Valori Normali

  • Uomini: 2.5 - 8 mg/dl
  • Donne: 1.9 – 7.5 mg/dl
  • L'American College of Rheumatology ha pubblicato le linee guida sulla gestione della gotta nel 2012 dove si raccomanda un obiettivo di acido urico nel sangue per chi ne soffre inferiore a 6 mg/dl.

Fonte: Medscape

(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)

Descrizione

L’acido urico è una molecola prodotta dal nostro organismo come sottoprodotto nel metabolismo degli aminoacidi e delle purine (composti chimici usati per esempio nella struttura del DNA); la rilevazione della quantità presente nel sangue prende il nome di uricemia.

Le purine possono essere sintetizzate direttamente nel corpo (principalmente dalla mucosa intestinale e dal fegato) o possono essere assorbite attraverso il consumo di alimenti che ne sono naturalmente ricchi (ad esempio i crostacei e gli organi degli animali, come il fegato, il cervello e i reni).

Circa il 60% dell’acido urico eliminato è perso attraverso le urine, mentre la parte restante viene secreta nel tratto gastrointestinale dove viene degradato ulteriormente prima di essere espulso.

Nel caso di eccessiva produzione, o di eliminazione insufficiente, l’adico urico può accumularsi nel corpo, causando un progressivo aumento dei livelli nel sangue (iperuricemia). La presenza di acido urico in eccesso può causare gotta, una condizione caratterizzata da infiammazione delle articolazioni dovuti alla formazione di cristalli di acido urico nel liquido articolare (sinoviale). L’eccesso di acido urico può anche essere depositato in tessuti come il rene, dove è causa della formazione di calcoli renali e/o insufficienza renale.

Provetta di sangue appoggiata su un referto di un esame di acido urico

iStock.com/jarun011

Interpretazione

L'iperuricemia (ossia la rilevazione di valori alti di acido urico nel sangue) è spesso rilevata attraverso esami di routine, pur in assenza di sintomi; le principali cause di concentrazioni elevate sono

  • un aumento della sintesi delle purine,
  • malattie metaboliche,
  • eccesso di assunzione di purine nella dieta,
  • malattie,
  • farmaci citotossici
  • e una diminuzione dell'escrezione dovuta ad insufficienza renale cronica o aumentato riassorbimento renale.

Questi pazienti necessitano di essere monitorati a lungo per il rischio di danni renali e la maggior parte si troverà prima o poi a manifestare i sintomi della gotta.

Circa l'80% dei pazienti con livelli di trigliceridi sierici elevati hanno valori alti anche di acido urico.

L'ipouricemia (valori bassi) è una condizione molto meno comune ed ancora più raramente preoccupante; può essere causata da danni al fegato, un trattamento eccessivamente aggressivo in caso di iperuricemia oppure a seguito di alcune patologie tumorali.

Valori Bassi
(Ipouricemia)

  • Acromegalia
  • Celiachia
  • Difetti tubulare renale
  • Malattia di Wilson
  • Malattie del fegato
  • SIADH
  • Sindrome di Fanconi
  • Tumore
  • Tumore di Hodgkin
  • Xantinuria

Valori Alti
(Iperuricemia)

  • Abuso di Alcool
  • Anemia
  • Avvelenamento da piombo
  • Carenza di G6PD
  • Digiuno
  • Disidra
  • Eclampsia
  • Glomerulonefrite
  • Gotta
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Insufficienza renale
  • Ipoparatiroidismo
  • Ipotiroidismo
  • Leucemia
  • Linfoma
  • Malnutrizione
  • Mononucleosi
  • Nefrite
  • Policitemia
  • Preeclamsia
  • Sindrome di Down
  • Trauma
  • Tumore
  • Uremia

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame

  • Il consumo regolare di alcolici aumenta i livelli di acidi urici.
  • Un'alimentazione ricca di purine può aumentare i livelli circolanti; tra gli alimenti che ne sono più ricchi ricordiamo per esempio:
    • pesce azzurro (alici, acciughe e sardine),
    • frattaglie (fegato, cervello, ...),
    • carni e insaccati in genere,
    • crostacei,
    • legumi.
  • Molti farmaci possono aumentare o diminuire il livello di acido urico, ad esempio i diuretici tiazidici sono causa di valori più alti della norma, a basse dosi l'aspirina può aumentare le concentrazioni nel sangue mentre a dosi elevate la riduce significativamente.

