Link sponsorizzati

Valori Normali

Uomini

In generale è considerato normale un valore massimo pari a 4.00 ng /ml, ma alcuni autori considerano più corretta una valutazione che tenga conto dell'età.

Età (anni) PSA limite (ng/ml)
Meno di 40 Minore od uguale a 2
40-49 Minore od uguale a 2.5
50-59 Minore od uguale a 3.5
60-69 Minore od uguale a 4.5
70-79 Minore od uguale a 6.5
80 o più Minore od uguale a 7.2

Fonte tabella: Mayo Laboratory

Dopo una prostatectomia radicale (rimozione chirurgica della prostata) ci si aspetta che i valori si azzerino (inferiore a 0.2 ng/ml) nell'arco di circa un mese e tale deve rimanere.

 Donne

Non applicabile

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il test del PSA è un esame usato principalmente come screening per il tumore della prostata, una ghiandola che si trova sotto la vescica degli uomini.

L’obiettivo è la misurazione della quantità di antigene prostatico specifico nel sangue, una proteina prodotta dalla prostata e presente soprattutto nello sperma, con la funzione mantenere fluido il seme dopo l’eiaculazione e permettere così agli spermatozoi di muoversi più facilmente. In questa scheda parleremo della quantità totale circolante, ma ulteriori informazioni possono essere ottenute dall’analisi della frazione libera (PSA free).

Nei casi di tumore alla prostata i livelli circolanti di antigene prostatico possono aumentare sensibilmente, ma è importante chiarire fin d’ora che molte altre condizioni possono spiegare valori oltre la soglia (prostata infiammata e/o ingrossata, per esempio); poichè è tuttora molto discussa l’effettiva utilità di quest’esame come screening, il consiglio è di valutare sempre la decisione di sottoporvisi e soprattutto la discussione dei risultati con il proprio medico o con lo specialista.

Interpretazione

Il valore di antigene prostatico rilevato nel sangue non è mai sufficiente da solo a porre diagnosi di alcun tipo, infatti prima di fare qualsiasi considerazione è bene ricordare che è possibile individuare casi in cui:

  • Uomini con risultati nella norma siano comunque affetti da tumore prostatico,
  • Uomini con PSA elevato siano affetti da problemi di natura del tutto diversa dal tumore.

Fatta questa importante premessa, che spiega anche l'attuale ricerca di esami più specifici, il dosaggio del PSA rappresenta comunque un buon compromesso per individuare potenziali casi dubbi che necessitano di ulteriori approfondimenti. L'interpretazione deve essere fatta dal medico in base a numerosi fattori (età, presenza di altri sintomi, famigliarità, ...), ma in generale possiamo affermare che:

  • Valori inferiori a 2.00 ng/ml sono legati ad una probabilità di sviluppo di tumore alla prostata asintomatico molto basso.
  • Valori compresi fra 4.0 ng/ml e 10.0 ng/ml suggeriscono la possibilità di un' ipertrofia prostatica benigna, una condizione non maligna della prostata frequente negli anziani. In questi casi l'interpretazione del rapporto tra PSA totale e libero può dare ulteriori indicazioni tra condizioni benigne e tumori.
  • Valori superiori a 10.0 ng/ml di PSA possono indicare un’alta probabilità di cancro della prostata, anche se l'esame da solo non è comunque sufficiente per una diagnosi e viene quindi di norma seguito da una biopsia della ghiandola (viene cioè prelevato un piccolo campione di tessuto da analizzare direttamente dalla prostata).

Valori Bassi

Valori Alti

  • Cirrosi
  • Disfunzione erettile
  • Infezione urinaria
  • Ipertrofia prostatica benigna
  • Prostatite
  • Ritenzione urinaria
  • Tumore alla prostata

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • Alcuni farmaci per la cura dell'ipertrofia prostatica benigna (finasteride, dutasteride) possono dimezzare i valori della sostanza.
  • Farmaci in grado di influire sui livelli di testosterone.
  • Eiaculazione (Uno studio ha rilevato che nel 67% degli uomini coinvolti, tutti con più di 50 anni, i livelli crescevano mediamente del 41% ad un'ora dall'eiaculazione). Servono circa 48 ore per ristabilire i livelli circolanti
  • Il massaggio prostatico vigoroso può causare un aumento dei valori, così come diverse procedure rettali.
  • Negli uomini che lavorano di notte si osserva un moderato ma significativo aumento dei valori, a conferma dell'aumento del rischio di sviluppo di tumore (Fonte: JNCI).
  • La biopsia provoca un aumento dei valori normali.

Fonte: MedScape

Quando viene richiesto l'esame

In genere il dosaggio del PSA viene richiesto in presenza di sintomi urinari (difficoltà, dolore, aumentata frequenza), mentre ci sono posizioni contrastanti nella comunità scientifica in merito a quando, ogni quanto e da che età possa essere utile come esame di screening preventivo del tumore alla prostata.

Può infine essere richiesto durante o dopo il trattamento del tumore, per verificarne gli effetti.

Preparazione richiesta

E' importante evitare nei due giorni che precedono l'esame

  • un'attività fisica intensa in grado di alterare la funzionalità della prostata (ad esempio l'uso della bicicletta)
  • e l'eiaculazione (sia per masturbazione che a seguito di rapporti completi).

Il sangue, infine, dovrebbe essere prelevato prima di una eventuale manovra rettale e soprattutto di una biopsia prostatica.

Altre informazioni

Soppesare benefici, limiti e rischi dell'esame è l'unico modo per valutarlo in modo corretto.

Vantaggi

  1. L'esame può permette una diagnosi di tumore molto precoce, che permette una probabilità di successo della terapia più elevata.

Svantaggi e limitazioni

  1. Diverse cause oltre al tumore possono avere come esito valori alterati (alti o bassi).
  2. L'esito da solo non è mai sufficiente ad una diagnosi, nè di malattia nè di esclusione della stessa.

Rischi

  1. Nel caso di valori elevati verrebbe suggerita una biopsia, un esame piuttosto invasivo ma necessario alla diagnosi (in questo caso definitiva).
  2. In certi casi l'esame può diventare fonte di ansia, per esempio quando viene diagnosticato un tumore a crescita lenta per cui non viene consigliata terapia alcuna.

Raccomandazioni

Diverse società mediche hanno posizioni e linee guida leggermente differenti in merito, ma in genere tutte concordano su alcuni punti:

    • La decisione di sottoporsi allo screening in assenza di sintomi deve essere discussa con il medico, che aiuterà a decidere in base a diversi fattori (età, aspettativa di vita, famigliarità, fattori di rischio, ...).

Molte associazioni concordano sulla scarsa utilità di screening dopo i 75 anni o comunque con aspettativa di vita inferiore ai 10 anni.

