Valori Normali

In condizioni normali l’urina non contiene chetoni.

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il test è volto al dosaggio dei livelli di chetoni nelle urine. In condizioni normali l’organismo brucia glucosio (zucchero) per produrre energia di cui necessita, ma se le quantità disponibili non sono sufficienti (per carenze alimentari, consumo eccessivo, …) è necessario iniziare ad utilizzare i grassi.

Questo processo biochimico produce come sostanza si scarto i chetoni, molecole che possono essere rilevate sia nel sangue che nelle urine; livelli elevati di chetoni nelle urine possono inoltre indicare chetoacidosi diabetica, una pericolosa complicazione del diabete che può portare a coma o addirittura alla morte, ma una situazione molto più comune è relativa ai bambini, quando un eccesso di chetoni può significare semplicemente una dieta carente di zuccheri ed eccessivamente ricca di grassi (acetone).

I chetoni nelle urine sono di solito misurati attraverso strisce reattive acquistabili in farmacia, ma la stessa analisi può essere condotta in ospedale; il cambiamento di colore della striscia reattiva immersa nel campione di urina permetta una valutazione indicativa della concentrazione presente.

Campione di urina

iStock.com/BENCHAMAT1234

Interpretazione

I chetoni sono prodotti intermedi del metabolismo dei grassi e si possono formare quando non si assume una quantità sufficiente di carboidrati, ad esempio dopo un digiuno prolungato, oppure se si segue una dieta ad alto contenuto di proteine, o ancora quando l’organismo non riesce a metabolizzare correttamente i carboidrati.

Se i carboidrati non sono disponibili, l’organismo metabolizza i grassi per ottenere l’energia necessaria, producendo i chetoni come sostanza di rifiuto.

Un risultato anormale indica la presenza di chetoni nelle urine e ciò può essere dovuto a chetoacidosi diabetica, condizione comune nel caso di diabete di tipo 1; si verifica per esempio quando il corpo non ha insulina, o quando questa non è sufficiente ad evitare l'utilizzo di grassi a scopo energetico all'interno della cellula (quando insufficienti quantità di insulina non permettono l'entrata del glucosio nella cellula).

Nei bambini è frequente osservare un temporaneo aumento dei chetoni nelle urine, ma il disturbo è in genere passeggero e legato per esempio a:

  • digiuno prolungato,
  • febbre,
  • dieta eccessivamente ricca di grassi (soprattutto se di cattiva qualità, come per esempio da merendine e prodotti da forno),
  • sforzi prolungati.

Valori Bassi

Valori Alti
(Chetonuria)

  • Abuso di Alcool
  • Anoressia
  • Diabete
  • Diarrea
  • Dieta (eccesso proteine)
  • Digiugno
  • Febbre
  • Gravidanza
  • Ipertiroidismo
  • Malnutrizione
  • Vomito

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Anche l’esercizio fisico intenso e protratto, l’esposizione al freddo e la carenza di carboidrati, causata ad esempio dal vomito frequente, possono aumentare il metabolismo dei grassi, causando chetonuria.

Quando viene richiesto l'esame

I chetoni si accumulano quando il corpo deve metabolizzare i i grassi per ricavarne energia; questo si verifica in genere quando il corpo, per esempio, non consuma sufficienti carboidrati e zuccheri.

È un esame spesso richiesto ai pazienti affetti da diabete di tipo 1, ma non solo:

  • Il livello di glicemia è superiore a 240 milligrammi per decilitro,
  • il paziente è affetto da una malattia come la polmonite, infarto o ictus,
  • si verificano nausea e vomito che possono ridurre l'apporto di carboidrati,
  • gravidanza,
  • bambini.

Nei bambini può essere richiesto dal pediatra in presenza di sintomi quali:

  • alito fruttato,
  • nausea (spesso descritta come mal di pancia) e vomito,
  • malessere generale.

Preparazione richiesta

Non occorre alcun tipo di preparazione.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Buongiorno, ho appena effettuato l’esame delle urine mentre assumevo DELTACORTENE, il risultato porta chenoni a 10quando il massimo è 5. Il Cortisone può avere influenzato l’esame?Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non credo, anche se in effetti il cortisone può alterare alcuni aspetti del metabolismo energetico.

  2. Anonimo scrive il

    Buonasera Dottore,
    per quanti giorni massimo si può restare in chetosi senza rischiare gravi conseguenze per la salute?
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non le so rispondere, anche perchè dipende dalla severità della condizione, ma mi permetta di dirle che se parliamo di diete prive di carboidrati onestamente non le condivido a prescindere.

  3. Anonimo scrive il

    Salve dott, sono al 2 mese di gravidanza e soffro di diabete di tipo 1 da 7 anni. Premetto che il problema che le sto presentando si è verificato anche circa 15/20 gg fa e dopo qlc gg sono riuscita a riportare dei valori accettabili di glicemia ! Questa mattina a digiuno avevo 159 e già li mi sono un po’ preoccupata, durante la giornata, nonostante facessi insulina di correzione, ho viaggiato sui 200/250 e qst sera ho visto presenza di chetoni nelle urine. Cosa devo fare? Devo fare il doppio di insulina che faccio di solito?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma non sento di avere le competenze per aiutarla (anche se in genere spaventa di più l’ipo che viaggiare leggermente al di sopra della norma per qualche giorno); se ancora non l’avesse fatto le raccomando di appoggiarsi ad un centro specializzato per gravidanze in donne con diabete di tipo 1, ci sono criticità che possono presentarsi che richiedono endocrinologi e ginecologi specializzati.