Quando viene richiesto l'esame

La determinazione della quantità di acido urico nel sangue è utilizzato principalmente nella diagnosi e per il monitoraggio della terapia della gotta, oltre che per il monitoraggio dei pazienti trattati con farmaci citotossici o in condizioni in cui possa aumentare pericolosamente il valore (leucemia, la psoriasi, la malnutrizione e le altre condizioni di deperimento).

In rari casi può essere usato come indicatore della funzionalità renale.

Preparazione richiesta

In genere non si ritiene necessaria alcuna preparazione, ma alcuni laboratori richiedono il prelievo a digiuno.

Altre informazioni

Soffro di iperuricemia, ma non ho la gotta. Cosa significa?

Non tutti coloro che hanno alte concentrazioni di acido urico nel sangue manifestano la gotta; questa condizione, chiamata iperuricemia asintomatica, è abbastanza comune e si ritiene che non richieda alcun trattamento a meno che non si sospettino complicazioni (per esempio per cause ereditarie).

Articoli ed approfondimenti

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Commenti, segnalazioni e domande

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo scrive il

    Gentilissimo Dottore,
    in occasione di esami pre-operatori (laparoscopia fibromi), mi hanno fatto fare l’esame delle urine e l’acido urico è risultato di 96, il valore di riferimento era 0 – 6 num/microl, purtroppo quel giorno avevo il ciclo mestruale, può essere che il risultato sai stato alterato così tanto dal sangue nelle urine?
    (hanno trovato emazie 54 valore di riferimento: 0 – 15 e leucociti 26, valore di riferimento: 0 – 17 num/microl).
    Adesso è passato un mese dall’operazione e mi sono comparsi da qualche giorno leggeri dolori, tipo indolenzimento, alle caviglie, calcagno, polsi e incavo delle braccia,dolori più accentuati al mattino quando mi sveglio che poi scompaiono durante la giornata,ho avuto anche un piccolo rigonfiamento sotto l malleolo, come se avessi battuto. i fibromi che avevo mi hanno portato ad essere anemica e sto facendo cure di ferro, sono alta 1,67 e peso 55kg
    Grazie.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente sarà sufficiente ripetere il prelievo e verificare, ma ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

  2. Anonimo scrive il

    Dottore ho fatto gli esami del sangue e la uricemia e a 6.0 i valori sono 2.6 -6.0 che ne pensa? Posso stare tranquilla? La ringrazio

    1. Anonimo scrive il

      Sintomi ne ho assai….dolori pelvici dolori al seno dolori al collo…linfonodi infiammati …oggi febbre e vomito. …

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Il valore merita di essere preso in considerazione perchè ulteriori aumenti possono scatenare attacchi di gotta, quindi cerchi di migliorare alimentazione e stile di vita; i sintomi descritti tuttavia a mio parere non sono correlabili a questo.

  3. Anonimo scrive il

    Salve dottore da qualche mese ho uno “strano” problema al’alluce dx… In pratica lo sento addormentato in un determinato punto e a volte mi prendono delle crisi di dolore.. Il mio medico mi ha detto di verificare i livelli di uricemia perché probabile gotta.. Questo prima di partire per le vacanze, durante le ferie ho cominciato ad avere dolore al ginocchio dx è forte prurito alla gamba. Ritornata dalle ferie il prurito si era esteso a tutto il corpo e avendo un linfonodo inguinale ingrossato ho subito pensato di stare per morire di linfoma ma emocromo ed ecografia mi hanno tranquillizzato molto.. Ora io devo ancora verificare l’uricemia nel sangue ma tutti questi sintomi potrebbero confermare la diagnosi di gotta e non di linfoma? Grazie