Articoli ed approfondimenti

Collegamenti esterni

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. lory scrive il

    Ho letto quest’articolo per via del mio compagno che sta facendo esami, fino ad ora nella norma. Sono convinta che la prevenzione sia importantissima, in particolare superati i 50 anni. Meglio una visita o degli esami in più’ per poter ” rimediare” a dei problemi di salute che potrebbero diventare seri. Bravo ! L’ informazione e’ importantissima !!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido, sembra retorica ma il “prevenire è meglio che curare” è realmente importantissimo.

    2. saverio scrive il

      salve dottore ho 52 anni da qualche mese ho avuto problemi di minzioni notturne piu’ frequenti e dolori all’inguine come se avessi le mutande strette .Ho fatto l’esame per il psa totale ed e’ risultato 4,45 ng/ml,dagli esami delle urine e’ risultato un’ infezione batterica da
      da Escherichia coli.Ho fatto una terapia antibiotica per 28 giorni con ciproxin, e faccendo nuovamente gli esami delle urine non si riscontra piu’ l’infezione batterica ma e’ risultato il psa aumentato:
      psa totale 4,79 ng/ml
      psa free 0,644 ng/ml
      psa ratio 13,44%
      vorrei sapere quale’ la diagnosi e se mi devo preoccupare. La ringrazio moltissimo per il suo consiglio.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono portato a pensare ad una leggera ipertrofia prostatica benigna, ma ovviamente è solo un’ipotesi da verificare con il medico.

    Rispondi
  2. bruno scrive il

    Buon giorno ,aprofitto ancora della Sua disponibilità per un consigliosono tre anni che ogni anno ed improvvisamente ho delle infezioni urinarie l’ultima volta addiirittura con ritenzione tanto da essere cateterizzata costringendomi per 10gg oltre che ha dolori anche ad imbottirmi di antibiotici.mi piace viaggiare e mia moglie in conseguenza di questi fatti ha sempre paura che possono verificrsi in giri turistici.Daccordo ho 75 anni ed una prostata ingrossata,ma può suggerirmi qualcosa di omeopatico per cercare di fare almeno un minimo di prevenzione.Ho gia provato con prodotti a base di mirtillo rosso ma non ha funzinato.La ringrazio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma purtroppo non credo all’omeopatia e non posso in ogni caso consigliare farmaci e/o integratori.

    2. Matteo scrive il

      Ho il psa a 1,12 cosa significa e buono i valori di riferimento sono tra 0,10e 3,00 ho 62anni grazie

    Rispondi
  3. guido scrive il

    carissimo dottore,
    Le sarei grato se mi da qualche risposta
    ho 57 anni ho una ipertrofia prostatica con il psa.11,10 libero1,4 ho esequito una termoablazione per il flusso urinario con ottimo risultato
    nel 2010 la biopsia risultata negativa, pca3 negativo, ho fatto varie cure con vari tipi di antibiotici ho esequito ecografia prostatica cm 4,9 cm 3,9 cm 4,9
    peso gr. 50.
    cosa mi suggerisce di fare , grazie guido

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma è una situazione di esclusiva competenza dell’urologo che la valuterà in base all’attuale stato di salute, sintomi residui, …

    2. Max 42 anni scrive il

      Egreggio dottore , volevo chiederle che ho fatto il test PSA esito 2.14 valore di norma 2.00 mi devo preoccupare? la ringrazio

    Rispondi
  4. Francesco scrive il

    Egr.Dr.La disturbo per un Suo parere,quando dopo l’esplorazion e rettale l’urologo parla di “non area sospette”quale margine di tranquillità può dare.?La ringrazio

    Rispondi
  5. arduino scrive il

    caro dottore ho 57 anni è possibile che a distanza 5 mesi i valori del psa da normali schizzino a un valore di 13 ?

    Rispondi
  6. peppino scrive il

    Egr.dott.ho 53 anni e questi sono i miei valori: psa 0, 46 psa libero 0, 11 rapporto 23, 91 che ne pensa? Grazie in anticipo

    Rispondi
    1. fulvio scrive il

      grazie della risposta prendendo da 12 anni questi farmaci dilatrend e cumadin possono influire con i valori del p.s.a a 4.92 ?

    Rispondi
  7. Maria Teresa scrive il

    Egregio dottore, ho visitato il sito che ho trovato chiaro, con grafica perfetta e con articoli esaustivi “al massimo”.
    Complimenti! Al momento non pongo quesiti, ma La terrò presente in caso di bisogno.Cordiali saluti

    Rispondi
    Rispondi
  8. Gennaro scrive il

    ho fatto gli esami delPSA TOTALE CON VALORE 1,56….. HO 59 ANNI GRAZIE

    Rispondi
  9. Elia scrive il

    Gentile Dr. Guido, mi sono appena arrivati le analisi PSA totale 10,82. Domani dietro consiglio medico devo fare una ecografia transrettale, i miei disturbi sono. flusso urinario lento, circa ogni 2 ore, ma a volte anche meno bisogno, di urinare urgentemente circa 200 ml per volta. In base alla mia altezza porto circa 20 kg. in piu, fumo e prendo caffè, attività sessuale anormale, in fase di erezione basta una piccola distrazione che si affloscia. come mi suggerisce volendo sentire le 2 campane ?. anticipatamente la ringrazio. Elia anni 57

    Rispondi
    Rispondi
  10. Gianni scrive il

    Buongiorno Dr Guido, sono un ragazzo di 38 anni e da esame di PSA-reflex il risultato è stato 13.65, dopo 10 giorni di
    antibiotici prescritti dal medico di base, ripeto l’ esame ed il PSA-reflex risulta 18.32.
    Rischio un tumore alla prostata ?
    Grazie per la risposta.

    Rispondi
  11. gianni scrive il

    Scusi, dimenticavo, ecografia transrettale: prostata di dimensioni nella norma; non ho problemi di minzione ed in generale disturbi di nessun genere.
    Cordiali saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra un po’ giovane; per qualche motivo è stato fatto l’esame?

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Confermo che NON penso ad un tumore, ma è comunque una situazione che va seguita con l’urologo.

    Rispondi
  12. Luigi scrive il

    Buongiorno dottore.
    Ho appena ritirato le analisi d routine per controllare una forte anemia!ho trovato pero’ i seguenti valori: psa 2.44 – psa libero 0.41 – rapporto psa libero/totale 16.8 .(ho 69 anni).
    Sono un po’ preoccupato!
    Grazie!

    Rispondi
  13. Poter scrive il

    Psa7.41psa free0.96.psaratio12 anni 64.pericolo di cancro . Ho un po’ di paura. Cosa mi puo dire? Grazie ..

