Link sponsorizzati

Valori Normali

Uomini

In generale è considerato normale un valore massimo pari a 4.00 ng /ml, ma alcuni autori considerano più corretta una valutazione che tenga conto dell'età.

Età (anni) PSA limite (ng/ml)
Meno di 40 Minore od uguale a 2
40-49 Minore od uguale a 2.5
50-59 Minore od uguale a 3.5
60-69 Minore od uguale a 4.5
70-79 Minore od uguale a 6.5
80 o più Minore od uguale a 7.2

Fonte tabella: Mayo Laboratory

Dopo una prostatectomia radicale (rimozione chirurgica della prostata) ci si aspetta che i valori si azzerino (inferiore a 0.2 ng/ml) nell'arco di circa un mese e tale deve rimanere.

 Donne

Non applicabile

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il test del PSA è un esame usato principalmente come screening per il tumore della prostata, una ghiandola che si trova sotto la vescica degli uomini.

L’obiettivo è la misurazione della quantità di antigene prostatico specifico nel sangue, una proteina prodotta dalla prostata e presente soprattutto nello sperma, con la funzione mantenere fluido il seme dopo l’eiaculazione e permettere così agli spermatozoi di muoversi più facilmente. In questa scheda parleremo della quantità totale circolante, ma ulteriori informazioni possono essere ottenute dall’analisi della frazione libera (PSA free).

Nei casi di tumore alla prostata i livelli circolanti di antigene prostatico possono aumentare sensibilmente, ma è importante chiarire fin d’ora che molte altre condizioni possono spiegare valori oltre la soglia (prostata infiammata e/o ingrossata, per esempio); poichè è tuttora molto discussa l’effettiva utilità di quest’esame come screening, il consiglio è di valutare sempre la decisione di sottoporvisi e soprattutto la discussione dei risultati con il proprio medico o con lo specialista.

Interpretazione

Il valore di antigene prostatico rilevato nel sangue non è mai sufficiente da solo a porre diagnosi di alcun tipo, infatti prima di fare qualsiasi considerazione è bene ricordare che è possibile individuare casi in cui:

  • Uomini con risultati nella norma siano comunque affetti da tumore prostatico,
  • Uomini con PSA elevato siano affetti da problemi di natura del tutto diversa dal tumore.

Fatta questa importante premessa, che spiega anche l'attuale ricerca di esami più specifici, il dosaggio del PSA rappresenta comunque un buon compromesso per individuare potenziali casi dubbi che necessitano di ulteriori approfondimenti. L'interpretazione deve essere fatta dal medico in base a numerosi fattori (età, presenza di altri sintomi, famigliarità, ...), ma in generale possiamo affermare che:

  • Valori inferiori a 2.00 ng/ml sono legati ad una probabilità di sviluppo di tumore alla prostata asintomatico molto basso.
  • Valori compresi fra 4.0 ng/ml e 10.0 ng/ml suggeriscono la possibilità di un' ipertrofia prostatica benigna, una condizione non maligna della prostata frequente negli anziani. In questi casi l'interpretazione del rapporto tra PSA totale e libero può dare ulteriori indicazioni tra condizioni benigne e tumori.
  • Valori superiori a 10.0 ng/ml di PSA possono indicare un’alta probabilità di cancro della prostata, anche se l'esame da solo non è comunque sufficiente per una diagnosi e viene quindi di norma seguito da una biopsia della ghiandola (viene cioè prelevato un piccolo campione di tessuto da analizzare direttamente dalla prostata).

Valori Bassi

Valori Alti

  • Cirrosi
  • Disfunzione erettile
  • Infezione urinaria
  • Ipertrofia prostatica benigna
  • Prostatite
  • Ritenzione urinaria
  • Tumore alla prostata

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • Alcuni farmaci per la cura dell'ipertrofia prostatica benigna (finasteride, dutasteride) possono dimezzare i valori della sostanza.
  • Farmaci in grado di influire sui livelli di testosterone.
  • Eiaculazione (Uno studio ha rilevato che nel 67% degli uomini coinvolti, tutti con più di 50 anni, i livelli crescevano mediamente del 41% ad un'ora dall'eiaculazione). Servono circa 48 ore per ristabilire i livelli circolanti
  • Il massaggio prostatico vigoroso può causare un aumento dei valori, così come diverse procedure rettali.
  • Negli uomini che lavorano di notte si osserva un moderato ma significativo aumento dei valori, a conferma dell'aumento del rischio di sviluppo di tumore (Fonte: JNCI).
  • La biopsia provoca un aumento dei valori normali.

