Link sponsorizzati

Valori Normali

Adulti: (metodo Westergren)

  • Uomini con meno di 50 anni: inferiore a 15 mm/ora
  • Uomini con più di 50 anni: inferiore a 20 mm/ora
  • Donne con meno di 50 anni: inferiore a 20 mm/hr
  • Donne con più di 50 anni: inferiore a 30 mm/hr

Bambini (metodo Westergren)

  • Neonati: 0-2 mm/ora
  • Bambini: 3-13 mm/ora

Fonte: MedScape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

La VES (Velocità di eritrosedimentazione) è un esame del sangue che permette di sapere se nell’organismo è in corso una qualche infiammazione, anche se conseguente ad un’infezione; da solo non permette alcuna diagnosi, ma rappresenta un’indispensabile informazione nel processo diagnostico e per seguire l’evoluzione di una patologia infiammatoria.

Il sangue prelevato dal paziente viene posto in una piccola provetta graduata; i globuli rossi presenti tenderanno spontaneamente a depositarsi sul fondo e l’esame misura l’altezza del deposito che si forma in un’ora.

L’utilità di misurare questo processo nasce dal fatto che quando è presente un’infiammazione nel sangue sono presenti delle sostanze che facilitano la formazione di gruppi di cellule che, aumentando di peso, si depositano più velocemente sul fondo.

Riassumendo, più è elevata la quantità di globuli rossi discesi sul fondo della provetta, maggiore è la risposta infiammatoria del sistema immunitario.

La VES non è tuttavia un esame specifico in quanto non fornisce indicazioni sul sito coinvolto nel processo infiammatorio o infettivo e al tipo di malattia infiammatoria in atto (acuta o cronica); per questo motivo non viene mai considerata in modo isolato, ma sempre associata ad altri esami come la PCR od altri esami.

Interpretazione

I risultati della VES rappresentano i mm di globuli rossi che si sono accumulati in un'ora di tempo.

Le condizioni che possono essere associate ad una VES alta (superiore a 100 mm/ora) sono le seguenti:

  • Vasculite,
  • Arterite a cellule giganti,
  • Macroglobulinemia di Waldenström,
  • Polimialgia reumatica,
  • Cancro metastatico,
  • Infezione sistemica (setticemia),
  • mieloma multiplo,
  • Iperfibrinogenemia.

Valori Bassi

  • Anemia falciforme
  • Carenza del fattore V
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Ipoalbuminemia
  • Poichilocitosi
  • Policitemia vera

Valori Alti

  • Anemia
  • Anemia emolitica
  • Arterite a cellule giganti
  • Artrite reumatoide
  • Coccidiomicosi
  • Dolore
  • Ferita
  • Infarto
  • Infezione
  • Infiammazione
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Morbo di Crohn
  • Osteomielite
  • Polimialgia reumatica
  • Tumore

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Sono numerosi i fattori in grado di influenzare l'esito dell'esame, ricordiamo per esempio:

  • anemia,
  • colesterolo alto,
  • problemi renali.

Le donne tendono ad avere valori più alti, inoltre le mestruazioni e la gravidanza (a partire dalla dodicesima settimana di gravidanza) possono causare aumenti temporanei.

Numerosi farmaci possono alterare il risultato, ad esempio la pillola contraccettiva può aumentare i valori, mentre l'aspirina ed il cortisone possono diminuirli.

Quando viene richiesto l'esame

La VES veniva richiesta più frequentemente in passato rispetto ad oggi, in quanto nel tempo sono nati esami più specifici ed informativi; può in ogni caso essere utile come test di screening per i pazienti con febbri inspiegabili, alcuni tipi di artrite, sintomi muscolari, o altri sintomi vaghi di origine sconosciuta.

Ci sono in ogni caso molte altre condizioni che possono provocare un innalzamento temporaneo o prolungato nel tempo della VES.

L'esame risulta utile anche nei casi in cui ci sia già una diagnosi accertata, per esempio nel caso del linfoma di Hodgkin il valore è predittivo della possibilità di recidiva dopo la chemioterapia.

Perché l'esame da solo non può individuare il problema che causa l'infiammazione, di solito è accompagnato da altri esami del sangue, come la proteina C-reattiva.

Preparazione richiesta

Non è necessario digiuno.