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è possibile fare una diagnosi, ma è necessario qualche approfondimento.

    Rispondi
  14. andrea scrive il

    buongiorno dottore , volevo chiedere se un risultato psa reflex di 0,57 e normale o ci sono problemi .?
    premetto che ho fatto l’esame perchè ho disturbi ad urinare e alcune volte dolori .
    cosa mi consiglia ?
    la ringrazio e attendo sua risposta .

    Rispondi
  15. andrea scrive il

    mi scusi ma ho dimenticato di scrivere l’età , ho 52 anni .
    distinti saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’esito è ottimo, probabilmente la causa dei sintomi non è la prostata.

    Rispondi
  16. Alberto scrive il

    Da anni il valore delmio psa è alto (con punta masima di 12), per cuimi sono sottoposto a periodici controlli, con transrettale, molteplici esami istologici. Questi ultimi (talvolta con 20 particelle prelevate) hanno dato esiti negativi quanto a sospette neoplasie. Diagnosi sempreconfermata,dunque, di ipertrofia prostatica benigna. Mai che mi fosse stata prescritta una cura antibiotica od altro. Cosa mi resta da fare ? Grazie

    Rispondi
    Rispondi
  17. franco scrive il

    Salve dottore ho fatto il PSA con risultato 9,11 ; PS RATIO 0.11 ;PSA FREE 0.88. Ho eseguito un ecografia transretta ed era tutto ok. L urologo mi ha assegnato di prendere levoxrcin x 10 giorni. Ho ripetuto il psa con risultato 12.77 !!!! PSA FREE 0.86 PSA RATIO 0.07 . Sono molto preoccupato. Ho 78 anni

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe esserle consigliata una biopsia di verifica, ma non salti a conclusioni.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie mille dottore ho chiamato stammattina l ospedale umberto primo di roma. La biospia mel hanno data il 12 giugno … senza parole …

    3. Anonimo scrive il

      Grazie la terro’ al corrente, mi potrebbe dare una sua opinione riguardo l ecografia transrettale .. prostata di volume lievemente aumentato dt 51 mm ,ap 39 mm ,dl 52 mm , con adenoma craniale e ventrale di circa 43 mm bilobato. Non immagini nodulari di tipo soppetto in zona periferica. Non segni di interruzzione capsulare. Da come abbiamo capito noi a casanon abbiamo evidenziato nulla di “brutto” apparte l adenoma che crediamo non sia qualcosa di preoccupante , forse il psa alto e perche la proatata e’ ingrossata? Scusi per il disturbo ma un bel po di ansia ce sempre…

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non ho le compentenze per una valutazione approfondita, ma le confermo che sembra esserci solo un adenoma che è un problema benigno (e può spiegare il PSA alto).

    Rispondi
  18. Barbara scrive il

    Oggi mio padre, quel signore di 72 anni con possibile tumore alla prostata con metastasi ossee e con valore di psa 12.78, ha fatto la visita urologica e il dottore non ha trovato nulla nè con l’ecografia nè con la visita. Ora é stato decido per una tac con contrasto. Lei che ne pensa? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quando mi ha scritto che si era avverata l’ipotesi più nefasta in base a che esame era stata fatta la diagnosi?

    2. Anonimo scrive il

      Una risonanza magnetica che aveva evidenziato lesioni ossee e , siccome mio padre ha detto di avere il Psa alto il radiologo, senza neanche vedere la prostata ha deciso che era un tumore prostatico con metastasi ossee. Questo mi ha lasciata titubante perché non credo si possa fare una diagnosi basandosi su quello che dice il paziente senza neanche chiedere il valore di psa. Devo dire anche che quel valore escluso, le analisi di mio padre sono perfette.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido l’assoluta necessità di approfondire; ammettiamo anche che il radiologo potrebbe al limite aver ragione sulle metastasi, ma dobbiamo accertarci da dove arrivino.

    4. Anonimo scrive il

      È quello che penso io. Del resto a questo punto credo che anche le analisi giuste non significhino niente. Lei che ne pensa? E se fosse proprio alle ossa?

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non me la sento di formulare ipotesi, ma le analisi giuste sono un buon punto di partenza, ma non di arrivo nella ricerca del problema.

    6. Anonimo scrive il

      Questo è sicuro. È anche vero che il mio dottore mi ha detto che esistono particolari forme di artrite che causano lesioni così che spesso vengono confuse con le metastasi. Lei che ne pensa?grazie per essere sempre così gentile

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Purtroppo non ho l’esperienza clinica per rispondere a questo.

    8. Anonimo scrive il

      Ok lo capisco . Però c’è un ultimo quesito che le vorrei porre: quando mio padre si muove, passeggia sta molto meglio che non quando sta fermo. Per la sua esperienza è normale per chi ha questo tipo di malattia ?grazie

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, moltre forme di dolore osseo traggono beneficio da un certo movimento (non solo il tumore).

    10. Anonimo scrive il

      Ho capito . Comunque da quando ha fatto la risonanza i dolori sono peggiorati. Le pare possibile?

    11. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è psicologico, la diagnosi (anche se per ora solo ipotetica) ha sicuramente avuto un impatto devastante dal punto di vista mentale.

    12. Anonimo scrive il

      Grazie mille lei è veramente gentile ,credo che capisca che anche per noi figlie è molto difficile

    13. Anonimo scrive il

      Oggi mio padre ha fatto la tac con il contrasto e si sono evidenziate due macchioline , definite puntini, al polmone e al fegato. Martedì farà una biopsia al fegato per capire di cosa si tratta considerato che alla prostata non hanno visto niente. Secondo il mio dottore le anslisi di mio padre non fanno pensare assolutamente ad un tumore al fegato ma a me pare che qui non abbiano capito niente. Lei che ne pensa? Grazie mille

    14. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non me la sento di fare ipotesi, credo che anche i medici aspettino i risultati della biopsia per esporsi.

