Link sponsorizzati

Valori Normali

Uomini

La tabella mostra la percentuale che venga diagnosticato un tumore in base all'età ed al valore del rapporto tra frazione libera e totale.

Si presuppone un valore di antigene prostatico totale compreso tra 4 e 10, se il valore di PSA totale è inferiore a 4 il rapporto non va preso in considerazione.

Rapporto PSA libero / Totale 50-59 anni 60-69 anni > or =70 anni
minore od uguale a 0.10 49.2% 57.5% 64.5%
Fra 0.11 e 0.18 26.9% 33.9% 40.8%
Fra 0.19 e 0.25 18.3% 23.9% 29.7%
Superiore a 0.25 9.1% 12.2% 15.8%

Fonte tabella: Mayo Laboratory

Donne

Non applicabile

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Di norma richiesto insieme al PSA totale, il free PSA (o PSA libero o fPSA) rappresenta una parte dell’antigene prostatico specifico circolante, in particolare la frazione che non risulta essere legata a proteine di trasposto.

L’utilità di questo test nasce dall’osservazione per cui in condizioni benigne, come l’ipertrofia prostatica, aumenta prevalentemente la quota libera, mentre il cancro alla prostata produce soprattutto un aumento del PSA legato.

Per interpretare correttamente questo esame si procede in genere a calcolare il rapporto tra frazione libera e totale (ratio) e questo è il valore che viene valutato.

Interpretazione

  • Quando il PSA totale è inferiore a 4 il rapporto tra free e totale non viene preso in considerazione.
  • Quando il PSA totale è compreso tra 4 e 10:
    • un ratio libero/totale inferiore od uguale al 10% indica che è piuttosto elevata la possibilità di tumore alla prostata (dal 49% al 65% dei casi),
    • un ratio superiore al 25% indica un rischio di cancro molto più basso che varia anche in base all'età (età più elevate hanno un rischio maggiore).

Valori Bassi

  • Tumore alla prostata

Valori Alti

  • Ipertrofia prostatica benigna

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • I livelli di fPSA non sono influenzati da finasteride e dutasteride.
  • A seguito di eiaculazione i livelli tornano normali in 6 ore circa.

Quando viene richiesto l'esame

La richiesta di esaminare la frazione libera può essere fatta contestualmente alla richiesta di PSA totale oppure in un secondo momento, quando il valore totale è superiore a 4; questo permette di avere un'ulteriore indicazione per la scelta se procedere o meno alla biopsia per la diagnosi di un eventuale tumore alla prostata.

Preparazione richiesta

E' importante evitare nei due giorni che precedono l'esame

  • un'attività fisica intensa in grado di alterare la funzionalità della prostata (ad esempio l'uso della bicicletta)
  • e l'eiaculazione (sia per masturbazione che a seguito di rapporti completi).

Il sangue, infine, dovrebbe essere prelevato prima di una eventuale manovra rettale e soprattutto di una biopsia prostatica.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Nicola scrive il

    Ho appena ritirato gli esami:
    Età 56 anni PSA 4,87 PSA Free 0.900 Rapporto PSA Free/psa 0.18.
    Sono in vista problemi?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la prostata un po’ ingrossata, ma le raccomando di verificare con un urologo.

    Rispondi
  2. oronzo scrive il

    ciao o 38 anni o fatto esame psa.
    colesterolo 207
    trigliceridi 192
    antigene prostatico specifico ( psa ) 5,400
    rapporto free 0,448
    psa totale 5,400
    rapporto free /totale 8,30

    ;( sono preoccupato , il medico non e urog
    logo e sono in stato ansioso , o preso ciproxin 500 da venerdi 13 e non o più bruciore alle parti intime , ma o paura e sto male ..

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di prostatite batterica, quindi un problema fastidioso ma non pericoloso. È molto importante curarla bene.

    Rispondi
  3. angelo scrive il

    PSA TOT. 6.2
    LIBERO 1.28
    RAPPORTO 20% ( normale)
    Indagine prostata manualmente regolare

    Rispondi
  4. Marcello scrive il

    Ho 59 anni, lievemente diabetico (in genere, valori fra 100 e 140), talvolta la notte mi sveglio per urinare. La minzione è lunga e regolare.
    Ho fatto le analisi di PSA, ma non sono riportati i valori di riferimento. I miei valori sono: Psa libero 0,11; Psa 0,32; Rapporto Psa libero/totale 0,34.
    I valori sono preoccupanti o rassicuranti? E’ opportuna la visita da un urologo e/o un’ecografia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi sembra ottimo.

      Data l’età, se non l’ha mai fatta, una visita urologica è comunque consigliabile a prescindere dal risultato.