Altre informazioni

VES e PCR

La Velocità di EritroSedimentazione e la proteina C reattiva sono entrambi indicatori di infiammazione: la VES cambia in genere in modo più lento rispetto alla PCR, che è oltrettutto meno influenzata da altri fattori, tuttavia la rapidità di esecuzione ed il suo costo ridotto sono il motivo per cui la VES è tuttora molto prescritta almeno nelle fasi iniziali.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro, traduzioni a cura della Dr.ssa Elisa Bruno (fonti principali http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill)

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

  1. Alfredo scrive il

    Questa sua percezione è dovuta alla costatazione che ciò che lamento non dovrebbe, a suo avviso, essere preoccupante o al fatto che forse al 999 % 1000 non sbagliano.

    Rispondi
  2. Alfredo scrive il

    Provi comunque a cercare:

    E’ VITTIMA DI. ERRORI MEDICI. O DI EVENTI. AVVERSI. Page 4. Studio su 28 ospedali.Percentuale di errori : 16,6%.

    E ho notato che in Italia stiamo messi bene rispetto ad altri paesi, la stima a me sembra molto bassa.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi perdoni, ma ha una moglie che è un medico specialista, non crede che se ritenesse che ci fosse anche solo qualche dubbio l’avrebbe spinta a cercare un secondo parere? Nessuno nega che i medici possano sbagliare ed in linea di principio non possiamo escludere che sia così anche nel suo caso, ma l’ansia e l’ipocondria la stanno divorando e questo rende molto più complicato un corretta diagnosi.

      Deve davvero sforzarsi di ritrovare serenità, fiducia in chi la sta seguendo e valutare magari un supporto psicologico, altrimenti a prescindere dalla corretta diagnosi rischia davvero di non venirne più fuori.

    Rispondi
  3. Alfredo scrive il

    Ok grazie provvedo, intanto ho sospeso tutte le pillole che credo che insieme al controllo ansia sia un’altra cosa giusta da fare.
    Mia moglie comunque non mi sembra ne sappia molto, non sapeva neppure che le metastasi ossee possono essere diffuse, credeva al massimo si manifestassero in 2 o tre siti; si figuri!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Raccomando di sospendere i farmaci solo dietro espressa approvazione del suo medico.

    Rispondi
  4. Alfredo scrive il

    Ho telefonato al mio neurologo dice che i sintomi nel mio caso dovevano sparire alla sospesone, al primo giorno. Non ha dato peso ai sintomi neurologi che si sono ripresentati.
    Lo pneumologo descrivendogli invece genericamente tutti i sintomi è preoccupato e vuole vedermi subito.
    Intanto qui nessuno accetta la cosa; non credendo alla sua reazione. Intanto cerco di tenermi calmo; ripetendo mi che non ci sono problemi perché nessun dolore e costante e nessun dolore segue strettamente i canoni.

    Rispondi
  5. chiara scrive il

    Salve,
    da più di un mese mio padre continua ad essere ricoverato negli ospedali e una volta iniziati tutti i controlli analisi e quant’ altro lo dimettono.
    le spiego, è iniziato tutto da una strana febbre presente solo in pomeriggio e in tarda serata, ma non altissima 37/38 massimo.
    Per primo hanno pensato ad una bronchite, ma la febbre ha continuato a ripresentarsi.
    Adesso hanno individuato il valore ‘VES alto, pt , l2 e albumina bassi.
    Mio padre continua ad avere la febbre, una strana tosse e senso di stanchezza oltre ai valori non stabili scritti prima..
    Cosa possiamo fare? cosa potrebbe essere?

    siamo disperati

    Rispondi
  6. lorenza scrive il

    Buona sera sono una donna di 38 anni dalle analisi del sangue è emerso il valore della VES a 30 quando dovrebbe essere <20 devo preoccuparmi? Tutti gli altri valori sono nella norma…

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente no, ma va comunque segnalato al medico che potrà interpretarlo nell’ottica degli altri esami, di eventuali sintomi, storia clinica, …

    Rispondi
  7. Alfredo scrive il

    Sembra tutto ok, sono stato anche da un interista epatologo; sia lui che lo pneumologo concordano per l’ansia e un pò di artrosi. Anche il mio neurologo concorda….. Comunque l’internista mi ha consigliato di farmi seguire da uno psichiatra. A questo punto credo che abbiano ragione. Sto tenendo a bada l’ansia grazie alla mia nuova convinzione e tutto sembra andare meglio, speriamo !

    Rispondi
  8. Rispondi
  9. Angelo scrive il

    buon giorno dottore ho fatto le analisi del sangue Di routine e la ved è uscita 0/15 e risultat 23 io però è quasi 3 o 4 giorni che ho problemi intestinali ..gli altri esami tutti buoni lei cosa pensa ??

