Testosterone basso, alto e valori normali

Valori Normali

Totale

  • Uomini
    • 0 – 5 mesi: 75 – 400 ng/dl
    • 6 mesi – 9 anni: 7 – 20 ng/dl
    • 10 – 11 anni: 7 – 130 ng/dl
    • 12 – 13 anni: 7 – 800 ng/dl
    • 14 anni: 7 – 1,200 ng/dl
    • 15 – 16 anni: 100 – 1,200 ng/dl
    • 17 – 18 anni: 300 – 1,200 ng/dl
    • Adulti: 240 – 950 ng/dl
  • Donne
    • 0 – 5 mesi: 20 – 80 ng/dl
    • 6 mesi – 9 anni: 7 – 20 ng/dl
    • 10 – 11 anni: 7 – 44 ng/dl
    • 12 – 16 anni: 7 – 75 ng/dl
    • 17 – 18 anni: 20 – 75 ng/dl
    • Adulti: 8 – 60 ng/dl

Libero

  • Uomini: 9 – 30 ng/dl
  • Donne: 0.3 – 1.9 ng/dl

Biodisponibile

  • Uomini
    • 20 – 29 anni: 83 – 257 ng/dl
    • 30 – 39 anni: 72 – 235 ng/dl
    • 40 – 49 anni: 61 – 213 ng/dl
    • 50 – 59 anni: 50 – 190 ng/dl
    • 60 – 69 anni: 40 – 168 ng/dl

Fonte: Mayo

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il testosterone è il più importante ormone steroideo androgeno (maschile), ma in grado di rivestire ruoli di primo piano in entrambi i sessi:

  • nell’uomo è responsabile dello sviluppo degli organi genitali e dei caratteri sessuali secondari (barba, peli, timbro della voce, muscolatura),
  • nella donna funge da precursore per la sintesi di un importante ormone femminile (estrogeno).

In entrambi i sessi esibisce inoltre un effetto anabolizzante (stimolazione della sintesi di nuove proteine con conseguente aumento della massa muscolare) ed è causa di un importante impatto sul modello di comportamento (anche, ma non solo, sul desiderio sessuale).

Nell’uomo viene prodotto principalmente dalle cellule di Leydig, presenti nei testicoli, mentre nelle donne la produzione avviene nelle ovaie (soprattutto in età fertile); la produzione viene stimolata e controllata dall’ormone luteinizzante (LH), sintetizzato dall’ipofisi: all’aumentare dell’LH diminuisce la produzione di testosterone.

L’esame misura la concentrazione di quest’ormone in un campione di sangue, ma è importante sottolineare che il testosterone circola nel sangue in due forme:

  • libero (1-4%)
  • legato a proteine (98% circa).

La frazione legata viene veicolata in parte dall’albumina (38%), la principale proteina del plasma, ma soprattutto da una proteina legante specifica (SHBG o SSBG, la globulina legante gli ormoni sessuali).

Il legame tra l’ormone e l’albumina non è molto forte e può essere facilmente spezzato, quindi l’espressione testosterone biodisponibile (BAT) è riferita alla somma del testosterone libero e di quello legato all’albumina.

Si ritiene che la frazione biodisponibile rappresenti la parte dell’ormone circolante che entra con maggior facilità nelle cellule e rispecchi meglio la bioattività rispetto alla misura pura della quantità totale.

Ricordiamo poi che la variazione dei livelli dell’SHBG può causare inesattezze nella misurazione della concentrazione biodisponibile.

  • La diminuzione del livello di SHBG può essere riscontrata in caso di
  • L’SHBG aumenta invece in caso di

In queste situazioni può essere più indicativa la misura del testosterone libero.

In molti casi la misura della quantità totale è sufficiente a fonire al medico tutte le informazioni necessarie, tuttavia in certi pazienti (ad esempio in presenza di un’anomalia del livello dell’SHBG), può essere più utile l’esame del testosterone biodisponibile, così da permettere di diagnosticare con maggior precisione un’eventuale patologia.

Nell’uomo adulto i livelli di testosterone rivestono un ruolo di fondamentale importanza relativamente a

  • sessualità e fertilità (regola il desiderio sessuale e permette la maturazione degli spermatozoi),
  • apparato muscolo scheletrico (previene l’osteoporosi),
  • salute cardiovascolare (rappresenta un fattore protettivo verso diverse malattie metaboliche, come pressione alta e diabete).

Viene utilizzato anche come farmaco, sia negli uomini che nelle donne, in caso di carenza.

Provetta di sangue con la scritta "testosterone"

iStock.com/jarun011

Interpretazione

Uomini

Durante l’infanzia un’eccessiva produzione di testosterone può causare l’inizio di una pubertà precoce.

Nell’uomo adulto un lieve aumento è in genere asintomatico (senza sintomi); aumenti più importanti possono invece essere suggestivi di tumore e quindi il risultato andrà approfondito.

In caso di valori inferiori alla normalità si è in genere in presenza di ipogonadismo, che può manifestarsi con alterazione delle caratteristiche sessuali (per esempio impotenza) e riduzione della fertilità. Si parla in questi casi di:

  • ipogonadismo primario, quando associato a un aumento dei livelli di LH e FSH, legato a cause:
    • genetiche (per esempio la sindrome di Klinefelter),
    • dello sviluppo (testicolo ritenuto),
    • traumi,
    • ischemia (blocco del flusso di sangue dovuto per esempio a torsione testicolare),
    • infezioni (in passato per esempio un grosso rischio era rappresentato dalla parotite/orecchioni),
    • malattie autoimmuni,
    • malattie metaboliche (per esempio insufficienza epatica),
    • orchiectomia (asportazione chirurgica dei testicoli);
  • ipogonadismo secondario/terziario, associato a livelli di LH/FSH normali:

Donne

Durante l’infanzia un’eccessiva produzione di testosterone può causare una mascolinizzazione nelle bambine.

In età adulta può invece manifestarsi sotto forma di

Questa condizione è spesso parte di un quando più generale di sindrome dell’ovaio policistico, più comune nelle donne in sovrappeso; può inoltre essere causata da

Una significativa diminuzione delle concentrazioni rispetto ai valori di riferimento causa invece sintomi più sfumati, come un calo del desiderio sessuale e alterazioni del tono dell’umore; la causa potrebbe essere da riferire ad insufficienza ovarica.