    15. Anonimo scrive il

      Stasera mi hanno detto che al fegato sono lesioni secondarie che loro pensano derivino comunque dalla prostata . C’è una minima possibilità che venga dal polmone ma il dottore sembra restio . La biopsia di martedì chiarirà da dove arriva il tumore e di potrà procedere alla cura, o almeno così spero . Grazie mille

    Rispondi
  19. Angelo scrive il

    Gentilissimi Dottore mi chiamo Angelo e ho circa 51 anni le volevo chiedere un suo parere a proposito dell’esame di PSA che o fatto circa 15 giorni fa. Tenendo in considerazione i valori di riferimento di laboratorio ( valori di riferimento da 0 ng/ml a 4 ng/ml) il mio risultato e di 0,46 ng/ml. La mio domande e se devo preoccuparmi visto che in passato mi avevano diagnosticato una prostatite.
    In attesa di una vostra risposta le porgo i miei cordiali saluti.
    GRAZIE

    Rispondi
  20. Carlo scrive il

    Gentilissimo dottore stamane ho ritirato le analisi per controllo di routine ed il PSA ha un valore di 6.14 mg/ml
    un’anno fa era di 4.32 mentre l’anno prima era 5.6 sceso poi a 4.32 dopo una cura antibiotica prescrittami dal medico di famiglia soffro di una lenta minzione e problemi di tenuta dell’elezione e sono iperteso prima di martedì nn riuscirò a sentire il medico diciamo che comincio un po’ a preoccuparmi ho 57 anni sicuramente non giovanissimo e nn pretendo di avere la vigoria di un giovanotto però mi interesserebbe un suo parere

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe esserci un nuovo problema di prostatite come in passato; ha per caso anche i valori di PSA free?

    Rispondi
  21. maximilianprimo1 scrive il

    Gentile Dottore ho quasi 51 anni e da un esame fatto di recente psa i valori sono5,12 rispetto a quelli fatti otto mesi fa’ 4,62 cosa mi consiglia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Lo tiene sotto controllo perchè ci sono sintomi particolari?

    2. maximilianprimo1 scrive il

      A volte vado spesso ad urinare mi capita qualche volta anche di notte…..però lamia minzione è abbondante e non ho problemi di restrizione infatti da una pelvica fatta sia prima che dopo aver urinato l,ecografo mi disse che non c,erano residui di urina nella vescica pero, nonostante tutto sono preoccupato anche perché la prostata risultava leggermente ingrossata……vorrei vista la sua disponibilità un suo nuovo parere!!!! Ringraziandola infinitamente…….

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      C’è sicuramente una leggera infiammazione, ma dati i controlli precedenti non sembra nulla di preoccupante; raccomando in ogni caso il parere del medico.

    4. Anonimo scrive il

      La ringrazio gentilissimo!!!ho già fissato per martedi un nuovo appuntamento con l,ecografo per controllo e subito dopo con l,urologo le farò sapere….Distinti Saluti

    Rispondi
  22. antonio scrive il

    Salve ho 39 anni …ho fatto analisi del sangue e il valore psa totale è di 7,15. Cosa significa? Grazie

    Rispondi
  23. G.P.D. scrive il

    Salve dottore ho 55 anni, dalle analisi appena sostenute è stato rilevato un valore del psa pari a 4.85, d’altronde non riscontro alcun problema a livello di dolori o urinario, ma tuttavia ho la pressione alta, quale porterebbe essere la natura del problema ? Potrebbe essere grave? Rischio un tumore?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Più probabilmente si tratta di prostata un po’ ingrossata, in ogni caso il medico farà i dovuti controlli.

    Rispondi
  24. Riky scrive il

    Primo psa dopo prostatectomia radicale
    Psa totale 0,06
    Psa libero 0,01
    Siamo nei limiti o no ?

    Rispondi
  25. Franco scrive il

    Ho 70 anni, ho bruciore durante la minzione, ho fatto sangue. color coca cola, quindici giorni fa insieme a coaguli di sangue.
    L’ urologo mi ha consigliato l’ esame del PSA.
    I risultati sono:
    PSA totale 1,22, PSA Libero 0,57 Rapporto Libero totale 0,47.
    Mi devo preoccupare della prostata oppure di qualche altro problema ( Vescica, Reni )
    Grazie per l’ attenzione

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La prostata sembra a posto, potrebbe essere un’infezione delle vie urinarie.

    Rispondi
  26. Rispondi
  27. rita scrive il

    Il Suo sito è fatto veramente molto bene, difatti l’ho memorizzato tra i miei preferiti. Il mio voto è OTTIMO.

    Rispondi
  28. Pi pistoia scrive il

    e se il valore del PSA è molto basso, come nel mio caso, a cosa puo essere dovuto?? Puó comportare problemi di erezione?

    Rispondi
  29. bruno scrive il

    buona sera dottore
    Volevo chiederle avendo un psa 5.19 , psa libero 0.93 ed un rapporto tra libero e totale 0.18 ed avendo effettuato circaa 12 mesi fa il marcatore PCA3 con score < 13 volevo chiedere un suo parere in merito
    grazie

    Rispondi
  30. Sandro scrive il

    Gentile Dottore, ho ritirato oggi i miei esami con i seguenti valori:
    PSA 5.87
    PSA Libero 1.85
    Rapporto fPSa/tPSa 0.32.
    Un anno fa, erano rispettivamente:
    3.94
    1.16
    0.29.

    Ho 52 anni, soffro di lieve ipertensione tenuta sotto controllo con 2.5mg/die di Triatec, non accuso sensazione di dolore nè di fastidi particolari, non soffro di necessità di minzione, sebbene, a volte, il flusso alla fine sia un po’ lento.

    Cosa mi consiglia di fare?

    Grazie anticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Visita urologica, per indagare le cause dell’aumento e del valore in sè (quasi 6 di totale è un po’ troppo per la sua età).

    Rispondi
  31. Giuseppe Palladino scrive il

    Buonasera dott volevo sapere se il mio psa-L antg. Prostatico spec Libero 0,31
    RAPPORTO PSA LIB. Psa tot 14.2
    Con riferimento. > 23
    Se mi devo preoccupare ho 50 anni
    E devo dire che faccio abbito di peperoncino Grazie

    1. vincenzo scrive il

      gentile dottore, ho 67 anni, 12 anni fa sono stato operato di ipertrofia prostatica benigna. Da allora tutto bene e anche adesso non mi posso lamentare. però nel corso di questi anni il psa sale anno per anno. All’ultimo controllo era do 3,4. Va bene cosi o devo approfondire.L’esplorazione rettale a detta dell’urologo è negativa. saluti Vincenzo

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      3.4 è ancora nella norma; l’urologo è tranquillo, giusto?

    3. Anonimo scrive il

      gentilissimo dottore ho 62 anni ho fatto il psa 3’56 volevo sapere se è nella norma grazie saluti

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È un po’ al limite, ma per l’età potrebbe essere considerato accettabile.

    Rispondi
  32. Vincenzo scrive il

    Si, lui sembra molto sicuro e convinto. La saluto e La ringrazio per la risposta pronta e direi molto professionalmente coscienziosa.