    Rispondi
  5. Massimiliano scrive il

    Buongiorno, ho effettuato gli esami il 27.Ottobre 2014. ecco i risultati: PSA-Reflex 4,150, PSA-Free 0,368, Ratio PSAF/PSA 8,87. Il 10 Dicembre 2014 ho effettuato una visita urologica con questo risultato: prostata x2, lobo sinistro finemente irregolare. PRESCRIZIONI:
    Permixon 320 mg cp x1/die per 3 mesi , Levofloxacina 500 cp x1/die per 10 gg , Topster supposte x/die per 10 gg per 10 gg al mese per 3 mesi. Dopo tre mesi con questa cura ho rifatto l’esame PSA il 16 Marzo 2015 con questi risultati: PSA Reflex 3,856 ,PSA -Free 0,303 , Ratio PSAF/PSA 7,86. Dovrei rifare la visita urologica il prossimo mese di Giugno ( impossibile prima). Sono a chiederLe: come sono i risultati dopo questa cura? Devo continuare l’assunzione di Permixon fino a giugno? La ringrazio anticipatamente per una Sua cortese risposta.
    Cordialità.

    1. Massimiliano scrive il

      Ho dimenticato di informarLa che ho 66 anni e prima della cura avevo problemi di pollachiuria. Ora sono molto diminuiti. Grazie.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se il suo medico curante fosse d’accordo sì, continuerei con Permixon.
      La situazione a mio parere permette un certo ottimismo.

    Rispondi
  6. FEDERICO scrive il

    HO 63 ANNI ED HO IL PSA A 5,84 IL MESE SCORSO ERA 6 DOPO 10 GG. DI ANTIBIOTICO E ANTIINFIAMMATORI NONCHE’ XATRAL E PERMIXON
    IL LIBERO E’ 1, 41 E IL RAPPORTO E’ 0,24 – DA PREMETTERE CHE HO UNA VECCHIA FISTOLA PERIANALE – IL SUO PARERE SULLA FISTOLA CHE MI PORTA BRUCIORE AL RETTO DOPO LA DEFECAZIONE E QUESTA SITUAZIONE E’ ORMAI DA 3 ANNI – HO COMINCIATO CON 4,86 POI SCESO A 3,84 POI 5,65 – 5,23. – 4,79 POI SENZA QUASI NESSUN ACCORGIMENTO ALIMENTARE LA SITUAZIONE DI CUI AL 1° RIGO – LA RINGRAZIO MOLTISSIMO E SPERO DI NON AVER FATTO CONFUSIONE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La diagnosi è quindi ipertrofia prostatica benigna, giusto?
      Sintomi?

    2. GIUSEPPE scrive il

      BUONGIORNO,HO 49 ANNI,HO EFFETTUATO DEGLI ESAMI DELLA PROSTATA CON I SEGUENTI RISULTATI:

      PSA: 0,76 PSA FREE: 0,27 RAPPORTO PSAF/PSA: 0,36. GRADIREI UNA SUA RISPOSTA GRAZIE. CORDIALI SALUTI

    Rispondi
  7. Gio scrive il

    Buongiorno, esami ritirati oggi.
    Ho 72 anni
    PSA Totale 9,81
    PSA Libero 3,68
    Rapporto PSA Lib/PSA Tot 37,5
    La ringrazio anticipatamente per la sua risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Viene da pensare ad una prostata un po’ ingrossata, ma è comunque da verificare con il medico.

    2. Gio scrive il

      Volevo solo aggiungere per completezza di notizie.
      Faccio questi esami tutti gli anni da 15 anni e fino all’anno scorso più o meno non si discostavano dai seguenti valori:
      PSA totale 2-3
      PSA Libero 0,5 – 1
      Rapporto Libero/totale 20 – 22
      Grazie ancora

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In questo caso potrebbe essere subentrata una piccola infezione/infiammazione, ma diventa a maggior ragione più importante verificare con l’urologo.

    Rispondi
  8. Roberto32 scrive il

    Gentile dottore
    ho 82 anni, nel 2001 per una ipertrofia prostatica mi sono sottoposto ad una TUR prostatica e da allora i periodici controlli hanno dato valori di assoluta normalità sino al 13/10/14 che registra: PSA 5,81 e PSA Free 1,82. Eseguo ecografia prostatica il 30/11/14 che rileva la formazione di tessuto edenomatoso neoformato di 2.9×1.9×3.0 cm.e nessuna patologia con caratteristiche di allarme.
    Ripeto gli esami il 18/03/15: PSA 6,84 (VALORE CONFERMATO), PSA FREE 1,71, RAPPORTO FREE/TOT. 25
    Tutto ciò cosa vuol dire e cosa si consiglia? In attesa di Suo illuminato consiglio, ringrazio e saluto cordialmente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non posso che consigliarle una visita urologica, ma valori ed esito dell’ecografia permettono assoluto ottimismo.

