Introduzione

La malattia mani-piedi-bocca, un’infezione virale abbastanza contagiosa e piuttosto comune fra bambini, è caratterizzata da lesioni in bocca e vescicole su mani e piedi; di norma l’infezione esordisce attraverso la comparsa dei caratteristici sintomi da infezione virale

  • febbre,
  • riduzione dell’appetito,
  • gola infiammata,
  • sensazione di malessere.

Uno o due giorni dopo la comparsa della febbre si possono sviluppare piaghe dolorose in bocca, un’eruzione cutanea sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi e può svilupparsi anche nell’area genitale e dei glutei.

Non tutti i soggetti contagiati mostrano tutti i sintomi, in alcuni casi (spesso gli adulti) i pazienti possono essere infetti, contagiosi, e tuttavia non mostrare alcun sintomo. Più raramente è possibile sviluppare invece sintomi più severi e marcati, con forte prurito e possibile perdita delle unghie, ma in genere la prognosi rimane comunque ottima.

L’esposizione al virus provoca in genere immunità, quindi contrarla più di una volta è raro.

Primo piano di mani e piedi di un adulto colpito dalla mani piedi bocca

By KlatschmohnAckerTreball propi, CC BY-SA 3.0, Link

Cause

La causa più frequente della mani-piedi-bocca è l’infezione da parte del virus Coxsackie A16. I Coxsackievirus appartengono ad un gruppo di virus chiamati enterovirus non poliomielitici.

L’infezione colpisce perlopiù i bambini che frequentano l’asilo nido, a causa dei cambi di pannolino frequenti e dell’addestramento all’uso del vasino, perché i bambini piccoli si mettono spesso le mani in bocca (via d’ingresso preferenziale per il contagio).

Anche gli adolescenti e gli adulti si possono ammalare; benchè sia più raro, il contagio si verifica di norma tra i famigliari o tra le persone con cui il bambino ha contatti più frequenti.

Fattori di rischio

  • Uomini/Donne: Diversi studi sottolineano che l’incidenza della malattia non è legata al sesso, ma alcuni dati indicano una leggera predominanza dei maschi rispetto alle femmine con un rapporto di 1,2 o 1,3 a 1.
  • Età: Colpisce soprattutto i bambini di età inferiore ai 10 anni.
  • Costituisce fattore di rischio il lavorare a stretto contatto con dei bambini.

Trasmissione

La malattia si diffonde a seguito del contatto con altre persone infette, in particolare attraverso:

  • muco nasale o catarro,
  • saliva,
  • fluido dalle vesciche,
  • feci,
  • goccioline diffuse tramite la tosse o gli starnuti.

Anche se i bambini sono molto più contagiosi nella prima settimana della malattia, il virus può rimanere nel loro organismo anche per settimane dopo la scomparsa dei sintomi, durante le quali possono quindi ancora contagiare altre persone.

Alcune persone, soprattutto adulti, sono in grado di trasmettere il virus pur non manifestando alcun sintomo della malattia.

Sintomi

Il periodo d’incubazione della malattia mani-piedi-bocca varia indicativamente tra i tre ed i sette giorni.

L’evoluzione tipica della malattia prevede:

  • irritazione in bocca o alla gola,
  • malessere o spossatezza,
  • lesioni su mani, piedi e talvolta inguine,
  • rari episodi di vomito (quando è causata dal virus EV-71).

Relativamente all’esantema, all’inizio compaiono lesioni sulla mucosa orale, sulla lingua e/o sul palato. Tali lesioni si trasformano rapidamente in piccole vescicole che si esfoliano e vengono circondate da un alone eritematoso. Le lesioni cutanee, sotto forma di macchie o di vescicole, si sviluppano nel 75% dei casi.

Per circa 24-48 ore il paziente può avere la febbre tra 38° e 39°.

I sintomi della malattia di solito guariscono dopo 7-10 giorni.

Gravidanza

Se la futura mamma contrae la malattia mano-piede-bocca, di norma non c’è alcun rischio per il feto e le complicazioni sono poco probabili; la malattia inoltre è rara negli adulti sani, quindi il rischio di infezione durante la gravidanza è minimo.

Tuttavia, se la gestante viene contagiata

  • durante i primi tre mesi di gravidanza, in casi rarissimi la malattia potrebbe causare un aborto spontaneo (i dati in proposito sono però molto limitati),
  • poco prima del parto, l’infezione può essere trasmessa al bambino.

La maggior parte dei neonati affetti dalla malattia mano-piede-bocca presenta sintomi lievi, solo raramente ci possono essere complicazioni, anche gravi, a carico degli organi.

Prognosi e complicazioni

La mani-piedi-bocca è una malattia lieve e autolimitante che guarisce nel giro di 7-10 giorni. In rari casi può impiegare più tempo per guarire oppure può avere delle ricadute.

Anche le complicazioni gravi sono rare, la più frequente è la disidratazione. La malattia può infatti causare la formazione di vesciche in bocca e in gola, che causano dolore e difficoltà di deglutizione. Controllate che vostro figlio beva frequentemente, perché se la disidratazione fosse grave si renderebbe necessaria la somministrazione di fluidi per endovena.

Se la malattia di solito è un disturbo lieve che provoca alcuni giorni di febbre e sintomi non gravi, una forma rara di coxsackievirus può colpire il cervello e causare complicazioni più preoccupanti e potenzialmente gravi:

  • meningite virale, che è l’infezione e infiammazione delle membrane (meningi) e del liquido cerebrospinale che circondano il cervello e il midollo spinale. La meningite virale di norma è lieve e guarisce spontaneamente;
  • encefalite, un’infiammazione del cervello grave e potenzialmente letale, ma per fortuna molto rara.

Quando chiamare il medico

È necessario chiamare il pediatra se:

  • credete che vostro figlio debba essere visitato,
  • le gengive del bambino sono doloranti, arrossate e gonfie,
  • ha delle ulcere e delle vesciche sulle labbra
  • ha la febbre da più di 3 giorni.

Si raccomanda di rivolgersi al Pronto Soccorso se:

  • Il bambino sembra gravemente sofferente (forte sonnolenza, pianto inconsolabile, …).
  • Il bambino presenta i sintomi della disidratazione (ha la bocca molto secca, non produce lacrime, non fa la pipì da più di 8 ore, …)
  • Tra i sintomi compare il torcicollo, un forte mal di testa o delirio (è in stato confusionale).

Cura

La malattia è fondamentalmente innocua e decorre in genere rapidamente e senza complicazioni; raramente è necessario ricorrere a farmaci, che possono essere prescritti per dare sollievo a specifici sintomi:

  • paracetamolo o ibuprofene per la febbre,
  • antistaminici per il prurito,
  • rimedi locali per dare sollievo al fastidio in bocca.

Prevenzione

Non esiste ad oggi vaccino per proteggere dall’infezione del virus che causa la mani-piedi-bocca, la prevenzione è quindi limitata a piccole attenzioni igieniche come:

  • evitare il contatto diretto con individui infetti,
  • evitare la condivisione di posate, bicchieri, …,
  • frequenza igiene delle mani.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

La sezione commenti è attualmente chiusa.