Link sponsorizzati

Valori Normali

  • ALT (Fonte: Mayo)
    • Uomini 7-55 U/l
    • Donne 7-45 U/l
  • AST (Fonte: Mayo)
    • Uomini 1-13 anni: 8-60 U/l
    • Uomini adulti: 8-48 U/l
    • Donne 1-13 anni: 8-50 U/l
    • Donne adulte: 8-43 U/l

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Le transaminasi sono enzimi deputati a catalizzare reazioni biochimiche sugli amminoacidi; pur essendo una famiglia decisamente numerosa, i più utilizzati in medicina sono due

  • alanina aminotransferasi (ALT), chiamata anche glutammato-piruvato transaminasi (GPT).
  • aspartato aminotransferasi (AST), anche conosciuta come glutammato-ossalacetato transaminasi (GOT),

Entrambi sono presenti soprattutto nel fegato e solo in tracce nel sangue, ma in caso di danni epatici la loro concentrazione nel torrente circolatorio aumenta in modo significativo.

L’aumento della quantità degli enzimi epatici spesso emerge durante analisi del sangue di routine, ma nella maggior parte dei casi i livelli sono solo lievemente e temporaneamente elevati, non associati cioè a situazioni preoccupanti.

Interpretazione

In condizioni di salute ALT è in concentrazione minore di AST, mentre in caso di danno epatico la prima transaminasi diventa pari o superiore alla seconda (fanno eccezione malattie dovute all'alcool, cirrosi e tumori). Se AST è il doppio o più di ALT è probabile che il danno sia causato dall'abuso di alcool.

Un valore di AST elevato in presenza di un valore normale di ALT indica un fegato sano ed un danno in un organo diverso od emolisi.

ALT (GPT)

ALT è presente principalmente nelle cellule epatiche (del fegato). Durante un'epatite virale ed altre forme di malattia epatica i livelli nel sangue iniziano ad aumentare anche prima della comparsa dei segni clinici e dei sintomi della malattia.

Anche le concentrazioni di AST superano i valori normali diventando alti, ma ALT è un enzima epatico più specifico (proviene quasi esclusivamente dal fegato) ed i cui valori persistono più a lungo.

I valori sono considerati davvero preoccupanti quando superano di almeno 10 volte i valori normali, ma possono raggiungere concentrazioni anche 100 volte superiori.

AST (GOT)

L'aspartato aminotransferasi (AST) si trova in alte concentrazioni nel fegato, cuore, muscoli e reni; valori alti possono essere riscontrati anche in caso di infarto, oltre che di danni al fegato.

I valori sono considerati davvero preoccupanti quando superano di almeno 10 volte i valori normali, ma possono raggiungere concentrazioni anche 100 volte superiori.

Valori superiore di circa due volte ai limiti normali potrebbero indicare un problema ostruttivo.

I livelli di AST iniziano ad aumentare prima della comparsa dei segni e sintomi clinici di malattia. Incrementi da cinque a dieci volte i valori normali di entrambe le transaminasi (GOT e GPT) si verificano in pazienti con carcinoma primario o metastatico del fegato, con AST di solito maggiore di ALT, anche se purtroppo i valori sono spesso normali nelle prime fasi di infiltrazione maligna del fegato.

Valori Bassi

  • Beriberi
  • Chetoacidosi diabetica
  • Emodialisi
  • Gravidanza
  • Uremia

Valori Alti

  • Cirrosi
  • Colestasi
  • Distrofia muscolare
  • Eclampsia
  • Emolisi
  • Epatite
  • Gangrena
  • Infarto
  • Infarto polmonare
  • Infiammazione muscolare
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Ipertermia maligna
  • Ischemia epatica
  • Malattie renali
  • Metastasi fegato
  • Metastasi ossee
  • Mononucleosi
  • Necrosi del fegato
  • Obesità
  • Ostruzione biliare
  • Pancreatite
  • Shock
  • Sindrome di Reye
  • Trauma
  • Trauma cranico
  • Tumore al fegato
  • Tumore alla prostata
  • Ustioni

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Molti farmaci possono essere causa di aumento dei valori, per la loro più o meno leggera azione epatotossica.

Anche il consumo frequenti di pasti presso i fast-food può essere causa di aumento dei valori.

La gravidanza può invece far diminuire i valori di AST.

Quando viene richiesto l'esame

L'esame può essere richiesto come screening, in caso di sospetto di malattia al fegato:

  • ittero,
  • affaticamento,
  • nausea,
  • vomito,
  • urine scure,
  • feci di colore pallido,
  • prurito,
  • ascite,
  • disturbi mentali,
  • abuso di alcool,
  • overdose di paracetamolo (Tachipirina®),
  • storia familiare di malattie del fegato,
  • esposizione al virus dell'epatite.

oppure per monitorare l'andamento di una malattia già diagnosticata, ad esempio:

  • uso di farmaci potenzialmente epatotossici,
  • epatite,
  • malattie del fegato indotte da alcol,
  • cirrosi,
  • steatosi epatica,
  • insufficienza epatica,
  • emocromatosi.