    Rispondi
  9. GIANNI scrive il

    Buongiorno Dottore,
    ho ritirato oggi gli esami che effettuo ogni anno ho 50 anni a settembre

    PSA TOTALE 1,910
    PSA LIBERO 0,46
    RATIO 24,1

    GRAZIE PER UN PARERE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi sembra tutto OK, in ogni caso l’ultima parola spetta al medico.

    Rispondi
    Rispondi
  10. Mauro scrive il

    salve,
    ho 56 anni, tPSA 2.86 ng/ml, fPSA 0.50 g/ml, fPSA / tPSA 17.48 %
    sono nella norma?
    grazie

    1. Mauro scrive il

      Da un po’ di tempo minzione diurna più frequente. Durante la notte, sempre rispetto a prima, mi devo alzare una volta per svuotare la vescica.
      Ho inoltre notato che il getto è più debole rispetto a qualche anno fa.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere leggermente infiammata/congestionata, faccia presente i sintomi al medico che potrebbe suggerire rimedi blandi per risolvere i disturbi descritti.

    Rispondi
  11. Vincenzo scrive il

    Buongiorno,
    ho 55 anni ritirato questa mattina esami:
    Antigene prostatico specifico 2.42 ng/ml
    Psa Free 0.365
    Psa Totale 2.42
    Raporto free/totale 15.08%

    Sono nella norma ???
    Ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Idealmente alla sua età ci si aspetta valori anche leggermente inferiori, ma siamo comunque nei limiti; può fare riferimento alle considerazioni fatte appena sopra.

    Rispondi
  12. francesco scrive il

    egregio dottore vorrei un suo parere ho eseguito il psa 09/0//2015 valori5,5/1,47/26,7 –26/02/201- 4,020/0,85/21,1 — 24/02/ 2015 6,79/ i1,51/22,2 tra il 2°e3° esame ho fatto una cura con topster e ciproflocina .grazie x

    Rispondi
  13. GIANCARLO scrive il

    HO 72 ANNI
    PSA -antigene prostatico specifico 1,62
    PSA free – PSA frazione libera 0,68
    Urea – 51 (15 – 43 )
    Gradirei sapere un suo parere.
    grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      PSA molto buono, urea da approfondire con il medico.

    Rispondi
  14. Guazzo Bruno scrive il

    i miei valori sono
    P-PSA Reflex 2.61
    P-PSA libero 0.24
    f/T PSA 9
    premetto che ho 71 anni non ho mai avuto problemi mi sa dire se vanno bene la ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Data l’età probabilmente verranno considerati perfetti.

    Rispondi
  15. dadai scrive il

    Bungiorno dott-Cimurro—
    oggi nuova visita urologica all’Humanitas di Milano, dove sono stato ancora invitato ad affidarmi; nello specifico mi hanno nuovamente suggerito biopsia prostatica.
    L’ultimo p.s.a risulta a 2.59 eppure, secondo i medici dell’Humanitas che si avvalgono di nuove ricerche americane, tra 2.5 e 4 il p.s.a è a rischio…
    Rischio cosa?
    Beh…mi spiegano, il carcinoma prostatico non è visibile con l’ecografia…non è semplice da individuare con le radiografie…non stiamo parlando del polmone, ma della prostata- el’unico modo per essere certi è la biopsia-
    Tutto verte quindi sui valori che, secondo loro, non sono più quelli vecchi (ha utilizzato esattamente questo aggettivo) con limite 4…
    Un mio conoscente è stato appena operato(sempre Humanitas) con una nuova tecnica che prevede l’intervento mediante 3 piccoli fori sotto l’ombelico…L’Humanitas insomma è…sarebbe uno dei fiori all’occhiello della sanità italiana.
    Rimango sempre più disorientato.
    La biopsia non la faccio…e loro mi hanno chiesto il motivo delle mie visite presso il loro istituto visto che poi scelgo di nn affidarmi.
    In effetti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La ringrazio per l’aggiornamento!

      Le confermo che la struttura scelta è nota per essere di assoluta eccellenza e SICURAMENTE sanno quello che dicono, il nocciolo del problema a mio parere con il PSA rimane la discussione su quanti esami invasivi vogliamo fare per scoprire pochi casi di tumore; non esiste LA risposta giusta, ma molti punti di vista diversi e purtroppo proprio per questo (oltre che per motivi di responsabilità) mi è davvero difficile consigliarle cosa fare.