Fonte: MedScape

Quando viene richiesto l'esame

In genere il dosaggio del PSA viene richiesto in presenza di sintomi urinari (difficoltà, dolore, aumentata frequenza), mentre ci sono posizioni contrastanti nella comunità scientifica in merito a quando, ogni quanto e da che età possa essere utile come esame di screening preventivo del tumore alla prostata.

Può infine essere richiesto durante o dopo il trattamento del tumore, per verificarne gli effetti.

Preparazione richiesta

E' importante evitare nei due giorni che precedono l'esame

  • un'attività fisica intensa in grado di alterare la funzionalità della prostata (ad esempio l'uso della bicicletta)
  • e l'eiaculazione (sia per masturbazione che a seguito di rapporti completi).

Il sangue, infine, dovrebbe essere prelevato prima di una eventuale manovra rettale e soprattutto di una biopsia prostatica.

Altre informazioni

Soppesare benefici, limiti e rischi dell'esame è l'unico modo per valutarlo in modo corretto.

Vantaggi

  1. L'esame può permette una diagnosi di tumore molto precoce, che permette una probabilità di successo della terapia più elevata.

Svantaggi e limitazioni

  1. Diverse cause oltre al tumore possono avere come esito valori alterati (alti o bassi).
  2. L'esito da solo non è mai sufficiente ad una diagnosi, nè di malattia nè di esclusione della stessa.

Rischi

  1. Nel caso di valori elevati verrebbe suggerita una biopsia, un esame piuttosto invasivo ma necessario alla diagnosi (in questo caso definitiva).
  2. In certi casi l'esame può diventare fonte di ansia, per esempio quando viene diagnosticato un tumore a crescita lenta per cui non viene consigliata terapia alcuna.

Raccomandazioni

Diverse società mediche hanno posizioni e linee guida leggermente differenti in merito, ma in genere tutte concordano su alcuni punti:

    • La decisione di sottoporsi allo screening in assenza di sintomi deve essere discussa con il medico, che aiuterà a decidere in base a diversi fattori (età, aspettativa di vita, famigliarità, fattori di rischio, ...).

Molte associazioni concordano sulla scarsa utilità di screening dopo i 75 anni o comunque con aspettativa di vita inferiore ai 10 anni.

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. interista scrive il

    buongiorno dottore sono stato operato a marzo 2013 di IPB CON VALORE PSA totale di 4.65 l’urologo mi ha fatto assumere permixon per 1 mese e il valore è calato a 4.45 lui ha detto che era ancora alto.mi ha fatto fare l’ecografia rettale e biopsia .ha deciso di operarmi,io comunque avevo solo sintomi di andare un po spesso al bagno di notte(3/4 volte a notte).ora ho rifatto le analisi ,ho psa totale 0.25 psa libero 0.1 psa libero/totale non significativo .che dice va bene ? pensa che posso riprendere permixon visto che faceva bene anche sessualmente visto che da quando sono stato operato ho un po di difficolta . cordiali saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Valori ottimi!
      Prima di assumere Permixon, che in questo momento non sembra necessario, lo valuti con l’urologo, ci sono farmaci più adatti.

    Rispondi
  2. GALLO GIUSEPPE scrive il

    Spiacente ho letto tutto ma non ho trovato la risposta in merito al valore limite del rapporto fra PSA FREE e PSA TOTALE. Grazie la mia email è xxxxxxxxxxxxx

    1. interista scrive il

      ilvalore di rifermento del psa free/totale è >25 sul mio è scritto non significativo.saluti

    2. Marco scrive il

      Buonasera Dtr,sono un uomo di 49 e ho fato lesame del psa totale e testosterona il valore sono basi, Psa ,0,28 e testosterona ,2,50. Ho problemi di erezione e un aumento dela urina. Min devo preocupare?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il PSA va benissimo.

      Valori di riferimento del testosterone?