Preparazione richiesta

Non è richiesta alcuna preparazione specifica.

Altre informazioni

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. chicca scrive il

    Buongiorno,
    dopo il concepimento ho riscontrato valori di GOT = 53 (valore riferimento <40) e GPT = 47 (valore di riferimento <40).

    devo preoccuparmi? potrebbe essere legato al fatto che ho dolori per sforzi muscolari?
    grzie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, probabilmente le verrà consigliato solo di ripeterle dopo qualche settimana.

    Rispondi
  2. nicola scrive il

    Buonasera,
    ho riscontrato nelle ultime analisi un valore di ALT 50 (RIF. 7-40), AST 29 (rif. 10-40) e colesterolo totale 239. Sono valori da preoccuparsi e chiedere ausili per approfondimenti?.

    Grazie

    Rispondi
  3. nicola scrive il

    Dimenticavo dottore,
    l’ FT3 il valore è 4.17 la soglia massima risulta 4.00

    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono da Pronto Soccorso, ma meritano sicuramente di essere segnalati al medico e discussi con lui.

    Rispondi
  4. vittorio scrive il

    (AST/GOT) aspartato aminotrasferasi 19 UI/L <35
    alanina aminotrasferasi (ALT/GPT) 22 UI/L <45
    gammaglutamintranspeptidasi 34 UL 5-55

    VORREI SOLO SAPERE SE SONO IN BUONE CONDIZIONI SONO UN PO PREOCCUPATO GRAZIE MILLE.

    Rispondi
  5. vittorio scrive il

    salve vorrei sapere se questi valori devo migliorarli ancora?
    COLESTEROLO 177 <200

    COLESTEROLO HDL 35 < 40

    COLESTEROLO LDL 124 <100 / 159 valore limite

    TRIGLICERIDI 85<150

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’ideale sarebbe avere i valori HDL un po’ più alti e quelli LDL un po’ più bassi.

    Rispondi
  6. Ally scrive il

    Buongiorno, in gravidanza 31sett+2gg, le scrivo un pò di valori sballati nelle mie analisi così lei mi dice che ne pensa…
    Leucociti 11,06 (4,0-10,0)
    Hb 11,8 (12,5-16,0)
    Neutrofili 77,80 (45,00-75,00)
    Linfociti 14,7 (20,0-45,0)
    Neutrofili 9,04 (1,90-8,00)
    AST GOT 12 (15-48)
    ALT GPT 9 (10-40)

    Grazie mille!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Da sottoporre ovviamente al ginecologo, ma potrebbero essere tutte variazioni non preoccupanti e legate alla gravidanza.

    Rispondi
  7. Ally scrive il

    ok grazie!il ginecologo lo vedo il 13.
    le volevo chiedere un’altra cosa, mi misuro la glicemia con la macchinetta per una sospetta intolleranza glicemica…ma come è possibile che dopo un’ora dalla cena ho 91 (e dovrei avere sotto i 130 quindi ok) e poi vado a dormire e dopo 8 ore di digiuno la mattina seguente ho 105? (che non va bene perchè dovrei avere sotto i 90)
    non so se è solo un caso, sono solo 3 giorni che mi misuro (6volte al giorno) e non ho mai avuto un valore sopra i 92…però non lo so, mi è sembrato strano…
    Grazie!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente c’è una buona risposta di insulina dopo il pasto, ma poi durante la notte la glicemia basale tende ad alzarsi; è un po’ il motivo per cui in alcune donne il diabete gestazionale viene diagnosticato anche con il solo valore basale fuori norma, anche se i due seguenti della curva sono buoni.

    Rispondi
  8. adriano scrive il

    ho ritirato gli esami del sangue perche devo passare la commissione per la patente .. ho tutto nella norma meno che 2 esami gli esami sono : alt transaminasi alaninica 42 – e gamma glutamil traspeptidasi a 57 – vorrei sapere se passerò la commissione per la patente –grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma non conosco gli eventuali limiti previsti.

    Rispondi
  9. Gaetano scrive il

    Buonasera Dottore , ho 49 anni e i miei valori di AST/GOT sono di 21 ( 1-37 ) , mentre l’ALT/GTP è DI 41 ( 1-40 ) . . La mia dottoressa mi ha detto che non c’è niente di preoccupante , ma su questo sito ho letto che quando ” quando ALT è pari o superiore ad ALT c’è un danno epatico . Le dispiacerebbe darmi un suo parere per favore . Grazie .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Condivido il parere del suo medico, i valori sono perfettamente nella norma.