    2. Anonimo scrive il

      Si comprendo…e cerco di immedesimarmi nella sua posizione dottore.
      Esiste un proverbio vecchissimo: chi cerca trova!
      Questo negli ospedali lo sanno benissimo!
      Io cerco di applicare la via di mezzo…e,senza lasciarmi terrorizzare,indago x comprendere.
      La prox visita è x luglio…ancora P.S.A ed esame flusso-dinamico.
      Ormai ho imparato a convivere con la spada di Damocle (ammesso poi che esista).
      Con questo p.s.a non mi sottoporrò a biopsia.
      La biopsia danneggia innegabilmente provocando sanguinamento e infiammazione…e, a mio parere, occorre farla SOLO se necessario.
      A presto dottore.
      Continuerò a tenervi informati

    Rispondi
  16. Francesco scrive il

    Salve Dottore ,ho 52 anni, ho effettuato il mio primo esame a maggio dell’anno scorso con 4,36 ng/ml diPSA LIBERO 1,09 ng/ml e RATIO 0,25 , successivamente ad inizio febbraio di quest’anno 4,74 ng/ml totale 0,99 libero e 0,21 di ratio a quel punto visita urologica con prescrizione di 32 cp di permixon (una al dì), oggi 2 Aprile psa tot 4,53; 0,98 libero e 0,22 di ratio…il 16 aprile prossimo avrò una nuova visita dall’urologo per un’ecoprostata con uroflussomentria..(dato che come si vede dall”ultimo esame il farmaco non ha fatto regredire quello totale…volevo chiederle gentilmente un suo parere..(sono un pò preoccupato)…..
    GRAZIE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il ratio permette un cauto ottimismo, ma il PSA da solo non permette MAI una diagnosi (né in un senso, né nell’altro).

    Rispondi
  17. Roland scrive il

    Salve DOTTORE mio padre ha 63 anni PSA 8,80 PSA FREE 2,79 PSA FREE/PSA TOTALE 31,70 dobbiamo preoccuparci?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la prostata è un po’ ingrossata, dopo una certa età è un rilievo comune, ma va comunque verificato con il (che potrebbe decidere di inviare all’urologo).

    Rispondi
  18. Armando scrive il

    Salve dottore ho 52 mi potrebbe dire se c’è da preoccuparmi se il valore prostatico è uscito 0,69 e il normale è 0,4. Grazie mille

    Rispondi
  19. Rispondi
    Rispondi
  20. Pier Giovanni scrive il

    Ho 62 anni e l’analisi odierna ha dato PSA 5,74 con PSA FREE 0,66 (rapporto pari a 0,11). Ignoravo l’influenza dell’eiaculazione sul PSA (22 ore prima del prelievo ne ho avuta una).
    I dati precedenti sono:
    nel 2012 PSA 2,93 (non ho il PSA libero per questa analisi)
    nel 2004 PSA 2,08 e PSA libero 0,19 (rapporto 0,09)
    Grazie del suo qualificato parere.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ripeterei l’esame osservando l’astinenza prescritta.

    2. Pier Giovanni scrive il

      Ripeterò l’analisi martedì prossimo, osservando l’astinenza sessuale minima di 48 ore.
      Se posso le farei sapere volentieri l’esito, per il raffronto necessario.
      Infinite grazie.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Tengo a ricordarle che non sono medico, ma se mi tiene al corrente mi fa piacere ed iniziamo a fare qualche considerazione prima di sentire l’urologo.

    Rispondi
  21. Domenico scrive il

    Salve ho 61 anni ho fatto gli esami PSA(antigene prostatico specifico)-reflex risultato 12.77
    TSH-reflex risultato 1.263 devo preoccuparmi mi può dare una risposta…Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il PSA va sicuramente approfondito con l’aiuto dell’urologo.

    Rispondi
  22. Lucio scrive il

    Salve dottore,
    ho 45 anni, avendo dei doloretti al basso ventre durante la minzione o l’eiaculazione, ed essendo ormai in un età non più verde,
    ho fatto uno screening del psa, ecco i risultati:

    PSA TOTALE 1,92
    FREE PSA 0,27
    RAPPORTO PSA/FREE 0,14
    ho capito che non sono malissimo, ma ho qualche dubbio sul rapporto psa/free..che ne pensa?
    grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il rapporto non si guarda nemmeno quando il totale è nella norma.

    2. LUCIO scrive il

      Quindi il problema potrebbe essere nelle vie urinarie?
      ..mezzo o max 1 litro di vino al giorno..troppi?
      ..In ogni caso procederò con un esame delle urine.
      Ps: Grazie per la risposta e complimenti per la sollecitudine!