Valori Bassi

  • AIDS
  • Cirrosi
  • Criptorchidismo bilaterale
  • Distrofia miotonica
  • Insufficienza renale
  • Iperplasia surrenalica congenita
  • Ipogonadismo
  • Pubertà tardiva
  • Sindrome di Down
  • Sindrome di Klinefelter

Valori Alti

  • Celiachia
  • Gravidanza molare
  • Ipertiroidismo
  • Obesità femminile
  • Ovaio policistico
  • Pubertà precoce
  • Sindrome di Cushing
  • Sindrome di Reifenstein
  • Tumore secernente androgeni
  • Tumore surrene
  • Tumori ovarici

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • Negli uomini giovani il livello misurato nelle prime ore del mattino in media è superiore del 50% rispetto alla misurazione nelle ore serali.
  • Il livello può variare considerevolmente a seconda del giorno in cui viene misurato e talvolta anche nell’arco della stessa giornata. La valutazione dei livelli degli androgeni dovrebbe essere quindi basata su diverse misurazioni in momenti diversi.
  • Un aumento eccessivo può essere legato all’uso di steroidi anabolizzanti, usati ad esempio a scopo dopante.
  • Negli uomini i valori possono diminuire in caso di alcolismo e malattie epatiche.
  • La concentrazione aumenta dopo l’esercizio fisico.
  • Con l’età si osserva una progressiva e fisiologica diminuzione dei valori circolanti (superati i 40 anni tende a diminuire annualmente dell’1%).
  • Farmaci
    • Anche alcuni tipi di farmaci, come gli androgeni e gli steroidi, possono far diminuire i livelli degli androgeni.
    • Il tumore alla prostata reagisce agli androgeni, quindi molti uomini con tumori alla prostata in stadio avanzato ricevono una terapia con farmaci che fanno diminuire il livello del testosterone.
    • I farmaci come gli anticonvulsivanti, i barbiturici e il clomifene (Clomid®) possono far aumentare la concentrazione dell’ormone. Le donne in terapia con gli estrogeni possono avere valori più alti del normale.

Quando viene richiesto l'esame

Uomo

Quest’esame in molti casi viene prescritto insieme a quelli dell’FSH e dell’LH ai ragazzi in cui lo sviluppo si presenta tardi o non progredisce. Non tutti i ragazzi iniziano a svilupparsi nello stesso momento, ma di solito lo sviluppo inizia prima dei 10 anni. Tra i sintomi del ritardo della pubertà ricordiamo:

  • ritardo nello sviluppo della massa muscolare,
  • voce che non si abbassa e peli che non crescono,
  • pene e testicoli che non si sviluppano o si sviluppano troppo lentamente.

L’esame può anche essere prescritto in caso di pubertà precoce, con uno sviluppo troppo rapido dei caratteri sessuali secondari (barba, peli, voce adulta, …). Tra le cause della pubertà precoce ricordiamo diversi tipi di tumore e l’iperplasia surrenale congenita.

Negli uomini l’esame può essere prescritto

  • se si sospetta l’infertilità,
  • se il desiderio sessuale diminuisce,
  • osteoporosi,
  • in caso di disfunzione erettile.

Tra gli altri possibili campanelli d’allarme ricordiamo:

  • la mancanza di barba e di peli,
  • la diminuzione della massa muscolare
  • e la ginecomastia (lo sviluppo del seno).

La carenza di testosterone totale e/o biodisponibile è stata inoltre connessa alla maggior presenza di tessuto adiposo viscerale (grasso viscerale o grasso intra-addominale) e all’aumento del rischio di coronaropatie.

Donne

Nelle donne l’esame può essere prescritto in caso di irregolarità mestruali o amenorrea (assenza delle mestruazioni), problemi a rimanere incinta o caratteri sessuali maschili, come l’eccesso di peli, calvizie, acne, e/o abbassamento della voce.

Il livello può aumentare a causa di tumori che si sviluppano nelle ovaie o nelle ghiandole surrenali, oppure per altre malattie, come la PCOS (sindrome dell’ovaio policistico).

Preparazione richiesta

L’esame consiste in un semplice prelievo del sangue da una vena del braccio e non richiede il digiuno.

Altre informazioni

Terapia con il testosterone

La produzione dell’ormone raggiunge il picco durante l’adolescenza e le prime fasi dell’età adulta. Invecchiando, la quantità diminuisce gradualmente, di solito dell’1% annuo circa dopo i 30 anni. Negli uomini anziani è importante capire se la carenza di testosterone è causata dall’invecchiamento oppure da una malattia (ipogonadismo).

Andamento qualitativo del testosterone nella vita dell'uomo iStock.com/ttsz

La terapia con farmaci a base di testosterone (mediante cerotti o iniezioni) è in grado di far aumentare la quantità circolante e disponibile; può essere utile per alleviare alcuni sintomi e/o prevenire la perdita di tessuto muscolare e osseo che accompagna l’invecchiamento. I benefici della terapia, tuttavia, non sono ancora stati provati definitivamente, si ritiene infatti chpe la terapia ormonale sostitutiva possa aggravare il tumore alla prostata, anche se nessuna ricerca ha finora dimostrato che tale terapia possa causarne la comparsa. Chi soffre di disfunzione erettile può manifestare una carenza dell’ormone, ma in molti casi la somministrazione di testosterone non migliora i sintomi probabilmente a causa della presenza di altre patologie a monte.

La terapia sostituiva offre molte possibilità affascinanti:

  • può aumentare la massa muscolare,
  • migliorare la memoria e la concentrazione,
  • migliorare la libido,
  • far aumentare l’energia.

ma i benefici per la salute offerti dalla terapia sostitutiva non sono però così chiari.

Nel complesso si ritiene che la terapia possa essere presa in considerazione quando ci sia una patologia realmente responsabile di una riduzione della concentrazione di ormone circolante, non per cercare sollievo ai normali sintomi e disturbi connessi all’invecchiamento.

Quali sono i rischi?

La terapia con il testosterone presenta diversi rischi, ad esempio può:

  • aumentare il rischio di sviluppare apnea nel sonno, un disturbo del sonno potenzialmente grave in cui il respiro si arresta e riprende più volte nel corso del riposo notturno,
  • aumentare la produzione di globuli rossi (policitemia), esponendo al rischio di sviluppo di malattie cardiache,
  • causare acne o altre condizioni cutanee,
  • causare iperplasia prostatica benigna (un aumento benigno delle dimensioni della prostata) e forse anche la crescita dei tumori alla prostata,
  • aumentare le dimensioni del seno,
  • limitare la produzione di spermatozoi o far contrarre i testicoli.