    Rispondi
  3. giovanna scrive il

    Salve mio padre è stato sottoposto a protatectomia 20 anni fa per un tumore e ha sempre fatto di controllo psa ora si trova con psa 250 che significa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se la prostata era stata rimossa completamente viene da pensare ad una recidiva. Mi tenga al corrente.

    Rispondi
  4. Cristiano F. scrive il

    Gentile Dott. Cimurro, ho appena preso il risultato del test del PSA. Sono un uomo di 57 anni compiuti.
    Questa è la risposta:
    PSA 4.08
    PSA Free 1.20
    PSA Free/PSA Rapporto 0.29
    Circa un anno fa avevo il PSA a 4, 68 e il PSA Free/PSA Rapporto a 0.25
    Potrebbe darmi il suo parere?
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Aveva eseguito approfondimenti/terapie l’anno passato?

    Rispondi
  5. GIOVI 75 scrive il

    BUON POMERIGGIO DOTT.CIMURRO . IL MIO PAPà 80ENNE… E STATO OPERATO CIRCA 15 ANNI FA ADESSO A DI NUOVO IL PSA A 32.00 E ILTESTOSTERONE A 0.73 LE STAVANO PRATICANDO LE PUNTURE ALLA PANCIA DI FERMAGON SONO ARRABBIATA ..COME MAI NON L O RICOVERANO ADESSO DEVE FARE LA PT IL 07\01\2016 …MI DEVO ALLARMARE …POTREBBE DARMI IL SUO PARERE???? GRAZIE.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero, ma non mi sento di esprimere giudizi.

    Rispondi
    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente si tratta di ipetrofia prostatica benigna, ma raccomando di verificare con il medico ed eventuale visita urologica.

    2. daniele scrive il

      Quindi andra operato rischio di perdere il mio babbo sono agitatissimo secondo lei?
      vorrei saperlo sopratutto perche la visita è stata fissata per marzo e mi scuso per questa mia ansia ma ho perso gia la madre tre mesi fa nessun sintomo e le anno trovat metastasi da ovaie a cervello se puo mi risponda e grazie mille

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il PSA da solo non basta mai per una diagnosi, ma a mio avviso NON è un tumore e non è nulla di grave, ovviamente non posso darle garanzie in proposito.

    4. daniele scrive il

      La ringrazio molto per le risposte infatti dopo gli esami fara un visita dal urologo 11 marzo però ero troppo agitato volevo un parere quindi questi due mesi che lo separano dalla visita non sono un problema cmq grazie mille con tutto il cuore se posso permettermi un ultima cosa secondo lei un uomo che prende dei farmaci e quindi le piastrine dovrebbero risultare basse ma arrivano al livello 59 mila andrebbe cambiato il farmac grazie mille e scusi la mia veemenza

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembrano molto basse; l’intervallo di riferimento del laboratorio è 150-400?

    Rispondi
  6. Anonimo scrive il

    Si dottore
    ma delle compresse influiscono su questo valore
    A me duole sapere se è pericoloso

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il risultato richiede a mio parere di essere segnalato immediatamente al medico; alcuni farmaci possono spiegare un abbassamento, ma ciò non toglie che vada verificato.

    Rispondi
  7. Francesco scrive il

    Salve dottore dopo un anno di esami del psa totale che oscillava tra 4 e 5 e con ratio tra 0.21 e 0,31 , l’ultimo che risale a fine settembre risulta altino con psa tot 6.03 e ratio 0,25 …il mio urologo ha deciso di fissarmi la biopsia
    Esito della biopsia: Frustoli prostatici con focolai di atrofia e di flogosi cronica. In uno dei 4 cilindretti è stato riscontrato (5%) di adenocacinoma di tipo acinare .Prostata di circa 8mm!
    Gleason score =(3+3) presente nel frustolo in esame
    Il 5% è altamente ben differenziato.
    Si consiglia Sorveglianza attiva
    Controllo psa tra 3 mesi
    Mi ha detto testualmente di stare relativamente tranquillo!
    Ho 52 anni e non ho altre gravi patologie.
    Gradirei una sua opinione
    Ringraziandola anticipatamente le pongo i miei cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      So che non è facile accettare una “sorveglianza attiva”, ma è realmente la soluzione migliore in questi casi e deve sforzarsi di viverla con assoluta serenità.

