Valori Normali

  • 0 – 75 U/l

Fonte: CDI

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

Il TPA (antigene polipeptidico tissutale) è una proteina che si trova nel sangue, prodotta dalla placenta e da altri tipi di tessuti, sia durante la fisiologica proliferazione cellulare che in caso di proliferazione tumorale.

Questa molecola è quindi usata come marcatore tumorale per il controllo e il monitoraggio di diversi tipi di tumore che si originano nel tessuto epiteliale e che colpiscono, ad esempio:

L’esame del TPA presenta tuttavia due limiti:

  1. Non è specifico per una particolare malattia e, se usato da solo, non ha una grande utilità dal punto di vista diagnostico, perché in grado di indicare soltanto che è in corso un processo di proliferazione cellulare anomalo.
  2. Come tutti i marcatori tumorali non serve per arrivare a una diagnosi certa di tumore maligno: l’unico modo per diagnosticare con certezza un tumore è la biopsia, cioè l’analisi al microscopio del tessuto colpito.
Fotografia di un prelievo di sangue dal braccio

iStock.com/Pixel_away

Interpretazione

Il TPA è un indice di proliferazione cellulare, maggiore è la velocità di ricambio delle cellule, maggiore è la quantità della molecola nel sangue.

I tumori non sono l’unico caso in cui il ricambio delle cellule è più veloce della norma, tra gli altri esempi di disturbi in grado di causare una proliferazione cellulare anomala ricordiamo:

Usato come marcatore tumorale, il valore indica la velocità di accrescimento del tumore, più è basso, più il ricambio cellulare è lento.

L’esame da solo è in grado di dare indicazioni soltanto sulla velocità di accrescimento del tumore, quando presente, e non sulla massa del tumore stesso, proprio per questo di norma viene accompagnato dall'esame del CEA, un parametro che invece dà informazioni sulla massa del tumore.

La combinazione dei due valori permette quindi di trarre queste conclusioni:

  • CEA alto e TPA basso: massa tumorale grande che si sviluppa lentamente,
  • CEA basso e TPA alto: massa tumorale piccola, ma che si sviluppa velocemente.

Se il tumore è disseminato, cioè presenta delle metastasi, il livello di TPA è particolarmente alto.

Valori Bassi

Valori Alti

  • Cirrosi
  • Colon irritabile
  • Epatite
  • Infezioni delle vie biliari
  • Infezioni delle vie respiratorie
  • Malattie infiammatorie intestinali
  • Tumore

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

Il fumo può influenzare il risultato dell’esame. Alcuni laboratori di analisi consigliano di non fumare nei tre giorni precedenti.

Quando viene richiesto l'esame

L’esame può essere richiesto durante la fase di diagnosi di diversi tumori di origine epiteliale, tra cui i tumori che colpiscono:

  • mammella,
  • ovaio,
  • polmone,
  • apparato digerente (stomaco, colon retto),
  • pancreas,
  • vescica,
  • prostata.

Può inoltre essere richiesto per la valutazione della terapia antitumorale e per il monitoraggio di eventuali recidive e metastasi.

Attualmente, tuttavia, i medici tendono a usare altri marcatori tumorali più specifici ed affidabili.

Preparazione richiesta

L’esame consiste in un normale prelievo di sangue eseguito a digiuno. Il sangue viene prelevato da una vena del braccio.

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    I suoi articoli molto facili da capire, anche per chi non conosce la medicina e da un aiuto al malato di essere edotto della sua malattia. Complimenti!

    1. Anonimo scrive il

      2 anni fa circa ho avuto un tumore al seno … quindi ora x prassi faccio questi esami… lei sa dirmi qualcosa? se e’ grave? che sintomi potrei avere?

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      È un marker tumorale e, insieme agli altri esami, viene richiesto per individuare precocemente eventuali recidive; se gli altri valori sono nella norma potrebbe quindi essere un falso allarme, ma è molto importante segnalarlo all’oncologo e sentire il suo parere.

      Mi tenga al corrente.

  2. Anonimo scrive il

    Se può esserti utile …. secondo lei e’ preoccupante ??cmq si farò vedere le carte
    Grazie le farò sapere

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono tutti nel range, rimango quindi assolutamente ottimista in attesa di sapere cosa le dirà l’oncologo.

  3. Anonimo scrive il

    ho il TPA alto (135), i valore massimo è 75 e sono in dialisi. ho anche le emorroidi. 8 mesi fa ho avuto un intervento di protesi all’anca.
    il cea, l’alfa fetoproteina, il ca 19-9 e il PSA sono normali
    non fumo e non bevo alcolici
    Mi sa dire se c’è qualche possibilità che non sia un tumore? o eventualm quali esami ulteriori devo effettuare?
    Grazie

  4. Anonimo scrive il

    devo aggiungere che prendo anche la cardioaspirina e sporadicamente ho sangue nelle urine.
    ho anche il valore dell’osteocalcina molto elevato.
    ho effettuato la colonscopia, la gastroscopia, la rx uretrocistografia e sono tutte normali

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, ci sono condizioni NON tumorali che causano l’aumento del valore, ma è indispensabile farsi seguire da uno specialista in casi come questo; accusa sintomi intestinali di qualche tipo?