    Rispondi
  33. maria teresa 8 giugno 2014 alle 14.46 scrive il

    Gentile dottore,mio marito ha 74 anni, nei giorni scorsi ha avuto difficoltà ad urinare,il problema è stato risolto-stamane ha ritirate l’esame del psa il cui risultato è 5,95, c’è da preoccuparsi? La ringrazio e la saluto cordialmente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Con l’età di suo marito è normale avere una prostata un po’ ingrossata che potrebbe spiegare l’esito dell’esame; essendo comunque oltre al limite il medico suggerirà qualche piccolo approfondimento.

    Rispondi
  34. roberto scrive il

    Gentile dottore ho eseguito l esame con un psa 12,77 , l urologo mi ha prescritto una cura con proxona x un mese e gli ultimi 7 giorni con ciproxin 500 una volta al gìorno. Ho ripetuto il psa 9,07 .che ne pensa? Ho 77 anni

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È positivo il fatto che sia diminuito, anche se non siamo ancora nei limiti ottimali; è già fissata una nuova visita dall’urologo?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ottimo, in base all’esito della visita precedente (ed eventualmente di una nuova verifica) verrà deciso se continuare la terapia o se procedere ad ulteriori accertamenti.

    Rispondi
  35. l'infelice scrive il

    egr. dott.ho 72 anni ho fatto esami per la prostata perchè avevo un po di difficoltà quando urinavo. i risultati son i seguenti: PSA 4.07 ng/ml0.0.0-3.2
    PSA libero 1.04 Totale 0.25 devo preoccuparmi? grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      No, non deve preoccuparsi, ma va approfondito con il medico perchè potrebbe essere un po’ ingrossata.

    Rispondi
  36. Dani scrive il

    Salve dottore
    Ho 59 anni, PSA 4,4; PSA Libero 1,2 ; PSA Totale 27,0.
    Grazie in anticipo.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è una leggera ipertrofia benigna, ma il medico sarà più preciso.

    Rispondi
  37. wilbor scrive il

    Spett.dottore volevo chiederle delle informazioni
    mio padre a 72 anni e da diversi anni ha effettuato 4 biopsie prostatiche tutte negative e dre negative
    le chiedo negli ultimi 12 mesi il psa risulta in salita da 6,01 a 7.88 devo essere pessimista a credere in qualcosa di male?
    la ringrazio per il suo tempo

    1. wilbor scrive il

      Dottore buongiorno dimenticavo mio padre prende solo xatral10…
      buon lavoro

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non posso darle certezze ovviamente, ma le 4 biopsie permettono sicuramente un certo ottimismo.

    Rispondi
  38. Alfio Antonio scrive il

    Gentile dottore ho visto molta disponibilità a riguardo le sue risposte e la ringrazio anticipatamente. Ho 57 anni ho fatto le analisi del PSA totale x 2 volte. La prima l’ho fatta il 10/02/2014 e era 3,61 poi l’ho ripetuta il 14/05/2014 è stata 3,71. Non sento nessun fastidio al bagno vado in modo regolare in quanto il medico di base mi ha prescritto il LASIC x farmi svuotare sempre la vescica a seguito della pressione 150 – 90. la ringrazio x la sua gentilezza. Mi devo preoccupare di questo valore o sono nella media?

    Rispondi
  39. maurizio scrive il

    buongiorno ho 63 anni. ho bisogno frequente di urinare ed incontinenza. ho fatto esame Psa totale per 3 volte a distanza di 1 mese ed i valori sono sempre sopra 21-22.ho fatto ecografia pelvica con diagnosi di prostata ingrossata, disomogenea con piccole calcificazioni per esiti di prostatite. Vescica espansa con pareti ispessite da ipertrofia.ristagno di urina di 130 mm.non grossolane adenopatie lungo gli assi illiaci. fatto visita urologica con ispezione trans-rettale con risultato di prostata ingrossata bilobata, soffice, ben delimitabile, indolente. Cura iniziale prescritta: Alfusozina, Permixon, Topstar, Bactrim. Però i valori del Psa non scendono ed il problema della minzione permane.
    Molte grazie per la Sua opinione.

    1. Maurizio scrive il

      Il laboratorio di analisi mi ha comunicato per le 4 volte che ho fatto l’analisi del PSA totale, anche al mio medico curante che lo aveva chiesto espressamente, che quando il Psa totale supera il valore di 20 non viene mai eseguito l’analisi del PSA Free in quanto, secondo loro, il valore non avrebbe significato.
      La ringrazio per la Sua disponibilità.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Può essere che l’urologo chieda una biopsia per togliersi ogni dubbio.

    Rispondi
  40. Angelo scrive il

    Buonasera Dottore,
    Ho 50 anni e ho appena effettuato l’esame del psa con i seguenti valori:
    Psa ag specif. 1,190
    Psa free 0,26
    Sono un po preoccupato visto che in famiglia ho avuto mio padre con tumore alla prostata ed appena deceduto.
    Grazie.
    Un saluto.

    Rispondi
  41. angelo 67 anni scrive il

    salve dott. Cimurro.
    ho 67anni e ho appena effettuato l”esame del psa con il seguente valore 0,637
    mi devo proccupare
    grazie e tanti ALUTI,

    Rispondi
  42. Lucia scrive il

    Buonasera dottore,
    Mio marito ha fatto gli esami per individuare problemi alla prostata, in seguito a dolori e frequenti bisogni di urinare….
    L’esito mi ha lasciata perplessa, il PSA era 38….
    Che mi sa dire?? E’ grave e sicuramente da approfondire, ma c’è la speranza che nn si tratti di tumore??
    La ringrazio…

    Rispondi
  43. mariog scrive il

    Buonasera.
    Ho notato che la mia domanda è stata cancellata. La ringrazio comunque.
    Cordiali saluti

    Rispondi
  44. gio scrive il

    Sono un 44enne con problemi di famigliarità (padre) di tumore alla prostata (manifestatosi intorno ai 70 anni). Fino al 2012 il mio PSA é rimasto intorno a 2,8. In particolare nel dicembre 2012 avevo i seguenti valori: PSA 2,84, rapporto fra PSA free/PSA tot 0,19. Precedentemente nel 2010 era 2,87 con rapporto PSA free/PSAtot 0,20. Nei primi mesi del 2013 ho avuto una uretrite molto fastidiosa curata con alcuni antibiotici. Finita la terapia antibiotica e dopo aver preso per un periodo Cystoman 100 (integratore a base di cranberry, d-mannosio, vitamina C), ho rifatto il PSA e ho trovato i seguenti valori: PSA 4,05 e PSA free/PSA tot 0,18. L’urologo mi ha detto di fare 2-3 mesi di Permixon 1 volta al giorno e di rifare il PSA che é risultato 3,6. E’ una situazione preoccupante?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra un po’ di ipertrofia prostatica benigna, ma ovviamente data la famigliarità fa bene a seguire con attenzione l’evoluzione del problema.