    1. Anonimo scrive il

      inoltre dottore tenga presente che sono una persona estremamente ansiosa ed ipocondriaca e che mi sono ammalata di colon irritabile dopo essermi convinta di avere un tumore al colon e di vescica iperattiva dopo essermi convinta di avere un tumore alla vescica..tutto questo a soli 26 anni

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Non sono convintissimo sia gotta, ma a mio parere non c’è motivo di pensare ad un linfoma.

    3. Anonimo scrive il

      Dottore ma allora questo prurito? Come si può alleviare? Il dottore mi parla di ansia ma mica mi posso grattare tutta la giornata

    4. Anonimo scrive il

      quindi mi devo affidare agli antidepressivi?sono tre notti che non domo…durante il giorno lo accuso meno perché sono in giro o in compagnia

    5. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Diciamo che è una delle possibili strade che, quantomeno, vale la pena provare.

    6. Anonimo scrive il

      Dottore ub’ultima domanda..pOssona due pillole di antibiotico prese il giorno prima modificare l’esito dell’emocromo? Il laboratorio di analisi mi ha assicurato di no ma ora sono nel dubbio

  4. Anonimo scrive il

    Salve sono alla 10settiimana di gestaziione dalle analisi mi è uscito il valore dell acido urico basso cosa vuol dire è preoccupazione??e anche il sodio è basso..grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Piccole variazioni sono assolutamente normali in gravidanza, ovviamente vanno sempre verificate con il medico.

  5. Anonimo scrive il

    Salve ho fatto gli esami dell acido urico e il suo valore e’ 1,9 .l ultima volta circa 9 mesi fa era 8.4 ho fatto la cura di allopurinolo teva italia 100mg per 30 giorni mentre nel mese di luglio ho avuto un attacco di gotta e il mio dott mi prescritto algix 120 mg per quattro giorni .ho 36 anni peso 74 kili alto 1.70 mi devo preoccupare.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Al momento il valore va benissimo; attenzione anche alla dieta.

    2. Anonimo scrive il

      ma il valore e sotto la norma non succede niente? comunque non sto facendo nessuna dieta

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      In genere non succede nulla, ma ovviamente l’ultima parola spetta al suo medico.

  6. Anonimo scrive il

    Ho 67 anni prendo olprezide 20 12/5 da circa sei mesi accuso eccessivi gonfiori alle caviglie e forte pesantezza alle gambe e dolori muscolari alle braccia ho i battiti accelerati oggi sono 97battiti a soffro di ipergastrite e tendente a uricemia cosa è che non va?
    Un consiglio per favore grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Mi dispiace, ma temo sia un quadro magari non grave, ma da affrontare con il medico, perchè si sovrappongono diversi disturbi anche indipendenti tra loro.

  7. Anonimo scrive il

    ho fatto gli esami della ferritina il suo valore e’267 mi potete aiutare cosa devo fare? che tipo di dieta fare ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Quante volte alla settimana mangia carne?
      Sintomi?
      Per quale motivo è stato prescritto l’esame?
      Altri valori fuori norma?

    2. Anonimo scrive il

      la carne la mangio tre o quattro volte la settimana .colesterolo 248 valori normali 200 e acido urico sotto la norma 1,9

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      La ferritina non sarà considerato un grosso problema, ma attenzione perchè invece il colesterolo sembra troppo alto.

