Esami del sangue per la tiroide

Tiroide

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla, di 3 cm di altezza e 7 di larghezza; si trova a livello del collo e fa parte del sistema endocrino, l’insieme di ghiandole e cellule che si occupano di produrre sostanze attive da immettere nel sangue, utili a regolare le più svariate funzioni dell’organismo.

La tiroide in particolare si occupa di produrre i cosiddetti ormoni tiroidei, molecole in grado di gestire il metabolismo (il modo in cui il corpo usa l’energia assunta con la dieta) di ogni organo del corpo, oltre ad avere influenze su:

  • sviluppo cerebrale,
  • respirazione,
  • cuore,
  • sistema nervoso,
  • temperatura corporea,
  • forza muscolare,
  • secchezza della pelle,
  • cicli mestruali,
  • peso,
  • livelli di colesterolo
  • e molto altro.

La tiroide svolge il suo importante compito attraverso la produzione di due ormoni:

  • tiroxina (T4),
  • triiodotironina (T3).

In realtà solo una minima parte del Tin circolo proviene dalla ghiandola, mentre per la maggior parte è sintetizzato dalle cellule periferiche a partire dal T4.

A regolare la produzione di questi due ormoni interviene il TSH, l’ormone tireostimolante prodotto dall’ipofisi (una ghiandola presente nel cervello); quando la quantità di ormoni tiroidei in circolo è bassa l’ipofisi produce più TSH, che a sua volta stimola la tiroide a produrre più ormoni. L’aumento della concentrazione di questi agisce (anche) da stimolo negativo sull’ipofisi, che progressivamente ridurrà la produzione di TSH chiudendo il cerchio di un fine, elegante e sofisticato meccanismo di controllo.

Esami del sangue per la tiroide

Il pannello tiroideo viene impiegato per lo screening o per la diagnosi di ipo e ipertiroidismo dovuti a varie patologie tiroidee.

  • L’esame principale per lo screening delle disfunzioni tiroidee è il test del TSH. Se il livello di TSH risulta anomalo, verrà seguito in genere dal
    • dosaggio del T4 totale o del T4 libero. Talvolta, verranno anche misurati il T3 totale o il T3 libero (pagina dedicata al T3/T4).

Il medico può in alternativa prescrivere un pannello tiroideo già comprensivo di tutti e tre i dosaggi in modo da ottenere un quadro più completo.

Oltre agli esami visti, soprattutto in caso di alterazioni possono essere prescritti anche i seguenti esami:

  • Anticorpi tiroidei: aiutano a differenziare i diversi tipi di tiroidite e a identificare i disordini tiroidei autoimmunitari.
  • Calcitonina: aiuta a rilevare la presenza di una iper-produzione di calcitonina come può avvenire nell’iperplasia delle cellule C e nel cancro midollare della tiroide
  • Tireoglobulina: serve a monitorare il trattamento del cancro tiroideo.
  • Globulina legante la tiroxina (siglata TBG dall’inglese): è usata per la valutazione dei pazienti con livelli anomali di T4 e di T3.

TSH

L’esame del TSH è sicuramente il test più importante, soprattutto in fase di diagnosi e di monitoraggio della disfunzione; è il primo esame prescritto dal medico per verificare il funzionamento della tiroide e rilevare un eventuale condizione di ipotiroidismo (TSH alto) o ipertiroidismo (TSH basso).

Normalmente la tiroide risponde adeguatamente alla stimolazione del TSH nella sua produzione degli ormoni tiroidei, ma quando questo non avviene la produzione di TSH può aumentare o diminuire eccessivamente causando i sintomi tipici che vedremo in seguito.

Quando viene prescritto

Il pannello tiroideo può far parte di un check-up di controllo, oppure venire richiesto quando ci sono sintomi evocatori di ipo o ipertiroidismo per problemi inerenti alla tiroide.

L’ipotiroidismo può manifestarsi con i seguenti segni e sintomi:

  • Aumento di peso.
  • Pelle secca.
  • Costipazione.
  • Intolleranza al freddo.
  • Pelle gonfia.
  • Caduta di capelli.
  • Stanchezza.
  • Nelle donne, irregolarità del ciclo mestruale.

L’ipertiroidismo può manifestarsi con i seguenti segni e sintomi:

  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Ansia.
  • Perdita di peso.
  • Disturbi del sonno.
  • Tremore delle mani.
  • Debolezza.
  • Diarrea.
  • Gonfiore intorno agli occhi, secchezza, irritazione o sporgenza degli occhi.

Gli esami sono poi fondamentali anche per monitorare l’andamento dell’eventuale patologia diagnosticata e/o la risposta ai farmaci.

Intepretazione

Se il sistema di retroazione che coinvolge la ghiandola tiroide non funziona correttamente per varie possibili patologie, le quantità di ormoni tiroidei possono essere eccessive o insufficienti. Quando le concentrazioni di TSH sono aumentate, la tiroide produce e rilascia di conseguenza quantità eccessive di T4 e T3; si possono quindi manifestare sintomi associati all’ipertiroidismo. Se la produzione di ormoni tiroidei è insufficiente, possono insorgere sintomi di ipotiroidismo.

La tabella seguente riepiloga i risultati dei dosaggi e il loro potenziale significato.

TSH T4 T3 Interpretazione
Alto Normale Normale Ipotiroidismo lieve (subclinico)
Alto Basso Basso o normale Ipotiroidismo
Basso Normale Normale Ipertiroidismo lieve (subclinico)
Basso Alto o normale Alto o normale Ipertiroidismo
Basso Basso o normale Basso o normale Patologie non tiroidee, ipotiroidismo secondario (causato dalla ghiandola pituitaria, raro)

Articoli ed approfondimenti

  • Scheda presente nelle categorie:

Link sponsorizzati

Importante:

Revisione a cura del Dr. Guido Cimurro (fonti principali utilizzate per le analisi http://labtestsonline.org/ e Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill).

Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.