    Rispondi
  45. Seve scrive il

    Buongiorno dottore, ho 55 anni e mi sono sottoposto ad esame del psa perché di notte quando facevo pipì anche se sentivo la necessità di farla, stentava ad uscire e/o all’inizio usciva piano piano. Dall’esame risulta il PSA totale 2,12- PSA libero. 0,40 – rapporto libero/totale 18,87. Cosa ne pensa

    Rispondi
  46. Antonio, Genova scrive il

    Buongiorno dottore, ho 53 anni e mi sono sottoposto per la prima volta ad esami del PSA. Questi i risultati: PSA 3,41 – PSA libero 0,36 – Rapporto PSA libero/PSA totale – 10. Cosa ne pensa? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Valori così-così, per la sua età; ha qualche disturbo?

    Rispondi
  47. Gianmarco scrive il

    Caro dottore, ho quasi 48 anni è soffro di poliglobulia vera di tanto in tanto faccio la terapia (salassi) ,in un esame di rutin ho riscontrato il PSA totale a 2,41 considerando che circa 10 anni fa ho sofferta di una forma di prostatite acuta curata con antibiotici , negli ultimi periodi o avuto problemi a urinare facendone poca e spesso per questo problema ogni tanto faccio una settimana di Alfuzosina .Cosa mi consiglia.
    L a ringrazio per la sua risposta.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Alfuzosina è stata consigliata dal medico? Diagnosi di ipertrofia prostatica benigna?

    Rispondi
  48. Giamarco scrive il

    Si l’Alfuzosina e stata consigliata mal medico, ma per i valori del PSA mi devo preoccupare. Grazie dottore

    Rispondi
  49. Maurizio scrive il

    Buona sera dottore, ho effettuato esami per un controllo ed ho il psa5,87 età 59 anni le precedenti analisi di circa un anno fa davano2,87 sono un po’ preoccupato grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è solo una prostata un po’ ingrossata, ma è opportuno accertarsene con l’aiuto del medico.

    Rispondi
  50. wilbor scrive il

    Spett.dottore
    a seguito di un precedente contatto fatto nel mese di luglio mio padre visitato. dal suo urologo gli ha prescritto una biopsy saturation che ha differenza delle 4precedenti viene effettuata con altre procedure.le chiedo con grande cortesia sono davvero preoccupato… Può darmi qualche delucidazione in merito visto che mio padre a un limite basso di sopportazione del dolore cosa mi consiglia…la ringrazio ele auguro buon lavoro

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La procedura consiste in un aumentato numero di prelievi, che permette una maggior precisione nella diagnosi; comprendo la preoccupazione, ma ritengo che verranno usate adeguate forme di analgesia (e anestesia) per rendere sopportabile l’esame.

    Rispondi
  51. Franco scrive il

    in cura da 5- 6 anni di ipb i valori rimangono invariati psa 5,2 libero 0.63 rapporto 12.1 ho 58 anni
    non ho disturbi
    sono in cura con Alfusozina da 6 mesi perchè avevo problemi a svuotare la vescica
    ora va bene ma … la preoccupazione c’è sempre

    Rispondi
  52. stefano scrive il

    Buongiorno dottore, ho fatto l’esame del PSA x un controllo di routine, il valore è 1,84. Ho quasi 52 anni…..cosa ne pensa ?….la ringrazio anticipatamente !

    Rispondi
  53. francesca scrive il

    Mio padre, ha 52 anni dal risultato è emerso psa tolate 3.090, psa lib3ro 0.31 , mentre il psa libero/ psa Tolale è 10.. è preoccupante come situazione?

    1. francesca scrive il

      nessuno…20 giornifa ha effettuato altri esami..dove il primo valore del psa totale era 3.050 ,psa libero 0.30,e il rapporto 9.8 ( il rapporto è significativo solo per valori di psa totale compresi tra 2.5 e 10 ug/L). ha effettuato anche la visita rettale e in apparenza era tutto ok…ha ripetuto gli esami ed è emerso questo: emerso psa tolate 3.090, psa lib3ro 0.31 , mentre il psa libero/ psa Tolale è 10.. premetto che il fratello di mio padre ha avuto un tumore alla prostata,,,,questo valore basso del rapporto è cosi preoccupante? comunque giovedi ha nuovamente la visita dall’urologo

      Grazie mille per la sua disponibilità

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Può essere che data la famigliarità lo specialista opti per qualche approfondimento, ma è importante ricordare che il rapporto fornisce solo una vaga indicazione su quella che potrebbe essere la diagnosi e non è MAI vincolante.

    Rispondi
  54. carlo scrive il

    buonasera .ho 47 anni e in seguito ad un prostatite ho effettuato una ecografia pelvi nella quale e risutata la prostata di dimensioni 49mm,x37 ,ecostruttura omogenea . il psa 3.13.Dopo cura con antibiotici levoxacin per una settimana il psa e diminiuito a 2.74 . cosa pensare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra che la prostata abbia risposto alla cura, a conferma della bontà della diagnosi.

    Rispondi
  55. claudio scrive il

    Buonasera Dottore , ho fatto esami PSA e risulta 6,87 – libero 0,15 -rapporto libero/totale 2, cosa mi dice? ho già fissato una visita Urologica
    per prossima settimana.

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente è un’ipertrofia benigna, ma è corretto e doveroso verificare.

    Rispondi
  56. wilbor scrive il

    Dottore buonasera
    la contatto per comunicarle il risultato della saturation biopsy di mio padre,purtroppo esito positivo”adenocarcinoma di settimo grado”.l’urologo ci ha fissato un appuntamento per venerdì sottolineato che ci sono mille ipotesi di intervento…fermo restando che papà ha72 anni io riesco a pensare solo cose non buone lei crede realmente che il cancro alla prostata sia diverso dagli altri.
    grazie per il lavoro che fate nei momenti più brutti un servizio come il vostro e davvero incoraggiante!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace davvero per l’infausta notizia ma, comprendendo quello che sta pensando in questo momento, mi permetto di risponderle con un numero che spero possa contribuire a vedere il problema con occhi diversi.

      Secondo statistiche americane, più o meno in linea con le nostre, la sopravvivenza a 5 anni relativa ai tumori alla prostata è pari al 98.9%,

      http://seer.cancer.gov/statfacts/html/prost.html

      questo significa che è un tumore che si può sconfiggere.

      Mi tenga al corrente.