La quantità di peli è direttamente proporzionale a quella del testosterone?

Le ricerche hanno dimostrato che c’è una proporzionalità tra la quantità di ormone e quella dei peli, ma la crescita è diversa nelle varie parti del corpo; ad esempio in alcuni uomini l’ormone fa crescere i peli sull’addome e sulla schiena, ma non sul cuoio capelluto, causando la calvizie. I fattori genetici sono i principali responsabili dell’’espressione dell’enzima 5-alfa reduttasi, che converte il testosterone nel diidrotestosterone, causando la predisposizione famigliare alla calvizie. Il finasteride (Propecia®) è un farmaco che inibisce l’azione della 5-alfa reduttasi e può risolvere la tendenza alla calvizie in alcuni uomini.

Articoli ed approfondimenti

Importante

Revisione a cura del Dott. Roberto Gindro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo -

    Gentile Dottore, vorrei sapere se con esercizi fisici adatti tipo palestra e pesi uniti ad una dieta idonea ed uno stile di vita sano sia possibile far aumentare il testosterone in modo naturale, Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      A mio avviso non in maniera significativa, a meno che in questo momento non ci sia uno stile di vita così anomalo da determinare alterazioni metaboliche.

  2. Anonimo -

    Salve… Ho fatto l’esame del testosterone libero… Perché mi è saltato il ciclo per un mese e da quando ho smesso la pillola a settembre non è regolare….. Vorrei cercare una gravidanza il risultato è 0.90 su un range da laboratorio che va da 0.30 a 3.20….ho 31anni peso 55kg ca. E sono alta 1,65ca. Secondo lei è buono o cosa?????

    1. Anonimo -

      Attendo risposta grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sì, va bene.

    3. Anonimo -

      Legate a questo ho fatto anche fsh, lh, e e2…le riporto tutti i risultati precisando che ero 59giorni senza ciclo….
      Fsh39.4
      Lh32.2
      E2 77.7
      Che ne pensa????la pillola prima di interromperla l’ho presa per tanti anni di seguito…..

    4. Anonimo -

      Nel frattempo mi è arrivato anche il ciclo finalmente dopo 64giorni

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Credo che sarebbe interessante ripetere l’FSH e l’LH al terzo giorno del ciclo (ma senta il medico).

    6. Anonimo -

      Si si ho appuntamento per giovedì….. Era per avere un parere……

    7. Anonimo -

      Strani valori????

    8. Anonimo -

      Come la vede ho possibilità di rimanere in cinta così secondo lei????

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Un FSH così elevato non promette bene purtroppo, ma per una valutazione più affidabile sarebbe opportuno dosarlo al terzo giorno perchè è possibile che LH e FSH fossero elevati a causa dell’elevato ritardo.

    10. Anonimo -

      Mmmm…. Ok non devo però già fasciarmi la testa però……

    11. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Come detto credo che il ginecologo vorrà vedere le analisi al terzo giorno.

  3. Anonimo -

    Salve il mio problema e eiaculazione precoce primaria sono andato da andrologo e mi ha fatto fare esami ormonali lh testosterone prolattina di cui valori testosterone molto basso sotto237 \205 cosa fare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Lo specialista valuterà se prescrivere un’integrazione.

  4. Anonimo -

    salve il mio problema è avere pochi peli soprattutto sul viso e le mie sopracciglia, molto rade. ho fatto diversi controlli si pensa che sia ereditario o qualcosa del genere. io vorrei fare una cura ormonale questi sono i risultati dell anno scorso:
    SHBG –>39.9 nanomoli/L
    TESTOSTERONE LIBERO–>13.5 pg/ml.

    Gradirei una risposta,grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Valori di riferimento?

    2. Anonimo -

      dimenticavo…
      FT3–>4.43 picog/mL
      FT4–>13,17 picog/mL
      TSH–>2.03 mU/dL
      Sempre datati 2015…

    3. Anonimo -

      i valori di riferimento da dalle analisi sembrano tutti nella norma…confrontati su internet non sono sempre nella norma…non so come basarmi

    4. Anonimo -

      dalle analisi SHBG 10-57, tetstosterone libero 8.7-54.7,FT3 2.3-4.2,FT4 8-17, TSH 0.35-5.5

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Il testosterone non è elevatissimo, ma non dovrebbe essere la causa del problema.
      La tiroide funziona bene.

      Da un punto di vista generale deve sempre fare riferimento ai valori di normalità riportati sul referto, non quelli trovati da altre fonti (perchè legati a strumenti diversi).

    6. Anonimo -

      quale potrebbe essere secondo lei il problema?
      si potrebbero ottenere risultati magari con cura di testosterone libero?

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non sono in grado di formulare ipotesi, ma temo che la causa non sia il testosterone.

    8. Anonimo -

      cosa mi consiglia? ho fatto visite presso endocrinologo,dermatologo e un chirurgo plastico noto…ma niente

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Onestamente non saprei davvero cosa consigliare, mi dispiace davvero.

    10. Anonimo -

      solo per capire, sarebbe rischioso fare una cura di testosterone?perchè se il rischio è lucio dalla, non sarebbe male male. meglio averli che non.

    11. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non si integra mai il testosterone senza che ce ne sia una vera necessità, ossia in assenza dei sintomi tipici (riduzione del desiderio, difficoltà di erezione, anemia, riduzione massa muscolare, …).

      Comprendo perfettamente il suo desiderio di risolvere, ma deve affidarsi ad un medico ed evitare qualsiasi fai da te.

    12. Anonimo -

      la ringrazio

  5. Anonimo -

    Salve, sono una ragazza che in passato ha avuto acne severa nella zona dove ci sarebbe dovuta essere la barba. È stato escluso ovaio policistico e altre problematiche, ma mi è stato detto che avevo il testosterone più alto dell’ormone femminile. Au tempi ero più piccola e la specialista in parole povere mi disse: il corpo crede di essere un uomo.
    Ora, la mia domanda è davvero, ma davvero stupida, fin da piccola ho sempre voluto essere maschio, la cosa può influire?
    Ho smesso di prendere la pillola anticoncezionale (prescritta per ormoni) perché mi appesantiva, e stanno già iniziando i vecchi sintomi come mal di testa.
    Vi ringrazio in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Premesso che non mi sento in grado di rispondere, quindi prenda le mie parole con lo stesso peso che darebbe alle parole di un suo amico e dimentichi la mia professione: probabilmente non era il fatto che lei volesse essere uomo a causare questa reazione nel suo corpo, ma erano viceversa gli ormoni che il suo corpo produceva ad indurle quei pensieri.