    1. Anonimo scrive il

      pre.mo dott sono luigi ,nella domanda di ieri acido urico pari a 7 in uomo di anni 63 non ho sintomi particolari altri esami come azotemia e creatinite nella norma unico problema assumo una pasticca di gabetin 300 al di per un ernia che batte sullo sciatico puo essere la causa ?grazie della risposta e saluti Luigi

    2. Anonimo scrive il

      ok grazie dott.della risposta in sintonia con il mio che mi ha prescritto solo una sana dieta ,ma sa molte volte per motivi di lavoro mi trovo fuori a pranzo tra ristoranti e autogrill.cercherò di limitare al massimo saluti Luigi

  8. Anonimo scrive il

    Salve dott.!
    Vorrei sapere una cosa ho fatto di recente analisi di urine ee sangue ,nelle urine e uscito ,urobilinogeno 2,0 +1 valore di rif.0,0 – 0,2 ,uricemia 3,4 valori di rif. 3,5. – 7,2 ,ce qualche problema di fegato?
    Si dovrebbe fare analisi specifiche per fegato,e quali sono?
    Grazie anticipatamente!!!

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      L’uricemia un po’ più bassa del normale non è un problema.
      Segnali invece l’urobilinogeno al medico per verificare, anche se credo che non verrà considerato un problema in assenza di altri esami fuori norma o sintomi.

  9. Anonimo scrive il

    ill mo dottore sono un donatore avis e vedendo gli ultimi valori di uricemia rispetto agli altri di 4 mesi fa sono aumentati perche’ l’altra volta cioe 4 mesi fa i valori di riferimento erano tra 2,4 e 7 ed il risultato era 5.4 ora a distanza di 4 mesi i valori di riferimento tra 2,4 e 7 il risultato e 7 considerando che la sera prima del prelievo ho assunto una compressa di tachipirina da 500 verso le 22.00 ….
    non ho alcun sintomo ed assumo una triatec 5 mg al di…….finora non ho alcun disturbo tranne i duroni ad un piede che si spacca…..mi potrebbe dare una spiegazione????
    grazie mille in anticipo

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Lo stile di vita (penso soprattutto all’alimentazione) è sano? Oppure consuma molta carne, alcolici, …?

  10. Anonimo scrive il

    dalle analisi del sangue che ho fatto e’ emerso il valore dell,uricemia di 6,6mg/dl il mio medico mi ha prescritto mezza compressa di zyloric 300 mg da prendere per tutta la vitafaccio presente che normalmente non consumo alimenti che fanno aumentare l’acido urico cosa mi consiglia? Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Si attenga alle indicazioni del medico, in modo da evitare dolorosi episodi di gotta.

  11. Anonimo scrive il

    Salve,dottore!Sono nel bell’mezzo di un attacco di gotta.Da circa 6mesi assumo il 2 triatec, 1sopave e 1ezetrol al dì .Avevo i trigliceridi862 e colesterolo300 altissimi anche se non mangio sano ma nemmeno così male.Ho 46 anni 1.68 e peso 71kg.La mia domanda e:può essere una disfunzione genetica o causata da uno stato emotivo(tutto si è sconvolto dopo un lutto).Grazie anticipatamente.

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Sono possibili entrambe le ipotesi; famigliari con lo stesso problema?

    2. Anonimo scrive il

      Sì. Mia sorella ha il colesterolo a280 ed è diventata quasi vegetariana e anche mamma.La gotta si può ripresentare?ho fatto ieri il prelievo per vedere i valori..quanto durerà l’attacco di gotta?

    3. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente esiste una componente genetica.
      La gotta nel suo caso potrebbe essere legata anche ai farmaci che sta assumendo.

    4. Anonimo scrive il

      Secondo lei si può ripresentare? Come devo procedere per evitare dei futuri attacchi? Grazie,e stato gentilissimo.

    5. Anonimo scrive il

      Di nuovo io…il mio medico mi ha prescritto lo Zyloric da 300mg 1/dì. ..però dopo 1 settimana il dito e ancora gonfio e dolente. Secondo lei devo prendere qualcos’altro? Perché non mi passa?E in più il mio medico non è reperibile fino a lunedì. Grazie

    6. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Continui regolarmente con la prescrizione, valutando eventualmente antinfiammatori con il sostituto del medico.

