Introduzione

Tra gli esami di routine delle urine spesso viene richiesto un esame al microscopio, soprattutto nel caso in cui gli esami chimici o fisici diano risultati anomali.

L’analisi viene effettuata sul sedimento urinario, ossia sulla parte che si deposita in fondo alla provetta dopo la centrifugazione. Il fluido che si forma nella parte alta della provetta viene eliminato e le gocce rimaste sono esaminate al microscopio. Cellule, cristalli e altre sostanze vengono contate misurando le particelle per LPF (per campi a bassa risoluzione) o per HPF (per campi ad alta risoluzione). Inoltre, le eventuali altre sostanze presenti (ad esempio le cellule epiteliali, i batteri e i cristalli) vengono quantificate come “pochi”, “moderati” o “molti”.

Globuli rossi

I globuli rossi (o eritrociti) sono cellule presenti nel sangue la cui funzione principale è il trasporto di ossigeno dai polmoni ai tessuti, dove prelevano l’anidride carbonica per riportarla ai polmoni.

La presenza di qualche globulo rosso nelle urine è da considerarsi normale, ma la quantità deve ovviamente essere limitata

Quando presenti in quantità più importante la causa è molto spesso un’infiammazione o un’infezione alle vie urinarie o ai reni, ma non è raro che che possano comparire anche a seguito di calcoli renali o problemi alla prostata nel caso degli uomini.

Possono infine comparire anche in caso di tumore al rene o alla vescica.

I globuli rossi inoltre possono anche provenire da agenti contaminanti, ad esempio nel caso di un prelievo eseguito male o di sangue di origine emorroidaria o mestruale.

Globuli bianchi

I globuli bianchi sono cellule del sistema immunitario che si occupano della difesa dell’organismo dall’aggressione di microrganismi patogeni.

Di solito il numero di globuli bianchi nelle urine è basso, quando è alto indica che è in corso un’infezione o un’infiammazione nel sistema urinario.

I globuli bianchi possono anche provenire da agenti contaminanti, ad esempio dalle secrezioni vaginali.

Cellule epiteliali

Il tessuto che riveste le superfici delle cavità e delle strutture nel vostro corpo è chiamato tessuto epiteliale. Nei soggetti sani le cellule epiteliali della vescica e dell’uretra esterna sono normalmente presenti nelle urine in piccole quantità, in quanto un continuo turn-over (ricambio) cellulare è del tutto normale e, anzi, prezioso per mantenere perfetta la funzionalità del sistema urinario.

La quantità di cellule epiteliali nelle urine aumenta in caso di infezione delle vie urinarie o se si innesca una qualche infezione; il medico valuterà la fonte del problema esaminando il tipo di cellule presenti:

  • la presenza di cellule epiteliali tubulari renali può indicare coinvolgimento dei reni,
  • la presenza di cellule epiteliali squamose può indicare la contaminazione del campione di urina,
  • la presenza di cellule epiteliali transizionali suggerisce un problema nella vescica,
  • la presenza di cellule epiteliali squamose porta a pensare a un problema alla parte esterna dell’uretra.

Come detto la presenza di poche tracce non è invece in genere significativa.

Microrganismi (batteri, trichomonas, funghi).

Se il paziente è in buona salute le vie urinarie sono quasi sterili e nel sedimento urinario non sono presenti microrganismi. I batteri provenienti dalla pelle circostante possono penetrare nelle vie urinarie attraverso l’uretra e risalire fino alla vescica, causando un’infezione. Se non viene curata, l’infezione può raggiungere i reni e causare una pielonefrite. Più raramente batteri provenienti da un’infezione del sangue (setticemia) possono arrivare nelle vie urinarie, e anche in questo caso si ha un’infezione.

Il riscontro di batteri nelle urine può quindi suggerire l’ipotesi di infezione, soprattutto se si hanno altri sintomi suggestivi; in questo caso verrà probabilmente prescritta un’urinocoltura per valutare tipologia e quantità dei batteri e, attraverso l’antibiogramma, trovare l’antibiotico più adatto.

Molto spesso la presenza di una moderata quantità di batteri può essere causata da una contaminazione del campione raccolto; occorre quindi prestare particolare attenzione nella raccolta, soprattutto da parte delle donne, per evitare che i batteri che si trovano sulla pelle o nelle secrezioni vaginali contaminino l’urina.

Nelle donne (più raramente negli uomini) i funghi possono essere presenti anche nelle urine. Questo caso è tipico delle donne colpite da micosi vaginale (per esempio la candida), perché l’urina è contaminata dalle secrezioni vaginali durante la raccolta del campione.