    Rispondi
  57. Sergio scrive il

    salve o ritirato esami o 54 anni ..psa 3.75 Psa frazione libera 0.97. Rapporto psa libero / totale 0.26 .. O minzione debole , ma non altri disturbi ( e sera prima esami o praticato ginnastica da camera ) letto che la cosa può alzare il psa. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È un po’ elevato per la sua età, raccomando una visita urologica; probabilmente di tratta di un leggero ingrossamento della prostata, ma va verificato.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie x risposta … Su consiglio del medico rifacciamo esami tra 2 mesi ( prima di esami prenderò antinfiammatori ( letto su internet che se la prostata e solo infiammata il psa dovrebbe scendere ) nel caso di nessun cambiamento andrò urologo ….

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non assumerei farmaci non prescritti, il rischio è di mascherare la situazione.

    Rispondi
  58. Dan scrive il

    Buongiorno ,mio padre ha 76 anni,l’anno scorso a causa di un psa totale di 3,1 ca ( purtroppo ora non ho con me i valore esatto) ci è stato consigliato di fare dei controlli ulteriori per sicurezza. Dall’ecografia è risultata la presenza di un nodulo che i medici dopo un esame bioptico hanno definito “grigio” nel senso che è una probabile lesione pretumorale di cui non è possibile prevedere al momento l’evoluzione.Ci è stato consigliato quindi di monitorare con esami a scadenze temporali il PSA e il PSA ratio.Inoltre hanno somministrato una terapia a base di capsule di Avodart. Il penultimo esame aveva rilevato un PSA di 3.95 e una PSA rato di 24.076(senza terapia,il PSA tot era aumentato, ma ci hanno detto in odo non preoccupante.)Oggi abbiamo ritirato le nuove analisi e il PSA tot è sceso a 1,33, ma anche il PSA ratio è sceso a 21.654.Quest’ultimo valore che decresce mi preoccupa molto.
    Secondo il protocollo che ci è stato indicato,comunque anche in condizione di insorgenza di una neoplasia non è previsto un intervento.Le chiederei un suo parere
    grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quando il PSA totale è nella norma il ratio perde di significato, quindi non si preoccupi di quella diminuzione.

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Visita urologica, ma senza panico, probabilmente è un po’ normale ipertrofia prostatica benigna.

    Rispondi
  59. Naza scrive il

    Salve, sono quello di prima le volevo dire anche che le altre volte e stato intorno ai 4,5 4,6 e prendo le compresse xatral 10mg, ma come le dicevo ora è a 6,15. Vado in bagno con un pò di difficolta e qualche volta ho un pò di bruciore.Cosa mi consiglia?

    Rispondi
  60. paolo donato scrive il

    Mio padre ha 77 anni a avuto un tumore maglinio alla prostata , li hanno fatto una radioterapia perché non potevano operarlo perché a l insufficenza
    renale di media gravita , ora a rifatto il PSA il valore e di 2,65 mi devo allarmare di nuovo .
    Mi puo gentilmente in merito darci delle risposte grazie .

    Rispondi
  61. Rispondi
  62. wilbor scrive il

    Buongiorno dottore
    ieri mattina ho ricevuto la risposta tac Total-body esito negativo…giovedì Papà dovrà effettuare la scintigrafia ossea e questa mi mette in panico!infine se questo esame darà esito buono il mio urologo secondo lei fa bene come prima opzione mettere in considerazione di operarlo perché in realtà io questo spero ma lui(l’urologo)mi ha detto non vi preoccupate più volte abbiamo mille armi per lottare quindi se papà attualmente a parte un sintomo dice di sentire come una pallina nell’inguine in realtà tiene una leucocitosi come posso fare ad insistere per un operazione!!
    grazie per la sua attenzione

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si fidi dello specialista, è la figura più adatta a valutare il percorso migliore per il suo papà.

    Rispondi
  63. Giuseppe Ferrara scrive il

    Buongiorno Dottore,
    ho 53 anni e dalle ultime analisi sono risultati i seguenti valori:
    Psa 2,89 (un anno fa era 0,90)
    Psa libero 0,54
    Rapporto Psa /Psa libero 0,19
    Da circa un mese ho un leggero fastidio al perineo e mi alzo un paio di volte la notte per urinare. Sono un pò preoccupato dell’aumento elevato del Psa. Aggiungo che 24 ore prima del prelievo del sangue ho corso per circa dieci Km e giocato a tennis.
    Che cosa ne pensa? Devo sottopormi a una visita urologica?
    Grazie. Saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Inizialmente può essere sufficiente il parere del medico di base, ma probabilmente sarà una leggera ipertrofia benigna.

    Rispondi
  64. CRISTINA scrive il

    Buongiorno, mio marito ,anni 67, ha fatto gli esami per la prostata con i risultati che Le trascrivo:
    PSA libero/PSA totale 6 %
    S-PSA totale 9.3 ng/mL
    E’ la prima volta che effettua questi esami e vorrei chiederLe un parere,precisando anche che urina molto spesso (ogni 2.3 ore) senza pero’ aver dolori al riguardo.
    La ringrazio tanto ,cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Indispensabile una valutazione specialistica (urologo); potrebbe essere la prostata solo un po’ ingrossata, ma va verificato.

    Rispondi
  65. wilbor scrive il

    Dott. buonasera
    a seguito della biopsia mio padre a contratto un orchite il medico di p.s. Gli ha prescritto nebicina,omeprazol e finasteride ma avevano pareri contrari tra di loro visto che papà ha il glucosio 190. Secondo lei è pericoloso dargli il cortisone.
    grazie

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Se si riuscisse ad evitare sarebbe preferibile con una glicemia così scompensata, ma molto dipende da quanto l’urologo lo ritiene necessario ai fini della guarigione.

    Rispondi
  66. Francesco scrive il

    Dott. buonasera
    Ho 67 anni, Un’anno fa ho eseguito l’esame s-P.S.A. e il valore era 0.78. Ieri 2/10 ho rifatto l’esame e il valore è salito a 6,23. E preoccupante? Premetto che assumo Amiodarone cloridrato, Coumadin cardioaspirin Inegy 10mg/20mg. inoltre fino ad una settima fa ho preso degli antibiotici per una bronchite.
    La ringrazio. Saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Più che preoccupante da valutare, potrebbe essere una leggera prostatite.

    Rispondi
  67. Leonardo scrive il

    Dott volevo sapere da lei visto che mio padre ha un carcinoma prostatico ho fatto un ecografia ed è risultato prostata di normali
    Dimensioni ad ecostruttura disomogenea per la presenza di area adenomatosa di 20 ho ritirato le analisi il pap 2,32 psa free 0,83 psa libero 0,51 rapporto psa tot psa lib 0,61 tra una sett devo fare una eco transerettale e visita urologica dai risultati volevo sapere da lei se mi devo proccupare grazie mille

    Rispondi
  68. wilbor scrive il

    Spett.dott
    volevo chiederle una grande gentilezza,mio padre sulla biopsia di 24frustoli 3 sono risultati positivi…
    il primo 3+4grado7, il secondo e terzo grado 6,3+3gleason…e un paio di focolai di pin di alto grado.tac e scintigrafia negativa.
    ora le chiedo con il cuore spezzato essendo che gli esami strumentali sono negativi sono andato carico di speranza per l’operazione ma l’urologo dice ormonoterapia e radio ati molto confuso forse il problema di papà non ha metastasi ma é infiltrato.dott non so come ringraziarla!!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Temo che il messaggio non sia arrivato intero e non ho capito la domanda.