    Rispondi
  8. Francesco scrive il

    Mi scusi se la disturbo , ma lei aldilà della “sorveglianza attiva” anche mi dice che devo stare sereno perchè il 5% altamente diff. è comunque una cosa irrilevante in una prostata di 8 mm..?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È remota la probabilità di un’evoluzione rapida e pericolosa.

    2. Francesco scrive il

      Intanto la ringrazio per la celerità delle sue rispostepoi volevo chiederle se mi poteva confermare come mi ha detto l’urologo che questo microfocolaio nel tempo potrebbe con il tempo anche sparire? Ed infine se la biosia e la IPB possono incidere sulla sfera sessuale dato che dopo la biopsia ho avuto problemi di erezione?
      Intanto lunedì farò un approfondimento sul testosterone totale e quello libero.
      Grazie infinite di nuovo!
      Buona serata!

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Vero.
      2. Leggere infiammazioni, anche se causate dalla biopsia, possono incidere.

    Rispondi
  9. de matteo antonio scrive il

    gentilissimo dottore.sono andato ha ritirare le analisi,sono molto preoccupato,per i risultati del psa che sono14,79,ho 61 anni,e non riesco ha trattenere le urine,un altro valore che mi è uscito un po’ alterato è il fibrinogeno 416,3, vado spesso in bagno,sempre ad urinare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La spiegazione più probabile è ipertrofia prostatica benigna, ma è indispensabile una valutazione urologica.

    Rispondi
  10. antonio1940 scrive il

    salve dottore ,ho 75 anni ,ma me ne sento 50,sono in cura per psa a 8,1 ,l’anno scorso l’avevo a 4, ho fatto la cura radioterapica sempre per parere del urologo,una al giorno sino a 35 sedute ,il medico terapista mi ha fatto fare una cura di iniezioni con ENANTONE ,una ogni 28 giorni,ho terminato ieri la sesta e ora me ne ha prescritto un’altra serie di 6 iniezioni,queste mi hanno levato del tutto ogni stimolo sessuale,ora vorrei sapere se possibile ,che questa cura dopo finita ,ritornero’ ancora ad essere quello che ero qualche mese fa oppure devo rassegnarmi …..,dimenticavo di dirle che ho fatto tutto quello che l’urologo mi ha fatto fare visite,biopsia e altro ,sono in ballo da luglio adesso ogni tre mesi ho la visita di controllo urologica e terapica,nonostante tutto questo mi sento ottimista e faccio ancora nuoto 2 volte alla settimana ,con parsimonia senza esagerare,la ringrazio se vorra’ darmi un parere o consiglio ,lo accettero’,dimenticavo ,chiederle chi e’ il preposto pe l’esenzione per patologia prostatica,questa mi scade a meta’ febbraio e mi serve appunto per la seconda serie di iniezioni,grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. È venuto meno il desiderio o ci sono difficoltà di erezione?
      2. Purtroppo dal punto di vista burocratico non so aiutarla, ma sentirei l’ASL della sua città.

    Rispondi
  11. CICCIO scrive il

    BUONGIORNO.OPERATO DI PROSTATECTOMIA IN GIUGNO DELL’ANNO SCORSO PER UN CANCRO DELLA PROSTATA T2b (SCORE 8 DI GLEASON)OPERAZIONE CON ROBOT DA VINCI.RISULTATO DOPO PROSTATECTOMIA(contesto clinico)FUORIUSCITA DALLA CAPSULA CANCRO T3bSCORE GLEASON 5+4..NESSUNA NOTIZIA DA PARTE DEL CHIRURGO.SONO VENUTO A SAPERLO SOLO IN SETTEMBRE DELL'<ANNO SCORSO DAL DOSSIER MEDICALE RIFIUTATOMI SEMPRE E RICEVUTO PERCHE RICHIESTO DA ALTRO CHIRURGO..LE PREMETTO CHE SONO IN FRANCIA,IN OLTRE SOFFRO DI INCONTINENZA URINARIA TOTALE.COME AVRA CAPITO I MIEI RAPPORTI COL CHIRURGO CHE MI HA OPERATO SONO A LIVELLI GIURIDICI SOPRATUTTO PER LA MANCANZA DI INFORMAZIONI .NON POSSO DOMANDARLE TROPPO IN QUANTO LEI NON E' UN UROLOGO ,MA POTREBBE DARMI UN PICCOLO AIUTO MAGARI DICENDOMI DOVE POSSO RIVOLGERMI,IN QUANTO,COME SA, IO MI TROVO SOLO CONTRO TUTTI.RIUSCIRO'QUESTO E'CERTO MA MOLTO LIMITATAMENTE.RITENGO,DA QUELLO CHE HO LETTO ,LEI LO FACCIA PER PASSIONE.QUASIASI RISPOSTA DA PARTE SUA MI FAREBBE PIACERE.CON I MIEI PIU'DOVUTI RISPETTI LA SALUTO E LA RINGRAZIO.CICCIO