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Possibile, andrà verificato.
      2. Sì, decisamente troppo.

      Mi tenga al corrente e si ricordi sempre che NON sono urologo.

    Rispondi
  23. Pietro scrive il

    Ho 83 anni P.S.A.2,5 in terapia con omnic,avodart e oasi-K ultimo P.S.A 4,3 il 20/4/2015 richiesta eco prostatica trans -rettale+ biopsia prostatica ecoguidata cosa potrebbe significare

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratterà di un falso allarme (ipertrofia prostatica benigna), ma è corretto controllare.

    Rispondi
  24. Tania scrive il

    Buongiorno Dottore, mi scuso fin da subito per la richiesta poco chiara. Mio padre ha da poco fatto gli esami del sangue ed ha 80 come valore del psa totale. Non ho altri dati da fornirle purtroppo. Inutile dirle che sono agitatissima non avendo trovato in nessun racconto valori così alti. Lui ovviamente inizia oggi, dopo la visita con l’urologo, la cura antibiotica e a fine mese dovrà fare l’ecografia rettale. Nel frattempo la prego mi dica quante probabilità ci sono che sia un tumore e cosa dobbiamo aspettarci nel caso lo fosse realmente. Grazie di cuore.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non mi sento di quantificare la probabilità, ma allo stesso tempo non salterei a conclusioni affrettate, ho ancora la concreta speranza che possa essere una prostatite od una severa ipertrofia prostatica benigna.

      Se fosse un tumore si deciderà come intervenire, ma il valore così elevato non sarebbe proporzionale alla gravità del tumore, anzi, spesso le forme più aggressive mostrano PSA nella norma.

      Mi tenga al corrente e tranquillizzi anche il suo papà, a prescindere da quella che sarà la diagnosi è importante che ci sia ottimismo e per quanto possibile serenità.

    2. Tania scrive il

      Buongiorno. Oggi mio padre ha effettuato l’ecografia rettale. Gli hanno fissato la biopsia per la prossima settimana e nel frattempo dovrà rifare gli esami del sangue. Dopo la visita di oggi sono salite di molto le probabilità sia un tumore e con esse la preoccupazione.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero leggere di questa notizia, ma la ringrazio comunque per l’aggiornamento.

    Rispondi
  25. dadai scrive il

    Carissimo dot. Cimurro…
    Sono quel paziente in cura all’Humanitas di Milano che, a più riprese, viene invitato ad esami invasivi (biopsia prostatica)-
    Per ricordarle la mia situazione…. Non vi è nessun referto che comprovi cancro alla prostata…ed anche il p.s.a è all’interno dei parametri (seppur vicino ai massimi).
    Il tarlo dei medici, è il rapporto tra il totale ed il free che, nel sottoscritto, è effettivamente sballato…
    In queste condizioni sto vivendo ed interagendo con i medici dai primi mesi del 2012.
    Penso che, se avessi avuto un tumore, le mie condizioni sarebbero ben diverse.
    I miei sintomi? nessun sanguinamento ne bruciore, ma una necessità di urinare costante accompagnata da una difficoltà nel trattenere l’urina.
    La prostata, nell’ultimo esame ecografico, era modicamente ingrossata e comunque compatibile con un uomo della mia età (51).
    In questi anni ho assunto integratori alla serenoa e ciproxin e bactrin accompagnati da antinfiammatori cortisonici.
    Non ho sortito alcun risultato, ma, almeno nei sintomi, non sono peggiorato.
    Insomma tre anni abbondanti in una situazione di stallo.
    Se non ci fossero i parametri dello screninig…mi sentirei quasi tranquillo.
    Ora ho accettato di sottopormi ad un esame (uroflussodinamico), scoprendo (successivamente all’accettazione,) che trattasi di esame invasivo.
    Certo non è una biopsia (che ferisce e provoca il sanguinamento di un organo) ma devo pur sempre accettare una cannula all’interno dell’uretra (rischio sanguinamenti e piccole ferite).
    Non so…sono confuso.
    Accettare un esame invasivo in una parte del corpo a contatto con urina e costante umidità mi lascia perplesso.
    Infatti, qualsiasi micro ferita prodotta dalla canula, potrebbe provocare infezioni e comunque, si rimarginerebbe con difficoltà.

    Vale la pena?
    So che non è nel suo stile sbilanciarsi…ma ho notato nelle sue risposte la traccia di un anima onesta.
    Attendo un suo suggerimento.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Onestamente sì, credo che valga la pena procedere; in questo caso direi che più rischi di salute il problema è il fastidio connesso all’esecuzione dell’esame, perchè è poco probabile che insorgano effettivamente complicazioni degne di nota.