  6. Anonimo -

    Mi scusi dottore ho letto Il suo articolo per cercare di capire la Mia situazione. Da quello che ho capito Il test.totale é la parte legata alle proteine shbg e albumina mente quello libero é la parte attiva pronta ad entrare nelle cellule x svolgere la sua azione. Bene, dalle mie analisi risulta un testosterone totale fuori dai valori cioè con asterisco mentre albumina, shbg, e testosterone libero rientrano nei valori. Se il totale é legato non dovrebbero essere sballati pure albumina o shbg? Puó darmi un chiarimento? Grazie mille

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Il totale comprende tutto, anche quello libero.

  7. Anonimo -

    Ma allora perché i valori di quello libero, shbg e albumina rientrano nei limiti (senza asterisco) e quello totale é asteriscato?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      L’albumina è una proteina che ha molte altre funzioni oltre a quella del trasporto del testosterone, quindi il suo valore è del tutto indipendente da quello dell’ormone.

  8. Anonimo -

    Comprendo ma quello che non capisco é da dove esce un testosterone totale alterato se tutti gli altri valori che lo compongono risultano nella norma? Mi perdoni probabilmente non riesco a capire e nei prossimi giorni andró dal medico e chiederó ulteriori spiegazioni.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Mi riporta cortesemente i risultati con i valori di riferimento? Così proviamo a ragionare su questi.

  9. Anonimo -

    Grazie della sua attenzione!!!
    Testosterone 2.58 nmol/L (0,29-1,67)
    Shbg 87.06 nmol/L ( 24.60/ 122.00)
    Albumina 4.8 g/dl (3.5/5.22)
    Testosterone libero 0,023 nmol\L ( 0,003/0,033)
    Indice di testosterone libero 2.96% (0.30\5.62)
    Testosterone biodisponibile 23.2%( 15.3/47.7).

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non entro nel merito delle cause dell’aumento del testosterone, da questo punto di vista lascio l’interpretazione allo specialista, ma da un punto di vista matematico possiamo pensare che sia in gran parte legato all’albumina circolante (noti la diversa unità di misura dell’albumina).

      Semplificando al massimo, nell’organismo c’è tanta, tanta albumina in circolo e può servire per legare il testosterone od altre molecole per necessità di vario genere; l’albumina è veramente MOLTO più abbondante rispetto al testosterone, quindi può tranquillamente gestire la quantità in eccesso di ormone senza necessità di superare a sua volta i valori normali.

      Se non fosse chiaro me lo dica che provo ad usare altre parole.

    2. Anonimo -

      Caro dottore grazie infinite della sua gentilezza, ho capito finalmente. Ho eseguito queste analisi prescritte dall’endocrimologo in quanto ho l’ov.policistico ma non riuscivo a capire da cosa derivasse il testosterone alterato. Non ho mai sofferto di acne o istruismo, sono normopeso (piú sul magro).tutti i valori vino ad ora eseguiti sono nella norma tranne appunto il testosterone totale e lh piú alto di fsh.mi aspettavo una conseguente diminuzione delle shbg invece sembrano nella norma. Sebrerebbe un caso non grave o almeno lo spero!!! Grazie ancora della sua pazienza.

  10. Anonimo -

    Buongiorno,
    Sono un uomo di 42 anni
    Ho fatto le analisi e questi i valori riscontrati.

    LH = 2.80 miU/ml. Rif 1.4- 12
    FSH = 3.40 mU/ ml. Rif 1.6 -18
    PRL = 12 Rif 2-18
    Testosterone = 5.12 ng/mg rif 2.6 – 9
    Testosterone libero 26.1 pg/ml rif 12- 29.5
    Esame notturno con regiscan nei limiti
    Conclusione turbe di natura psicogena
    Grazie per il suo parere.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sembra tutto OK dal punto di vista ormonale.

  11. Anonimo -

    Buonasera dottore,
    Non capisco i risultati del mio test sul testosterone libero che indica 14.8 pg/ml (20.8- 64) ed è segnalato con asterisco.
    Valori di testosterone totale e shgb normali : 3.43 ng/ml (1.75-7.80) e 46.3 nmol/l (13-71).
    Non ho disfunzioni erettili ma testicolo sinistro ipotrofico.
    Cordiali saluti.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      La quantità di ormone libero, cioè effettivamente attivo, è un pochino più bassa della norma.

      Per quale motivo è stato richiesto l’esame?

  12. Anonimo -

    Dottore ho i valori del testosterone libero e totale tutti e due bassi con spermiogramma con il 90 % di spermatozoi immobili inoltre testicoli piccoli soffro di ansia e depressione che sto curando con mutabon ho chiesto alla mia dottoressa e mi dice che questo medicinale non porta l’abbassamento del testosterone ho letto che bassi livelli di testosterone possono portare sintomi psicologici di ansia e depressione cosa mi sa dire?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Chi ha chiesto l’esame del testosterone e per quale motivo?

  13. Anonimo -

    Buonasera dottore,
    Devo passare da Yaz a Nuvaring
    Devo terminare il blister e prendere anche le compresse bianche?
    E quando devo iniziare con l’anello?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Riporto dal foglietto illustrativo.

      “La donna deve inserire NuvaRing al più tardi il giorno seguente il consueto intervallo libero da pillola o libero da cerotto o seguente l’ultima compressa di placebo del precedente contraccettivo ormonale combinato.”

    2. Anonimo -

      Ok grazie, ma iniziando il trattamento con Nuvaring il giorno dopo aver terminato le compresse placebo vorrebbe dire inserire l’anello durante il ciclo
      È possibile?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sì, ma proprio per questo motivo si preferisce in genere inserirlo il giorno successivo all’ultima compressa rosa (ossia al posto della prima bianca).