Cilindri

I cilindri sono particelle formate dalla coagulazione delle proteine prodotte dalle cellule renali. Si formano all’interno dei tubuli, i tubicini stretti e lunghi dei reni, e di solito assumono la forma del tubulo in cui si formano, come suggerisce il loro nome. Osservati al microscopio hanno la forma di un hot dog e negli individui sani sono quasi trasparenti. Questi cilindri sono detti cilindri ialini e possono essere normalmente presenti negli adulti i piccole tracce. Un intenso esercizio fisico può essere causa di un aumento della loro presenza, ma se sono formati da globuli rossi e/o bianchi possono indicare la presenza di problemi renali.

I diversi tipi di cilindri sono connessi ai differenti disturbi che colpiscono i reni:

  • Cilindri granulari (esercizio fisico intenso e malattia renale cronica sono le cause più probabili;
  • Cilindri cerei (insufficienza renale cronica, con ridotta produzione di urine);
  • Cilindri lipidici (inglobano grasso e compaiono in caso di sindrome nefrosica, nefropatia diabetica, nefrite lupica, …);
  • Cilindri pigmentari (a seconda del tipo possono essere presenti in caso di anemia emolitica, rabdomiolisi, malattie epatiche, …);
  • Cilindri eritrocitari (contengono globuli rossi e sono tipiche delle glomerulonefriti, vasculiti, infarto renale, …);
  • Cilindri leucocitari (contengono globuli bianchi e sono indicativi di infiammazione, spesso infezione del rene);
  • Cilindri batterici (rari);
  • Cilindri epiteliali (citomegalovirus, epatiti virali, …).

Cristalli

I cristalli possono essere presenti anche nelle urine di soggetti sani; si formano quando

  • pH,
  • concentrazione del soluto,
  • temperatura delle urine

rientrano in specifici parametri.

Si distinguono in base alla loro forma e al pH delle urine. A volte sono minuscole particelle simili a granelli di sabbia, senza una forma specifica (amorfi) oppure possono avere una forma ben precisa, ad esempio come quella di un ago.

Quando i cristalli sono di sostanze normalmente presenti nelle urine sono in genere considerati normali:

  • acido urico (per esempio nei pazienti affetti da gotta),
  • ossalato di calcio (in genere per cause di origine dietetica, con il consumo di vegetali, pomodori, cioccolato, …),
  • urati amorfi,
  • fosfato di calcio,
  • fosfati amorfi.

Quando cristallizzano sostanze come cistina, tirosina, o leucina, che sono amminoacidi non presenti nelle urine in condizioni normali, possono indicare disturbi del fegato o altre anomalie metaboliche; sono considerati degni di attenzione anche:

  • cristalli di triplo fosfato (infezioni del tratto genitourinario),
  • colesterolo (patologie renali, sindrome nefrosica, deposizione lipidica anomala a livello renale),
  • bilirubina (ittero clinicamente rilevabile),
  • emosiderina (emolisi severa, anemie emolitiche, reazioni trasfusionali).

Se i cristalli si formano nel momento in cui l’urina viene prodotta all’interno del rene possono raggrupparsi e formare i calcoli renali. I calcoli possono rimanere nel rene o scendere negli ureteri, cioè nei tubicini che collegano il rene alla vescica, causando forti dolori (le cosiddette coliche).

Anche i farmaci, e i mezzi di contrasto usati per le radiografie possono cristalizzarsi nelle urine, per questo è fondamentale che il tecnico di laboratorio sia adeguatamente formato e abbia l’esperienza necessaria per identificare i diversi tipi di cristalli presenti nelle urine.

Primo piano dell'ottica di un microscopio

iStock.com/Ivan-balvan

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    SALVE DOTTORE HO APPENA RITIRATO LE URINE E DALL’ESAME MICROSCOPICO SONO USCITI QUESTI RISULTATI:
    CELLULE DI SFALDAMENTO: DIVERSE
    LEUCOCITI: ALCUNI
    ERITROCITI: ASSENTI
    CRISTALLI: OSSALATO DI CALCIO
    CRISTALLI QUANTITà: MOLTI
    CILINDRI: ASSENTI
    IL RESTO è TUTTO ASSENTE
    PROSTATA NEGATIVA
    DA PREMETTERE NON AVVERTO NESSUN DOLORE NEANCHE QUANDO URINO
    MI DEVO PREOCCUPARE?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso no, ma è possibile che il medico (che le raccomando di consultare per valutare l’esito) le consigli di bere di più per non rischiare calcoli.