    2. dadai scrive il

      Perfetto dottore le riporterò il responso.
      Ma qual’è l’obiettivo dell’esame?

    Rispondi
  26. Stefano Novara scrive il

    Gent.mo dottore, le espongo il mio caso per avere un suo parere, in quanto sono molto preoccupato.
    Da età di 50 anni eseguo PSA REFLEX e visita urologica di controllo ( ora ho 53 anni e 6 mesi), Le invio esiti ultimi esami:
    10/10/2014 – PSA TOTALE 2.98 PSA LIBERO 0.74 RATIO 24.8
    20/04/2015 – PSA TOTALE 4.49 PSA LIBERO 1.070 RATIO 24
    Sintomi lieve bruciore quando urino, sveglia notturna per urinare avvenuta 2/3 volte in un mese.
    Effettuo visita urologica E.R. PROSTATA +, LISCIA , OMOGENEA , MARGINE MEDIO CRANIALE DX DI CONSISTENZA AUMENTATA.
    Consiglio: UNIDROX 600 CPS 1 cps al dì per 7 gg – TOPSTER SUPP. 1 supp. al dì per 5 gg.. Finita cura dopo 4/5 gg rifare PSA REFLEX.
    Eseguo cura bruciore scompare e rifaccio PSA REFLEX
    08/05/2015 PSA TOTALE 4.25 PSA LIBERO 0.783 RATIO 18
    VISITA UROLOGICA : consiglio biopsia prostatica eco guidata
    Domando all’urologo dottore si tratta di tumore , risposta è un terno all’otto.
    Dottore la prego mi dia un suo parere sono preoccupatissimo.
    In attesa di una sua cortese risposta la saluto cordialmente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non c’è modo di rispondere senza la biopsia, ma l’età ed il valore di PSA ratio permettono un ragionevole ottimismo.

      Mi tenga al corrente.

    2. Anonimo scrive il

      Gent.mo Dottore, La ringrazio per la risposta che mi aiutera’ ad affrontare la biopsia con piu’ serenita’.

    Rispondi
  27. Eleonora scrive il

    Salve Dottore! Mio padre( 62 ANNI ) ha seguito gli esami annuali di controllo e tutti nella norma a parte questo:
    PSA RIFLESSO 5,68
    PSA LIBERO 0,47
    RAPPORTO PSA LIBERO/TOTALE 0,08.
    Ci dobbiamo preoccupare?
    La ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È la prima volta che trova un totale superiore a 4?
      Sintomi?

    2. eleonora scrive il

      buona sera Dottore. Si, è la prima volta. Lui dice di non aver nessun sintomo.

    3. eleonora scrive il

      No, Dottore, abbiamo preso appuntamento ma è x il 26 maggio e sinceramente siamo in ansia. Lei cosa pensa? può essere solo un’infiammazione?

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente sì, un’ipertrofia benigna, ma va assolutamente verificato.

    5. ELEONORA scrive il

      SALVE DOTTORE! MIO PADRE HA FATTO UNA VISITA DURANTE LA QUALE IL MEDICO HA TROVATO LA PROSTATA DI DIMENSIONI NORMALI MA CON ALL’INTERNO UN “ADDENSAMENTO” E PER QUESTO DICE CHE CI VORRA’ LA BIOPSIA. POI HA TROVATO IN UN RENE DEI CALCOLI E NELL’ALTRO UNA CISTE DA 9 cm. PRESCRITTA UROTAC. ESEGUITA E DI SEGUITO LE MANDO IL REFERTO. POTREBBE GENTILMENTE SPIEGARMELO?
      INDAGINE ESEGUITA CON TECNICA DI ACQUISIZIONE VOLUMETRICA PRIMA E DOPO SOMMINISTRAZIONE ENDOVENOSA DI MEZZO CONTRASTO IODATO NON IONICO.
      CONFERMA TC DI NUMEROSISSIME FORMAZIONI CALCIFICHE, MILLIMETRICHE,A CARICO DEL PACHIDERMA RENALE, PREVALENTEMENTE A LIVELLO CORTICALE,DI MAGGIOR EVIDENZA DAL LATO DI DESTRA, NON IN RELAZIONE CON LE PIRAMIDI O CON LE PAPILLE,Nè IN SEDE CALICEALE.
      AL RENE DI SINISTRA GROSSOLANA FORMAZIONE CISTICA (9 cm) AD ESTRINSECAZIONE PREVALENTEMENTE POSTERO-LATERALE; ALTRA FORMAZIONE CISTICA DEL DI CIRCA 2 cm POLARE INFERIORE A TALE RENE.
      RESTANTI REPERTI TOMODENSITOMETRICI NEI LIMITI DI NORMA.