    Rispondi
  10. Rino scrive il

    Buonasera Dottore, ho 61 anni ed i valori delle transaminasi sono GOT = 80 invece le GPT = 38; il colesterolo totale è 276, il colesterolo HDL è 40, il colesterolo LDL è 212 mentre i trigliceridi sono 118. Tutti gli altri valori sono normalissimi. Gentilmente potrebbe darmi un suo parere, Le sarei molto grato. Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Valori di riferimento delle transaminasi (GOT e GPT)?

    Rispondi
  11. omar scrive il

    Buona sera dottore dalle ultime analisi sono uscite questi valori di transaminasi le got (ast) sono 27 vn (0-40)invece le gpt (alt) sono 30 vn (0-40)volevo farle questa domanda,le alt non dovrebbero essere più basse delle ast?forse c’è qualche problemino al fegato? Aspetto una sua risposta buona serata

    Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso è tutto OK, ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

    Rispondi
  12. laura scrive il

    Salve Dottore, mi hanno prescritto aisoskin per guarire dall’acne e le ho iniziate il 1 aprile 2015.
    Prima del farmaco le mie analisi risultavano tutte nella norma(trigliceridi e transaminasi).Dopo soli venti giorni ho rifatto le analisi proprio stanotte al pronto soccorso indicando che le transaminasi sono arrivate a 67. Il massimo è 45. Secondo la cura dovrei continuare a prenderlo almeno fino a che finisce il mese di Aprilre per poi rifare nuove analisi per controllare i valori e vedere se continuare o meno questa cura(aisoskin). Secondo lei devo sospendere assolutamente per far calare le mie transaminasi subito? o se dovessi continuare in questi rimanenti 10 giorni e se continuerebbero ad alzarsi a causa del farmaco che sto prendendo, rischierei di danneggiare irreversabilmente il mio fegato?le devo assolutamente far calare subito o posso aspettare 10 giorni?che mi consiglia? il mio fegato può sopportare questo medicinale per altri 10 giorni con un valore già
    raggiunto di 67 transaminasi?

    1. Anonimo scrive il

      Perché oltretutto domenica sono dovuta andare al pronto soccorso perché mi sono venute da pochi giorni delle chiazze di bolle sulla zona costale che sono risultate essere lo sfogo di Sant’Antonio (herpes zoster)! Con l occasione facendomi le analisi hanno scoperto questo valore sballato.. Solo che lì per lì i medici del pronto soccorso mi hanno detto sospendilo per far abbassare i valori mentre il professore che mi segue mi dice di continuare fino alla fine del mese e poi tifare analisi..: che devo fare secondo lei? A chi devo dare retta secondo lei?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il valore non è elevatissimo, può a mio parere attenersi alle indicazioni dello specialista.

    Rispondi
  13. Rispondi
  14. Mauro scrive il

    Buongiorno.

    Volevo sapere se per caso un’ attività aerobica, 50 minuti circa di camminata vigorosa a frequenza cardiaca sui 120-130 BPM, eseguita 24 ore prima
    di eseguire gli esami può alterare i valori di ALT e AST.

    La ringrazio.

    Rispondi
  15. Mauro scrive il

    Ho appena ricevuto gli esami.
    ALT 21 (FINO A 40)
    AST 32 (FINO A 40)

    Evidentemente non influisce questo tipo di attività fisica.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, probabilmente potrebbe influenzarli leggermente, ma in ogni caso sono risultati ottimi.

    Rispondi
  16. Mauro scrive il

    Buonasera

    Aprofitto ancora della sua cortesia per chiederle un’ altra cosa.
    Gli esami che ho ricevuto sono tutti nella norma quindi va tutto bene.
    Tuttavia ho due perplessità.

    COLESTEROLO TOTALE 181 ( FINO A 200)
    LDL 123 (DA 50 A 150)
    HDL 36 ( > 35 )

    MCV 96 ( DA 80 A 97)
    MCH 32,4 ( DA 27 A 33 )
    MCHC 33,7 ( DA 31 A 37)

    Perchè l’HDL così basso?
    MCV E MCH border line, cosa indicano questI parametrI?

    Consideri che vengo da un calo di peso di circa 13KG in 15 settimane (regime alimentare controllato e attività fisica).
    Pochi grassi animali, quasi niente dolci, poco pane, pasta in quantit moderata, niente alcolici e purtroppo 4-5 sigarette al giorno ( prima erano 10-12).
    Ho ancora da perdere diversi chili ( sono 188 cm per 95 KG).

    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Probabilmente ci sono margini di miglioramento sull’alimentazione; essendo a dieta i grassi sono tutti molto limitati, ma una volta raggiunto il peso forma potrà puntare sui grassi polinsaturi (pesce azzurro, frutta secca a guscio, …) e vedere così alzarsi l’HDL e scendere sotto i 100 l’LDL.
      2. Su questo sito trova le spiegazioni di entrambi, ma nel suo caso sono assolutamente trascurabili.