    2. Anonimo scrive il

      INFATTI NON BEVO MOLTO A DIFFERENZA DI MIA MOGLIE CHE BEVE 2 L DI ACQUA AL GIORNO.
      LA RINGRAZIO
      BUONA GIORNATA

    3. Anonimo scrive il

      Salve dottore,ho ritirato le analisi. Cellule basse vie:alcune, leucociti:alcuni, cilindri:non osservati, cristalli:alcuni urati. Un asterisco mi segna l’indice di Katz. VES Prima ora 20, Seconda ora 50. Aspetto una sua risposta.Grazie.

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, per quale motivo ha fatto le analisi? probabilmente ha o ha avuto una piccola infezione, nulla di grave comunque, sottoponga il risultato al medico. Saluti.

  2. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore,sono incinta alla 9 settimana e,dall’esame delle urine,è venuta fuori la presenza di rare cellule uroteliali. È preoccupante?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso no, ma chiaramente l’ultima parola spetta al ginecologo.

  3. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho ritirato l’esame delle urine con questi risultati:alcune cellule basse vie ,rari leucociti p.m.c.presenza batteri+ Mi devo preoccupare?

  4. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore, sono una ragazza di 21 anni e da mesi soffro di cistite una settimana fa mi sono recata dalla ginecologa che per precauzione mi ha prescritto analisi del sangue urinocoltura e ABG .. questo pomeriggio sono andata a ritirare il referto e emerge che ho tracce di proteine nelle urine ph 5 il resto tutto assente dalll’esame microscopico risulta : cellule epiteliali: alcune leucociti 4-5 c.v. strie di muco flora microbica: scarsa
    Esame urinocoltura : negativa
    Sono preoccupata per questi risultati cosa posso avere? Grazie

    1. Anonimo scrive il

      Accusavo sintomi tipici della cistite bruciore al momento della minzione e che passava bevendo due litri di acqua al giorno la ginecologa mi ha prescritto gli ovuli vaginali per pulire da qualsiasi infezione vaginale ma sospettava anche un’infezione vescicale per questo mi ha prescritto le analisi

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente c’era un leggero disturbo che è stato superato, ma raccomando comunque di fare il punto con la ginecologa che ha prescritto gli esami.

  5. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore.
    Ho appena ritirato gli esami.
    Sono Tutti nei range tranne le cellule epiteliali, valore 34.
    È preoccupante?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso no, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

  6. Anonimo scrive il

    U-calcio 337 raccolta delle 24 ore volume urinari 1700 devo preoccuparmi?la ringrazio

  7. Anonimo scrive il

    SALVE DOTT. Il mio risultato delle analisi mostra pH 6.0 su 5,0
    Cell. Epit.squamose 32 su 0-28
    Muco 123 su 0-28
    Ce da preoccuparsi. La ringrazio.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso non è nulla di preoccupante, ma raccomando comunque di verificare con il medico.

  8. Anonimo scrive il

    Sono in gravidanza alla ventitreesima settimana e oggi dalle analisi delle urine è risultato alla voce esame microscopico sedimento Batteriuria+ hpf. Ho dolore sotto al ventre,sul pube e vado spesso in bagno..ho anche molte perdite,anche se mi hanno detto che in questo periodo è normale..devo fare ulteriori analisi,potrei avere infezioni?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Lo segnali al ginecologo, potrebbe suggerire di verificare con un’urinocoltura.

  9. Anonimo scrive il

    Buonasera dottore, le analisi delle urine sono normali, tranne:
    Leucociti: rari
    Cristalli urati amorfi: alcuni
    Epiteli basse vie: rari

    che significa?

    1. Anonimo scrive il

      Nulla di rilevante, eccetto ogni tanto una minzione urgente ma capita quando vado stitico

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il medico prenderà in considerazione l’ipotesi di una lieve infezione delle vie urinarie, ma potrà valutarlo meglio in base a visita, sintomi, altri esami, …

  10. Anonimo scrive il

    Ho fatto l esame delle urine
    Esame microscopico 400x alcune cellule delle basse vie che signifca?