  14. Anonimo -

    durante la notte , ma solo durante la notte mi da quelle voglie di accoppiarmi con un uomo ma subito dopo neanche 2 ore mi passa tutto pero non mi piacciono gli uomini ma le donne. Come se mi trasformassi in un altra persona . Non ho piu voglia di farlo spesso con la mia ragazza. Di Cosa si potrebbe trattare?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Età?

  15. Anonimo -

    Gent.Dottore, mi rivolgo a lei perché parlando con il mio medico non ho avuto troppo aiuto.
    Io, 75 anni, sposata da 53 anni mio marito ha 93 anni lui è stato sempre focoso io dopo essere stata operata da tumore all’utero non mi ha più interessato il rapporto sessuale.
    LUI ancora oggi mi tormenta con questa OSSESSIONE !!!! il dott con gli esami del sangue gli ha fatto fare l’esame del Testosterone risultato 2.05

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Purtroppo temo che questo esuli un po’ dalle mie competenze e rientri nelle dinamiche di coppia; cercherei forse un compromesso che possa essere accettato da entrambi.

  16. Anonimo -

    Salve dott, sono un uomo di 41 anni mi e’ capitato recentemente di avere problemi a mantenere l’erezione durante il rapporto X 2 volte consecutive. È’stato talmente brutto è imbarazzante che mi sono recato dal mio medico per pareri mi ha prescritto Analisi con i seguenti risultati:
    Prolattina :13,3 ng/ml
    riferimento (3,0/13,00)
    Dhea-s : 2,3 umol/l
    Riferimento ( 2,0/13,4)
    Testosterone: 7,96 ng/ml
    Riferimento (2,40/8,20)
    Cortisolo : 14,6 ug/100ml
    Riferimento (6,2/17,9)
    Il mio libito è diminuito enormemente. Potrebbe darmi un suo parere? La ringrazio

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Semrebrebbe tutto OK, potrebbe essere subentrata un po’ di comprensibile ansia dopo il primo episodio; a mio avviso se riuscisse ad affrontare serenamente un nuovo rapporto tutto andrebbe bene, diversamente un sessuologo potrebbe aiutarla a risolvere rapidamente e definitivamente.

      Ovviamente è solo la mia opinione, faccia il punto con il medico che le ha prescritto gli esami e sarà più preciso.

    2. Anonimo -

      Grazie X la risposta tempestiva . Ora ovviamente sentiro anche il mio medico X la valutazione delle analisi.
      Se le analisi sono ok in effetti potrebbe essere stata un po d’ansia da prestazione in quanto non avevo rapporti da parecchi mesi.Io credevo che dopo tutta quell astinenza sarei stato un vero toro. Invece ho fatto il vitellino ?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      🙂

  17. Anonimo -

    ho 63 anni il risultato del testosterone mi dà ng/ml 3,98 valori di riferimento 2,20 – 11,0 ng/ml
    risulta un pò basso oppure è nella norma
    attendo risposta
    grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non è altissimo, ma ancora nella norma; il medico potrà valutare meglio di me, contestualizzando il risultato con eventuali sintomi.

  18. Anonimo -

    ho il testosterone a 3.20 il resto è nella norma ho 44 anni vorrei sapere se è nella norma, ho sempre un gran desiderio di fare sesso, ma spesso durane il rapporto ho dei cedimenti,
    l’urologo mi ha consigliato una terapia di 2 mesi di testosterone con punture, creme, e farmaci, ma il mio medico di fiducia mi ha assolutamente proibito di fare la cura ormonale. nn so cosa fare.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Mi dispiace, ma in quanto farmacista non posso prendere posizione tra i due medici.

    2. Anonimo -

      Secondo lei il testosterone a 3.20 e sotto la norma?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Valori di riferimento del suo laboratorio? Parliamo di totale?

    4. Anonimo -

      Chemilunescenze
      Anche FSH a 5,21
      Chemilunescenze
      Lei che dice

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Valori di riferimento del suo laboratorio?

    6. Anonimo -

      Testosteto e da 2.80, a 9.00 . A 3.20
      Fh da 2 a 15..a 5.70

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Benchè non elevatissimo il testosterone sembra ancora nella norma, la valutazione non può prescindere tuttavia dall’osservazione dei sintomi.

  19. Anonimo -

    Salve! Ho 35 anni alto 1.69 e peso 69 kg. Sono un po preoccupato per le mie erezioni notturne e mattutine che sono sempre deboli o poco più… Mai come a venti anni rigide e vigorose. Vorrei sapere da cosa può dipendere e eventualmente quali analisi posso fare. Grazie in anticipo.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Durante i rapporti ci sono problemi?

    2. Anonimo -

      Ho solo notato che non è rigido come a vent’anni ma non abbastanza da compromettere il rapporto

    3. Anonimo -

      Durante i rapporti non è rigido come a vent’anni e sinceramente mi dà preoccupazione anche se comunque non è così grave da compromettere l’atto … Sta su ma non come dovrebbe a mio parere!

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non escludo che possa essere un problema legato esclusivamente all’ansia, al fatto che con la testa lei è lì a verificare; può comunque parlarne con fiducia ad un andrologo, per qualche analisi specifica.

    5. Anonimo -

      E questo può influire anche in quelle spontanee durante il sonno?

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      No, ma in ogni caso è meno importante rispetto all’erezione durante il rapporto, ma è comunque anche per questo che raccomando di verificare con un andrologo (per non lasciare nulla al caso).

    7. Anonimo -

      Un po di tempo fa ho fatto le analisi e avevo il glucosio a 124 a digiuno… Brutto segno?

    8. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Lo segnali al medico, è sicuramente uno dei punti da cui partire.

    9. Anonimo -

      Che differenza c’è fra glucosio e glicemia? Sta mattina in farmacia ho fatto la glicemia ed era a 99… Quindi tutto ok? Quello poteva essere un caso isolato o per sicurezza lo ripeto fra una settimana?

    10. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Glucosio è il nome della sostanza che si cerca, mentre glicemia è il nome dell’esame (che significa quantità di glucosio nel sangue).

      99 va abbastanza bene.

    11. Anonimo -

      Grazie mille dell’aiuto!!!

  20. Anonimo -

    Ma la masturbazione abbassa il livello di testosterone?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      No.

  21. Anonimo -

    Salve ho fatto oggi l’analisi del testosterone e il risultato è 4.77 ng/ml valori riferimento 2.27 – 10.3
    Ho 35 anni pensa che vada bene?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sì, sembra che vada bene. L’ha fatto perchè soffre di sintomi specifici?

