo di vedere per certi versi dovrebbe tranquillizzarla).

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.