  5. Anonimo scrive il

    no. non ho alcun sintomo iintestinale.
    Dimenticavo…per non farmi mancare nulla ho anche un picco monoclonale. tutta questa situazione deriva in buona parte da un trapianto di reni eseguito male

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A volte anche alcune infezioni sono causa di aumento, ma raccomando comunque di chiedere un parere specialistico.

  6. Anonimo scrive il

    Chiedo scusa, nel mio caso quale ritiene sia lo specialista più indicato? L’oncologo, il nefrologo, l’ematologo………o altro?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Nel suo caso sentirei innanzi tutto il suo nefrologo, in caso non emergesse nulla l’ematologo.

  7. Anonimo scrive il

    Salve.sono incinta all 8 settimana..il mio ginecologo ha richiesto tra i vari esami del sangue anche il tpa,il quale valore è di 135..dovrei preoccuparmi?grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Un TPA alterato da solo ha scarsa utilità, il ginecologo valuterà il risultato insieme agli altri esami ed eventuali sintomi; secondo alcune fonti anche la gravidanza stessa può essere causa di aumento del valore.

  8. Anonimo scrive il

    Di seguito le trasmetto i risultati delle analisi effettuati a seguito di una perdita di sangue per via rettale ed in attesa di effettuare la colonscopia: CEA 1,10 ng/ml – CA 125 6,7 U/ml – CA 19-9 6,30 U/ml – TPA 3,1 ng/ml – TSH 8,90 ulU/ml.
    Le chiedo se tali valori costituiscono un campanello di allarme circa la possibilità di presenze tumorali. Per completare il quadro clinico, e’ presente una sclerosi sistemica.
    Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      I valori mi sembrano tutti negativi, a parte il TPA; mi riporta di quest’ultimo il valore di riferimento?

      Salta all’occhio il TSH elevato, segno di ipotiroidismo.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il TPA è debolmente positivo e va segnalato al medico, ma probabilmente si tratta di un falso positivo; mi tenga al corrente.

  9. Anonimo scrive il

    buonasera dott! Avrei bisogno di un consiglio… Mio padre 60 enne è stato operato alla prostata a febbraio, qualche giorno fa ha rifatto l esame del tpa ed è alto, valore di riferimento massimo 4 e lui ha 7,5…. Cosa può essere?? Grazie per la sua gentile risposta

  10. Anonimo scrive il

    scusate mi sapete dire mia mamma e stata operata 5 anni fa di tumore all utero ebbe lo strappamento dopo cinque anni il tpa e sempre stato alto xke lei e fumatrice solo qst volta tiene il tpa a 175 e il cea 38.7 sono alti e ieri la portai al pronto soccorso x un mal di stomaco fortissimi dove stamattina se fatta tac cn e sz contrasto…mi potete aiutare a capire cosa sta succedendo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma non mi sento di esprimere giudizi; le raccomando di fare il punto con il medico di base che le suggerirà le visite e gli approfondimenti necessari.

  11. Anonimo scrive il

    o il tpa a145-6 e il cyfra- 5-o mi anno tolt0 un carcinoma al seno 2 anni fa la senologa mi a dletto di stare tranquilla mi è stato tolto soltanto il nodulo e il linfonodo ascellare ho anche il MORBD di Still grazie per la risposta

  12. Anonimo scrive il

    caro dott . ho il valore tpa 520 valore massimo e 80 da cosa dipende, e cosa devo fare, gli altri valori sono nella norma.

    1. Anonimo scrive il

      controllo, dolore addome superiore dx analisi,eco,tac,nella norma, come mai TPA altissimo.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In certi casi può essere anche solo il colon irritato, ma andrà ovviamente approfondito con il medico; alla luce degli esami già fatti sono ragionevolmente ottimista, ma se mi tiene al corrente mi fa piacere.

  13. Anonimo scrive il

    Salve dottore io sono i chemioterapia finito i sei cicli il mio oncologo ha continuato con una nuova chemio dalla pet ci sono 4 lesioni attive ancora ho un microcitoma a piccole cellule solo la chemio può avere risultati anxhe se non ne sono sicura i marches tumorali sono a 9 .grazie per la risposta

    1. Anonimo scrive il

      Dott quali sono i riferimenti normali dei marches tumorali del microcitoma polmonare, ? Grazie

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Mi dispiace, ma non mi sento di esprimere giudizi sulla situazione.
      2. Che marker esattamente?