    Rispondi
  17. alessandro scrive il

    controllodi rutine ..prendo da 12 anni citalopram
    gtt 60 riferimento 5-55
    ast 47 riferimento 5-35
    alt 66 riferimento 5-45
    sono tutti piu alti e’preoccupante o siccome e’ di pocosi puo stare sereni ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Diciamo che non sembra nulla di grave, ma fare finta di nulla non è corretto perchè sono sicuramente indicativi di qualcosa (potrebbe essere anche solo una dieta non corretta, ma sarà il medico a stabilirlo, non è escluso che il farmaco possa influire).

    Rispondi
  18. Angela scrive il

    Buongiorno dottore…
    Allora mio marito aveva la febbre di 39,4 sono andata in farmacia e ho chiesto qualcosa per la febbre che non sia il tacchiperina… e mi hanno dato antibiotici però lui e allergico a pinicilina e quando ha preso un antibiotico la febbre si alzava di più… poi ha vuomitato e stava bene …. poi alla sera ha preso di nuovo l’antibiotico e di nuovo si alzava di più la febbre e ha vuomitato di nuovo… poi ho visto che quel antibiotico era proprio pinicilina… e dopo una settimana si e rialzzata di nuovo la febbre siamo andati al pronto socorsso i gli hanno fato un esame al sanguee i rezultati che non vano bene sono :
    GOT 59 H U/l 4-40
    GPT 52 H U/l 4-40
    proteina C – reattiva 8 H mg/dl 0,00 – 0,50
    Globuli rossi 5,98 H 10 ^ 6/ul 4,50 – 5,90
    piastrine 78 L 10 ^ 3/ul 150 -400

    adesso prende solo tachiperina e sta bene … non ha piu la febbre… può essere perche ha preso quel antibiotico che era allergico … sono un pò spaventata … se mi puo dire qualcosa perfavore….

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Una reazione allergica non causa febbre, ma altri sintomi come orticaria, prurito, …
      Probabilmente si è trattata di una forma virale che si sta risolvendo da sola; dal Pronto Soccorso cosa hanno prescritto?

    2. Anonimo scrive il

      Allora perchè mio marito non e ancora residente cui in italia non gli hanno prescrito i antibiotici …. ha detto solo di prendere tachiperina 1000 mg ogni 8 ore e di bere acqua almeno 2 litri al giorno… e questi 2 giorni sta bene non ha febbre e ha la tosse però pochissima…
      però io non riesco a calmarmi dai resultati può essere qulcosa che non va bene…

    3. Anonimo scrive il

      perchè li mi hanno chiesto se ha avuto i problemi con il fegato se beve alcol …. però lui non ha mai avuto i problemi con il fegato e non beve alcol ne fuma…

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Non hanno prescritto antibiotici perchè non l’hanno ritenuto necessario, infatti la febbre sta passando.
      2. Le domande che le hanno fatto sul fegato sono relative a quei due valori che mi ha riportato (GOT e GPT), che varrà la pena di ricontrollare una volta superata questa situazione.

    Rispondi
  19. Stefano scrive il

    Salve dottore,
    Recentemente effettuato analisi del sangue e riscontrato le seguenti anomalie:
    Transaminasi ALT 37 ( 12-78 rif.) AST 75 ( 15-37 rif).
    Elettroforesi Siero Proteica: Albumina 70.1%, Gamma 9.5% ( 11-18.8 rif).
    Gli altri valori sono nella norma.
    Eta 24 anni, 80 kg.

    Pratico allenamento pesante a corpo libero 5 giorni su 7 e assumo una dose di proteine ( 21 g P) dopo l’ allenamento.
    I restanti due giorni corro 10 km e assumo 2.5 di aminoacidi ramificati prima dell allenamento.
    La dieta e’ comunque bilanciata mediterranea.
    Una volta a settimana cena fuori e alcool ( nei limiti).

    I valori indicati( specialmente AST doppio del limite) indicano una possibile disfunzione epatica? o sono nei limiti considerando lo stile di vita e dieta abbastanza proteica?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono allarmanti, ma meritano sicuramente di essere segnalati al medico.

    Rispondi
  20. Claudio scrive il

    Egrege DottorGuidob Cmurro,
    Essendo che ho riscontrato la malattia ndel bacio ho effettuato le analisi del sangue è le tranasaminasi(got/alt) sono di 109 mentre quelle (gpt/alt) sono di 210….è possibile sapere a cosa comporta questi vfalori alti…. grazie mille

    Rispondi
  21. Rispondi
    Rispondi
  22. Rispondi
    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È sicuramente il fegato, ma la causa scatenante è la malattia; va tenuto d’occhio perchè in caso di eccessiva sofferenza del fegato si dovrebbe intervenire.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.