    2. Anonimo -

      L’ho fatto perché l’ho sempre avuto basso dal 2012 fino anche a 200 ng/dl … L’ultimo dato l’anno scorso ad agosto avevo 300 ng/dl. I sintomi erano scarsa libido e leggera perdita rigidità dell’erezione

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Al momento dal punto di vista ematico sembra tutto OK, i sintomi sono spariti?

    4. Anonimo -

      Spariti no ma sono sicuramente minori e l’unica cosa è che da pochi giorni ho una relazione con una ragazza sposata e a volte perdo l’erezione. Pensavo fosse a causa del testosterone basso ma a quanto pare non c’entra. È questa cosa con la ragazza di prima non mi accadeva. Sono confuso…..

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Potrebbe essere d’aiuto affiancare una consulenza sessuologica, ma ovviamente lo valuti anche con l’andrologo che immagino la stia seguendo.

    6. Anonimo -

      Pensa possa essere ansia da prestazione?

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Possibile, ma non è l’unico disturbo psicogeno che può comparire in questi casi.

    8. Anonimo -

      Quali altri allora?

    9. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non è il mio campo, ma per rimanere su aspetti semplici può influire la paura di essere scoperti, il senso di colpa, … anche in modo inconsapevole.

    10. Anonimo -

      Ho fatto una visita e il dottore ha riscontrato prostata infiammata e mi ha prescritto una spermiocoltura … Se l’ultimo rapporto l’ho avuto sabato notte o meglio domenica mattina alle due va bene se faccio la raccolta sabato mattina ? Perché sarebbero 6 giorni invece di sette ….

    11. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Si attenga scrupolosamente ai tempi suggeriti.

  22. Anonimo -

    Salve Dr. Guido sono un uomo di 43 anni peso 70 km statura 1,75 ho ricevuto oggi il referto delle analisi e ho il testosterone libero 43.6 pg/ml sono molto preoccupato. Mi spiegare che cosè .

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Valori di riferimento?
      Per quale motivo è stato richiesto?

  23. Anonimo -

    L’esame è stato richiesto perchè cerchiamo un figlio e ho il dna degli spermatozoi spezzati.
    TESTOSTERONE 3.69 ng/ml ( 1,29-7,76)
    eclia
    TESTOSTERONE LIBERO 43.6 pg/ml ( 2.41- 8.27)
    ria

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Mi dispiace, ma non mi sento di esprimere giudizi.

  24. Anonimo -

    Salve ho 44 anni ho fatto gli esami del FSH 14,7 .LH 8,1 . Testosterone totale 2,08 .stiamo provando ad avere un bambino ma il medico mi dice che i risultati sono bassi .Volevo sapere se c’è qualche cura per ciò,grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Probabilmente si valuterà una stimolazione ormonale.

  25. Anonimo -

    Salve, sono una donna di 20 anni, è possibile avere testosterone nella norma mentre quello libero è più alto del range 4,4 pg/ml range 0 fino a 3,2. Se il testosterone libero è una piccola percentuale di quello totale come è possibile allora che quello totale rientri nella norma?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Lei prenota una torta di panna e cioccolato in pasticceria e chiede di prepararne in tutto 1 kg, diviso equamente tra cioccolato (mezzo chilo) e panna (mezzo chilo); il pasticcere decide di fare di testa sua e fa una torta che pesa 1 kg come da sua richiesta, ma decide di metterci 3 etti di cioccolato e 7 etti di panna.

      Il totale è nella norma, ma la panna (testosterone libero) supera il riferimento che avevamo fissato perchè il pasticcere ha ridotto il cioccolato (testosterone legato).

    2. Anonimo -

      Il testosterone libero secondo lei può essere influenzato dallo stress? È’ un valore che varia molto nelle fasi del ciclo? Le chiedo perché io ho fatto le analisi il 3 giorno del ciclo, ma forse andava fatto in fase luteale il prelievo?. Pratico molto sport e mangio sano, secondo lei a cosa può essere dovuto questo aumento visto che nelle analisi precedenti avevo un valore molto basso, 0,77 pg/ml. Devo preoccuparmi di avere PCOS anche se il mio ciclo è regolare?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Posso chiederle LH e FSH?

    4. Anonimo -

      Fsh 6,1 (2,5-10,2)
      Lh 6,3 (1,9-12,5)

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non sembrerebbe esserci ovaio policistico, ma ovviamente raccomando di fare il punto con il ginecologo.

  26. Anonimo -

    Il testosterone libero secondo lei può essere influenzato dallo stress? È’ un valore che varia molto nelle fasi del ciclo? Le chiedo perché io ho fatto le analisi il 3 giorno del ciclo, ma forse andava fatto in fase luteale il prelievo?. Pratico molto sport e mangio sano, secondo lei a cosa può essere dovuto questo aumento visto che nelle analisi precedenti avevo un valore molto basso, 0,77 pg/ml.
    Può rispondermi questa volta? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) -

      Buonasera, il valore di testosterone non ha variazioni molto significative con le fasi del ciclo , tuttavia può essere aumentato in persone molto sportive. Saluti

    2. Anonimo -

      Lo stress può influenzare il valore del testosterone?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Nell’uomo potrebbe influire, perchè aumenta la produzione di ormoni dello stress (come il cortisolo) e DIMINUISCE la produzione di testosterone, nella donna onestamente non glielo so dire.

    4. Anonimo -

      Che consigli mi può dare, anche come alimentazione, per poterlo diminuire?
      Grazie

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Purtroppo temo che non si possa fare molto dal punto di vista alimentare, con uno stile di vita sano si prevengono problemi anche da questo punto di vista, ma non è possibile effettuare correzioni dei livelli a tavola.

  27. Anonimo -

    Salve dott cracchiolo
    Da ultime analisi ho il valore del 17 Oh progesterone un po’ alto 1,45 rif 0,2 – 1,3, secondo lei devo preoccuparmi? È’ indicativo di qualche patologia?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Fino a domani pomeriggio il Dr. Cracchiolo non potrà risponderle, ma sarà mia cura sottoporgli la domanda appena possibile. Nell’attesa ritengo che possa essere utile specificare il giorno in cui è stato eseguito il prelievo (terzo giorno?).