    3. Anonimo scrive il

      Non so di preciso quali marches tumorali mi fa il mio oncologo. Sono arrivata sa lui che erano 45 ora sono 9 grazie

  14. Anonimo scrive il

    Salve dottore ..mia madre è stata operata 10 anni fa per un tumore al seno ..diverse volte nel corso degli anni facendo gli esami il tpa è arrivato a 100 su un massimo di 75 ..per poi tornare nella norma ..com’è mai accade questo? C’è da preoccuparsi ? L oncologo gli dice che il tpa può alzare per diversi motivi ..grazie anticipatamente per la risposta

  15. Anonimo scrive il

    Da analisi effettuate i miei valori sono:
    CEA 1,9 ng/ml 0,0 – 3,0
    Ca 19,9antigene carboidratico <1,4 Ul/ml 0,0 – 37,0
    TPA 279 mUl/ml 0,0 – 83
    NSE 11 ng/ml 4,7 – 14,7
    Glucosio 81 mg/dl 74 – 106
    Acido Urico 3,7 mg/dl 3,5 – 4,5
    Cosa ne pensa per il TPA molto alto? Grazie

    1. Anonimo scrive il

      PET a seguito di uno forte polmonite. Reperto: L’indagine PET evidenzia area di accumulodel tracciantea livello del sigma(7.3). A giudizio del clinico approfondimento diagnostico.
      Si evidenzia inoltre, accumulo del tracciante a livello della dell’articolazione sterno-clavicolare destra compatibile con patologia benigna.
      Non si evidenziano aree di significativo iperaccumulo del tracciante a livello polmonare e dei restanti segmenti corporei esaminati.

  16. Anonimo scrive il

    Rispetto al presedente commento preciso che analisi e Pet sono state richieste contemporaneamente in quanto in fase di forte polmonite all’esame citologico dell’espettorato risultava: macrofagi, cellule dell’epitelio bronchiale spesso in metoplasia squamosae cellule squamoidi con alterato rapporto nucleo/citoplasma, nuclei ipercromaticied irregolarie citoplasma orangiofilo; reparto sospetto per ca. squamocellulare

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma temo che sia una situazione al di là delle mie competenze.

    2. Anonimo scrive il

      Grazie comunque.
      Effettuerò a breve una colonscopia e seguirò i consigli di specialisti.

  17. Anonimo scrive il

    Salve mia mamma e state operata al seno 7 anni fa dopo chemioterapia e radioterapia il TPA e alto a 188

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Premesso che il mio parere NON deve sostituire quello del suo medico, ha dei valori precedenti?

    2. Anonimo scrive il

      Xo.le radio se lei ha fatti 7 anni fa xo adesso ci ha dato quest esame xo ha la vescica rilasciata po darsi x questo

    3. Anonimo scrive il

      Tutti valori pure precedenti sono usciti bn pure quesra volta ma solo questo TPA e uscito alto

    4. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Andrà approfondito con lo specialista; un unico valore fuori norma non è sufficiente a fare una diagnosi, ma certamente non va sottovalutato perchè può essere indicativo di qualcosa che si muove.

  18. Anonimo scrive il

    Dot avevo un dolore all addome alto destro ho fatto un eco sono usciti 2 noduli alla milza ho fatto una tack con contrasto ma a causa del mio sovrappeso il contrasto era insufficiente ho fatto un altra eco e sempre noduli alla milza ho rifatto la tack e sono usciti 5 noduli tutto questo in un mese ma l adipe non permette una visione corretta ora di testa mia ho fatto c12 c125 c19 tpa tutto nella norma solo tpa 125 su valore di riferimento 75 che devo fare mi devo preoccupare io ho anche bronchite cronica e spesso polmonite per una fragilità ai polmoni può essere collegato da chi medico devo rivolgermi per ora sono andato avanti sentendo i referti delle due eco e delle 2 tack cosa dovrei fare grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Può effettivamente essere legato alla bronchite cronica, ma come prossimo passo farei il punto con il medico di base.

    2. Anonimo scrive il

      Purtroppo il mio medico mi prescrive solo accertamenti ma non di pronuncia dot io ho un altro dubbio è vero che ora sono in preda alle fobie avevo anche il dirimero alto leggo su internet tante cose collegate all HIV ma io son stato ricoverato per un cateterismo destro ho fatto tante analisi anche genetiche perché ho il sangue trombotico molto denso ma se avessi avuto questo virus si sarebbe evidenziato? Ho fatto tanti emocromo enogas due ricoveri con annessa preparazione per l intervento ho un anno fa fatto i prelievi in un ospedale perché volevo donare il sangue se avessero evidenziato una cosa del genere l avrebbero detto?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, in caso di donazione il test viene fatto e se positivo verrebbe certamente comunicato.