  4. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho fatto l’esame delle urine a causa di debolezza ingiustificata…mi sono risultati chetosi a 5 e i valori di riferimento mi porta 0,00…e inoltre esterasi leucocitaria a 75 e dovrebbe essere anche a 0,00…dovrei preoccuparmi?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono valori preoccupanti; mangia poca pasta/pane?

  5. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho ritirato le analisi oggi è vedo i chetoni 15mg sul test quando non dovrebbero esserci è grave? Io faccio uso di proteine e altri integratori in palestra tra cui la creatina è troppo 15 mg?

  6. Anonimo scrive il

    Dott. Il fatto della presenza dei chetoni nelle urine mi dovrebbe preoccupare!?HO letto sul sito quello che lei mia mandato ….la causa può essere un inizio di malattia non lo so tipo ilil diabete

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Le cause sono spesso molto più banali, ma ovviamente nessuno meglio del medico potrà aiutarla a capire la causa.

  7. Anonimo scrive il

    Corpi chetonici alti
    Buon giorno Dottore, sono alla 36+4 settimana di gravidanza e da due mesi e mezzo soffro di diabete gestazionale.
    Mi è stata fatta la dieta di 1400kcal, dopo un mese circa mi hanno aggiunto 1fetta biscottata in più alla frutta per 2 spuntini e 1 bicchiere di latte prima di dormire.
    Il peso pregravidico 80kg su 174cm, sono aumentata di 3kg ma con la dieta li ho persi e adesso peso 78-79kg.
    Non riuscendo compensare bene la glicemia, devo fare la somministrazione di insulina 4 unità prima dei 2 pasti principali e 4 unità prima di coricarmi. Tre quarto volte alla settimana ho dei valori un po’ alti un’ora dopo pasti(142-159) specialmente quando non riesco a fare molta attività subito dopo aver mangiato, per il resto va bene. 10 giorni fa ho fatto l’esame di urina e mi sono usciti i corpi chetonici 10 invece di 0. A casa nei vari momenti della giornata ho effettuato il test con le strisce ed esce il valore ++2 (valore da 40 a 100).
    Facendo il controllo dalla ginecologa lei non ci ha dato nessuna importanza. Ma sapendo che i corpi chetonici passano al bimbo mi preoccupa un po’. Cosa ne pensa Lei? Cosa devo fare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è stata data importanza perchè sono valori ancora molto bassi e riscontrabili spesso in gravidanza (a prescindere dal diabete).

  8. Anonimo scrive il

    Grazie tanto della sua risposta, mi sento più tranquilla. Noi future mamme siamo sempre molto preoccupate di fare male ai nostri bimbi. Grazie ancora

  9. Anonimo scrive il

    Salve ho fatto l’esame delle urine a mio figlio di 11 mesi per febbre alta visto che ha un rene multicistico. È uscito tutto nella norma tranne la presenza di chetoni. A cosa può essere dovuto?

  10. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, i corpi chetonici riscontrati dalle analisi sono 20mg/dL, analisi fatte due giorni dopo un alto consumo di zuccheri (cioccolato, caramelle). E’ un valore preoccupante? Sono maschio e ho 28 anni

  11. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho fatto le analisi del sangue insieme a quello Dell urine e mi sono usciti corpi chetonici presente ++ il resto delle analisi rientrano tutti nei valori tranne il ferro che devo fare una piccola cura perché é risultato basso .. però mi sto preoccupando .. vorrei un suo consiglio .. grazie in anticipo .

    1. Anonimo scrive il

      Guardi ultimamente si stavo mangiando meno carboidrati … però tipo 2 volte a settimana a pranzo mangiavo pasta… ora la dottoressa mi sta prescrivendo e un ulteriore analisi Dell urine per escludere che sia un problema di diabete .. anche se guardando gli altri valori stanno bene e non fanno pensare che sia un problema appunto di diabete .. giusto per escluderla e per stare più sicuri… quindi lei mi dice che non é grave? … perché comunque mi preoccupo grazie ancora per la pazienza

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere in chetosi, una condizione che può essere causata da una dieta carente di carboidrati.

  12. Anonimo scrive il

    Gent.mo Dr. Cimurro,
    ieri ho effettuato gli esami delle urine, che hanno evidenziato quanto segue:

    Chetoni: 30 mg/dL

    Considerando che il valori di riferimento sono 0-5 mg/dL, lei crede che il mio sia un valore preoccupante?

    La ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sintomi?
      La dieta prevede normalmente carboidrati a sufficienza?

  13. Anonimo scrive il

    Ho ripetuto svariaate volte gli esami delle urine con esiti proteine +1 30
    M.g,poi corpi chetonici +1 10mg alcuni leocucidiCosa puo essere a chi rivolgermi? Cmq mamma diabetca piu figlia

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non mi sono chiarissimi gli esiti, ma la presenza di chetoni potrebbe comunque avere anche altre spiegazioni (come una dieta iperproteica).

La sezione commenti è attualmente chiusa.