    1. Anonimo scrive il

      Esame delle urine
      Ph6, 0 (5, 0- 7, 0)
      Glucosio 0 (assente)
      Proteine 10 (0-20)
      Emoglobina 0, 00Ti (assente)
      Corpi chetonici 0 (assenti)
      Bilirubina 0, 0 (assente)
      Urobilinogeno 0, 0 (0, 0- 1, 0)
      Nitriti Assenti
      Peso specifico 1029 (1 005-1 030)
      Esame microscopico 400x
      Alcune cellule delle basse vie
      La dottoressa mi ha mandato a far il past test. Ma io sono molto preoccupata vorrei capire bene di cosa si potrebbe trattare? E se è qualcosa di grave?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Potrebbe essere un falso allarme, quindi niente panico, ma è corretto non trascurare il rilievo e verificare ogni possibilità.

    3. Anonimo scrive il

      Peró di cosa si tratta? Se non e un falso allarme? Diceva la dottoresa un germe nell utero .

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la ginecologa si riferiva al virus HPV e il PAP test ricerca eventuali lesioni causate da questo virus.

    5. Anonimo scrive il

      Spero non sia niente di grave. Ho molta paura di qualche tumore o qualcosa di non curabile

  11. Anonimo scrive il

    Mia figlia ha ritirato l’analisi delle urine dalle quali e risultato:
    Nitriti : presenti
    Lucocite: Presente
    Cellule:presenti
    Cristalli:presenti
    Flora Microbica:presente
    E’ preoccupante tutto ciò considerata la presenza di tali elementi nelle urine?
    La saluto e La ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non è preoccupante, ma è da sottoporre al pediatra, potrebbe essere un’infezione delle vie urinarie.

  12. Anonimo scrive il

    Buona sera dottore, nell’esame microscopico dell’urina mi è uscito
    Muco: tracce
    proteine 10 0/10

    cosa vuol dire?

    cordiali saluti

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sintomi mentre urina?
      Di per sé questi risultati potrebbero anche non avere alcun significato, ma andranno contestualizzati con sintomi, altri risultati, …

  13. Anonimo scrive il

    nell’urinare non ho sintomi strani. Ho avuto gli esami del sangue sballati tra neutrofili 35,4 e linfociti 52,4, nelle feci ho blastocisti. Può essere il tutto correlato? Grazie dottore

    1. Anonimo scrive il

      da poco non presento sintomi, ma da marzo accusavo attacchi di diarrea, reflusso grastro-esofageo, lingua bianca. L’unica cosa ogni tanto mi vengono come delle cisti sottocutanee che vanno via. Non so se sono collegabili.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Credo che al momento sia tutto OK, ma ovviamente è indispensabile verificare con il medico.

  14. Anonimo scrive il

    Buongiorno ho ritirato analisi urine :
    glucosio negativo
    Bilirubina neg
    Chetoni neg
    Peso specifico 1,022 ( valori di riferimento 1.005 1.050)
    Sangue neg
    Ph 5,5 ( valori rif 5,5. 7,5)
    Proteine neg
    Urobilinogeno neg
    Nitriti neg
    Colore giallo
    Aspetto velato
    Conclusione: 10-15 leucociti xc
    Diverse cellule delle basse vie urinarie
    Diversi cristalli di ossolato di calcio
    La mia domanda e sono due gg che ho forni dolore al fianco destro e il medico sospetta la renella secondo lei da questo esame potrebbe confermare ?ho fatto ecografia ed è tutto apposto .saluti e grazie

  15. Anonimo scrive il

    Salve dottore sono un ragazzo di 26 anni, non bevo alcolici e non fumo. Può dirmi cosa ne pensa di questi valori, da premettere che la Gamma-GT è spesso fuori dai valori di riferimento, da cosa può essere dovuto?
    Di seguito le scrivo i valori delle ultime analisi fatte..

    URINE valori nella norma
    -Emoglobina TRACCE (Neg.)
    SEDIMENTO URINE:
    -Emazie 30 (0-15)
    -Leucociti 7 (0-20)
    -Cellule epiteliali 2 (0-20)

    -GPT/ALT 36 (0-37)
    -Gamma-GT 132 (0-49)

    I valori del sangue sono nella norma anche se alcuni quasi vicino al limite.
    La ringrazio per l’attenzione