  12. Anonimo scrive il

    Buona sera dott
    volevo chiederle se con un valore pari a 1.9 mi devo preoccupare…assumo eutimil da 17 anni può esserci un collegamento?

  13. Anonimo scrive il

    buongiorno dottore volevo sapere se 5,6 di acido urico è un valore accettabile …..in passato ho avuto tracce di albumina in un esame di urina che poi non è più ricomparso….Grazie

  14. Anonimo scrive il

    buona sera dottore per curare la gotta il medico mi ha prescritto ADENURIC 80 una compressa a giorni alterni per inizio salvo a modificare in seguito dopo un esame uricemico .Poichè dappertutto si cita il pro die ,non può essere che nell’intervallo di ben 48 ore ci sia probabilità di valori iperuricemici che non vengono controllati proprio perchè il gap temporale è eccessivo ? La ringrazio vivamente

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Probabilmente la prescrizione nasce dalla rilevazione di un valore non eccessivamente alto.

  15. Anonimo scrive il

    ho fatto le analisi del sangue e ho l’acido urico 6.2 ho 70 anni devo preoccuparmi? il mio dottore ha detto che devo mangiare con poco sale perché ho 146 di sodio

  16. Anonimo scrive il

    Dottore io fatto delle analisi del sangue con valore di.colesterolo 216 ed uricemia 6.30 ho 31 anni. Assumo un integratore alimentare per la circolazione del sangue da poco ho scoperto di aver avuto una trombosi dopo un periodo di riposo a causa di nun intervento al ginocchio. Dovrei preoccuparmi per essere a 6.30 ?

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso non particolarmente; la dieta è abbastanza curata?

  17. Anonimo scrive il

    Ho fatto di recente l’esame dell’acido urico risultato a 2,49 Cosa può significare?

  18. Anonimo scrive il

    Buonasera, vorrei sapere se l’esame ACIDO URICO che risulta 2,10 è un valore preoccupante visto che i valori di riferimento sono 2,40 – 5,70 mg/dL
    grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      A mio avviso va benissimo, ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

  19. Anonimo scrive il

    Buon giorno dott
    Ho fatto l’analisi dell’acido urico ed è 3,8 mg/dl ..ho 33 anni ..mi può dire cortesemente se va bene come valore ????

  20. Anonimo scrive il

    Buonasera Dott
    Ho fatto l’analisi dell’ uciremia il risultato è 6.1.Ho 24 anni volevo sapere se andava bene.Grazie

    1. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      Con la sua età ci saremmo aspettati qualcosa di meglio; come mai è stato richiesto l’esame? Mangia in modo sano?

  21. Anonimo scrive il

    Prendo pasticca di tiche 100 per ipotierodismo e una pasticca di fluxoreren 20mg la mattina mezza di tavor 1mg.e mezza mattina e sera di delatrend 6,25 ho fatto le analisi e il colesterolo 220 è aumentato a 254 e o la uricoemia 6,38 mai avuta volevo sapere se possono essere i medicinali visto che ho un regime alimentare super corretto Grazie

  22. Anonimo scrive il

    buongiorno doct. ho 50 anni e da 15 giorni soffro di dolori ai tendini del polso(tenovaginite) sto facendo fisioterapia hanno richiesto esame uro. valore 9.8 può essere gota. grazie

    1. Anonimo scrive il

      ho fatto ciclo cortisonico e anche antidolorifiici attualmente si stà sfiammando domando può aumentare l’uro. con questi medicinali? carne 2 volte sett. preferisco verdure cotte e carni bianche però non mi privo di bere a pasto vino. solo di sera e quantità moderata. grazie.

    2. Dr. Guido Cimurro (farmacista)
      Dr. Guido Cimurro (farmacista) scrive il

      1. Qualche dubbio con il cortisone, ma probabilmente al momento i vantaggi sono superiori alle controindicazioni.
      2. Sarebbe consigliabile ridurre gli alcolici.

La sezione commenti è attualmente chiusa.