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma per scelta non esprimo mai giudizi su questi referti.
      Per la prostata purtroppo è proprio indispensabile attendere l’esito della biopsia.

    Rispondi
  28. Diomede44 scrive il

    Egregio Dott. in un anno il psa totale si è portato da 4,00 a 4,98. Ho una prostata da 80 gr. Ho effettuato di recente l’esame del psa ed è risultato appunto di 4,98 il totale ed 1,90 il free con razio ovviamente 38%. ( Il free alto mi lascia un pò tranquillo) Il range di normalità da parte del laboratorio di analisi da 4,4 per gli ultra settantenni.Fra 20 giorni farò la visita annuale. Ho 72 anni. Non ho difficoltà serie di minzione, assumo urorex 4 mg. Un suo giudizio sarebbe gradito. Cordialità.

    1. Diomede44 scrive il

      Si! Le precedenti diagnosi, da dieci anni a questa parte, sono state di ipertrofia prostatica benigna, ma il psa totale non aveva superato i 3,80 Tuttavia soltanto l’attuale urologo mi consiglia di evitare l’intervento. I precedenti urologi mi consigliavano l’intervento per IPB che non ho mai voluto fare non sussistendo sintomi di rilevanza e non alzandomi quasi mai la notte per necessità di minzione. Mi sono detto: “finchè dura …lasciamola durare”….. Il psa purtroppo sale…
      Cordialità.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio parere la diagnosi non verrà modificata, è probabile che la causa sia sempre la stessa e nulla di più brutto.

    Rispondi
  29. piero scrive il

    gent. dott. dalle analisi risulta un 0,10 emoglobina nelle urine , ed un p.s.a.totale 6,939mg/dl,dalla sua esperienza come vede il quadro della situazione?la ringrazio

    Rispondi
  30. piero scrive il

    la mia età 50 anni ed in passato ho già fatto delle visite ed esami ; questi sono i risultati dell anno scorso ovvero 2014, eco prostata, la ghiandola è di dimensione media con ecostruttura finemente disomogenea per adenomiomatosi,AP34 LL:46,capsula integra,simmetriaconservata,echi integri.sempredall esami dell urina fatti nello stesso anno si riscontra il tutto nella norma ad eccezione dell emoglobina con valore 0,03 e antigene PSA 5,344 PSA FREE1,60 rapporto PSA FREE/PSA totale 30,090%,cosa ne pensa dottore? grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente c’è una leggera ipertrofia benigna, ma raccomando il parere del medico.

    Rispondi
  31. Stefano Novara scrive il

    Gent.mo Dottore, Le ho esposto il mio caso il 16/5 u.s., in data 20/5 mi sono sottoposto a biopsia prostatica avendo il seguente referto:
    ” Adenoma centrale disomogeneo. Area periferica indenne da lesioni focali, lievemente ipoecogena a sinistra. Vescica regolare . Vescicole pari e simmetriche. Ritiro esame istologico fra una settimana”.
    In totale mi hanno eseguito 12 Prelievi.
    Devo dire che sono stati gentilissimi, umani e per quanto ne possa capire io, che non sono un medico, professionali.
    Ho chiesto il significato di adenoma centrale disomogeneo …..sempre con molta gentilezza mi è stato risposto che mi avrebbero detto tutto al ritiro dell’esame istologico……….condannandomi a una settimana di paura. Capisco che l’esito dell’istologico sia importantissimo ma dirmi il significato del referto mi avrebbe fatto sentire meglio. Potrebbe Lei con la Sua chiarezza dirmi di che si tratta?
    Cordiali saluti.
    Stefano

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È proprio necessario attendere l’istologico, ma da quanto leggo rimango ottimista; mi tenga al corrente.

    Rispondi
  32. Stefano Novara scrive il

    Comprendo l’importanza dell’istologico nel dare una risposta ma la Sua indicazione di restare ottimista mi tranquillizza.
    La ringrazio della Sua disponibilità e la saluto cordialmente.

