Coagulazione

Digita le prime lettere dell'esame che stai cercando nella casella di ricerca qui sopra, filtrerai così gli esami fino a trovare quello che cerchi.

  • Anticorpi anti-cardiolipina (aCL):

    La cardiolipina è un fosfolipide (un acido grasso con un gruppo fosfato) che rappresenta da solo un quarto delle molecole che formano la membrana interna dei mitocondri,  organello che è di fatto la centrale energetica delle cellule. Il suo nome è dovuto al fatto che fu scoperta per la prima volta nelle cellule cardiache, ma è (Continua a leggere)

  • D-dimero:

    Il D-dimero è un prodotto di degradazione della fibrina e la  sua misurazione nel sangue è utile per verificare meccanismi di coagulazione alterati in grado di causare pericolose condizioni e malattie. La coagulazione si verifica quando specifiche proteine ​​vengono attivate, normalmente per riparare il danno ai vasi sanguigno dovuti per esempio ad una ferita;  il (Continua a leggere)

  • Fibrinogeno:

    Il fibrinogeno è una glicoproteina sintetizzata dal fegato necessaria al meccanismo di coagulazione del sangue; la sua emivita (cioè il tempo in cui si dimezzano le concentrazioni circolanti a meno di nuova immissione) è di 3-5 giorni. Quando un vaso sanguigno subisce una lesione si innesca un processo chiamato emostasi, che serve a riparare la (Continua a leggere)

  • Piastrine:

    Le piastrine (o trombociti) sono le cellule più piccole e leggere delle tre principali presenti nel sangue (le altre sono globuli rossi e bianchi) e la loro funzione principale è quella di intervenire in caso di sanguinamento. Osservate al microscopio appaiono come piccoli piatti e la produzione avviene nel midollo osseo sotto l’effetto della trombopoietina, (Continua a leggere)

  • PT (ed INR):

    L’esame del sangue del tempo di protrombina (PT) misura quanto rapidamente coaguli di sangue. La protrombina è una proteina prodotta dal fegato che aiuta il sangue a coagulare. Quando ci si procura una ferita che sanguina, una serie di sostanze chimiche (fattori di coagulazione) si attivano in modo graduale ed il risultato finale è un (Continua a leggere)

  • PTT e aPTT:

    Il tempo di tromboplastina parziale (PTT) e il tempo di tromboplastina parziale attivata (aPTT) sono due esami che valutano la stessa funzione, cioè il tempo di coagulazione del sangue; nel tempo di tromboplastina parziale attivata viene aggiunto un attivatore che accelera il tempo di coagulazione e quindi l’intervallo di riferimento è meno ampio e quindi (Continua a leggere)