    Rispondi
  69. wilbor scrive il

    Dott.scusatemi
    intendevo che gli esami strumentali sono entrambi negativi e quindi con i valori che ho elencato della biopsia volevo capire perché prediligere la radio al posto della operazione?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente perchè lo specialista desidera se possibile salvare la ghiandola, per avere una miglior qualità di vita in seguito.

    Rispondi
  70. wilbor scrive il

    Dott buongiorno
    salvando la ghiandola non è possibile che si riduce la percentuale di visto che la radio se ci sono recidive si abbassa la qualità di vita l

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Premesso che sto ovviamente andando ad intuito, non conoscendo il parere dello specialista, la volontà credo che sia di risolvere definitivamente senza asportare la ghiandola e salvaguardandone ovviamente le funzioni.

    Rispondi
  71. GIOVANNI scrive il

    BUONGIORNO DOTTORE, TUTTI GLI ANNI ESEGUO ANALISI DI CONTROLLO, IERI HO RITIRATO NUOVI ESAMI ,
    RISULTATO P.S.A. PROSTATE 3,51 P.S.A . FREE 0,43 P.S.A. LIBERO/LEGATO 12,25, HO NECESSITA’ DI ORINARE
    MOLTO SPESSO, NON ACCUSO NESSUN DOLORE.
    DA MOLTI ANNI CHE CURO UNA LEGGERA IPERTENSIONE CON RAMIPRIL,SINVASTATINA, CARDIOASPIRINA.
    HO 69 ANNI, ALTO 1,80, PESO 80 KG, NON FUMO, NON FACCIO USO DI ALCOLICI, MAI INGERITO DROGHE,
    SOLO NEL PERIODO PRIMAVERA -ESTATE, FACCIO ATTIVITA’ SPORTIVA DI CICLISMO, IN MEDIA 200 KM ALLA SETTIMANA
    MI ALIMENTO IN MODO CORRETTO. LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER IL SUO PARERE, SALUTI BUON LAVORO Giovanni.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere un po’ di ipertrofia, sarebbe del tutto normale alla sua età, ma ovviamente le raccomando di verificarlo con il medico.

    Rispondi
  72. Paolo scrive il

    Egregio dottore, buona sera. Ho 51 anni e Le faccio una cronistoria degli ultimi valori del PSA:

    gennaio 2012: PSA totale 2,288
    aprile 2013: PSA totale 2,4 ; PSA libero non significativo
    febbraio 2014: PSA totale 3,2 ; PSA libero 25
    Ottobre 2014: PSA totale 4,4 ; PSA libero 23

    Mannaggia continua a crescere, il mio papà che da un paio di anni sta combattendo con un tumore alla prostata….
    Preoccupato ed in attesa di capire cosa fare, porgo i miei più cordiali saluti,

    1. paolo scrive il

      Ho tralasciato di dirle inoltre che tramite ecografia mi hanno diagnosticato che la prostata è ingrandita (DT55mm; DL43mm) con la presenza in sede craniale di un adenoma di 40mm circa. Cosa mi consiglia? Grazie mille…

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il secondo valore è il rapporto tra PSA libero e totale, giusto?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra solo la prostata un po’ ingrossata/infiammata, ma la famigliarità indurrà probabilmente il medico a qualche approfondimento.

    Rispondi
  73. renato scrive il

    Egregio Dottore volevo un parere ,ci siamo sentiti a gennaio 2014.avevo il PSA con valori 3,71 sono andato fare una visita da urologo mi ha detto che era un po di infiamazzione e mi ha consigliato Idiprost x due mesi e rifare le analisi .le ho rifatte i valori sono andati 2,98.a distanza di 6 mesi le ho rifatte e i valori sono tornati a 3,81 .psa libero 0,705 rapporto psa libero totale 18,5 .cosa mi consiglia di fare la ringrazioanticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Rifarei il punto con il medico di base, probabilmente le verrà suggerito di continuare con la stessa cura.

    Rispondi
  74. Marco scrive il

    Egregio dottore, Buon giorno.
    Ho 30 anni e ho trovato i valori 0.95 di lato c’è scritto ng\ml 0.00 – 3.00
    Cosa vuol dire ? sono nella norma ?

    Rispondi
  75. Roberto scrive il

    Buona s’era dottore da 1 anno che o problema rettale oggi o fatto l’esame del PSA 045 o 62 anni

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sembra ottimo, ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

    2. ANTONIO 22 ottobre 2014 scrive il

      Ho 68 anni, trascorsi circa 3 anni da brachiterapia, il valore in continua crescita ora psa totale 2,7
      sono molto preoccupato. grazie

    Rispondi
  76. tiziana scrive il

    buonasera Dottore volevo chiedere, sto prendendo antibiotico x cistite Ciproxin 500 mg fino a venerdi 24-10-14 ,il problema e.che il giorno in qui smetto di prendere questo antibiotico, lo stesso giorno dovrei assumere anche un altro antibiotico xche lo stesso giorno devo fare impiantologia dentaria questo antibiotico si chiama Amoxicillina Ratiopharm volevo un consiglio puo essere compatibile con lo stesso di prima ,dovrei iniziare proprio il 24-10.2014 quello stesso giorno dovrei prenderne praticamente due. dopo andrei avanti x qualche giorno con il secondo antibiotico. la ringrazio anticipamente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è un grosso problema, ma raccomando fermenti lattici ed eventuale vitamine.

    Rispondi
  77. Gianmario scrive il

    Buona sera Dottore
    Ho 45 anni e dopo un ecografia per via di calcoli renali mi ė stato diagnosticato l ingrossamento della prostata.
    Ho fatto di seguito molti esami del spa con valori che variano da 9 a 13, l ultimo ė 11.
    Ho fatto biopsia( che dolore) dieci aghi tutto negativo.Adesso dovrei fare un nuovo Spa e se ė di nuovo alto, l urologo suggerisce biopsia 20 aghi.
    Che ne pensa?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non mi sento di esprimere giudizi in quando non so cosa sia emerso durante la visita; potrebbe eventualmente provare a sentire un secondo specialista.

    Rispondi

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.