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, il suo medico cosa dice relativamente alle analisi? va indagato il perchè delle gamma gt elevate, dato che non è nemmeno la prima volta come dice; va valutato anche il valore della bilirubina totale e diretta e della fosfatasi alcalina, che ci dice qualcosa eventualmente perchè di solito correlano coi valori della gamma gt, ed eventualmente eseguire un’ecografia epatica. Non penso comunque ci sia nulla di grave, ne parli col suo medico. Saluti.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie per l’attenzione, al momento il mio medico curante è in ferie.
      Dal momento che ho riscontrato spesso questa Gamma-gt alta, tempo fa feci alcuni controlli per scongiurare eventuali problemi a livello epatico, risultato.. Sano come un pesce, a parte questo valore sballato.
      Seguo un’alimentazione normale, (150-200 gr di pasta di meno non mi sazia) ho una vita molto attiva, e vado in palestra, non ho massa grassa. Consumo sia carne che pesce forse molta più carne, e mangio frutta lontano dai pasti.. Bevo quasi due litri di acqua al giorno.. Insomma cerco di seguire un’alimentazione..
      Però qualche volta sento dei dolori a livello del fegato, suppongo sia un po’ di affaticamento.. Ma per il resto nient’altro… Può consigliarmi oltre a questi esami che mi ha scritto che farò senz’altro, una visita più approfondita, per indagare su questo problema??
      La ringrazio ancora..

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Epatologo (se vogliamo indagare il fegato), oppure ematologo (dal punto di vista analitico).

  16. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore, ho ritirato oggi l’esame delle urine e risulta la presenza di : leucociti, ossalato di calcio e cellule di sfaldamento. È normale la presenza di queste cose? Sopratutto cosa devo fare per riportare tutto nei ranghi?

    1. Anonimo scrive il

      Mah…sento Un po’ Di pesantezza nell’urinare. Lievissimo bruciore poco prima di urinare. Bevo molto ultimamente perchè ho molta sete, non so se la sete è dovuta a questo. Gli Altri valori sono nella norma. Solo il mio TSH è a 0.6 ma ho la tiroidite di Hashimoto. Domani mi vedrà il mio endocrinologo. A causa di questo senso di sete insaziabile ho fatto gli esami del sangue e delle urine

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Forse un po’ di renella, nel caso bere molto aiuta (la grande sete potrebbe essere anche peggiorata dal caldo di questi giorni).

  17. Anonimo scrive il

    Ho appena ritirato le analisi cosa vuol dire diverse cellule nelle basse vie e leucociti ? Anche la Ves è un po alterata 23 con limite 15 . Devo preoccuparmi?

    1. Anonimo scrive il

      No nessun sintomo infatti non capisco come mai la ves sia alterata. Ho fatto analisi di routine.,quindi non per un disturbo in particolare. Potrebbe essere per il Deusil che prendo da un paio di mesi? Per della bile densa che mi hanno diagnosticato durante un ecografia addominale. È possibile che sia il farmaco ad alterarla o è il caso di fare altre analisi?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La VES è un esame aspecifico e tutto sommato poco informativo, le cause di un lieve aumento come nel suo caso possono essere numerose; faccia il punto con il medico, ma probabilmente le consiglierà solo di bere di più.

  18. Anonimo scrive il

    Salve dottore,ho fatto le analisi “transglutaminasi”ecc ecc,fortunatamente negativo…inoltre ho inserito anche le analisi delle urine….
    I valori sono tutti in regola,meno
    -Traccia di cristalli di ossalato di calcio.
    -valore proteine nelle urine 30 rif 0-20…
    Il mio medico credo sia andato in ferie visto che non risponde…e io non so a chi domandare/a chi fare vedere le mie analisi….ASSURDO!!!
    Ragazzo ,22 anni….
    Sintomi:non so se rilevante,ma ultimamente vado più volte ad urinare,in un breve lasso di tempo…
    Non avverto né bruciore,né altri sintomi….
    Oltre ad aspettare il medico per fargli vedere le analisi ,cosa mi consiglia???
    Grazie tante….

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Per quale motivo sono state richieste le analisi delle urine?
      Beve a sufficienza?

    2. Anonimo scrive il

      Allora a dire il vero,perché non riuscivo a capire un paio di malesseri,dovuti alla magrezza ecc quindi ho fatto le analisi del sangue per tiroide,celiachia e tanto altro ….
      Ed inoltre ho pensato perché no,aggiungo anche le urine…(non c’é un motivo preciso)….
      Bevo molta acqua?si,frizzante ma sempre acqua oligominerale

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non vedo nulla di drammatico, ma sottoponga l’esito al medico per valutare la presenza delle proteine (ci sono molte spiegazioni non patologiche, ma va comunque verificato).

    4. Anonimo scrive il

      Grazie,complimenti per la prontezza delle risposte.
      Perciò, anche con la temporanea assenza del mio dottore,posso “stare tranquillo”.nonostante il mio problema di fondo “essere sottopeso” non é stato risolto….mi rivolgeró ad un nutrizionista.
      Per quanto riguarda: proteine,e cristalli nelle urine aspettero il dottore senza allarmarmi.
      grazie infinite dottore guido,é stato un piacere.