    2. Anonimo -

      si terzo giorno

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) -

      Salve! il valore di 17 oh progesterone non è molto sopra la norma e non credo ci sia da preoccuparsi, ma, visto anche il valore di testosterone alterato, le consiglio di fare una visita specialistica ginecologica. Saluti

    4. Anonimo -

      Il mio ragazzo ha il testosterone totale molto basso ed è molto preoccupato, cosa può fare per aumentarlo?

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      L’esame è stato prescritto da un andrologo a seguito di sintomi?

    6. Anonimo -

      Si, qualche difficoltà nei rapporti

    7. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Lo specialista cercherà eventuali cause per risolverle e/o prescriverà integrazioni di testosterone (esiste in varie forme, cerotto, iniezioni, …).

  28. Anonimo -

    Salve dott Cracchiolo ho 27 anni.
    Secondo lei è possibile avere un valore di DHT e testosterone totale nella norma, mentre un valore di testosterone libero alto? Come si giustifica la cosa?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) -

      Salve, il valore di testosterone libero indica la porzione di ormone libero nel sangue non legato a proteine; solitamente varia dall’ 1 al 4 % del testosterone totale. Possono far aumentare i valori della parte libera l’attività fisica, mangiare molta carne, anche l’orario del prelievo può influire ( la mattina si hanno generalmente valori maggiori), tuttavia valori molto elevati possono essere spia di alterazioni endocrine, per cui per sicurezza faccia vedere le analisi al suo medico di fiducia. Saluti

  29. Anonimo -

    Salve, ho 16 anni e soffro di ipertricosi, vorrei sapere se esiste una relazione appunto tra ipertricosi e DHT. Il mio medico dice che solo un DhT alto comporta ipertricosi, è così?
    Grazie in anticipo dott Cracchiolo

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) -

      Buonasera, effettivamente il DHT è un ormone androgeno per cui un sua eccessiva produzione può causare ipertricosi, ma conviene valutare anche altri ormoni (Testosterone libero, DHEA-S, progesterone, prolattina, FSH, LH ) per avere un quadro completo di un eventuale disturbo endocrino. Saluti

    2. Anonimo -

      Se ho capito bene in una ipertricosi c’è sempre un dht alto, poi a volte associato a questo valore possono esserci altri androgeni come testosterone ecc. Ho capito bene?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo) -

      Salve, no, non necessariamente i valori di testosterone e DHT sono elevati, dipende da quale ghiandola deriva il problema (ovaie?, surrene?, ipofisi?) per questo motivo se si vuole cercare la causa del disturbo conviene dosare anche altri ormoni. Si rivolga ad un endocrinologo per maggiore chiarezza. Saluti

  30. Anonimo -

    Salve dottore, io ho sempre caldo sebbene la mia pelle al tatto sia fredda. Ho 22 anni. A breve dovrò fare gli esami del sangue. Secondo lei dovrò aspettarmi un valore alto di testosterone? Altrimenti a cosa può essere dovuto? Premetto che faccio palestra on regolarità 2 volte a settimana.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Che io sappia non è un sintomo legato a un livello anomalo di questo ormone.

  31. Anonimo -

    Salve dottore,sono un ragazzo di 27 anni ed ho effettuato le analisi del testosterone perchè avverto spesso calo della libido senza però problemi di erezione,il mio medico curante mi ha detto di controllare per prima cosa il testosterone totale ed è uscito un risultato di 4,67 ng/ml (da 1,75 a 7,81).Possono considerarsi valori buoni per un raggazzo della mia età?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      A mio avviso sì, ma il risultato va comunque sottoposto anche al medico che potrà valutarlo anche in considerazione di eventuali altri sintomi presenti.

    2. Anonimo -

      Altri sintomi non ne ho, sono un soggetto abbastanza ansioso e informandomi ho capito che l’ansia a volte può influenzare la libido,comunque dottore la ringrazio per la sua risposta.

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sì, le confermo che incide moltissimo.

  32. Anonimo -

    ho fatto gli esami di sestosterone sono risultato 107 ng/dl volevo sapere se e buono o dovro fare una cura ho la sindromi di Klinefelter,

  33. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    deve eseguire Anche FSH LH spermiogramma e studio del cariotipo

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

  34. Anonimo -

    Salve ho 30 anni e da 3 anni soffro di bassissima libido ed erezioni mattutine assenti . Ho perso durezza lunghezza e sensibilità al pene. Faccio palestra da 5 anni e ho un lavoro molto stressante. Nel 2012 avevo 3.9ng/mL su 2.1-15 di testosterone totale. Cosa potrei fare per tornare in forma? Grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) -

      Buonasera, è una situazione complessa da discutere, servono esami specifici per valutarla e capirne le cause e dunque le possibilità terapeutiche; le consiglio una visita andrologica/urologica. Saluti.

  35. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    in accordo con la collega, primo passo visita andrologica

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

  36. Anonimo -

    Salve,ultimamente ho attraversato un periodo di forte stress e da ormai un paio di mesi avverto una scarsa libido senza però problemi di erezione.Dalle ultime analisi che ho fatto è risultato un testosterone totale ai limiti inferiori della norma e il mio medico curante mi ha prescritto per un mese del Proviron 50 (1/2 cpr a pranzo e 1/2 a cena).Volevo sapere se vi erano delle interferenze con l’Eutirox 50 dato che assumo anche quello da 6 mesi per un ipotiroidismo subclinico,grazie.
    EMOCROMOCITOMETRICO=TUTTO OK
    THS,FT3,FT4=TUTTO OK
    TESTOSTERONE TOTALE 2,21 ng/ml (da 1,75 a 7,81)

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Non mi risultano interazioni.

  37. Anonimo -

    Salve dottore per motivi di erezioni deboli al mattino o addirittura assenti e anche erezioni leggermente calate rispetto al passato il dottore mi ha prescritto il testosterone e questi sono i risultati :
    4,77 ng/ml valori di rif 2,27 / 10,3
    Io ho 35 anni
    Secondo lei è tutto ok?

  38. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    Onestamente valori nella media

    utile anche conoscere : prolattina, omocisteina, 17 beta estradiolo, DHEA

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

  39. Anonimo -

    uongiorno dottore.
    Vorrei chiederle un informazione riguardo i miei livelli di testosterone libero.
    Ho 21 anni e 1 mese fa ho fatto l’esame.
    Le elenco i risultati.
    Testosterone libero: 20.9 pg/mL
    Range: 8.9-42.5
    Tireotropina: 1.52 mIU/L
    Range:0.36-3.740
    Stando al referto medico i risultati sono nella norma,ma leggendo su internet risulta essere molto basso.
    Lei cosa ne pensa è buono per un 21enne? O potrei avere dei problemi ormonali?.