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbero essere proprio questi sintomi a rendere conto dell’aumento della VES.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie dottore sono andato dal mio medico .. Mi ha detto che ho anche la gola bella rossa un po’ infiammata sono un po’ dei sintomi influenzali mi ha dato il bentelan e antibiotico e mi ha detto che non è niente di preoccupante e posso stare tranquillo Non c’è bisogno neanche che le ripeto le analisi .. Lei cosa pensa è d’accordo con il mio medico

    Rispondi
  10. Angelo scrive il

    poi volevo dirvi che fino a una 30 di giorni fa ho avuto la febbre alta per una settimana ..è da un po di anni soffro di cervicale

    1. Anonimo scrive il

      Ok grazie dottore quindi non sono valori preoccupanti??anche perché sono ansioso

    Rispondi
  11. michele scrive il

    salve, vorrei sapere se vi sono correlazioni tra la ves un pò alta (31) ed il diabete un pò alto. grazie

    Rispondi
  12. rosario scrive il

    Salve vorrei sapere se la ves alta che al momento ho e dovuta ad un problema che affiora per i diverticoli. infatti settimana precedente ho avuto per due giorni forti dolori intestinali zona sigma per i diverticoli e per tutto il tratto sottostante . tali dolori ultimi li ho avuti in passato altre due volte dal 2006 ad oggi ma quelli precedenti sono stati micidiali. infatti il primo giorno il dolore e affiorato di pomeriggio il secondo giorno la serA IL TERZO GIORNO I dolori erano spariti ma nel trato dell’intesitno in basso defecando la mattina per altri giorni erano presenti.ho avuto nei primi due giorni anche la febbre. ho fatto un tac ed e risultato che è un tratto del sigma con ispessimento della parete intestinale in longitudine circa mm 78. con la ves alta che mi ritrovo 32 62 32 circa cosa pensi che sia dovuto. ho anche un po alti i globuli bianchi e il medico che mi ha fatto la tac mi ha consigliato di approfondire l’indagine con una colonnoscopia. il medico mi ha consigliato di ricoverarmi in ospedale. ho parlato sempre in ospedale con l’operatore di colonnoscopia e mi ha detto che prima bisogna che mi curi l’infiammazione e in seguito si può eseguire una colonnoscopia anche se l’ultima fatta risale a due anni fà il medico comunque che dovrebbe eseguire la colonnoscopia mi ha più volte sconsigliato di fare altre colonnoscopie in quanto detto da lui si rischia di perforare qualche diverticolo. vorrei sapere la ves alta in questi casi cosa indica e cosa mi consiglia di fare che decisione devo prendere.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì, è probabile che il valore sia legato a quanto sta succedendo nell’intestino.
      2. Onestamente non mi sento di esprimere giudizi e consiglio su come procedere, mi dispiace.

    Rispondi
  13. Anonimo scrive il

    Salve dottore sono una ragazza di 24anni e da parecchio tempo che soffro di dolore al fianco destro .sono andata dal mio gastrenterologo ha detto che voleva fare una colonscopia .Ho fatto gli esami del ves è un po alto valori sono (15 quelli di riferimento sono fino a 10) ho eseguito pure l esame della C proteina accompagnato al ves però e negativa mi chiedevo dato che ho fatto gia la cura per il colon irritabile senza successo anche celiachia e lattosio negativo e opportuno fare la colonscopia. ?

    Rispondi
  14. roberto scrive il

    Ho fatto le analisi del sangue v.e.s. e pds i valori sono19. E 2, 240. Che ne pensi

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per quale motivo sono state prescritte?
      Al posto di PDS intendeva PSA?

    Rispondi
  15. Alessio scrive il

    Buongiorno !!! Da un anno la mia bambina ha problemi di ritenzione urinaria. Ha fatto tutte le visite secondo la prescrizione del chirurgo e risulta tutto ok. …ha fatto gli esami del sangue e v.e.s è alta 88. La bambina ha 4 anni…ssecondo Lei può influenzare a suo problema ???? Aspetto la Sua risposta. Grazie mille e buona giornata.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma quando si tratta di bambini non mi sento di esprimere giudizi.

    Rispondi
  16. Rispondi
  17. Giosuè Carcarino scrive il

    I valori del VES e del colesterolo sono un po alti, mi piacerebbe sapere che cura dovrei fare.

    Rispondi

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.