    Rispondi
  33. cosimo scrive il

    Gent. Dottore HO 54 ANNI E ho eseguito delle analisi di routine ed è stato riscontrato sangue urine 10 valori di riferimento è 10
    FREE PSA 0.547 – PSA TOTALE 2.368 – FREE/TOT.PSA RATIO 23.100. ACCUSO UN LEGGERO BRUCIORE QUANDO URINO , MA E’ UN PROBLEMA CHE MI PORTO DA RAGAZZO, A VOLTE ACCUSO DOLORI SU TUTTA LA PARTE DEL PUBE ,DA PREMETTERE CHE HO PROBLEMI ALLA SCHIENA A LIVELLO LOMBO SACRALE. QUELLO CHE MI PREOCCUPA E’ UN DOLORE CHE INTERESSA IL NERVO PUDENDO? DA PREMETTERE CHE SONO UN TIPO ANSIOSO. LA RINRAZIO ANTICIPATAMENTE ATTENDO UNA VOSTRA GENTILE RISPOSTA IN MERITO AI VALORI E SINTOMI. GRAZIE

    1. cosimo scrive il

      non è la prima volta, l’ho faccio ogni anno e come valori sono sempre nella norma . L’unica cosa che da quando sono stato in visita la prima volta dall’urologo, mi riscontrò un’infiammazione e ingrossamento della prostata, e mi prescrisse una cura di antibiotico per tre mesi per 10 giorni e una compressa di MITTOVAL 10mg alla sera ,(a tutt’oggi) successivamente dopo tre mesi ho eseguito l’ecografia post rettale (come da prescrizione dell’urologo) non mi fu riscontrato niente di grave solamente ingrossamento della prostata, ma dovuto all’età.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Direi che non emerge nulla di nuovo ed il valore risulta accettabile.

    Rispondi
  34. Pasquale scrive il

    Buongiorno dott. Ho appena fatto le analisi relative al PSA. Premetto che ho 62 anni, i valori riportati sono i seguenti:
    PSA 6,5
    PSA free. 0,85
    Spero che i dati comunicati siano sufficienti per avere un Suo parere…
    La prossima settimana faro la visita dall’urologo.

    Rispondi
  35. Walter scrive il

    Buonasera
    io avendo un disturbo di minzione eccessiva sopratutto nelle ore notturne e un dimagrimento eccessivo ho fatto gli esami per l’antigene prostatico:
    i risultati sono questi:
    Antigene totale 0,24 (range valori da 0,0 a 5,00)
    Antigene libero 0,05 (range valori 0,20)
    l’ultimo dato è leggermente fuori range
    MI potrebbe dare alcuni chiarimenti sui miei esami
    Premetto che ho 49 anni e faccio una vita abbastanza sedentaria e sono fumatore
    Grazie
    Cordiali saluti

    Rispondi
  36. igor scrive il

    Buongiorno dott. Ho appena fatto le analisi relative al PSA. Premetto che ho 60 anni, i valori riportati sono i seguenti:
    PSA totale 0,602
    PSA free. 0,185
    Rapporto PSAF/PSAT 0,300
    Volevo chiederle gentilmente un suo parere

    Rispondi
  37. PINO scrive il

    Buonasera dottore, età 80 anni. Esame PSA ritirato oggi: Totale 6,17, Libero 1,63, Rapporto totale/libero 26,35. I valori (particolarmente il Rapporto T/L ) risulta praticamente più o meno similie a quelli degli esami degli ultimi 4/5 anni (2 volte l’anno). Biopsia fine 2010 e Ecografia Trans rettale inizio 2013 hanno diagnosticato IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA. Uroflussimetria nel 2014 nella norma. Controllo molto l’alimentazione e assumo una pastiglietta di XATRAL ogni sera e mangio un po’ di semi di zucca salati prima di cena quasi regolarmente. Cosa ne pensa ? Secondo lei dovrei fare un’ulteriore Ecografia prostatica ed un’altra Flussometria o attendere ancora un po’? Grazie. Cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per ora suggerirei solo una visita urologica; è molto probabile che la condizione sia sempre la stessa, ma questo deve ovviamente valutarlo lo specialista.

    Rispondi
  38. Marco scrive il

    Buongiorno Dott. Cimurro eseguendo delle analisi di routine relative al PSA
    i valori riscontrati sono questi:
    PSA LIBERO……… 1,06 ng/ml
    PSA TOTALE…….. 4,11 ng/ml
    RAPPORTO PSA LIBERO/PSA TOTALE %…..26%
    URINOCOLTURA……..NEGATIVO
    ANALISI DELLE URINE……NORMALE
    da premettere che non ho nessun disturbo ne dolore l’uniche cose che noto e che di notte quando mi alzo per urinare il getto è più lento rispetto di giorno che è normale, ed un colorito sul giallo nello sperma.
    Gentile Dottore, mi devo preoccupare di questi valori, specie per il psa un po altino, necessita di visita urologica (mai fatta prima) o altro?
    La ringrazio in anticipo, cordiali saluti
    Marco di anni 51

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, visita urologica.

      Come moltissimi uomini dopo i 50 anni la prostata potrebbe ingrandirsi leggermente e dare questi problemini, ovviamente è da verificare.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.