    1. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

      Un testosterone libero ( con tutti i limiti delle metodiche attuali ) assolutamente nella norma

      Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

  40. Anonimo -

    Buongiorno dottore x 7 anni ho fatto uso di finasteride x la caduta dei capelli ora l ho sospeso x sempre da circa 2 mesi,ho fatto le analisi PSA tutto ok,testosterone a 194,ho 39 anni devo preoccuparmi? Può essere stata la finasteride? Mi hanno consulenza integratore testrogain.

    1. Anonimo -

      Mi sono dimenticato prolattina 13

  41. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    nessuna colpa alla finasteride. Quanto anni ha ? che problemi ha?

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

    1. Anonimo -

      Ho 39 anni nessun problema è nessun sintomo di natura sessuale di che potrebbe trattarsi? E il caso di fare accertamenti?

  42. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    non ritengo opportuno procedere a ulteriori accertamenti

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

    1. Anonimo -

      Ho capito ma x aumentarlo cosa potrei prendere non posso convivere con un testosterone di un 80ennemi hanno parlato di cerotti o di integratore testrogain me lo consiglia?facendo mente locale circa 8 anni fa ho avuta una torsione testi colare con forte infiammazione può esser questa la causa?

    2. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

      La causa potrebbe essere quella. Assolutamente NESSUNA terapia sostitutiva che bloccherebbe ulteriormente la produzione

      utile affidarsi adi un andrologo / endocrinologo

      ci tenga informati

      Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

    3. Anonimo -

      Grazie mille dottore

    4. Anonimo -

      Dottore mi sono dimenticato di riferirlè i valori del psa dato che x anni ho assunto finasteride x la caduta dei capelli psa 0.65 e psa totale 0.14 sono nella norma?ultima domanda dopo quanto tempo si smaltisce e si regolarizzazione il psa?grazie

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) -

      Salve, i valori sono del tutto normali e non ci si aspetta una normalizzazione, un minimo di PSA viene sempre dosato. Saluti.

    6. Anonimo -

      Sì sono d’accordo con lei ma siccome il testosterone mi è uscito a 194 leggendo ho scoperto che un psa basso può essere in causa con testosterone basso.

    7. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) -

      Solitamente un PSA alto è indice di qualche problema alla prostata, non essendo però specialista in materia non posso esprimermi ulteriormente e consigliarle di farsi valutare dall’andrologo/urologo.

  43. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo) -

    siamo a disposizione , un caro saluto

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

    1. Anonimo -

      Dottore le ho scritto settimana scorsa x il problema del testosterone basso a 194 si ricorda?ebbene vole aggiornarla che ho ripetuto le.analisi ad una clinica privata ed è risultato a 381 e buono x la.mia età? Ho devo assumere qualche integratore ho letto di tribulis naturale?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Sembra buono, ma va sempre contestualizzato con eventuali sintomi o disturbi.

    3. Anonimo -

      Non ho nessun sintomo o disturbo l ho fatto x caso ho fatto un ceck up generale,dico ma x la mia età 39 anni e in norma ?

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo) -

      Va bene, è un valore nella norma stia tranquillo.

  44. Anonimo -

    Sono una donna di 39 anni e da circa tre anni a seguito di una gravidanza soffro di una copiosa caduta di capelli. In pratica noto che mi cadono capelli piccoli con bulbo. Quelli che dovrebbero diventare lunghi. Un anno fa mi sono recata in un centro tricologico per capire come arginare questa situazione, ma ad oggi non ho avuto grossi risultati.
    Ho effettuato a luglio gli esami del sangue, ormoni e tiroide per capire se questa caduta fosse dipesa da qualche carenza o disordine interno:
    – Proteine totali 7.05
    – Albumina 4.5
    – Sideremia 89
    – Calcio 9.08
    – Magnesio 2.2
    – Ferritina 39.2
    – Esame emocromocitometrico: RBC globuli rossi 4.61
    Hb emoglobina 14.0
    Ht ematocrito 40.5
    MCV volume medio 87.9
    MCH contenuto medio di Hb 30.4
    MCHC concentrazione media di Hb 34.6
    RDW distr. Columetrica di CV 13.3
    – Parametri trombocitari:
    • PLT piastrine 251
    • PCT piastrinocrito 0.210
    • MPV volume medio piastrinico 8.4
    • PDW ampiezza distribuzione 16.0
    – Parametri leucocitari:
    • WBC globuli bianchi 4.5
    – Formula leucocitaria:
    – GR. Neutrofili 65.0
    – Gr. Eosinofili 0.9
    – Gr. Basofili 0.6
    – Monociti 7.2
    – Linfociti 26.3
    – Gr. Neutrofili 2.9
    – Gr. Eosinofili 0.0
    – Gr. Basofili 0.0
    – Monociti 0.3
    – Linfociti 1.2
    – Immunochimica:
    • TSHr ormone tircotropo 1.99
    • LH-ormone luteinizzante 5.63
    • FSH- ormone follicolo stimolante 5.8
    • Prolattina 9.6
    • Estradiolo 143.4
    • Progesterone 0.67
    • Testosterone 0.46
    • Cortisolo 13.5
    • Vitamina B12 324
    • Folati 24
    – Cupremia 73.7
    – Deidroepiandrosterone solfato (DHEA-S) 214.0
    – ACTH 25.60
    – Zinco plasmatico 716
    Vi prego di consigliarmi, questa situazione mi sta logorando.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      È ancora seguita dal centro?

  45. Anonimo -

    Salve dottore. Sono un ragazzo di 18 anni e non ho ancora ben sviluppato gli organi genitali e il pene . I risultati del testosterone sono 1043 ng/dl.. mi consiglia un qualche farmaco per l’aumento del testosterone?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Consiglio una visita andrologica per chiarire la situazione e dipanare eventuali dubbi, evita qualsiasi forma di automedicazione senza una diagnosi esatta.

    2. Anonimo -

      Ma i valori sono buoni ?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista) -

      Valori di riferimento del tuo laboratorio?

I commenti sono chiusi.

La sezione commenti è attualmente chiusa.