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero per quanto sta passando.

      In questo momento è seguito dal punto di vista medico da un altro urologo?

    2. CICCIO scrive il

      SI MA IN REALTA TRA DI LORO NON SI METTONO IN CONDIZIONI DI TOCCARE LA DEANTOLOGIA FA QUELLO CHE PUO’MA IN REALTA CONTRASTA MOLTO CON LA REALTA.DEVE SAPERE CHE L’UROLOGIA,NEGLI OSPALI FRANCESI,E’LEGATA MOLTO ALLLA (invasive surgical)COSTRUTTRICE DEI ROBOT DA VINCI.LE VISITE SONO DI CIRCA CINQUE MINUTI E RICEVONO DUE MALATI ALLA VOLTA E NELLO STESSO TEMPO.E’MOLTO COMPLICATO IL SISTEMA CAUSATO DAGLI ENORMI INTERESSI COMMERCIALI DI QUESTA SOCIETA.PENSI CHE LA MIA OPERAZIONE E’COSTATA 42000 EURO IN TOTALE.HO ESTREMAMENTE BISOGNO DI UN ESPERTO IN UROLOGIA CHE NON SIA IN FRANCIA.NE TRAGGA LE CONCLUSIONI.GRAZIE PER AVERMI RISPOSTO.E4 MOLTO COMPLICATA LA MIA STORIA E MOLTO ANDICAPPANTE CI VORREBBERO DUE PAGINE PER POTERLE SPIEGATE L’ASSURDITA DI QUANTO MI SUCCEDE.CON STIMA .CICCIO

    Rispondi
  12. CICCIO scrive il

    MI SCUSI ANCORA MA HO ERRATO NELL’ANNO..OPERATO IN GIUGNO 2014,RICEVUTO IL DOSSIER IN SETTEMBRE 2015.CICCIO E ANCORA GRAZIE GIA LA SUA RISPOSTA MI HA TIRATO SU’IL MORALE

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non ha più la residenza in Italia? Nel caso le consiglierei di appoggiarsi ad un urologo italiano.

    2. CICCIO scrive il

      No,pero ho la carta europea abbinata alla securita sociale francese ed in codice fiscale.Un urologo italiano mi servirebbe sopratutto per visionare quanto fatto da altri francesi.Consideri cha abito e vivo a Nizza.Grazie ancora.Ciccio.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Proverei forse a sentire il parere di uno specialista italiano per avere una valutazione obiettiva dell’attuale stato di salute, ma temo che dovrebbe rivolgersi a lui in forma privata (cioè a pagamento).

    4. ciccio scrive il

      Grazie ancora,Credo,infatti,che sia l’unica soluzione e é quello che cerchero di fare.Le ripeto ancora grazie e augurandole buona continuazione la saluto.Ciccio

    Rispondi
    Rispondi
  13. giuseppe scrive il

    buongiorno dottore ho ritirato oggi la risposta del psa ed e 0,860 io ho 43 anni mi devo preoccupare

    Rispondi
    Rispondi
  14. LINDA scrive il

    EGREGIO DOTTORE VORREI SAPERE SE DOPO QUATTRO ANNI DALL’INTERVENTO DI TUMORE ALLA PROSTATA IL PSA TOT. è DI 0,1 è NORMALE COME VALORE?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ultima parola all’urologo, ma in genere inferiore a 0.2 ng/ml va bene.

    Rispondi

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.