  19. Anonimo scrive il

    Sono tornata dal mare essendo stata qualche giorno in barca e quindi tra igieneintestino e urinare sono stata molto in difficolt a ora tornata a casa mi è capitato di avere bruciore a urinare cosa mi consiglia? Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Buonasera, probabilmente ha un pò di cistite, beva molto e curi l’igiene intima, se il fastidio dovesse persistere ne parli col medico per un’eventuale prescrizione di terapia mirata.

  20. Anonimo scrive il

    La ringrazio per il suo consiglio il problema è che il mio medico non è reperibile c’è essendo in montagna adesso ho solo.il farmacista preferirei uncconsiglio suo per il mio problema grazue

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, come ha suggerito la collega Fabiani , verosimilmente ha una cistite. Beva acqua, ma se non dovesse passare dovrebbe assumere un antibiotico (es. fosfomicina) ma occorre comunque un medico per la prescrizione.Veda se c’è una guardia medica o turistica nelle vicinanze. Saluti

  21. Anonimo scrive il

    salve dottore ieri ho ritirato le analisi e qualche valore è uscito leggermente alterato rispetto al normale le scrivo qui quali sono
    esame emocromocitometrico
    globuli rossi
    volume corps. medio (mcv) risultato 100,4fl valori normali 80,5 – 98,7
    protidogramma elettroforetico
    beta 2 risultato 20,1% valore normali 11,9 – 17,9
    gamma risultato 1,55 g/dl valore normali 0,8 – 1,35
    esame urine
    cellule di sfaldamento risultato alcune
    magari una sua diagnosi per capire cosa potrebbe essere perchè sono un pò preoccupata perchè quanto ho letto su internet la cosa non è ben rassicuarante..grazie per l’attenzione.

    1. Anonimo scrive il

      perchè da quasi una settimana come adesso avevo debolezza alle gambe,stanchezza,nausea e sudorazione

  22. Anonimo scrive il

    e anche vero che da un pò di anni soffro di colite cronica non so se questo influisce anche.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Ultima parola al medico, ma non credo che li considererà un problema.

  23. Anonimo scrive il

    Salve,
    ieri ho effettuato l’esame chimico, fisico e microscopico delle urine: ho comprato un contenitore sterile in farmacia nel quale, la mattina dell’esame, ho introdotto circa 80 ml di urina.
    La consegna del campione al laboratorio e’ avvenuta dopo circa 3 ore dalla minzione (anche a causa della lunga fila d’attesa per l’accettazione): vorrei sapere se questo puo’ alterare i risultati dell’esame.

  24. Anonimo scrive il

    Salve dottore ho effettuato le analisi delle urine questi sono i risultati :
    urinocoltura negativo
    esame microscopico
    leucociti rari
    cellule epiteliali numerose
    batteri numerosi
    muco diversi filamenti
    Mi devo preoccupare?
    Aspetto una sua risposta grazie in anticipo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Salve, probabilmente c’è una piccola infezione in corso; ha sintomi? le faccia comunque visionare al medico che valuterà per un’eventuale terapia. Saluti.

  25. Anonimo scrive il

    Buongiorno Dottore,
    ho ritirato esami dell’urine di mia figlia di 4 anni e di seguito i risultati:
    Leucociti: 70
    proteine:0.1 g/L
    Emoglobina: 0.10mg/dL
    Nitriti: Presenti
    Batteri: Presenti
    Cellule transizionali superiori: 6
    Urinocultura : Positiva al ESCHERICHIA COLI
    Carica Batterica: 1 Milione

    Si tratta di un infezione alle vie urinarie? serve quindi antibiotico? dopo ciclo di antibiotico conviene ripetere l’esame delle urine?
    Grazie mille

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Sì.
      2. Sì.
      3. Non necessariamente, lo valuterà la pediatra in base ai sintomi.

  26. Anonimo scrive il

    Buona sera Dott.oggi o ritirato le analisi e tutto nella norma soltanto le same delle urina un valore e alto batteri 400 che può essere

    1. Anonimo scrive il

      Appena appena di brucioe ma può di pendere che due giorni prima di fare le analisi o preso due bustine di nimesulide

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) scrive il

      Potrebbe essere una lieve cistite, nulla di grave ma faccia ovviamente valutare al suo medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.