  19. Anonimo scrive il

    Io ho una cisti endometriosi s-ca 125 98,9 s-he4 38,4 r.o.m.a 4,76 sto cercando un bambino ma non viene , non e che ci sia qualcosa di importante?

  20. Anonimo scrive il

    Dottore le chiedo cortesemente aiuto…mai madre operata 2 volte x un tumore al seno,ha eseguito come ogni anno analisi del sangue…tutti i valori normali solo il TPA a 79..valore di rif. 0-75…so che è poco ma solo l’idea mi terrorizza. Domani farà controllo dal suo oncologo. La prego mi aiuti..

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Bene verificare, ma sembra davvero un aumento minimo; può essere che venga suggerito di ripetere il prelievo.

  21. Anonimo scrive il

    Salve dottore mia madre è stata operata dieci anni fa per un carcinoma alla mammella ..ma diverse volte il marcatore tpa gli fa. Sbalzi. . e arriva da un minimo di 40 fino a certe volte a 100 .. c’è da preoccuparsi? L’oncologo gli dice di stare tranquilla… grazie per la risposta

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non abbiamo motivo di dubitare della valutazione dell’oncologo.

  22. Anonimo scrive il

    Gentile Dottore,
    sottopongo alla Sua cortese attenzione il presente quesito di studio:
    Qual è la via più frequente di contaminazione da farmaci chemioterapici antiblastici?
    a) per contatto mucoso congiuntivale;
    b) per inalazione;
    c) per contatto diretto.
    Sul quesito mi sono confrontato con alcuni colleghi e la maggior parte (compreso me) ritiene che la risposta esatta sia la c). Di questo mi confortano le linee guida per la preparazione, manipolazione e somministrazione del particolare tipo di farmaci, predisposti da numerosi ospedali italiani, ove si ricava che non esiste una via più frequente ma le principali vie – in misura analoga quindi – sono l’inalazione o il contatto diretto (ovvero cutaneo, percutaneo).
    Tra l’altro, da uno studio condotto dall’ISS risulta che i casi di contatto diretto sono in percentuale più frequenti in assoluto quali forme di contaminazione da tale tipologia di farmaci.
    Chiedo quindi il Suo parere: poiché la domanda presuppone la scelta di una sola delle opzioni sopra indicate, è corretto ritenere che la risposta esatta sia la c)?
    Ringraziando anticipatamente per la risposta, porgo cordiali saluti

    1. Anonimo scrive il

      La ringrazio, evidentemente è da lì che è stata attinta la domanda. Come sa, però, tante volte le risposte fornite dalle banche dati sono inesatte. Infatti in numerose linee guida il contatto diretto viene riportato come la più frequente via di contaminazione; la stessa letteratura porta alla medesima conclusione https://bibliomed.bib.uniud.it/links/c-l-infermieristica/antiblastici-gestione-e-linee-guida/nf09_antiblastici.3.pdf pag. 2 ult. cpv, e lo studio dell istituto superiore di sanità riporta il contatto diretto come la più frequente causa di contaminazione http://alleanzacontroilcancro.it/binary/publ/publi/0203.1107341243.pdf pag. 4, tabella.
      Mi chiedevo se in base alle conoscenze di un Esperto come può essere un medico o un farmacista il contatto diretto sia esatta come risposta

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La ringrazio per la fiducia, ma non mi occupo di questo campo e rischierei di farla cadere in errore.

  23. Anonimo scrive il

    Buongiorno dottore volevo chiederle una cosa mia mamma 10 anni fa e stata operata di tumore alla laringe poi nel 2011 di tumore al polmone e poi nel 2015 di metà stasi al cervello…ora sta facendo i controlli e la cea e uscita 1.40 e riferimento è 4.5 mentre la cyfra 21/1 e uscita 3.3 con riferimento 3.3 c’e da preoccuparsi? Grazie e buona giornata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento i valori sembrano ancora nella norma, quindi è una buona notizia, ma chiaramente raccomando di fare il punto con il medico che conosce il quadro generale.

  24. Anonimo scrive il

    Grazie dottore a breve avremo anche le risposte della tac ma il cyfra a che serve? Grazie e buona serata

  25. Anonimo scrive il

    Dottore buongiorno gli volevo chiedere un altra cosa dato che io mi preoccupo sempre e mi faccio venire l ansia qnd mia mamma si deve fare i controlli, io mi faccio una domanda anche se il cyfra rispetto a 4 mesi fa si è alzato di valore ma se è in corso qlk altro tumore la cea era più alterata o no? Grazie x la vostra risposta buona giornata

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sì, è possibile; i valori che spaventano sono quelli altissimi, quando ci sono questi piccoli spostamenti sono sempre da approfondire con il medico, ma con meno paura.

La sezione commenti è attualmente chiusa.